Archive for marzo, 2011

26 marzo 2011

Lettera a Jarrah White

Jarrah White è un australiano di Sydney negli anni divenuto uno dei massimi esperti mondiali della beffa della Luna. Ultimamente ha provocatoriamente, ma forse no, lanciato l’idea di raccogliere, via Paypal, 200 milioni di dollari necessari per spedirlo verso la Luna. In modo da potere verificare di persona la possibilità dei voli lunari.

Fly Jarrah to the MoonGli ho inviando una donazione simbolica di tre euro allegando il seguente messaggio:

Dear Jarrah,

I sent you a symbolic contribution of three euro for you planned flight to the Moon. I say symbolic because I think no human technology could allow reaching such a goal in the past or today or even in the near future.

However, if they really went there and you later bump into an Apollo landing site, please do me a favour. Take a picture of the fantastic TV camera which, around 40 years ago, was able to send  images, live and in living colours, from the Moon surface.

An extraordinary achievement since that nowadays the ultra advanced digital LRO probe is barely able to ship back black and white pictures or colour images at low resolution at 50 km altitide above the Moon. I want to see a photo of such a marvellous analog camera, a never surpassed masterpiece of 60s technology.

Anyway, take care of you.

Sincerely

Albino Galuppini

Traduzione italiana:

Caro Jarrah,

ti ho inviato una donazione simbolica di tre euro per il tuo viaggio in programma verso la Luna. Dico simbolica poiché ritengo che nessuna tecnologia umana potrebbe consentire di raggiungere tal esito oggi, o nel passato e perfino in un futuro prossimo.

Tuttavia, se ci sono davvero andati e se ti capitasse d’imbatterti in un qualche sito di atterraggio delle missioni Apollo, ti prego fammi un favore. Scatta una foto della fantastica telecamera che, circa 40 anni fa, fu in grado di mandare immagini  in diretta e a colori dalla superficie lunare.

Un risultato straordinario sicché nei giorni nostri la sonda ultra avanzata LRO è a malapena capace di rispedire immagini in bianco e nero o a colori in bassa risoluzione da un’altitudine di 50 km sopra la Luna. Ho voglia di vedere una fotografia di una telecamera analogica così meravigliosa, un capolavoro mai superato della tecnologia anni 60.

In ogni caso, abbi cura di te.

Cordiali saluti

Albino Galuppini

Ecco il video:
Fly Jarrah White To The Moon Status Report #12

Annunci
15 marzo 2011

19 marzo 2011: superluna

Il 19 marzo 2011 la Luna sarà a una distanza minima dalla Terra di 356.577 km (perigeo), mai così vicina dal 1992 in fase di luna nuova o luna piena.

Qualche cospirazionista ha ipotizzato una relazione tra questo avvenimento e il disastroso terremoto che ha colpito il Giappone orientale l’11 marzo 2011. Questo ravvicinamento avvenne anche nel 1955, 1974 e nel 2005, precisamente il 10 gennaio.
Il fenomeno, chiamato Superluna, avvenne dunque pochi giorni dopo il 26 dicembre 2004 data dello spaventoso maremoto con tsunami che interessò l’Indonesia, Sumatra, Sri Lanka e India.

Luna emergente dalle acque

A una settimana dal prossimo incontro ravvicinato con il satellite naturale, altro terrificante cataclisma è avvenuto sul pianeta Terra.

Gli scienziati ortodossi, che sono solo dei politici confezionati un po’ meglio, naturalmente smentiscono e assicurano che la Luna altro influsso non ha che sulle maree.
Ma chi ci rende sicuri che se la Luna può muovere oceani d’acqua non possa anche spostare continenti di roccia?

11 marzo 2011

Terremoto in Italia nel 2011?

Non può che fare riflettere il grande terremoto, con tsunami,  che ha sconquassato il Giappone l’11 marzo 2011. Le cronache riportano essere stato il più violento della storia nipponica, tale da spostare l’asse terrestre.  Solo il 22 febbraio un sisma d’intensità insolita nella zona aveva creato immensa devastazione nella città neozelandese di Christ Church.

Tra i maggiori fenomeni tellurici registrati della storia alcuni sono avvenuti in anni recenti. Per esempio il terremoto che ha colpito l’Indonesia e Sumatra il 26 (ma da noi era il 25) dicembre 2004. In seguito ci fu un altro disastroso sisma nella zona il 12 (in occidente l’11) settembre 2007 che seguì ad un altro disastroso nel marzo 2005.

Che significato dare a questi eventi?
Esiste un mal di pancia del pianeta Terra? La crosta terrestre scricchiola più del dovuto.
Quali forze endogene o esogene possono essere causa di tutto ciò?

Si può ipotizzare l’avvicinamento di un misterioso oggetto celeste di cui non si ha per ora traccia nel cielo visibile. Il Pianeta X o Nibiru profetizzato da alcuni. O che altro?

Naturale pensare che nel caso esista una escalation dei fenomeni sismici in vista del 2012 questo riguarderà anche l’Italia il cui territorio si trova compresso tra la placca africana e la placca euroasiatica, secondo la teoria della tettonica a zolle.

Logico pensare che in caso avvenga un forte terremoto in Italia nel 2011 questo debba interessare le zone più sismiche cioè la zona compresa tra la Campania e la Sicilia orientale, interessate da intenso vulcanismo e in generale in zone montuose. Meno le pianure in quanto, essendo normalmente costituite da materiale sedimentario, sono in qualche modo protette dagli effetti più violenti dei terremoti, in quanto i sedimenti fluviali tendono ad assorbire elasticamente le onde sismiche più della dura roccia costituente le montagne.

Tuttavia, si tratta d’illazioni poiché, se ci trovassimo di fronte ad un accadimento totalmente nuovo, nessuna previsione sarebbe valida. A meno di non pensare a un terremoto figurato, di ordine politico o economico.

1 marzo 2011

Due semplici interrogativi

Mi cade l’occhio su un titolo del Sole 24 Ore online:

Ecco la foto della luna più nitida di sempre.
Una cartolina da mezzo giga firmata Nasa

Leggo che si tratta di un file da 500 MB prodotto di un collage di 1300 immagini per un totale di 24mila x 24mila pixel con una risoluzione dichiarata di mezzo metro (?) per punto.

Versione ridimensionata della foto da LRO

Le fotografie sono state prese nell’arco di due settimane, nel dicembre 2010, dalla sonda LRO (Lunar Reconnaissance Orbiter) in orbita lunare a 50 km dal suolo.

Bastano due semplici domande:

1) Come mai le immagini “più nitide di sempre” della Luna sarebbero queste e non quelle migliaia scattate dagli astronauti in loco a un metro dalla superficie lunare?

2) Perché ci viene, come solito, mostrato il lato vicino, che tutti conosciamo, e non il lato opposto del satellite che non è mai visibile dalla Terra?

Attendo con impazienza le giustificazioni dei vari parrucconi della scienza canonica come Piero Angela, Margherita Hack, CICAP, Paolo Attivissimo e compagnia bella.
Ma se volete una risposta c’è nel libro Il Mistero della Luna di Sotiris Sofias.

Se volete scaricare la foto alla massima risoluzione da mezzo gigabyte (con una buona connessione e una buonissima scheda video) cliccate su questo link: http://lroc.sese.asu.edu/data/pr/tiff/wac_nearside.tif .