AS17-134-20384

Sembra una disfida epocale tra tomisti e antitomisti quella scatenata dalla fotografia siglata AS17-134-20384 scattata durante la missione dell’Apollo 17 svoltasi nel dicembre 1972 che previde ben tre giorni di permanenza sulla superficie lunare. L’immagine ritrae l’astronauta Eugene Cernan accanto alla bandiera a stelle e strisce e in cielo il globo terrestre.
Questa è la fotografia originale:

AS17-134-20384

Come mai la Terra è così piccina e la fonte di luce divergente?

Essendomi sempre stupito di quanto fosse piccola la Terra in questa foto, ho provato a ipotizzare la sua vera dimensione basandomi su immagini ritenute autentiche correggendo anche l’angolo del terminatore terrestre rispetto alla fonte di luce che colpisce l’astronauta con il seguente risultato:

Terra vista dalla Luna come dovrebbe apparire realmente

Dopo alcune osservazioni, in particolare da parte del blogger Skybuck, Sotiris Sofias mi ha inviato dalla Grecia due fotografie con cui esplicita i suoi pensieri sulle anomalie dell’immagine AS17-134-20384.
Eccole invitando Sotiris a fornire i dettagli nei commenti.

Elaborazione di Sotiris Sofias

Elaborazione di Sotiris Sofias

11 commenti to “AS17-134-20384”

  1. Albino ha analizato la foto dal suo parte con calcoli sulla differenza in grandezza contando i pixel. La sua conclusione : La Terra di carta è più piccola della reale, vista dalla superficie della luna.
    Ηο seguito un approccio diverso. Forse più astronomico. Il risultato, esatto lo stesso. La Terra è più piccola ma anche in un falsa posizione.
    Nessuno dei bugiardi della NASA, nel 1972 non ho mai creduto che a causa di programmi in corso, avremo potuto simulare le condizioni del 1972.
    Ho disegnato le 2 linee verticali. Secondo il programma Redsiift 5 e Autocad, la terra nella foto con l’attore-astronauta, dovrebbe essere inferiore. Il lato luminoso della terra dovrebbe avere inclinazione 38 gradi invece di 45. Nello studio fotografico, la Terra di carta, probabilmente era citata in una posizione casuale sul muro!
    Ho esaminato almeno 100 foto della luna. Esistono nel mio archivio dal 1990. Negli ultimi anni – ma che strano-grazie al ADOBE PHOTOSHOP, esatto gli stessi immagini si presentano ad alta resoluzione -scinifica ritoccati. Che ipocrisia!
    Una questione . Ho notato che in Cernar casco esiste un’astronauta abbassato.
    Studiando la fotografia sestessa, ho calcolato che l’asse della macchina fotografica è di circa 80 cm alta. Come un ingobrante astronauta ha fotografato Cernan con le gambe piegate ?
    ASSOLUTAMENTE IMPOSSIBILE!!!
    Dettaglio che il regista in studio aveva dimenticato!

  2. Anche in questa fresca serata del 9 ottobre si vede una bellissima luna in cielo. provate a immaginare quanto sarebbe grossa e brillante se si trattasse della Terra!

  3. Ma i calcoli trigonometrici che ho postato più di un mese fa, e che non hai minimamente capito?

    Infatti hai risposto con dei bellissimi numeri in cui hai scambiato l’AREA col DIAMETRO e ti sei dimenticato la distanza…

    Quelli consentono di misurare con precisione (e non a casaccio) le dimensioni apparenti degli oggetti a varie distanze. Peccato che, dando le misure in unità angolari, diventa quantomai difficile applicarle a delle immagini.

    Qua vedo delle righe tirate a caso su una foto, con degli angoli altrettanto inventati. Già. Le dimensioni apparenti degli oggetti (soprattutto quelli lontani) nelle foto dipendono anzitutto dal tipo di obiettivo utilizzato. Senza saperlo non si può tirare ad indovinare. No, nemmeno Redshift aiuta, in questo caso, non permettendo di simulare la focale dei vari obiettivi.

    Giusto per spiegare. Un oggetto alto un metro, posto ad una certa distanza può apparire alto 10 centimetri.

    In fotografia, giocando con le profondità di campo e un buon teleobiettivo (SENZA postelaborazione), posso costruire un immagine in cui, apparentemente, tengo in mano una persona, e questa appare alta come una bambola.

    Comunque grazie, perchè questi articoli sono sempre più ridicoli. E di questi tempi abbiamo tanto bisogno di ridere.

  4. Ancora un tipico caso di uomo che perde la pazienza. Ovviamente, le sue risposte sono guidate e pagate.
    Amico, dicendo questi articoli ridicoli, lei diventa più ridicolo. Normalmente lei dovrebbe piangere con le menzogne che crede, e non ridere alla verità. In fondo, lei sa tropo bene che supporta i bugiardi.
    Purtoppo non apparteniamo alla stessa “squadra”. Allora ,lei puό continuare a dire scioccheze.
    Non ho nessuna voglia di frequentarla.
    Smetto di parlare ad un altro “muro” .

    • Io non perdo la pazienza, siete voi due che fate la figura dei cioccolatai, non sono io che sto sbagliando formule geometriche di quinta elementare.

      Io le formule almeno le scrivo giuste.

      E’ incredibile la naturalezza con cui si riescano a scrivere certe baggianate…..

      • Il loro intento è unicamente vendere qualche libro e qualche rivista ai boccaloni che credono a tutte le scemenze che gli propinano, in realtà manco loro credono alla marea di minchiate che scrivono, stanne certo.

  5. Ammazza, sto Sotiris fa piu’ ridere di Galuppini..

  6. Sotiris Sofias scrive:”Nello studio fotografico, la Terra di carta, probabilmente era citata in una posizione casuale sul muro!”
    E’ incredibile che questa posizione casuale sia risultata praticamente quella esatta!

  7. L’ho già scritto in un altro commento a un altro messaggio sullo stesso argomento, ma è necessario ripeterlo anche qui: di fotografia non conosci neppure le basi più elementari.
    Quella foto è stata scattata con un obiettivo Biogon 60mm (wide-angle) montato su una Hasselblad con pellicola 6×6.

    Se non conosci la differenza prospettica tra foto scattate con obiettivi “grandangolari”, “normali” o “tele” (e pure la differenza tra macchjine fotografiche con pellicole 24x36mm e 6x6cm) non puoi neppure proporre questi calcoli assurdi e inutili, o pasticciare facendo collage con Photoshop incollando una Terra delle dimensioni che piacciono a te. Detta in parole poverissime, un grandangolare (wide-angle) fa apparire più piccoli gli oggetti rispetto a un obiettivo “normale, mentre un “teleobiettivo” li fa apparire più vicini, e quindi più grandi. Lo sanno tutti, no?

    Un semplice confronto visivo però lo puoi fare perfino tu. Basta guardare questa foto scattata sulla Terra con la stessa macchina fotografica e stesso obiettivo 60mm , in cui si vede la Luna nel cielo:
    http://photo.net/photodb/photo?photo_id=943723&size=lg
    Piccola. Molto piccola. Piccolissima. Più piccola di come appare la luna “a occhio nudo”.
    Molto più piccola della Terra vista dalla Luna in quella foto AS17-134-20384, scattata durante la missione Apollo 17.

  8. C’era qualcosa che non mi tornava in quel grafico con gli angoli di 45° e 38°, l’ho guardato meglio e mi sono accorto che è completamente falso! Si vede anche a occhio che l’angolo definito come 45° non è assolutamente di 45°.

    Per misurare bene gli angoli ho usato lo strumento “Righello” di PhotoShop ed ecco cosa è risultato:

    Quegli angoli non sono di 45 e 38 ma di circa 37 e 30.
    Dunque se Sotiris afferma che per essere “giusta” l’inclinazione della Terra avrebbe dovuto essere di circa 38° la foto è correttissima. 🙂

    Sotiris afferma anche “Studiando la fotografia sestessa, ho calcolato che l’asse della macchina fotografica è di circa 80 cm alta. Come un ingobrante astronauta ha fotografato Cernan con le gambe piegate ? ASSOLUTAMENTE IMPOSSIBILE!!!”

    Invece è possibilissimo, proprio con le gambe piegate. C’è la prova: si vede chiaramente la posizione guardando la figura dell’altro astronauta (Cernan) nel riflesso sul casco di Schmitt:

    Qui c’è la serie di 4 foto scattate con la bandiera:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: