Archive for novembre, 2010

24 novembre 2010

Wikipedia docet

Disse Bill Kaysing circa la mancanza di vere prove visive dello sbarco sulla Luna:  “E’ come se voi foste andati a visitare le cascate del Niagara e aveste fatto foto del panino che avevate mangiato”.

Su Wikipedia,  “l’enciclopedia libera”, esistono diverse pagine singolarmente dedicata a un mare lunare, cioè quelle formazioni pianeggianti che comparate con l’orografia terrestre agli antichi sembravano dei bacini idrici. Durante le missioni Apollo furono scattate migliaia  di fotografie  dalla superficie lunare e nessuna di queste viene riportata su Wikiprdia, se non quelle riprese dall’orbita.

Logo Wikipedia

Così per la pagina sul Mare della Tranquillità, meta della prima spedizione, Apollo 11.

http://it.wikipedia.org/wiki/Mare_Tranquillitatis

Non nella pagina del Mare della Serenità vi si trovano le splendide immagini riprese nell’ultima missione umana, l’Apollo 17.

http://it.wikipedia.org/wiki/Mare_della_Serenit%C3%A0

Nemmeno  si vedono immagini superficiali dell’Altipiano di Fra’ Mauro, in onore del cartografo e geografo  veneto che per primo disegno il mappamondo, che fu visitato dall’Apollo 14. Dopo che notoriamente la missione dell’Apollo 13 fallì come raccontato nell’omonimo film di Ron Howard con Tom Hanks.

http://it.wikipedia.org/wiki/Fra_Mauro_%28cratere%29

Perché Wikipedia non pubblica le vere immagini di superficie prese dalle supposte reali missioni compiute in quei luoghi? Forse gli editori di quest’opera, che vorebbe divenire l’enciclopedia omnicomprensiva futura, intendono prepararci ad una qualche scomoda verità?

Annunci
3 novembre 2010

Monolito su Phobos

Trovo un’interessante dichiarazione televisiva dell’astronauta Buzz Aldrin:

Dovremmo andare coraggiosamente dove l’uomo non è mai arrivato finora. Sorvolare le comete, visitare gli asteroidi, visitare la luna di Marte. C’è un monolito lì, una struttura davvero particolare su questo piccolo oggetto a forma di patata che ruota intorno a Marte una volta ogni sette ore. Quando la gente lo troverà si chiederà, chi l’ha messo lì? Chi l’ha messo lì? Beh, l’universo l’ha messo lì, se preferite, Dio l’ha messo lì.

http://www.youtube.com/watch?v=bDIXvpjnRws&feature=player_embedded#

Phobos ripreso dal Mars Express il 22 Gennaio 2010

Sembra non esserci  dunque garanzia più assoluta dell’esistenza di questo misterioso oggetto su Phobos della testimonianza di un ex astronauta Nasa di punta.

La cosa ancora più interessante è che foto del monolito sono state riprese anche dalla MOC (Mars Orbiting Camera) imbarcata sul MGS (Mars Global Surveyor), la medesima fotocamera che ha ripreso sbalorditive immagini di foreste e laghi sulla superficie marziana dopodiché interruppe il suo funzionamento.

MOC Immagine 55103

Mi chiedo come mai la Nasa e Buzz ci vogliono mostrare, dopo avere manipolato gli sbarchi sulla Luna e occultato la vegetazione su Marte, questo artefatto che a me sembra fabbricato con un qualche programma di grafica computerizzata.
Secondo voi?