Archive for gennaio 22nd, 2011

22 gennaio 2011

Effetto magnetico di Nibiru?

Quali sarebbero le conseguenze sul campo magnetico terrestre dell’eventuale passaggio di Nibiru (o Pianeta X) all’interno del sistema solare in vicinanza della Terra?

Nell’ipotesi si tratti di un corpo celeste di grandi dimensioni, dotato di notevole campo magnetico, esso si comporterebbe come una calamita di potenza astronomica. Con l’effetto di perturbare, deflettere finanche invertire i poli magnetici. Questi fungono da scudo per il pianeta allontanando le pericolose cariche elettriche costituenti il cosiddetto vento solare. Solo presso i circoli polari geografici queste particelle ionizzate collidono con l’alta atmosfera (ionosfera) generando il fenomeno dell’aurora boreale e australe.

Vento solare e campo magnetico terrestre

Da anni gli scienziati osservano l’indebolimento delle linee di flusso del campo e loro vagabondare, la cui velocità di migrazione è andata incrementando di recente.

Un segnale inquietante potrebbe essere costituito dalla strana moria di animali in tutto il mondo cui nessuno riesce a dare spiegazione convincente.

Uccelli morti su una strada americana

Prima furono migliaia di uccelli caduti in volo all’inizio del 2011 in USA, Nuova Zelanda e Svezia. Poi, un numero notevolissimo di cadaveri spiaggiati di pesci ritrovati in USA, Brasile e sulle coste di Panama. E tonnellate di granchi morti sulle spiagge del Kent.

Granchi morti sulle coste del Kent (Inghilterra)

Sempre da Nuova Zelanda e Cina giungono notizie di centinaia di globicefali (cetacei della famiglia dei delfini ma con comportamento simile alle grandi balene) misteriosamente rinvenuti agonizzanti su remoti litorali. In Italia diversi articoli in giornali locali riportano morie di tortore e altri volatili.

Delfini globicefali in agonia sulle spiagge neozelandesi

In comune tutti questi animali hanno attitudine migratoria e probabilmente la percezione del campo magnetico per orientarsi nei loro spostamenti come possedessero una bussola interna.
Lecito supporre, a questo punto, che una distorsione nel magnetismo terrestre li possa rendere pazzi e incapaci di mantenere rotta ed equilibrio, in preda a vertigini e smarrimento totale.

La notizia passa sotto traccia nei media come per tutti i fatti cui l’apparato scientifico ortodosso non riesce a fornire spiegazione credibile.
Poiché si tratta forse di un’avvisaglia per un qualche grandioso evento astronomico?