Apollo 13

Apollo 13 fu la terza missione lunare la quale, come bene descritto nel film del 1995 di Ron Howard, fu un fiasco a causa di un‘esplosione in un serbatoio di ossigeno che costrinse a un ingente lavoro per riportare l’equipaggio sano e salvo a terra dopo avere compiuto un’orbita circumlunare senza allunaggio.
Il Saturno V decollò dal Centro Spaziale Kennedy in Florida alle 13:13 (CST) dell’11 aprile 1970 ammarando nel Pacifico del Sud il giorno 17 aprile.

Swigert, Haise, Lovell con il presidente Nixon al ritornoLa missione era comandata da James “Jim” Lovell (nel film interpretato da Tom Hanks), John “Jack” Swigert (nel film Kevin Bacon) e da Fred Haise (nel film Bill Paxton).
Bill Kaysing, scrittore statunitense noto come il padre della teoria della falsificazione dei voli lunari, sosteneva che l’incidente dell’Apollo 13 fu una simulazione per smuovere l’interesse del pubblico e ottenere maggiori finanziamenti governativi.

La mia impressione è anche sia stata l’occasione per un salto di qualità nella costruzione delle sonografie lunari. Ho notato, infatti, che dopo le due riuscite missioni precedenti, Apollo 11 e 12, si ha con il 14 un passaggio da ambienti circoscritti e “bui” ad ambientazioni ampie e luminose, molto colorate. Probabilmente venne impiegato un avanzato sistema di schermo blu per generare gli sfondi lunari con telecamera a colori in movimento.
Apollo 13 fu definita un fallimento di successo in quanto riuscì nell’impresa miracolosa di riportare vivi gli astronauti a casa.
Già, nella fiction hollywoodiana il puro fallimento non è contemplato.

18 commenti to “Apollo 13”

  1. La mia opinione invece è che tieni questo blog apposta per ricevere risposte e sentirti per questo importante. Non mi spiego come potresti scrivere delle baggianate simili.

    Scusa, cosa c’entra la fiction adesso? Hanno avuto un guasto disastroso che ha provocato l’annullamento della missione (fallita) ma sono tornati vivi. Cosa doveano fare? Lasciarli lì a morire?

    Riaccendi il cervello.

    • Dico solo che nessuno, dico nessuno, dei presunti astronauti lunari ha mai volato nello spazio dopo essere stato sulla Luna e dopo pochi mesi si è dimesso dalla Nasa iniziando carriere compensatissime. faccia lei.

  2. Solo un idiota può intendere un incidente dello shuttle come uno stratagemma per ottenere maggiori finanziamenti. E’ come se lei avesse interesse nello sponsorizzare una squadra che perde.
    Il puro fallimento non è previsto?
    Le dice nulla il disastro dello shuttle Colombia?
    O anche quello è stata una messinscena per ottenere maggiori finanziamenti?
    Dove lo vede lei il guadagno in una tragedia del genere? Ha idea del disastro, oltre a quello umano, economico che ha provocato quella tragedia? Disastro proprio in termini di finanziatori?

  3. Lei non ha interpretato bene.
    Lei ha ragione. Quando gli americani (e i russi) nello spazio ci sono andati davvero i morti li hanno avuti. Curiosamente nelle missioni umane assolutamente più rischiose, verso la Luna, non è mai successo niente. Perchè si è trattato di fiction.

  4. John Watts Young, il comandante della missione Apollo,16 è stato il pilota del primo volo dello Space Shuttle, nel 1981. Si è dimesso dalla NASA solo nel 2004 ed è ancora vivente.Si documenti meglio prima di dire che nessun astronauta delle missioni Apollo è mai tornato nello spazio!

  5. A parte che non mi ha risposto alla mia domanda di prima, ovvero:
    quale mente bieca e contorta può considerare una tragedia come uno stimolo per i finanziatori?

    Inoltre:
    premettendo che TUTTE le missioni del programma Apollo sono state studiate in preparazione allo sbarco sulla luna, mi spiega su che base sostiene, a prescindere, che le missioni in cui ci sono stati degli incidenti erano vere e quelle in cui invece non ci sono stati degli incidenti erano solo fiction?
    Su che base lo dice?
    Lo decide lei?

    Inoltre:
    Anche Apollo 13, avrebbe dovuto portare sulla luna nuovi astronauti, invece è stata un fallimento, Lei dice che è stato un “un fallimento di successo”?
    Ma stiamo scherzando?
    E chi l’ha definita in questo modo quella missione?

    Mi spiega inoltre come interpreta l’incidente accaduto sulla rampa di lancio dell’Apollo 1?
    Anche questo un modo per ottenere maggiori finanziamenti?
    Non è esattamente una grande tattica quella di provocare un incidente che ha provocato la morte di 3 astronauti nella preparazione della prima missione del programma Apollo.
    Non trova?

    Cosa mi dice inoltre dell’Apollo 10?
    La missione portò gli astronauti della missione a 15,6 Km di distanza dal suolo lunare, quindi “quasi” atterrarono sulla luna.
    Questa missione come la considera, visto che gli astronauti “quasi” atterrarono sulla luna?
    La considera “quasi” una messinscena?

    • A parte che non mi ha risposto alla mia domanda di prima, ovvero:
      quale mente bieca e contorta può considerare una tragedia come uno stimolo per i finanziatori?

      lei si pone questa domanda perchè non sa bene come è fatto il mondo

      Inoltre:
      premettendo che TUTTE le missioni del programma Apollo sono state studiate in preparazione allo sbarco sulla luna, mi spiega su che base sostiene, a prescindere, che le missioni in cui ci sono stati degli incidenti erano vere e quelle in cui invece non ci sono stati degli incidenti erano solo fiction?
      Su che base lo dice?
      Lo decide lei?

      Non ho detto questo, ho detto che le rischiosissime missioni Apollo che inverosimilmente gli Usa hanno fatto camminare 12 uomini sulla luna e riportati 24 indietrom incluse missioni senza allunaggio senza alcun incidente. Curiosamente i poveri Grissom Chafee e White ci lasciarono le penne aterra in un esperimento che poi sarebbe stato denominato Apollo 1

      Inoltre:
      Anche Apollo 13, avrebbe dovuto portare sulla luna nuovi astronauti, invece è stata un fallimento, Lei dice che è stato un “un fallimento di successo”?
      Ma stiamo scherzando?
      E chi l’ha definita in questo modo quella missione?

      La Nasa e c’è anche nel film di Howard: ‘successful failure’

      Mi spiega inoltre come interpreta l’incidente accaduto sulla rampa di lancio dell’Apollo 1?
      Anche questo un modo per ottenere maggiori finanziamenti?
      Non è esattamente una grande tattica quella di provocare un incidente che ha provocato la morte di 3 astronauti nella preparazione della prima missione del programma Apollo.
      Non trova?

      Kaysing e altri sostennero che fu deliberato. Io posso pensare che da li, come ho scritto sul sito di Bill Kaysing, la nasa capì che non ce l’avrebbero fatta entro la fine del decennio e decisero di simulare.

      Cosa mi dice inoltre dell’Apollo 10?
      La missione portò gli astronauti della missione a 15,6 Km di distanza dal suolo lunare, quindi “quasi” atterrarono sulla luna.
      Questa missione come la considera, visto che gli astronauti “quasi” atterrarono sulla luna?
      La considera “quasi” una messinscena?

      La mia idea è che nessun uomo o donna sia ritornato vivo oltrepassando le fasce di Van Allen. Una messa in scena. Attenzione però che alcuni filmati eimmagini possono essere autentici presi da sonde automatiche.

  6. Come al soliti svia.
    “lei si pone questa domanda perchè non sa bene come è fatto il mondo”
    Ah bhe.. allora.
    Se la mette su questo piano, nulla posso.
    Me lo spieghi come è fatto il mondo e come una tragedia possa portare maggiori finanziamenti.

    Le ho già detto che gli uomini sulla luna ci sono andati dopo un intero programma spaziale della durata di diversi anni in cui diversi astronauti hanno perso la vita.
    La sua affermazione “senza alcun incidente” è falsa e fuorviante.

    La Nasa ha detto che è stato un “fallimento di successo”?
    A questo volevo arrivare.
    E’ come pretendere che il salumiere dica che il suo prosciutto fa schifo.
    Cosa avrebbe dovuto dire la Nasa?
    Sapeva bene che il fallimento di quella missione (come effettivamente si è verificato, un fallimento totale con miliardi di dollari in fumo) avrebbe comportato ripercussioni gravissime nei finanziamenti. Cosa avrebbe dovuto dire?
    Ha cercato di metterci una pezza.

    “Kaysing e altri sostennero che fu deliberato.”: PROVE ZERO.
    SOLO ILLAZIONI. MERE ILLAZIONI.

    E svia anche sulla mia osservazione sull’Apollo 10.
    Hanno “quasi” toccato il suolo lunare: 16 km, un’inezia.
    Finzione o realtà?

  7. Come al soliti svia.
    “lei si pone questa domanda perchè non sa bene come è fatto il mondo”
    Ah bhe.. allora.
    Se la mette su questo piano, nulla posso.
    Me lo spieghi come è fatto il mondo e come una tragedia possa portare maggiori finanziamenti.

    beh io ci avevo provato, mi sono dovuto fermare

    Le ho già detto che gli uomini sulla luna ci sono andati dopo un intero programma spaziale della durata di diversi anni in cui diversi astronauti hanno perso la vita.
    La sua affermazione “senza alcun incidente” è falsa e fuorviante.

    Non ci sono stati incidenti mortali nei voli effettivi, perchè ‘falsa e forviante’?

    La Nasa ha detto che è stato un “fallimento di successo”?
    A questo volevo arrivare.
    E’ come pretendere che il salumiere dica che il suo prosciutto fa schifo.
    Cosa avrebbe dovuto dire la Nasa?
    Sapeva bene che il fallimento di quella missione (come effettivamente si è verificato, un fallimento totale con miliardi di dollari in fumo) avrebbe comportato ripercussioni gravissime nei finanziamenti. Cosa avrebbe dovuto dire?
    Ha cercato di metterci una pezza.

    No è un metodo psicologico, più si parla contro il ponte sullo stretto più il sistema lo conferma nei programmi.

    “Kaysing e altri sostennero che fu deliberato.”: PROVE ZERO.
    SOLO ILLAZIONI. MERE ILLAZIONI.

    E svia anche sulla mia osservazione sull’Apollo 10.
    Hanno “quasi” toccato il suolo lunare: 16 km, un’inezia.
    Finzione o realtà?

    nessun uomo ha mai oltrepassato, e tornato indenne, le fasce di Van Allen

  8. Ah per quanto riguarda l’incidente del 27 gennaio 67 anche il figlio di Grissom in più interviste sostiene che fu premeditato.

    • Mi manda un link dove il figlio sostiene una cosa del genere? Voglio sentire le sue parole.

      No, lei non ci ha nemmeno provato. Mi faccia un esempio dove una tragedia ha portato maggiori sponsorizzazioni.

      E come al solito svia. Le fasce non c’entrano un fico secco.
      Apollo 10 è “quasi” atterrato sulla luna. Finzione o realtà?

  9. Attendo il link.
    E cosa dice il figlio?
    Mi può riportare esattamente le sue parole?
    Se è così sicuro di ciò che dice saprà anche cosa ha detto, no?

    E le altre mie due domande?

    Lei dice:
    tutte le missioni che hanno portato sulla luna gli astronauti erano finzione e non ci sono stati incidenti.
    Tutte quelle dove ci sono stati gli incidenti invece erano reali.
    A prescindere.
    La missione Apollo 10 è quasi “atterrata” sul suolo lunare.
    Finzione o realtà?

    Mi fa un esempio dove una tragedia ha portato maggiori finanziamenti?

    • Se lei vuole fare il provocatore guardi che io sono un osso duro, la avverto.
      Il figlio di Grissom citava la madre betty grissom che ad un certo punto fu convinta che c’era qualcosa di storto,non ricordo le parole.
      beh rimanendo in capo spaziale la tragedia del Challenger portò a nuovi enormi fianziamenti al programma Shuttle con le commesse per il nuovo veicolo Atlantis.

  10. Non voglio fare il provocatore, voglio semplicemente approfondire l’argomento.

    Quindi non era il figlio ma bensì la mamma.
    Mi può indicare qualche documento in particolare che riporti le parole precise che sono state dette, da chi e in quale circostanza, e anche un documento che attesti l’incremento dei finanziamenti in seguito alla tragedia del Challenger?

    Immagino che lei comprenda che io non posso fidarmi semplicemente di quello che dice lei con nulla a sostegno, vero?

  11. Skybuck da dicembre fino a ora il link non è arrivato, e mi sa che passa pure il dicembre 2012 e sarai ancora qua ad aspettare. Prove concrete questi pagliacci non sanno neppure cosa voglia dire

  12. Secondo Galuppini tutti gli astronauti che sono stati sulla Luna non hanno più volato nello spazio.
    John Young è l’eccezione che conferma la regola
    John Young e Ken Mattingly sono stati sulla Luna ed hanno volato dopo due volte sullo Shuttle, Conrad e Bean sono stati sulla Luna e hanno volato dopo sullo Skylab, Garriot, Weitz, Lousma, Mc Candless, Lind, Brand ed Engle, tutti astronauti che non sono stati sulla Luna ma hanno svolto attività come capcom durante le missioni lunari o si sono addestrati come equipaggi di riserva o di supporto per missioni lunari, dopo hanno volato sullo Shuttle. Tutte eccezioni che confermano la regola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: