26 febbraio 2015

Giulietto Chiesa – Sul Baltico si apre il “Fronte nord”

Come al solito puntuale Giulietto Chiesa. Anche se, devo ammettere, sull’analisi della politica italiana ed europea occidentale, mi sembra meno lucido, talvolta pure titubante. Chiaramente gli americani stanno cercando di generare il caos globale 1) per non pagare i loro astronomici debiti 2) per sottomettere Russia e Cina e impadronirsi delle loro immani risorse naturali. Noi europei occidentali abbiamo centinaia di basi militari USA sui nostri territori, siamo già loro colonie e sbocco commerciale per Apple, Hollywood, McDonalds, Uber, Microsoft ecc.
ADDENDUM ‘Governo: Stoltenberg (Nato) a Renzi, impressionato da impegno sulle riforme’ Non c’è bisogno di tanto per capire per chi lavora l’Obama fiorentino. Dall’altra parte, Boldrini e M5S che fanno surrettiziamente pressione sulla casta politica per fare passare le ‘riforme’.

26 febbraio 2015

Mutilazioni umane: il sordido segreto dell’Ufologia

Non solo mutilazioni bizzarre di vacche e altro bestiame ma anche mutilazione inenarrabile e morte di essere umani. Spesso nei forum e pubblicazioni ufologiche si descrivono mostruose escissioni di organi e tessuti in animali il cui minimo comune denominatore è la quasi assoluta mancanza di sangue. Nessun chirurgo o veterinario riuscirebbe a eseguire tali profonde mutilazioni senza perdere nemmeno una goccia di sangue. Sovente, prima e dopo il ritrovamento di queste carcasse orribilmente deturpate ci sono avvistamenti di oggetti volanti non identificati e luci misteriose. Di solito, la spiegazione fornita alla stampa è “predazione anomala” o “riti esoterici” o “esperimenti scientifici non divulgati”.
Il più grande segreto dell’Ufologia ufficiale massmediatica è che tali orrendi delitti vengono commessi, presumibilmente da entità aliene, anche ai danni di esseri umani.
Le autorità mondiali lo sanno ma celano la verità alla popolazione per timore che scoppi il caos su scala globale dato che nessuno si può opporre alla volontà di alcune razze extraterrestri. Ai parenti non viene mai detta la verità e le vittime rimangono tra le persone scomparse.

AVVERTENZA: il filmato sottostante contiene immagini scioccanti che potrebbero disturbarne la visione:
UFOs AND NATO: The Human Mutilation Cover Up – full documentary – 2014 – English

25 febbraio 2015

Piccolo di rinoceronte lanoso scoperto in Siberia

Piccolo di rinoceronte lanoso scoperto in Siberia

È una piacevole coincidenza che appaia questa notizia. Un piccolo di rinoceronte lanoso è stato recentemente scoperto in Yakutia, regione siberiana. Il corpo è stato casualmente scoperto nel settembre 2014 da due cacciatori sulle rive del fiume Semyulyakh. Si ritiene che il rinoceronte lanoso fosse comune nel Pleistocene in Europa e America e si sia estinto circa 10 mila anni fa. Aveva sopravvissuto all’ultima glaciazione ma qualcosa di catastrofico è avvenuto che ha cambiato radicalmente e quasi istantaneamente il clima e l’habitat. Il cucciolo è stato, per la verità poco fantasiosamente, ribattezzato Shasha e doveva avere un anno e mezzo al momento della morte. Il continuo spostamento del letto dei fiumi, ha portato alla luce la carcassa, pesante circa 60 Kg, che è rimasta congelata, quasi intatta, nel permafrost per 10-12 millenni.
Probabilmente, per al pari dei mammut lanosi, qualcuno proporrà di de-estinguere la specie impiantando un embrione in una rinocerontessa.
Proprio in questi giorni, si trova in edicola il mio ultimo articolo che affronta in 8 pagine l’enigma dell’estinzione dei grandi mammiferi ricoperti di fitto pelo atto a proteggerli dai rigidi climi periglaciali. Mi sono avvalso per la stesura del pezzo della collaborazione di uno dei massimi paleoclimatologi mondiali.

Articoli di approfondimento: Archeo Misteri Magazine – febbraio 2015

Piccolo di rinoceronte lanoso scoperto in Siberia

25 febbraio 2015

20 piccole voragini compaiono vicino a voragine gigantesca

https://i0.wp.com/cdn.rt.com/files/news/39/6d/30/00/craters-siberia-giant-lake.si.jpg

Gli scienziati russi hanno scoperto 20 piccole voragini nella remota penisola di Yamal in Siberia vicino a pozzi di idrocarburi Bovanenkovo gestiti dalla Gazprom. Le immagini satellitari mostrano delle grosse buche riempite d’acqua. Bisognerebbe capire questa subsidenza quanto è collegata con l’estrazione di gas. Non si può fare a meno di collegare tali sommovimenti tellurici anche con la genesi di terremoti di varia intensità in prossimità dei luoghi di estrazione.

 20 piccole voragini compaiono vicino a voragine gigantesca

25 febbraio 2015

Misterioso razzo cinese esplode rientrando nell’atmosfera sopra gli USA

Razzo cinese esploso al rientro in atmosfera

Per una vasta zona tra Arizona e Canada lunedì si è assistito alla formazione di una lunga scia nel cielo. Ma non si è trattato di una meteora bensì della disintegrazione di un razzo vettore cinese al rientro nell’atmosfera terrestre.
Ciò è avvenuto lunedì sera intorno alle 11. La traccia di un colore arancione è durata per circa un minuto.

Scia nel cielo

24 febbraio 2015

Il T.A.R. “spegne” il M.U.O.S., ma l’impianto è sempre operativo


Il T.A.R. ha sentenziato che il sistema satellitare M.U.O.S. è dannoso per la salute umana ed ha disposto la sospensione dei lavori attorno alla struttura di banda Ka, ideata per interfacciarsi con 4 satelliti geostazionari (più uno di riserva) ed impiegata nella guerra climatica e non solo. Il radar Doppler della Protezione civile, però, mostra attività elettromagnetica delle antenne M.U.O.S., per cui non sono rispondenti al vero le dichiarazioni dei responsabili che hanno affermato di aver interrotto i lavori. In realtà il M.U.O.S. è attivo già da qualche mese. Si noti come le formazioni nuvolose si disgreghino, lungo la “circonferenza elettromagnetica” dell’installazione statunitense. E’ una chiara dimostrazione dell’interazione dei campi elettromagnetici con la nuvolosità naturale. Sono emissioni in grado di controllare l’atmosfera, modellandola nei modi più consoni alle esigenze dei militari. (Fonte: http://tankerenemymeteo.blogspot.it )

Ma ovvio, gli Stati Uniti non riconoscono la sovranità degli Stati (sopratutto “alleati”), figuriamoci la loro giurisprudenza! (Vedi caso Amanda Knox) Rispettano solo Russia e Cina perchè sono grandi e dotate di un sostanzioso arsenale nucleare.

23 febbraio 2015

MH370 la tragedia continua

Boeing 777 volo MH370 Malaysia Airlines

A quasi un anno dalla sparizione nel nulla del volo MH370 di Malaysia Airlines, non ci sono indizi che lascino presagire una soluzione al caso.
Un documentario della serie televisiva Air Crash Investigation tende a suggerire che sia stato intenzionalmente dirottato verso l’Antartide. Sembra che qualcuno in cabina di pilotaggio avesse deliberatamente spento il transponder, interrotto ogni comunicazione e intrapreso una rotta ai margini della copertura radar onde evitare l’intercettazione. Il sistema di bordo ACARS ha continuato a inviare segnali automatici per altre 7 ore indicando che il velivolo è rimasto in aria a lungo. Cosa sia successo in quelle drammatiche 7 ore, nessuno è oggi in grado di stabilirlo. Nemmeno se la rotta seguita sia stata davvero verso Sud.
L’ultimo contatto radio avviene sopra il Golfo di Thailandia alle 1:19 verso il Vietnam. Il Boeing 777, con 239 persone a bordo, era partito, com’è noto, da Kuala Lumpur in Malesia e diretto a Pechino in Cina per un tragitto notturno di circa 6 ore.

22 febbraio 2015

Spazio 1999 – In memoriam

Un bel video del 2012 che ricorda i membri del cast e maestranze scomparsi che lavorarono alle due serie di Spazio 1999. In Alta Definizione.

22 febbraio 2015

UFO International Magazine – febbraio 2015

Giunto in edicola il numero di febbraio 2015 della rivista ufologica, diretta da Roberto Pinotti, UFO International Magazine. Buona lettura!

 UFO International Magazine – febbraio 2015

21 febbraio 2015

Perchè odiamo gli zingari

Questo potrebbe essere idealmente la prosecuzione del post Povertà e Miseria.
L’enfasi sui Rom e Sinti è un odio alimentato perchè gli zingari non si piegano al sistema schiavistico di lavoro-tasse-banche. Gli zingari non si adattano a timbrare il cartellino, contrarre il mutuo, guardare Sanremo e non fotte niente loro del PIL. Per questo ce li fanno detestare attraverso i mass media.
Queste popolazioni hanno compreso la colossale truffa del lavoro, delle ferie striminzite, del consumismo compulsivo alimentato dal “credito al consumo”. Prendono direttamente ciò che serve loro senza chiedere il permesso ai legittimi proprietari, nella maggior parte dei casi. I nomadi non si fidano giustamente delle banche, non inoltrano richieste di licenze edilizie. Il vero scopo per cui regalano le case popolari ai Rom è di rieducarli persuadendoli a pagare imposte e bollette.
Non riconoscono la proprietà privata altrui che è una delle fondamenta del sistema socio-economico occidentale, perciò li odiano.
Tuttavia, la verità va detta tutta.
Le istituzioni proteggono e coccolano i nomadi per scopi subdoli. Alcune frange di zingari sono implicate nei furti di bambini. I sequestrati finiscono in giri di pedofilia d’alto “borgo”, delitti rituali a sfondo esoterico e prelievo di organi. Avete mai sentito di un figlio di potente in lista d’attesa per un trapianto d’organo? Ai giornali è stato tassativamente vietato attraverso le “associazioni equo-solidali” di riportare la notizia di rapimenti di minori da parte di famiglie nomadi, su commissione di entità altolocate.
Come vi dissi tempo addietro, i Centri Sociali, Antagonisti sono impiegati per spalleggiare l’attività degli zingari intimidendo chiunque si chieda quale sia il vero motivo per cui queste tribù sono così amate dalle istituzioni antifasciste.
Con ciò, voglio chiare che non affermo che tutte le famiglie Rom sono dedite al furto di bambini nemmeno tutte le scomparse di minori siano attribuibili ai nomadi.
Si stima che, grazie all’operazione Mare Nostrum oggi Triton, siano entrati finora in Italia 20 mila bimbi non accompagnati e clandestini che, di norma, svaniscono nel nulla. La ragione per la quale è stata messa in piedi l’operazione Mare Nostrum la potete ben intuire (oltre che per americanizzarci).
Una drammatici realtà che nemmeno Matteo Salvini vi dirà mai. I politici, infatti, sono manovrati per dividere il popolo in fazioni = partiti, non per dire alcuna verità. Chiedetevi perchè, neanche Tsipras e Grillo parlano mai di 11/9, scie chimiche, sbarco sulla Luna, chi fornisce armamento militare nuovo di zecca a Isis, che fine hanno fatto le 42 tonnellate di oro ucraino…
Andate a verificare chi, negli alti seggi delle Istituzioni (con la I maiuscola, sia mai) si straccia le vesti in favore dei ‘bimbi migranti’ e dei ‘rom’ e troverete anche gli orchi, gli amici degli orchi e pure gli orchi degli amici. Ci inculcano l’odio verso gli zingari al tempo stesso.
Lo so, non è politicamente corretto scriverlo ma qualcuno deve pur farlo.
PS ‘Renzi, ironia su Landini e Fiom’ Ma ovvio, in America a uno come Landini gli avrebbero già fatto fare la fine di Malcom X o M. L. King.

21 febbraio 2015

Orion: prova della bugia

Questo è un breve documentario sul programma Orion della NASA, in via di sviluppo, intitolato Orion: la prova del fuoco.
Interessante rilevare come, imprevedibilmente, il tizio biondo che illustra la missione manifesti una esitazione riferendosi all’attraversamento delle fasce di Van Allen dicendo “Dobbiamo metterlo alla prova prima di mandare della gente attraverso questa regione di spazio“.
James Van Allen in persona aveva palesemente avvertito dell’impossibilità di oltrepassare la banda magnetica ad alta energia, che circonda il pianeta Terra, senza una più che adeguata protezione per uomini e strumentazione.
Questo avveniva sul finire degli anni ’50. Dopodiché ci furono le missioni lunari del programma Apollo i cui equipaggi attraversarono le fasce senza nessuna apparente conseguenza. Ora, l’ente spaziale americano riscopre inopinatamente il problema.
Che cosa significa, secondo voi?

21 febbraio 2015

Povertà e Miseria

Crisi: Confcommercio, prestiti -7,1% dal 2011 al 2014. Segnali positivi sulle ultime erogazioni (ANSA)

Corre una differenza sostanziale fra povertà e miseria. La miseria e quando, ad esempio, uno vive in una baracca e tutto è disordinato e sudicio. Povertà è quando, nella stessa baracca, tutto è ordinato e lindo.
Una delle schiavitù moderne è verso le banche. I mass media, che sono controllati dai poteri forti, inducono subdolamente al consumismo più bieco che incatena uomini e donne all’acquisto compulsivo.
Bill Kaysing esortava a non contrarre mutui per nessun motivo per non soggiacere a tale schiavitù. Meglio vivere dignitosamente in una casupola ben tenuta che rendersi ossessionati dalla rata mensile da versare per decenni a una banca per un bilocale “in centro”. Ma “al centro” di che cosa poi?
Si può uscire di casa con vestiti vecchi e sgualciti ma puliti e ordinati, utilizzando un cellulare datato, purché ancora valido.
Bisogna rifuggire dalla “abitudine a dilapidare”, come la chiamava Bill.
Questa rappresenta la vera libertà, oggi. Non di certo i milioni di siti internet o centinaia di canali TV digitali tra i quali potere scegliere.

20 febbraio 2015

Terremoti e fracking, il segreto di Pulcinella:

La celeberrima maschera partenopea è nota per sbeffeggiare i potenti esponendo i loro segreti che diventano di pubblico dominio.
Segreto di Pulcinella potrebbe essere definita la relazione fra la fratturazione idraulica delle rocce, per ottenere idrocarburi, e sismi.
Se chiedete in Italia a qualunque balordo del CNR o INGV vi assicurerà che non c’è alcun rapporto.
Però oltreoceano la relazione fracking-terremoti è ampiamente accettata ormai. Tanto che il potente USGS, agenzia geologica degli USA, chiede un monitoraggio e condivisione dei dati in materia.
Un rapporto dell’USGS, pubblicato dal giornale Science, mette in relazione il fenomeno dei terremoti innaturali in Oklahoma, Texas, Ohio e Pennsylvania, stati americani fittamente coinvolti nell’estrazione di idrocarburi per mezzo del fracking.
In Oklahoma, ad esempio, il numero di sismi, sebbene di scarsa intensità, nel 2014 è stato 4 volte superiore al 2013. Nell’Ohio, un rapporto dell’ottobre 2014 imputa al fracking 400 micro-terremoti. In marzo dello stesso anno, l’estrazione di idrocarburi fu messa sotto accusa, sempre in Ohio, per la genesi di 77 sismi della cittadina di Poland Township che non aveva mai registrato terremoti nella sua storia. Di recente, una “forte correlazione” tra terremoti e fracking è stata ufficialmente stabilita in Kansas. Si è passati, nelle zone di estrazione, da una o poche a centinaia di scosse sismiche significative per anno.
L’USGS sta lavorando con gli investitori in questo settore per elaborare un modello atto a calcolarne la rischiosità. Lo studio intende verificare il cambio di orientamento nella produzione di energia.
La fratturazione idraulica delle rocce petrolifere richiede l’immissione di acqua e sostanze chimiche ad altissima pressione nel sottosuolo.
In Emilia, i sismi del maggio 2012 sono avvenuti in prossimità di campi di estrazione tramite fracking, una coincidenza soltanto?
A questo punto, bisogna ricordare, elogiando l’iniziativa dell’agenzia, che movimenti tellurici possono essere originati con onde elettromagnetiche emanate ad una ben precisa frequenza. Alcuni terremoti catastrofici sono stati additati come essere di origine artificiale. Vedi terremoto del Giappone del 11-3-11.
In Italia, nessuno lo ammetterà mai, in fondo, quelli di INGV e CNR sono dipendenti statali, al pari dei forestali tengono famiglia. Ci terremo i sismi da fracking come fossimo afflitti da una piaga endemica da cui sarebbe impensabile liberarci.

http://www.isprambiente.gov.it/files/notizie-ispra/notizia-2014/rapporto-sismicita-indotta-innescata-in-italia/Rapporto_sismicita_indotta_innescata_in_italia.pdf

PS ‘Papa: “No alla cultura della morte, convertitevi e sarete accolti”‘ Se questo papa è davvero contro la ‘cultura della morte’ perchè non chiede agli USA di smettere di ammazzare civili in tutto il mondo arabo per mezzo dei droni???
Terremoti e fracking, il segreto di Pulcinella:

20 febbraio 2015

La schizofrenia di PandoraTV

È semplicemente allucinante, nella mia opinione, come perfino organi d’informazione attendibili quali PandoraTv cadono nel facili tranelli tesi dai nemici della Russia e fautori del NWO.
Anche questo Adolfo Marino affibbia con semplicioneria la responsabilità del disastro greco alla Germania quando la colpa è dell’euro.
Costringere lo stato tedesco ad accollarsi il debito greco, equivale a indebolire la Germania. Ossia applicare sanzioni aggiuntive a quelle imposte dagli Stati Uniti. Proprio a quella Germania che, in collaborazione con Francia e Russia, cerca disperatamente una soluzione politica per la crisi Ucraina senza mettere a repentaglio il risultato del referendum popolare in Crimea.
Alexis Tsipras è, secondo me, un agente del NWO, con i suoi ministri che parlano fluentemente inglese (!). Se costui fosse intellettualmente onesto, invocherebbe l’unica soluzione fattibile: l’uscita immediata della Grecia dalla moneta unica europea. Del resto, fu caldeggiato in Italia da Barbara Spinelli, figlia del massone Altiero, uno dei massimi podestà criminali della UE.
Pazzia non diagnosticata. Ci si preoccupa (giustamente) dei morti di Maidan ma non delle migliaia di suicidi da disperazione nella piccola Ellade causati NON dai tedeschi bensì di quella follia chiamata euro.
Come mai neanche Giulietto Chiesa chiede la fine della divisa tecnocratica voluta dai poteri forti angloamericani, che nulla a che vedere hanno con la “lotta di classe”, per usare una locuzione obsoleta? Chiesa è un compagno che sbaglia rifiutandosi (apparentemente) di fare una scelta netta di campo?
Belle domande o no?

19 febbraio 2015

L’assedio di Debaltseve ci riporta a Stalingrado

L'assedio di Debaltseve ci riporta a Stalingrado

É successo oggi, non nel gelido inverno del 1943. L’assedio di Debaltseve ci riporta con la memoria alla seconda guerra mondiale. Siamo già nella terza e non lo abbiamo ancora capito.
Oltre 90 soldati ucraini sono stati catturati dagli indipendentisti filo-russi nell’Ucraina orientale. Di altri 82, si sono perse le tracce. Potrebbero essere morti o fuggiti o periti per assideramento. Inoltre, 13 sono stati uccisi e 157 risultano feriti. Oggi.
I furiosi combattimenti in corso a Debaltseve, città strategica tra Lugansk e Donestsk, dimostrano che la fragile tregua raggiunta a Minsk non ha avuto effetto.
Stiamo scivolando verso una carneficina che a breve ci coinvolgerà direttamente grazie al governo italiano eterodiretto da Washington.
Gli Stati Uniti vogliono la guerra, esigono l’appoggio dei governi fantoccio della UE, a tutti i costi.
Stiamo felicemente precipitando dentro atrocità di cui, per ora, non ne percepiamo la portata. Quanti soldati moriranno congelati sulle rive del Don, quante Anna e Margot Frank della cui tragedia sapremo tra 10 anni o forse mai, quando tutto sarà finito.
Intanto, a sollazzo di civili e militari, una qualche nuova e ‘social’ Lili Marlene prorompente da MTV.
Non pensiate che adesso le cose siano diverse poichè non c’è più la leva obbligatoria, leggete attentamente i giornali.
Quanti contadini saranno convertiti loro malgrado in soldati? Qui ricordo, a un anno dalla scomparsa, il mio quasi conterraneo Mario Lodi e il suo bellissimo Il Corvo.
Anche allora, la guerra pareva remota, letteraria, attraverso le onde della radio, nelle città caotiche e dalle spiagge assolate.

Le sorelle Margot e Anna Frank

19 febbraio 2015

3088 soldati ucraini uccisi nella battaglia di Debaltseve

3088 soldati ucraini uccisi nella battaglia di Debaltseve

Il Ministero della Difesa dell’autoproclamata Repubblica del Donetsk (DPR) ha annunciato che oltre tremila soldati governativi sono morti nella battaglia per la conquista della città simbolo di Debaltseve.
L’ammontare delle perdite è stato causato dalla lotta per il controllo di Debaltseve, roccaforte dei combattenti filo-russi, in posizione chiave poichè connette Donetsk e Lugansk.
Il presidente ucraino Petro Poroshenko aveva precedentemente annunciato che circa 2500 soldati avevano lasciato la zona.”Circa 200 mezzi militari sono stati ritirati dalla zona di Debaltseve” ha detto.
La strada che porta al terzo conflitto mondiale sarà sempre più costellata da queste notizie.
Germania, Francia e Russia stanno cercando di pacificare la regione mentre la UE, che è una diretta emanazione degli Stati Uniti, soffia sul fuoco dell’incendio ucraino imponendo sanzioni che danneggiano l’economia europea occidentale più di quella russa.
Notate come i giornali italiani interventisti in Libia, giacché perderemmo un miliardo di euro in interscambi, sono contraddittoriamente sostenitori delle sanzioni contro la Russia che ci costano diversi miliardi di euro.
La via verso la terza guerra mondiale è pure lastricata di menzogne e disinformazione.

18 febbraio 2015

Terremoti: sciame sismico nella notte nell’appennino bolognese

Sono state registrate 18 scosse con magnitudo comprese tra 2.0 e 2.5
Firenze, 18 feb. – (AdnKronos) – Sciame sismico nell’appennino tosco-emiliano durante la notte dopo che ieri sera alle ore 20.42 è stata registrata una scossa di magnitudo 3.9 con epicentro a 7.2 km di profondità nella zona dell’Alto Mugello. La scossa localizzata nella zona sismica dell’Appennino Bolognese nel comune di Firenzuola è stata avvertita distintamente dalla popolazione. Nella notte sono state registrate altre 18 scosse con magnitudo comprese tra 2.0 e 2.5. Dalle verifiche effettuate dalle sale operative istituzionali non risultano danni. (Il Tempo)

Terremoti: sciame sismico nella notte nell'appennino bolognese

17 febbraio 2015

Mattarella e Renzi, dove è l’oro d’Italia?

di Gianni Lannes

La riserva aurea appartiene al popolo sovrano. Ma quella italiana (per valore, la quarta al mondo), è stata sgraffignata da un pezzo con il beneplacito dei governi eterodiretti e dei politicanti lacché. Nel forziere della banca d’Italia, ormai di proprietà di privati, ci sono appena 451 tonnellate in lingotti d’oro. Altre duemila tonnellate giacciono teoricamente, non si sa bene a che titolo, se non la rapina di Stati “alleati”, per la gran parte in Federal Reserve, ovvero negli Stati Uniti d’America, e in misura minore nei forzieri bancari inglesi ed elvetici.
Mentre esperti, addetti ai lavori, professoroni e soloni da bignami blaterano di euro, ovvero di carta straccia pagata a caro prezzo dagli italidioti con il signoraggio bancario, esattamente dal 19 gennaio 2012, giace in parlamento l’interrogazione numero 4/14567, ancora senza una risposta, nonostante si siano susseguiti ben tre governi (Monti, Letta, Renzi) imposti dal napoletano. Anche sul web, dateci un taglio: smettela di sollevare aria fritta in economia e finanza.

PS ‘Libia, Isis e Boko Haram verso la Tunisia. Ma Usa ed Europa frenano su intervento militare’ Vedete che è tutto volto a costringere l’Europa ad accettare milioni di ‘profughi’ per americanizzarci, imporre la scuola ‘internazionale’ dove la lingua è l’inglese, senza religioni, come scrissi qui già nel 2012. ‘Dall’Italia impegno su acquisto novanta F35, ma tagliati i costi’ Ecco a cosa è servita l’anticasta, l’abolizione delle province e la legge Fornero!
Fonte: Gianni LannesFonte: Gianni Lannes

17 febbraio 2015

Bizzarra protrusione nell’atmosfera marziana

Già era stata osservata da astronomi dilettanti nel 2012 ma è ora confermato ufficialmente. Una strana espansione verso lo spazio dell’atmosfera è stata riscontrata dagli scienziati. Si tratta di una massa larga 1000 km e raggiunge i 200 km di altitudine.
Questa singolare fattezza avalla la teoria che ho avanzato nei miei articoli per UFO International Magazine: la pressione atmosferica di Marte è più alta di quanto ci raccontano e ciò consente l’esistenza di acqua allo stato liquido che si raccoglie in pozze e ristagni.
Anche il compianto Ralph Renè aveva osservato l’inconsistenza della pressione estremamente bassa con il fatto che le sonde NASA siano atterrate tramite l’uso del paracadute. Se l’atmosfera è talmente sottile da essere assimilabile a un vuoto fisiologico, nessun paracadute potrebbe aprirsi funzionando efficacemente.

Protuberanza atmosferica su Marte

16 febbraio 2015

Archeo Misteri Magazine – febbraio 2015

In edicola il numero 04 di Archeo Misteri Magazine, febbraio 2015, la rivista specializzata in enigmi archeologici e scientifici.
Tra gli interessanti articoli, ospita una mia analisi sulla possibilità che la Luna sia giunta nei nostri paraggi in tempi storici. Sussistono, infatti, fonti storiche e filologiche che menzionano un tempo “prima della Luna“, inclusi Aristotele e Giordano Bruno. Le popolazioni pre-seleniane, che abitarono l’Arcadia precedentemente all’avvento della Grecia classica civilizzata, appartenevano soltanto al mito? Esiste una relazione tra l’improvvisa estinzione dei mammut lanosi della Siberia e la scomparsa delle culture megalitiche? Buona lettura!

Archeo Misteri Magazine – febbraio 2015

15 febbraio 2015

Il paese dalla stampa più libera al mondo

Ned Colt NBC (in alto a sinistra) – Bob Simon CBS (sotto a sinistra) – David Carr NY Times (sotto a destra) – Bob Hager NBC (sopra a destra)

In un solo giorno, tre giornalisti americani sono morti, uno vivo per miracolo e uno cacciato per avere mentito.
Il tutto entro i confini degli “states” e cosa avevano in comune?
Tutti collegati con la manipolazione delle informazioni riguardo alle guerre americane in giro per il mondo.
Ned Colt della NBC si è accasciato al suolo colpito da infarto. Era stato “rapito” in Iraq e successivamente rilasciato.
Bob Simmon della CBS è morto in un incidente stradale. Era stato ingabbiato in una cella delle prigioni irachene per 40 giorni.
David Carr del New York Times è morto improvvisamente dopo avere intervistato Edward Snowden. Carr aveva di recente chiamato in causa Brian Williams della CBS accusandolo di avere mentito sul fatto di essere stato abbattuto in Irak mentre si trovava su un elicottero. Brian Williams è stato ora licenziato per avere mentito.
Bob Hager, esperto di aviazione della NBC, è sopravvissuto a un drammatico frontale con un altra auto sull’autostrada 11 in Vermont dove si era trasferito in pensione.
Verosimilmente, la “mattanza” di giornalisti è stata innescata dalla imperfetta spartizione del carico di menzogne e dei guadagni relativi ad esso.
La lista, poi, dei giornalisti ammazzati in America per avere criticato l’amministrazione Obama e la sua politica è lunga, basti ricordare Michael Hastings.
PS ‘Crisi: dal 2008 fallite 82 mila aziende perso un milione di posti di lavoro’ Stanno sistematicamente destrutturando l’Italia. Renzi e Grillo daranno il colpo di grazie. Adesso che è morto Pietro Ferrero faranno qualche legge sull’ ‘internazionalizzazione dell’economia’ per regalare la Nutella a Wall Street. Amen.

15 febbraio 2015

Comincia a sgretolarsi il muro di gomma sugli UFO

John Podesta - verità Ufo

Il consigliere di Obama uscente John Podesta ha manifestato il suo rammarico per non avere potuto rivelare agli americani la verità sui dischi volanti. Il 66enne docente universitario, consigliere della Casa Bianca in particolare su questioni climatiche ed energetiche, ha scritto su Twitter che il suo più grande rimpianto del 2014 è di non avere potuto assicurare la divulgazione degli X Files sugli UFO:

John Podesta ✔ @Podesta44
Follow
1. Finally, my biggest failure of 2014: Once again not securing the #disclosure of the UFO files. #thetruthisstilloutthere cc: @NYTimesDowd
5:55 PM – 13 Feb 2015

Qualche crepa nel muro di omertà sulla presenza aliena si sta aprendo. Forse non riescono più a tenere chiuso il vaso di Pandora o forse è un astuto piano per preparare l’umanità alla grande rivelazione.
Che sia la volta buona?

PS Vedete che, come vi scrissi anni fa, all’Italia è stato ordinato di non fare nulla contro l’immigrazione clandestina. Addirittura la nostra guardia costiera neanche reagisce ai diktat a mano armata. I politici devono inventare ogni pretesto per avallare la distruzione dell’ex belpaese, sono pagati per questo:

http://www.ansa.it/sicilia/notizie/2015/02/15/immigrazione-12-barconi-individuati-a-sud-di-lampedusa.-spari-contro-migranti-in-coste-libia-un-ferito_054dd494-0962-4a02-a0e2-0918d4e41b12.html

‘Libia: chiude l’ambasciata, via gli italiani. Pinotti: pronti a guidare coalizione, sì di Berlusconi – Il mostro Isis non deve farci paura’ Ciò che scrive il Sole è falso. Isis è stata creata per costringere l’Europa a fare entrare liberamente milioni di africani per americanizzarci. La guerra all’Isis non sarà altro che l’ingresso indiscriminato di clandestini da rieducare al modello occidentale. Avendo scritto questo, qualcuno venne a scrivere qui, quando si potevano postare commenti, che ero ‘razzista’ e ‘paranoico’. Stiamo a vedere. Poi lo scopo è distruggere le religioni, vedrete che attaccheranno qualche simbolo sacro in Italia e ammazzeranno il papa, quello emerito, non certo Bergoglio che è un loro uomo. Ripeto, stiamo a vedere.

15 febbraio 2015

Indecifrabile X disegnata nel deserto del Nevada

Osservando sulla mappa satellitare l’epicentro di un terremoto avvenuto in Nevada, è stata scorta una strana fattezza: una gigantesca X, stimata circa un km, tracciata tra i cespugli desertici. Permane l’enigma di cosa si possa trattare nel bel mezzo del nulla. Forse un bersaglio visuale per una qualche arma satellitare.
Guardate il filmato e osservate voi stessi.

14 febbraio 2015

Le crisi create per razziare oro

Le banche centrali, in giro per il mondo, nel 2014 hanno acquistato una quantità record di oltre 477 tonnellate d’oro, ci informa il Consiglio Mondiale dell’Oro. Il tentativo è ufficialmente quello di limitare l’influenza del dollaro americano negli interscambi ed è la quantità maggiore degli ultimi 50 anni.
La maggior parte delle nazioni che hanno irrobustito le riserve d’oro appartengono al Commonwealth e agli stati ex sovietici.
Iran e Kazakistan hanno comprato 48 tonnellate di metallo giallo ciascuno, triplicando le loro riserve in un anno. La Russia, dal canto suo, ha aggiunto 173 tonnellate alla sue 1200 di riserve auree che contano per il 12% di tutti gli accantonamenti.
L’Ucraina è uno dei pochi stati che ha venduto oro per 19 tonnellate, nel 2014, ma la maggior parte è svanita nel nulla.
Che fine ha fatto l’oro ucraino?
Nessuno lo sa, indiscrezioni indicano che dopo il colpo di stato filo-americano le oltre 40 tonnellate d’oro abbiano preso la strada di Fort Knox. Ora, l’Ucraina è uno dei pochi grandi paesi ad avere le riserve auree virtualmente azzerate.
E l’Italia no?
Assieme al resto d’Europa, è attanagliata da una crisi che sta impoverendo le famiglie a causa delle ingenti tasse imposte dai governi supini ai poteri forti.
Come reagisce la gente? Vendendo l’oro di famiglia.
I giornali citano il proliferare dei “Compro Oro”.
Quanti hanno capito che le banche prestano soldi, emettendo carta straccia, ma incamerano immobili e oro vero? A garanzia di un prestito, esigono la vostra casa (ipoteca) non titoli di stato ‘caralpacchi’. Loro la carta straccia mica la vogliono indietro.
Mentre ci distraggono con le canzonette, la crisi ha come effetto verificabile l’arricchimento degli istituti di credito, che sono tutti privati, con immobili e metalli preziosi.
Ecco dove sta il trucco.

Le crisi create per razziare oro