Il cammino del gambero

Le sonde gemelle Grail in viaggio verso la Luna

Partite da Cape Canaveral, l’arrivo sul satellite della Terra e’ previsto tra tre mesi e mezzo
11 settembre, 11:31

Lancio della sonda Grail

Hanno cominciato il loro viaggio verso la Luna, le sonde gemelle Grail della Nasa. Il lancio è avvenuto con un razzo Delta II dalla base dell’Aeronautica Militare degli Stati Uniti a Cape Canaveral, nonostante fino all’ultimo momento i venti forti in quota avessero minacciato di costringere ad un nuovo slittamento.

Obiettivo della missione Grail (Gravity Recovery And Interior Laboratory) è raccogliere nuovi dati su gravità e struttura interna della Luna orbitando intorno ad essa per nove mesi. Previsto inizialmente per l’8 settembre, il lancio della missione Grail era stato rinviato una prima volta di 24 ore per i forti venti in alta quota e poi per una revisione dei dati relativi al sistema di propulsione. ”La missione Grail permetterà di scoprire molti aspetti ancora misteriosi della Luna e ci aiuterà a comprendere la sua storia, accanto alla storia della Terra e degli altri pianeti del Sistema Solare”, ha osservato la responsabile scientifica della missione, Maria Zuber, del Massachusetts Institute of Technology (Mit).

L’arrivo sulla Luna delle due sonde gemelle, chiamate Grail A e Grail B, è previsto fra tre mesi e mezzo. Una volta a destinazione ‘si cercheranno’ emettendo un radiosegnale che permetterà di definire con precisione la distanza che le separa. I ricercatori si aspettano che le differenze regionali nella gravità lunare possano avere effetti sulla distanza tra le due sonde, aumentandola, o riducendola. I dati permetteranno sia di avere la prima misura esatta del campo gravitazionale della Luna, sia di comprendere come è fatto l’interno del satellite.

Solite domande a cui nessuno mai risponde:

  1. Come fu che gli astronauti delle misere capsule Apollo ci impiegavano tre giorni ad arrivare sulla Luna e queste sonde ultramoderne tre mesi e mezzo?
  2. Se la Nasa in sei missioni ha fatto allunare e passeggiare 12 uomini sulla Luna doveva maneggiare assai bene la questione della gravità. Si sono accorti ora che non conoscono la gravità lunare?
  3. Alla fine le sonde gemelle (come le Torri) verranno fatte schiantare sulla Luna. Ma è mai possibile che 42 anni fa facessero scendere dolcemente addirittura persone sulla Luna e, oggi, il massimo che sanno fare è di fracassare delle sonde?
  4. Vogliono forse essere certi che nessuna immagine provenga dalla supeficie della Luna?
  5. Come mai nel caso della Luna la ricerca scientifica sta andando a ritroso come i gamberi, prima i rischiosissimi sbarchi umani e poi la ricerca sulla gravità e sulla composizione del pianetoide?

Attendo una qualche risposta, grazie.

26 commenti to “Il cammino del gambero”

  1. Ecco le risposte, anche piuttosto banali, bastava un po’ di buon senso:
    1. Le sonde devo o stare 9 mesi in orbita. La prima cosa che mi viene in mente: secondo te quando carburante servirebbe per far andare le sonde alla stessa velocita’ con cui l’uomo e’ andato sulla luna? Uno sproposito. Inoltre: non era possibile far andare sulla luna un uomo con un viaggio di tre mesi e mezzo: preparazione psicologica, quantità di cibo necessaria, smaltimento dei rifiuti. Era necessario farli andare velocemente. E’ chiaro?
    2) lei, passeggiando su un pianeta che non conosce sa quantificarmi la gravita’? Non basta passeggiare su un pianeta. E’ chiaro?
    3) solito problema del costo. Progettare una cosa perche’ oltre a decollare possa a anche atterrare e’ chiaramente piu’ costoso. Quindi perché spendere soldi inutilmente?
    4) si, le tengono nascoste a te.
    5) la ricerca non sta andando a ritroso per tutti i motivi sopra esposti.
    Qualcosa non è chiaro?

    • Guarda, secondo me il problema è solo la difficoltà di capire cosa si legge. Anche perchè. se si fosse andato a leggere il sito della NASA invece di riportare lo stringato lancio d’agenzia, il signor Galuppini si sarebbe risparmiato di scrivere il post.

  2. Mi chiedo come si possano fare domande talmente ovvie. Le risposte, TUTTE, le trovi sul sito NASA in cui si spiega la missione.

    1. Portare un equipaggio di esseri umani nello spazio richiede che questi debbano poter respirare, mangiare, bere e quant’altro. Quindi impiegare il minor tempo possibile è assolutamente fondamentale, dato che i materiali per assicurare la sopravvivenza delle persone occupano spazio e pesano, due cose che son da ridurre al massimo, visto che l’enorme Saturn V portava nello spazio l’equivalente di un paio di automobili. Quindi, dato che non è importante il tempo che ci si impiega, si usa il minimo indispensabile di “potenza”.

    2. Non hai capito cosa studiano di preciso le sonde. Devono realizzare una mappatura e uno dei modi per farlo è appunto sfruttare la gravità. Mandare 12 uomini sulla Luna non richiede conoscenza granchè precisa, basta avere una idea della topografia del luogo dove si atterra (cosa che rischiò di far fallire la missione Apollo 11, dato che nel punto previsto per l’allunaggio c’erano grossi macigni non visti nelle missioni precedenti).

    3. Le sonde vengon fatte schiantare perchè primo non è necessario che tornino a riportare campioni, nè tantomeno che ne prelevino. Oltretutto le onde sismiche provocate dagli schianti permettono di avere ALTRE informazioni sulla struttura interna della Luna, dato che le missioni Apollo hanno lasciato dei sismografi.

    4. Leggi il sito della NASA.

  3. Grazie per le risposte.
    Ma ai miei occhi rimane insensato che a queste “lavatrici” (come dimensioni) non abbiano attaccato un piccolo retrorazzo in modo da farle atterrare sulla Luna e trasmettere immagini DALLA SUPERFICIE LUNARE incluso il meraviglioso spettacolo che deve essere il pianeta Terra da lassù.

  4. Ogni volta lei batte se stesso, bisognerebbe istituire il patentino per scrivere sui blog, se uno non se ne intende lasci perdere non è mica obbligato a fare figuracce da incompetente in materia, ad esempio io non conosco l’arte casearia non metto su un blog di formaggi per scrivere castronerie … oppure no, continui è piu’ divertente di Stanlio e Olio, metta solo un banner in cui avverte eventuali lettori sprovveduti che quello che scrive sono panzane, sennò il rischio, vista la scarsa cultura, di emulatori e ammiratori è alto

    Salutoni

  5. Perchè avrebbero dovuto farlo?
    Le immagini della terra dallo spazio e anche dalla luna, le abbiamo già.
    Così come abbiamo già immagini e riprese del suolo lunare.
    Quindi, ribadisco, perchè avrebbero dovuto farlo?

    Inoltre una promessa:
    ora che hai avuto le risposte che cercavi, prometti che farai il bravo e non chiederai le stesse cose nel prossimo post?

    • Non si offenda, nei miei post ci scrivo quello che voglio. le domande che pongo sono oramai pleonastiche.
      Nel libro Il Mistero della Luna Sotiris Sofias sostiene una teoria più che azzardata sul motivo per cui ai terrestri è proibito avvicinarsi alla superficie lunare. In effetti, se consideriamo gli sbarchi sulla Luna falsi, non possediamo alcuna documentazione su come è fatta la luna e cosa si vede veramente da lassù.
      E questo mi fa riflettere.

  6. Lei dice che non abbiamo alcuna documentazione su come é fatta la Luna?
    Risposta: sonda giapponese Kaguya (http://it.wikipedia.org/wiki/SELENE).

    Non le anticipo nulla, le lascio il piacere di scoprire quali nuovi traguardi ha raggiunto la sua incompetenza.

    Saluti.

  7. Non abbiamo foto dalla superficie lunare e analisi in loco dei campioni di suolo come avviene da 30 su Marte con il Viking per primo.
    Visto che nessuno riponde, mi rispondo da solo.
    Il motivo per il quale non mandano robot sulla Luna è che le immagini ritrasmesse a terra sarebbero troppo diverse da quelle scattate, si dice, durante le missioni Apollo con il risultato di fare smascherare la beffa.
    Questo è l’unico motivo per cui le sonde le fanno avvicinare alla Luna solamente per schiantarsi!

  8. Perché insiste a parlare di foto, quando ci sono metodi ben piu’ precisi e scientificamente utili per studiare la superficie lunare?
    Si é letto il link che le ho mandato? Sa cosa significa “mappatura della superficie lunare”?

    E, se proprio non riesce a levarsi dalla testa le foto, lo sa che é stato fatto un raffronto tra le foto scattate dagli astronauti delle missioni Apollo e la mappatura 3D del terreno lunare elabarota dalla sonda Kaguya, e che queste combaciano PERFETTAMENTE?
    (http://complottilunari.blogspot.com/2009/06/prove-dello-sbarco-le-conferme-della.html)
    Cliccare su un link non é difficile, provi.

    Se neppure questo la convince, mi dica una cosa: quale sarebbe la prova che la convincerebbe una volta per tutte che l’uomo é effetivamente stato sulla Luna?

  9. Quando uno va in vacanza in un posto e ne parla, quasi subito qualcuno chiede “hai fatto le foto?”
    Se uno fosse andato in vacanza sulla Luna?

  10. L’utente “Skybuck” ha risposto alle sue domande, certo a lei potrebbero non piacere e non essere d’accordo, del resto in democrazia possiamo e dobbiamo accettare il pensiero di tutti.
    MA, e dico ma…..potrei sbagliare, non le pare che il suo metodo di analisi dell’evento in questione sia del genere : “due pesi e due misure”?

    Lei contesta da un lato la versione cosiddetta ufficiale (voglio crederLe, è tutta una messinscena, ammetta almeno che sono stati bravi gli americani, ha idea di quanto materiale hanno falsificato tra foto, video, manuali, comparse, razzi, vettori, scene… etc. etc. etc.).
    D’altro canto si affida ad un libro scritto da un bravo scrittore (non lo conosco, lo do per assunto), “Il Mistero della Luna” di Sotiris Sofias per credere ad una versione diversa.

    Le basta un libro? una bella sceneggiatura? perché? le è più simpatico? Su cosa basa questa versione? Teorie? Visioni notturne? Sedute spiritiche? Beh, come crede a questa teoria potremmo credere a 1000 altre teorie, ben fatte, ben scritte, affascinanti….

    Lei ha fatto 5 domande io gliene faccio 1 sola e le chiedo cortesemente di rispondere :

    1) Per quale ragione (che non comprendo) non contesta al Sotiris che ci deve provare quanto afferma? Se lo chiede alla NASA lo chieda anche al Sotiris..

    sempre per la par condicio…

  11. Tra l’altro, se proprio vogliamo tirare in ballo l’immaginazione, dirò che “nella mia immaginazione” ho una Ferrari FF in garage. Purtroppo non ce l’ho.

  12. SKYBUCK
    1. Le sonde devo o stare 9 mesi in orbita. La prima cosa che mi viene in mente: secondo te quando carburante servirebbe per far andare le sonde alla stessa velocita’ con cui l’uomo e’ andato sulla luna? Uno sproposito. Inoltre: non era possibile far andare sulla luna un uomo con un viaggio di tre mesi e mezzo: preparazione psicologica, quantità di cibo necessaria, smaltimento dei rifiuti. Era necessario farli andare velocemente. E’ chiaro?
    OK ci può stare.
    2) lei, passeggiando su un pianeta che non conosce sa quantificarmi la gravita’? Non basta passeggiare su un pianeta. E’ chiaro?
    Se lei conoscesse le complicate circostanze del distacco del lem dal CSM e allunaggio e poi ritorno in orbita LUNARE e riaccangio, non so se parlerebbe di ‘passeggiate’ in relazione alla gravità.
    3) solito problema del costo. Progettare una cosa perche’ oltre a decollare possa a anche atterrare e’ chiaramente piu’ costoso. Quindi perché spendere soldi inutilmente?
    Ok ma rimane il fatto che l’attuale tecnologia digitale e materiali compositi consente di risparmiare moltissimo in peso e progettazione di cubicoli da spedire nello spazio.
    4) si, le tengono nascoste a te.
    Anche a lei!
    5) la ricerca non sta andando a ritroso per tutti i motivi sopra esposti.
    Solito esempio: hanno spedito credo decine di robot su Marte (con molti fallimenti ma trattandosi di machine). Se sulla Luna trasmettevano dallal superficiei a colori e in diretta possibile che un robot con videocaerina digitale non possa trasmettere dalla superficie? NON GLI E’ MAI VENUTO IN MENTE???????????

  13. Attendo una sua considerazione…..

    • Penso che alcune foto della Luna, specie dall’orbita siano vere, prese da sonde automatiche. Sono le foto con astronauti che sono problematiche perchè piene di errori e anomalie.
      La teoria di Sofias sull’origine della Luna la ritenevo azzardata ma al passare del tempo ci credo sempre più. Come dice il mio amico Alberto ci stanno nascondendo tante di quelle incredibili cose che alla scoperta che sulla Luna non ci sono mai andati la cosa passerà inosservata.

  14. Detto che gli errori e le anomalie nelle foto ormai le vedete in pochi e considerato che quelle che vengono definite anomalie sono state ampiamente dibattute negli ultimi 40 anni con le spiegazioni del caso a chi le contestava (non servono scienziati bastano le nozioni base di fotografia), rimane il fatto che lei accetta una teoria basata sul nulla (!!) e rifiuta una versione il cui materiale a supporto, visionabile DA TUTTI, è in quantità industriale.

    Lasciamo perdere se è vero o non è vero (io non voglio convincerla del contrario, lei è libero di pensarla come crede) mi spieghi solo perché a chi non le fornisce alcuna prova crede ciecamente e non chiede approfondimenti. E’ una fede la sua? Perché se è una fede non si discute.

    E’ questo che io non riesco a capire del suo modo di affrontare le questioni sul BLOG.
    Se io le dicessi che ho inventato la macchina del tempo e in uno dei miei viaggi ho conosciuto Ramsete II il quale mi ha raccontato che gli Egiziani sono venuti da un pianeta lontano oltre la nostra galassia per cercare una cura…….etc. etc. etc….per quale assurdo motivo dovrebbe credermi? Mi chieda qualche prova , una foto (una dico, non 8.000 come quei pazzi della NASA…), mi chieda di farle vedere la macchina del tempo… NO, lei mi crede e basta…
    Questa è fede, INTEGRALISTA (voglio sperare almeno, per la sua coscienza, che non sia una fede “prezzolata”).

    • Lasciamo stare la ‘fede’. Si fidi, la fede è quella di coloro che hanno organizzato la beffa e che non potendo ammettere la verità continuano a produrre ‘prove’ dei presunti sbarchi. Così come continueranno a produrre prove del coinvolgimento di Bin Laden nell’11 settembre, che non esistono fonti energetiche alternatiche al petrolio eccetera.

  15. Quindi devo lasciar stare la fede ma mi devo fidare? Mi pare una contraddizione nei termini non crede?
    Lei divaga, mette insieme 3 argomenti che nulla centrano uno con l’altro ma non risponde alla sola domanda che le ho posto.
    Che metodo è questo? Mi ricorda il tipico politichese da serata TV, si mischia tutto si confondono le idee ma non si risponde a nulla.
    Entrambi partiamo da un presupposto preciso e nel nostro caso opposto. Io le do delle risposte per giustificare i suoi dubbi, lei non si smuove dalla sua idea asserendo che è così perché è così, punto (…”si fidi”…).
    Le ripeto, questa è fede!

    • Politichese a me?
      Guardi se c’è una persona più diretta di me. lei piuttosto come Attivissimo e altri divaga. mai menzionando che le prove odierne dello sbarco sulla Luna sono fornite dalla Nasa ossia lo stesso ente che avendo pepetrato la beffa ovviamente non potrà che produrre prove a favore.
      Le prove dello sbarco sulla Luna sono ‘articolo di fede’ come diceva Cartesio non meno della liquefazione del sangue di San Gennaro o della casualità della scadenza del passaporto di Neo in Matrix, film girato 3 anni prima. Si informi.

  16. 1) non si alteri, il tono del mio intervento è atto a comprendere le sue tesi, non a smontarle attaccando
    2) io le ho dato del complottista? Le ho chiesto di rispondere a una precisa domanda con la sua tesi e con La sua tesa senza fare associazioni mentali e senza catalogarla in alcun modo.Perché mi associa subito ad attivissimo? Esprimo parere personale non sono un portavoce di nessuno e non ho intenzione di difendere nessuno.
    3) lei dice di essere concreto e diretto ma per la quarta volta le chiedo di rispondere
    concretamente alla sola e unica ragione del mio intervento, su cosa basa CONCRETAMENTE il suo credo all’autore del libro di cui sopra?
    4) non ho mai citato la NASA quale prova certa dello sbarco nei miei interventi, ho detto che chiunque conosca i fondamentali di fotografia risponde ai dubbi che lei ha chiamato errori e anomalie.
    5)mi scriva dove ho divagato? Nel frattempo le faccio notare che lei nelle ultime due risposte ha citato , 11/9, il petrolio, Matrix, San Gennaro…. Come direbbe il buon Tonino Di Pietro “ma che ciazzecca”? A me pare che lei stia divagando mischiando di tutto un po’!
    6) mentre mi informo sulla scadenza del passaporto di Neo (gran film , giudizio personale) mi vuole rispondere alla sola e unica domanda che le ho fatto?

    Guardi che a me che l’uomo sia sbarcato sulla luna o meno poco importa, anzi direi zero! Proprio perché amo “essere informato” non capisco il metodo da lei applicato per confermare le tesi di Sofias! Quindi leggo il suo blog e mi permetto di chiedere spiegazioni!
    Senza cattiveria o ironia, senza catalogarla (ripeto, lei mi associa a un noto debunker senza motivo)! Voglio capire e per capire devo conoscere le tesi contrapposte. Poi mi faro’ la mia idea.

  17. Questo silenzio come lo vogliamo chiamare ? (….”Guardi se c’è una persona più diretta di me”…..)

    Le ricordo che questo è il suo BLOG, mi aspettavo un minimo di impegno a gestirlo.

    Facevo bene ad ascoltare il consiglio di un utente precedente…e lasciar perdere.

    • Ci ho pensato, non le rifaccio la domanda.
      Mi è sufficiente questo suo ultimo intervento per comprendere il suo metodo cognitivo delle faccende terrene.

  18. Quanti personaggi convinti da assoluta fede nella Nasa abbiamo in questo blog.
    La storia umana e’ piena di fallimenti e di progetti che hanno avuto enormi complicazioni.
    In generale un progetto che e’ un successo si tende a riprodurlo.

    Il programma Apollo e’ l’unico esempio di perfezione assoluta che e’ morto e sepolto da 40 anni…

    Da tutto questo ne segue che qualcosa puzza, ma tanto! E’ semplice logica. Mi spiace ma non siamo in grado di garantire un volo sulla terra o la semplice comunicazione a 50 km sopra la terra e 40 anni fa saremmo andati e venuti dalla Luna, fatto foto perfette, portato a casa >20 astronauti (militari) con un solo incidente (e solo anni prima)?

    Ok. Se volete credeteci voi: l’unico campo nel quale i progressi sembrano dover ripartire da zero e’ proprio quello dei voli nello spazio. Tutto appare ancora da studiare, tutto incognito, tutto da verificare… ma nelle parole dei tanti aspiranti Attivissimo tutto sembra perfettamente conosciuto e semplice.

    Beata innocenza (o, come io credo, paura di ammettere che siamo fallibili).

    Buon anno nuovo… la luna e’ lassu’ ad attendere i cinesi… 🙂 Ma siccome sono cinesi devono studiare tutto daccapo perche’ i manuali per andare in missione erano in inglese.

    • “perfezione assoluta”?

      Lei ha una minima idea di cosa è stato il programma Apollo Nella sua interezza? Non credo se afferma che si è trattato di perfezione assoluta.

      Il dubbio è lecito ed alimenta i dibattiti, sempre piacevoli quando civili, ma per smontare le versioni ufficiali ci vogliono PROVE, non sensazioni, idee alternative, visioni di scrittori, PROVE.

      Buon anno a lei, sperando non sia l’ultimo per la terra (maya docet).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: