Un beffardo balzo da gigante

Tra le frasi celebri dell’astronautica probabilmente la più celebre dovrebbe essere quella dell’astronauta Gus Grissom, pronunciata pochi minuti prima di bruciare vivo, assieme ai compagni Chaffee e White, nel rogo dell’Apollo 1: “Io dico, ma come c’arriviamo sulla Luna se non riusciamo a tenere le comunicazioni tra due o tre edifici?” (I said, how are we gonna get to the moon if we can’t talk between two or three buildings?)

Quest’affermazione, datata 27 gennaio 1967, fu tragicamente sintomatica di come fosse arretrato il programma spaziale americano e di come fosse per la Nasa impossibile mantenere la promessa di John F. Kennedy di conquistare la Luna prima dei sovietici e prima della fine degli anni 60.

Neil Armstrong discende la scaletta del LemTuttavia, sorprendentemente, solo due anni e mezzo più tardi, nell’estate del 1969, un americano di 38 anni mise piede sul suolo lunare pronunciando una celeberrima frase:

Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un balzo da gigante per l’umanità. 

Molti italofoni non sanno che Neil Armstrong, presunto primo uomo sulla Luna, non disse proprio così. Mentre discendeva la scaletta del Lem disse in effetti: That’s one small step for man, one giant leap for mankind ordinariamente tradotto come sopra.

Se leggiamo attentamente, Armstrong non dice esattamente quello, dice: un piccolo passo per l’Uomo, un balzo da gigante per l’Umanità cioè enuncia due concetti antitetici. Avrebbe dovuto dire “one small step for a man…”. “Man” e “Mankind” in inglese significano approssimativamente la medesima cosa.

In seguito, interrogato a riguardo, Neil Armstrong spiegò che nell’enfasi del momento si era dimenticato di pronunciare l’articolo indeterminativo. Sarà, però pare strano per una lingua “rigida” come l’inglese in cui basta omettere una particella per cambiare completamente il senso di una frase.
Forse un lapsus freudiano o un messaggio criptato. Che dite?

10 commenti to “Un beffardo balzo da gigante”

  1. Primo, non dovresti infangare così la memoria degli astronauti dell’Apollo 1.

    Secondo, vedo che non sai l’inglese come non sai la matematica. Man è “uomo”, Mankind è “umanità”. Precisamente come in italiano.

    Idiota.

    • Intanto lei infanga la memoria di se stesso.
      Sulla mia conoscenza dell’inglese quanto della matematica, la sua opinione vale quanto il suo lessico.
      Riguardo a Gus grissom, egli fu uno degli astronauti che criticò apertamente il programma Apollo. Ciò è confermato da persone come la moglie Betty Grissom ed il figlio in numerose interviste.

  2. Visto che ti piace fare le pulci, ti segnalo che è Chaffee, con due ‘f’.

    E considera che hai sbagliato a scrivere il nome standotene seduto comodo al computer. Chissà cosa avresti combinato tu, se fossi stato al posto di Armstrong! 😀

  3. Ma la smetta con questo blog farsa, ignorante! Ma si rende conto delle bestialità e delle cattiverie gratuite che ha scritto fin’ora? Si rende conto di quanto fango ha lanciato contro delle persone che si sono fatte un mazzo come lei nemmeno se lo immagina? Meriterebbe realmente di essere portato sulla luna a vedere i resti dei LEM, ma senza nessuna protezione (tuta).

    Chiuda questa fogna, fa un favore a se stesso e agli altri.

  4. Ueh, ma quanta gente che mi vuole male! Mussolini diceva, ma non so se l’aveva preso a sua volta da qualche parte, ‘molti nemici, molto onore’.

  5. Uhm, veramente ANCHE la citazione del duce è sbagliata.

    http://www.s91747246.onlinehome.us/quotedetail.php?quoteID=17857

    O meglio, Mussolini l’ha ripresa da un generale tedesco.

    Le sue competenze sulla matematica (nulle) sono dimostrate dalle baggianate che scrive, quando parla di circonferenza al posto di area e si inventa le formule matematiche, dato che quelle corrette manco sa da che parte si leggono.

  6. Ce n’avesse azzeccata una! LOL

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: