Causa dei terremoti? La Luna

Lo scorso anno, ricorderete, in marzo ci fu il fenomeno della superluna ossia la Luna piena in condizioni di perigeo, quando essa è più vicina  alla Terra durante la sua orbita. Gli scienziati si affrettarono a sostenere che non sarebbe successo nulla, solo che una settimana prima, quindi in prossimità del massimo ravvicinamento a soli 356 mila km vi fu il terrificante maremoto del Giappone le cui conseguenze reali, anche per via dei danni alle centrali nucleari, sono tuttora incalcolabili. Il perigeo del 19 marzo 2011 fu il più vicino a noi dell’anno.

Perigei e apogei del 2011Analizziamo ora i perigei dell’anno 2012 cioè i punti di massimo avvicinamento della Luna e quindi di suo maggiore influsso gravitazionale.

Perigei e apogei del 2012Il perigeo più ravvicinato del 2012 sarà quello del 6 maggio con una vicinanza ancora di soli 356 mila km.

Curiosamente, un altro perigeo ravvicinato, 358 mila km, 7 aprile 2012, quasi coincide con la pseudo previsione di Raffaele Bendandi per il 5-6 aprile 2012 di un catastrofico terremoto che colpirebbe l’Urbe. Secondo me queste date, di cui non vi è traccia nei documenti dello scienziato faentino, sono uno scherzo di buontemponi intenzionati a spaventare la gente. Giova ricordare, in ogni caso, che alla morte del ricercatore molte sue carte sparirono misteriosamente e non possiamo sapere se qualcuno ne stia occultamente facendo uso.

Tuttavia, Bendandi aveva avuto un’intuizione la quale, secondo me, è stata ampiamente sottovalutata. Basandosi sulla banale osservazione che la Luna sposta miliardi di tonnellate d’acqua marina (maree) sosteneva che il satellite terrestre potesse anche fare smuovere le rocce della crosta terrestre che sono plastiche e altrettanto influenzabili dalla gravitazione lunare. Ciò provocherebbe un’inasprirsi dei fenomeni tellurici per la destabilizzazione delle placche tettoniche.
Dalla tabella sopra si evince che probabilmente i mesi di aprile, maggio, giugno, novembre, dicembre 2012 saranno i mesi in cui ci sarà la maggiore probabilità di terremoti di origine lunare e di notevole intensità.

Advertisements

91 commenti to “Causa dei terremoti? La Luna”

  1. PS la mia buonissima e loquacissima gatta Colombina è da giorni agitata prima delle scosse di terremoto che hanno interessato anche la provincia di Brescia e lo è anche stasera. Temo nuove scosse per domani.

  2. La luna piena fu il 19 marzo 2011 mentre il terremoto avvenne l’11 marzo, quindi nella fase di primo quarto, quando la distanza Terra-Luna è praticamente quella media di 384000 km.

    • OK ma lei si è dimenticato di derivare. La variazione delle forze di marea della Luna in avvicinamento e allontanamento sono la causa non la posizione specifica.. Poi come nelle maree bisogna sommare l’effetto gravitazionale con lo spostamento reciproco di terra e luna che sono in perenne movimento.

  3. Da aggiungere che la previsione di Bendandi dell’anno scorso, almeno attribuita a lui, si è verificata (11 maggio) con un terremoto in Spagna a neanche 2 mila km da Roma. Uno stranissimo sisma molto localizzato e forte che ha fatto una decina di morti.

  4. Albino, è il caso di ricordare che ogni giorno avvengono centinaia se non migliaia di terremoti? Ovviamente no, perchè questo porterebbe a fare un ragionamento e qui i ragionamenti non stanno di casa. Intanto perchè non ti proponi per un premio Nobel visto che hai scoperto la causa dei terremoti, alla faccia di geologi e geofisici?

  5. In relatà lei ha ragione. Chiediamoci pechè sulla terra avvengono così tanti terremoti e non su Venere o Marte che sono pianeti vicini e simili. Cosa detta l’instabilità delle placche terrestri ai cui margini avvengono i terremoti.
    Ci pensi bene.

    • Mi scusi ma lei come fa a sapere che non ci siano movimenti tellurici su Venere e Marte? Intanto chiamamoli movimenti tellurici in quanto i TERREmoti sono caratteristici della crosta solida terreste. Ma al di la’ di questa che e’ poco piu’ di una battuta, in realta’ nessuno ha mai dimostrato che non vi siano movimenti tellurici su Venere. Ci sono di certo intensi e numerosi vulcani, quindi e’ altamente probabile che vi sia un’intensa attivita’ tellurica su quel pianeta, anche superiore a quella terrestre. Inoltre si sono viste evidenze diretta, sebbene dubbie, di fenomeni tellurici su Venere, come alcuni casi di frane osservate (sonda Magellan). E’ evidente che non e’ facile rivelare terremoti a distanza (mentre e’ facile rivelare vulcani.

      Per quanto riguarda Marte il pianeta’ e’ molto piu’ piccolo della Terra e ha una struttura geologica fossile. Lo scarso campo magnetico sembra indicare che il nucleo sia solido, il che rende impossibile la formazione di terremoti.

      In compenso ci sono satelliti di Giove, come Io, che hanno un’intensa attivita’ vulcanica provocata proprio da forze mareali. Questo, mentre dimostra che non ci sarebbe niente di “assurdo” o “strano” o “contrario alla scienza ufficiale” nel proporre questa cosa, non dice nulla nel caso dell’influenza di un satellite grande come la Luna e di un pianeta come la Terra: una teoria come un’altra che va (ed e’ stata) sottoposta piu’ volte a verifiche.

      Infatti non e’ stato Bendandi a proporre per primo l’idea di una relazione tra forze mareali e terremoti. E’ una teoria, ovvia, che e’ stata proposta da varie fonti e di cui e’ stata tentata piu’ volte la verifica su articoli pubblicati. La verifica su ampi campioni statistici e’ abbastanza diretta, e non vedo perche’ ci dovrebbe essere qualcuno interessato a negare l’evidenza di una cosa del genere.

      • Infatti i satelliti di Giove sono attivi perchè tendono ad essere ‘sbriciolati’ dalla fortissima attività del loro ‘padre’.
        Marte non ha vulcanismo e per me è un pianeta morto, dal quel punto.
        Venere è un rebus.

  6. Signor Galuppini,
    trovo ottima l’idea di Mousse: se é cosi sicuro della sua idea, perché non la sottopone a peer-review?
    Vedi mai che venga confermata, a quel punto il Nobel sarebbe a portata di mano.

    Su, bisogna avere il coraggio di sostenere le proprie posizioni anche al di fuori di un piccolo blog amatoriale!
    Ci faccia sapere.

    • Lei sa bene che dall’Apollo 11 all’11 settembre e Al Quaeda viviamo in un mondo in mano a dei pazzi che il premio nobel lo danno a chi hanno voglia loro.
      i petrolieri controllano tutto e impediscono l’emersione di qualche energia alternativa.
      Classico esempèio di premio nobel mancati sono Fleshmann e Pons e la loro fusione fredda. Dietro velata manaccia di morte hanno dovuto abbandonare le ricerche e Pons, cittadino americano, come una forma estrema di protesta ha rinunciato alla cittadinanza americana.
      Finchè il mondo sarà in mano ai malvagi nessuno riceverà un premio nobel per avere scioperto i legami tra pianeti, luna e terremoti, ad esempio Raffaele Bendandi.

  7. Galuppini,
    Bendandi non ha mai sottoposto a verifiche sperimentali le sue tesi. Non ha seguito il metodo scientifico. Le sue previsioni si sono rivelate errate.
    Lei puo’ fare di meglio, mi creda: butti giu’ una tesina di qualche pagina che esponga per bene la sua teoria e la sottoponga a peer-review.
    Ah, già che c’é, consigli di fare lo stesso al suo amico Sotiris: perché spreca tempo dietro a libercoli che fruttano solo qualche spicciolo, quando potrebbe guadagnare fama mondiale con le sue teorie? “La stella di Betlemme decifrata”… brrr, già il titolo farebbe tremare i pilastri della Scienza dalle fondamenta..

    Restiamo tutti in trepidante attesa dei vostri risultati.

  8. La scienza è una religione come le altre con i suoi totem e tabu basti vedere gli ‘alber’i su Marte, di cui nessuno firnisce spiegazione, o tutte quelle costruzioni antichissime (es. Yonaguni) che vengono negate perchè altrimenti cadrebbe il castello dicarte della scienza antropologica canonica.
    Come diceva Totò ‘ma mi faccia il piacere’.
    La scienza del CICAP è meno ancora attendibile della Bibbia, anzi la Bibbia dice cose più vere di Superquark.
    La ‘fama mondiale’ è solo quella costruita per gli adoratori della falsa scienza da premio Nobel.
    Fleschmann e Pons essendo intelligenti hanno capito l’antifona ed hanno mollato, Tesla forse no e l’hanno ammazzato come tutti coloro che volevare rompere il muro di silenzio, da Maurice Jessup a Jim Irwin, solo i primi che mi vengono in mente.

  9. Quindi il pc che lei sta usando funziona per fede vero?
    Il collegamento internet che le permette di scrivere le sue perle sul suo blog funziona per fede vero?
    Il motore a scoppio della mietitrebbiatrice che lei usa nei suoi campi di cereali funziona per fede vero?
    Faccia una cosa: se lei schifa cosi tanto la scienza, la smetta di usarla ogni giorno e se ne vada a vivere in una grotta.

    Saluti

    • Lei astutamente sposta la materia del contendere. Si fidi, tutto ciò che accade nel mondo e di cui stiamo discutendo ha carattere religioso. E proprio perchè lo è la falsa scienza di Angela, Hack, Attivissimo occulta tutto ciò che non sta nella loro ‘frame’ nel loro quadro di riferimento basato sostanzialmente su Einstein e una concezione aristotelica.
      Credere che il kerosene di un aereo bruci a così alta temperatura, disintegrandosi, da fare crollare due grattacieli, ma non per bruciare i passaporti di carta di tutti, dico tutti, i ‘terroristi’ a bordo?
      Il passaporto di Neo in Matrix che indica 11 settembre 01 tre anni prima?
      Tutte coincidenza? Come quelle di coloro che dicono di essere stati miracolati da questo o quel santo?

  10. Ah, per sua informazione: gli “alberi” di Marte sono stati spiegati da tempo, e hanno una spiegazione molto piu’ affascinante delle sue bislacche e ingenue tesi: le lascio il piacere della ricerca, se mai avrà voglia di farla.

    Ma chiaramente é tutta una copertura messa in atto da NASA, FBI, CIA, Mossad, SMOM, militari, Massoni, Bush, Monti, Draghi, il comandante Schettino, Sbirulino e Belzebù.. e pure quella vecchietta che ho visto dal panettiere stamattina aveva un nonsoché di sospetto.

  11. Curioso come lei mi accusi di rimescolare le carte, quando è lei il primo ad aver buttato nel calderone Apollo 11, alQaeda, petrolieri, Superquark, Cicap e Bibbia.
    La mia era una domanda pertinente, dopo le sue accuse alla scienza. Gliela rinnovo: come funziona secondo lei la ricerca Google? A criceti?

    Per quanto riguarda le sue domande, sono tutte state ampiamente risposte dai rispettivi esperti del settore, e non da agricoltori bresciani. Si cerchi le risposte.

    E si cerchi la risposta anche per gli alberi di Marte: alla fin fine le dita per googlare ce le ha, come ha anche gli occhi per leggere. Una volta tanto ci abbini anche l’uso del cervello e vedrà che potrebbe avere delle sorprese.
    (Ah, spiegazione si scrive senza virgolette, perchè SPIEGA il fenomeno: le spiegazioni virgolettate sono le sue)

  12. beh, se lei possedesse gli strumenti cuilturali per unire i punti del disegno scoprirebbe che tutte quelle cose sono perfettamente integrabili in un disegno unico.

  13. Ah, già che c’é, consigli di fare lo stesso al suo amico Sotiris: perché spreca tempo dietro a libercoli che fruttano solo qualche spicciolo, quando potrebbe guadagnare fama mondiale con le sue teorie? “La stella di Betlemme decifrata”… brrr, già il titolo farebbe tremare i pilastri della Scienza dalle fondamenta..

    Cosa dici Iongobar, Ignorrante , imbecile & molti altri?
    Acquisto fama si. In Grecia mi basta quella che ho gia’ preso. In Italia esistono molti bravi raggazzi ,come Albino ed altri, che meritano la mia amicizia e stima.Lei in nessun modo.
    Gli spiccioli non mi servono, perche’ sono un uomo spirituale. Il mio libro La Stella di Betlemme decifrata e’ un libro straordinario. Le consiglio di non leggerlo. Si rivolge agli intelligenti.Probabilmente non per lei.
    Pottrei regalarglielo, ma tempo perso.
    Forse Albino non mai guagagnera’ il Premio Nobel di scienza. Ma lei per certo, il Nobel di stupidita’ non lo perde per niente.E’ tutto suo!!!!

  14. Albino,
    se la Luna avesse una qualche influenza sui terremoti terrestri, allora a sua volta la Luna dovrebbe essere sconquassata da terremoti terribili, vista l’influenza della Terra.. date poi le maggiori dimensioni della Terra, i terremoti lunari dovrebbero essere cosi devastanti che, al confronto, quello del Giappone sarebbe una piccolo peto.
    E come mai non si é mai registrato nulla di simile sulla Luna?

  15. beh, considerato che sulla Luna non ci sono mai andati, può capire quanto valgono quelle rilevazioni!

    • Oddio, lei sarà mica uno dei negazionisti delle missioni Apollo? Ma ne esistono ancora?
      Guardi che è una storiella smentita da anni, e non solo dalla NASA. Si aggiorni caro mio.

      • Con me il ‘politicamente corretto’ non attacca, si fidi. definire ‘negazionismo’ ciò che è suggerito dal buon senso oltre che dai fatti, accumunandolo dal punto di vista tautologico a un eccidio di esseri umani quale è un olocausto lo trovo di pessimo gusto oltrechè offensivo.

  16. brutto stronzo no0n si permetta più di usare la parola ‘negazionismo’ in riferimento alle missioni Apollo
    Gli olocasuti non c’entrano niente con la beffa della Luna

  17. giorni della merla
    Inizia il periodo più freddo degli ultimi 27 anni. Ondata di gelo e neve – (Sole24ore)

    Anche il riscaldamento globale è una delle tanti invenzioni dei globalizzatori.
    Dove è finito sto gran riscaldamento?

  18. Mi scusi Albino.
    Lei poco fa ha affermato quanto segue:
    “Chiediamoci pechè sulla terra avvengono così tanti terremoti e non su Venere o Marte che sono pianeti vicini e simili.”
    Per sostenere una cosa del genere quindi si presume che lei ammetta che su Venere e Marte saremmo riusciti a piazzare dei sismografi.
    Ma poi afferma invece “beh, considerato che sulla Luna non ci sono mai andati, può capire quanto valgono quelle rilevazioni!”

    Oibò!
    Quindi lei sostiene che siamo riusciti a piazzare dei sismografi su Venere e su Marte (e quindi ci siamo andati in qualche modo o tramite sonda o tramite non so cosa) ma non siamo mai andati sulla luna?

    • Io ho letto su vari siti e mi ricordo lo avevano detto anche dei programmi televisivi che quesi pianeti non avevano attività vulcanica e quindi sismica perchè erano privi di ‘core’, nucleo liquido e quindi della tettonica a zolle cioè ‘geologicamente morti’.
      poi se ci siano sismografi su quei pianeti o no, io non lo so.

      • Ohi ohi ohi,
        qui non stiamo parlando di mancanza di coerenza.. con lei è proprio impossibile definire una base contestuale entro la quale sia possibile abbozzare una discussione costruttiva.

        Io alzo bandiera bianca e mi dichiaro sconfitto.
        Si diverta nel suo fantastico mondo!

  19. Albino,
    io non mi riferivo assolutamente all’Olocausto, ci mancherebbe. Ho usato il termine negazionista con riferimento alle missioni Apollo: si guardi la definizione del termine e vedrà che puo’ essere usato in senso lato. Chiaro, se in qualche modo l’ho offesa, mi scuso: non era mia intenzione.

    Rimane il fatto che se io ho in qualche modo mancato di rispetto ai morti dell’Olocausto (e mi ri-scuso), lei manca di rispetto ai morti delle missioni Apollo, e ai 3000 morti dell’11 settembre.

    Puo’ rispondere alla domanda di Skybuck per cortesia?

    • Certe volte sono troppo ‘bresciano’ me ne rendo conto, tuttavia, l’accostamento degli sbarchi lunari con l’olocausto degli ebrei (o altri genocidi pianificati) mi da parecchio fastidio. Il primo a fare quato accostamento fu l’attore Tom Hanks a seguito del film Apollo 13 di cui fu protagonista principale.
      Ritengo questo un inaccettabile mezzuccio psicologico per screditare la teoria della beffa della luna.
      Io ho parlato personalmente con Charles Ellery il quale era assieme a Bill Kaysing mentre telefonavano a Jim Irwin, Apollo 15, in cui l’astronauita era disposto a confessare che si trattò di una beffa. Tre gioni dopo Trwin morì per un attacco cardiaco prima di rilasciare una intervita filmata.
      Ognuno crede a ciò che vuole.

      • Ovviamente nessuna prova del fatto che l’astronauta sarebbe stato pronto a confessare che lo sbarco era un montatura.

      • kaysing e ellery ne sono sicuri anzi irwin cominciò a dare risposte al telefono e Ellery mi ha detto che alcune cose di cui kaysing era sicurissimo, anche se non lo diceva, erano dovute a quella conversazione telefonica, per esempio il luogo dove allestirono i falsi scenari lunari..

      • Albino, lei deve fornire le prove di quel che dice, non basta dire “si fidi”.
        Anche perchè se lei ci invita a non credere alla NASA che ha fornito tonnellate di prove dello sbarco, per quale motivo dobbiamo fidarci della sua parola?
        È in grado di fornire le prove della storia di Kaysing, Ellery e Irwin?

  20. Quindi lei sostiene che siamo riusciti a piazzare dei sismografi su Venere e su Marte (e quindi ci siamo andati in qualche modo o tramite sonda o tramite non so cosa) ma non siamo mai andati sulla luna?

    Se è questa la domanda di skybuck la mia risposta è che rammento ora che anche nei miei libri di geologia dell’università si affermava che alcuni pianeti del sistema solare, sicuramente Marte e Venere non potevano avere terremoti perchè non vi era una tettonica a zolle collegata con magmatismo di profondità.
    Come lo sapessero gli autori dei libri lo ignoro.
    Sottolineo comunque che una cosa è mandare sonde automatiche, un altra inviare capsule con esseri umani dentro.

  21. beh su questo sito ci sono le mie registrazioni con Ellery.
    Sono un po difficli perchè registrate live tra cascina bresciana – porto di san diego però i pezzi più significatifi sono stati tradotti e pubblicati già da tempo:

    https://pianetax.wordpress.com/2011/08/08/20-anni-dalla-morte-di-jim-irwin/

    • Lei sta scherzando vero?
      Al link che ha indicato non c’è alcuna registrazione ma c’è la pubblicità di un rivista.

      Ho già fatto un errore simile una volta.
      Per vedere se ciò che diceva Sotiris era vero, ho comprato il software RedShift 5.
      Ed ho appurato che ciò che sosteneva era sbagliato.
      Ora non prenderò di sicuro un arretrato di una rivista per ottenere ancora un pugno di mosche.
      Credo che sia tutto nel suo interesse riportare ora, qua, un link con ciò che originalmente avrebbe detto Ellery.
      Se invece non lo fa, questo assume l’aspetto di essere un bieco tentativo di fare pubblicità ad una rivista di dubbio valore tecnico e scientifico.

      • Se le guarda in alto nei link del mio blog…
        la rivista riporta il mio articolo sulle rivelazioni di Charles Ellery.

      • Forse intendeva questo link?
        https://pianetax.wordpress.com/la-testimonianza-di-charles-ellery-2/

        Ma nelle didascalie che ha messo non c’è traccia di alcun progetto di intervista dove verrebbe svelata la bufala.
        Viene solo scritto:”La seguente è una parte fuori onda a riguardo della telefonata tra Bill e Jim in cui si misero d’accordo per un’inintervista in cui l’astronauta intendeva svelare i retroscena delle missioni lunari.”
        Parla di retroscena. Non parla di complotti, nè di scenografie, né di bufale.
        Ma sicuramente avrà anche la traduzione di quegli spezzoni audio giusto?
        Dove si possono trovare?
        Sa.. il mio inglese è un po’ fuori allenamento.

  22. ascolti bene c’è,
    Cmq in italiano c’è la trascrizione su UFO Magazine di luglio.agosto 2011 che le ho mostrato, deve procurarsi la rivista.

  23. Lei ha idea di chi è Bill Kaysing?
    E’ forse uno scienziato? Un’astronauta? Un ingegnere?
    No, nessuna delle tre.
    Bill Kaysing è un laureato in lingua e letteratura inglesi.
    Ha lavorato presso la Rocketdyne, non come progettista, ma bensì come sovrintendente alla stesura dei testi dei manuali tecnici.
    Quindi non è un progettista, non è un ingegnere e non è un tecnico, ma in poche parole non si sbaglia di molto se lo si indica come un traduttore, nel contesto del discorso.
    Giusto?

  24. Dimenticavo.
    Ha lavorato con la Rocketdyne fino al 1963.
    6 anni prima dello sbarco sulla luna.

  25. Infine le faccio una domanda.
    Perche i russi non hanno smascherato la commedia?
    I russi avevano sonde, satelliti ed un proprio programma spaziale:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Programma_spaziale_sovietico

    Sarebbe stato un gioco da ragazzi smascherare la commedia.
    Perchè non l’hanno fatto?

    • Guardi che ciò che scrive Wikipedia è solo ciò che i poteri forti lasciano trapelare.
      Come ha diostrato il mio amico Jarrah White, oltre a Sotiris, i sovietici avevano un enorme programma spaziale nascosto di cui non si parla perchè altrimenti si dovrebbe titare in ballo la vera natura della Luna e alcuni racciapriccianti incidenti.
      Questo è anche il motivo di reciprocità perchè i russi tacciono sulla beffa della luna.

      • No, ciò che scrive wikipedia è sempre molto ben documentato, come in questo caso, al contrario delle sue congetture che invece si basano sul “si fidi”.

        Ed il fatto che si sia limitato a rispondere al solito suo modo ad una sola delle domande che le ho posto denota il fatto che le sue congetture (perchè tali sono) sono completamente irrazionali in quanto lei sta cercando di spiegare degli eventi, piega a suo piacimento, tramite altre congetture.

        Si fidi. Torni a fare l’agricoltore a tempo pieno.
        Ne guadagneremo tutti.

  26. Non era mia intenzione fare il saputello, ma è bene che chi legge questo blog sappia chi è Bill Kaysing.

  27. E poi:
    perchè la Nasa ha voluto proseguire con le missioni di Apollo?
    Non era più facile cogliere l’incidente dell’Apollo 13 (vero o inscenato che sia) per concludere le missioni e non portare altre persone sulla luna con le missioni successive?
    Perchè continuare a correre il rischio di essere scoperti con le missioni di Apollo successive alla 13?
    Perchè hanno scattato migliaia di foto e svariati video con il rischio, ad ogni foto aggiuntiva, di essere scoperti? Perchè coinvolgere centinaia di ditte esterne con tutti i rischi che avrebbe comportato la cosa?
    Se davvero Kubrick avesse avuto il ruolo di regista in tutto quello, tutti gli altri registi non si sarebbero accorti di nulla nemmeno loro?
    Sono state quantificate in 400000 le persone che hanno avuto un ruolo nell’allunaggio, e la stragrande maggioranza di quelle hanno avuto un ruolo attivo. E queste 400000 persone sono tutti complici silenti e solerti? Le sembra possibile?
    Senza contare la quantità di giornalisti che invece non si sono accorti di nulla?
    E tutti i soldi spesi dalla Nasa? Tutte queste 400000 persone sono state ovviamente pagate dalla Nasa. Dov’era l’interesse? Con l’immenso rischio di essere scoperti, come dicevo sopra, dagli eterni rivali russi che in un attimo avrebbero scoperto l’inghippo?
    E tutti gli osservatori che hanno avvistato le navicelle Apollo? Tutte le persone che lavorano in tali osservatori? Anche loro complici?
    Svariate sonde giapponesi, hanno scattato foto e girato video, che hanno trovato riscontro con le foto e i rilieve effettuati dalli missioni Apollo.
    Anche i giapponesi sono complici?
    Quante sono le persone coinvolte in questo complotto?
    Decine di milioni? Miliardi se contiamo statunitensi, russi e giapponesi? Tutte zitte, silenti e solerti?
    Gradirei avere una risposta da lei a tutti questi punti che ho sollegato.
    Grazie.

  28. SKYBUCK SCRIVE: Per vedere se ciò che diceva Sotiris era vero, ho comprato il software RedShift 5.Ed ho appurato che ciò che sosteneva era sbagliato.

    Era sbagliato? Skybuck ,Probabilmente ti servono subito occhiali. In link Il MISTERO DELLA LUNA di Albino, esistono 5-6 foto derivate direttamente dal REDSHIFT 5. In mio libro esistono 100 foto dal Redshift5.
    Se mi ricordo bene ti ho spedito un pdf con tutte le foto per studiarle bene. Non ti sono bastati? Servi piu’ foto?
    Tu non vuoi prendere il mio libro in nessun modo. D’accordo. Sia molto fastidioso per gli supportati di NASA. OK. Glielo regalero’ , sperando che lei smettera’ sostenere le sciocchezze di NASA.
    Sempre scrivi spazzature. Non hai niente altro da fare piu interessante nella sua vita?
    Cosa sei? Impiegato di NASA? Loro agente? Un semplice fanatico ed ignorrante?
    Frequento il blog. Le risposte di Albino sono sempre giuste, scientifiche, e gentili.
    L’universo forse e’ infinito, forse no. Dipende dalla densità critica.
    Ma le nonsense sono infinite di sicuro (Albert Einstein).

    • Lei mi ha inviato uno stralcio del PDF del suo libro. E per questo l’ho ringraziata.
      Ma io le ho inviato una lunga mail dove le facevo notare tutte le cose che non quadravano nei suoi discorsi.
      Mail che ovviamente è rimasta senza risposta.

  29. Una domanda all’amministratore del sito.
    A quanto pare, è molto probabile che i prossimi a visitare la Luna saranno i cinesi: se questo accadrà, e se gli astronauti cinesi fotograferanno i siti di allunaggio delle missioni Apollo, lei si convincerà della bontà delle missioni americane?
    Grazie in anticipo per la risposta.

    • No perchè i cinesi non ci andranno o non verrà loro consentito. Lo disse gà Bush 10 anni fa ‘we are not going to let you got to the moon’. Cmq credo che per le radiazioni di Van Allen i cinesi non ci andranno o simuleranno anche loro.

      • D’accordo.
        Quindi mi dica: quale sarebbe l’evento che, se si verificasse, la convincerebbe che le missioni Apollo erano genuine?
        Per favore non mi risponda “tanto non ci sono andati”: cerchi di dare una possibilità all’evento, e mi dica quale sarebbe la prova che le farebbe dire “oh, allora in tutti questi anni mi sono sbagliato”.
        Grazie.

      • Il proble a è che non sono sono mai andati, ci sono troppe contraddizioni, a cominciare che non ci sono prove se non quelle fornite da loro. Neil Armstrong, primo uomo sulla Luna non ha mai rilasciato interviste e quelle poche volte che ha parlato sembrava di parlare con uno cui gli era appena morto un parente, la prima che mi viene in mente.
        Si procuri UFO Magazine di aprile 2011 dove c’è il mio articolo ‘Reductio ad absurdum’ in cui elenco le prove meno evidenti ma più banali e solide che non ci sono mai andati.

      • Incredibile, qua siamo oltre il complottismo, qua siamo alla previsione del complotto!
        Ma lei è un fuoriclasse dell panzana..

  30. Signor Albino,
    le avevo gentilmente chiesto di evitare di dire che “tanto non ci sono mai andati”. Inoltre non é vero nel modo piu’ assoluto che le prove le hanno fornite solo gli americani, al contrario! Ma non voglio tornare nel merito di prove o non prove, lo so benissimo che da quell’orecchio lei non ci sente.

    Io vorrei solo che lei mi dicesse quale sarebbe la prova regina che la convincerebbe degli allunaggi americani. Provi a ragionare per assurdo, per favore.

    Se lei continua con l’antifona del “tanto non ci sono andati” allora pensero’ che ho a che fare con un bambino!
    Mi risponda per cortesia.

    • E quali sarebbero le prove ‘non americane’?

      • Non capisco perchè lei debba ignorare completamente la mia richiesta, rispondendomi con un’altra domanda: non lo trovo per nulla gentile.

        In ogni caso, le prove non-americane sono molteplici, tra tutte la sonda giapponese Selene del 2007 (mi pare che se ne sia parlato da poco su questo blog, come fa a non ricordarsene??), e la ricezione del segnale dell’Apollo 11 effettuata da stazioni Australiane e Russe.
        Ce ne sarebbero molte altre, ma non è questo il punto del mio intervento (se vuole altre informazioni, trova un riassunto su http://it.wikipedia.org/wiki/Prove_indipendenti_sull'allunaggio_dell'Apollo).

        Ora che le ho risposto, potrebbe essere altrettanto gentile e rispondere alla mia domanda?
        Ragioni per assurdo e mi dica quale potrebbe essere la prova regina che la convincerebbe degli sbarchi lunari.
        (Non posso credere che lei non possa mettere in dubbio neanche per un attimo che potrebbe sbagliarsi: sarebbe un comportamento estremamente stupido oltre che miope!)

        Grazie ancora.

        • E’ difficile da spiegare con poco ma ci provo.
          Il giappone esattamente come l’Italia è unas oproitettorato degli USA (con la differenza che noi gli americani ci disprezzano) LA SONDA SELENE MAI E POI MAI AVREBBE POTUTO affermare cose che non dispiacessero al dipartimento di stato. le dicono niente Hiroshima e Nagasaki????
          Come ha dimostrato Jarrah White, australiano, le ‘facilities’ australiane sono in realtà extraterritoriali proprietarie degli USA (come le basi militari loro da noi).
          Sulle testmonianze russe ci sono molti dubbi e la risposta più banale è che c’era un tacito accordo per nascondere recipoche ‘magagne’ come il fatto che anche i russi ebbero dei clamorosi e terrificanti incidenti tenuti nascosti tentando di arrivare primi sulla Luna. Confermato sempre da Jarrah e sue ricerche e scritto nel libro di Sofias.

  31. Ora che le ho risposto, potrebbe essere altrettanto gentile e rispondere alla mia domanda?
    Ragioni per assurdo e mi dica quale potrebbe essere la prova regina che la convincerebbe degli sbarchi lunari.

    Se le rispondessi, tra 6 mesi Attivissimo la porterebbe sul suo blog come evidenza inconfutabile che sono andati.
    Ricordi che loro controllano totalmente i media, se dico che la prova che non ci sono andati è che la telecamera non inquadra mai la terra a colori e in diretta dalla superficie lunare, tra qualche mese il Corriere della Sera e Repubblica annuncerebbero che un nuovo filmato è stato recuperato e restaurato dalla Nasa che mostra la terra a colori dalla luna

  32. Questa è davvero bella.
    Ma lei crede davvero che Attivissimo o il Corriere della Sera o la Repubblica vengano a leggere questo blog?
    Ma lei crede davvero che questi personaggi o questi redattori di quotidiani a tiratura nazionale non abbiano niente di meglio da fare che venire a leggere questo blog?
    Non si ponga il problema, che non c’è alcun pericolo del genere, e si decida a rispondere alla domanda.

    Sempre a suo tempo alla mia domanda quel’era la smoking gun del complotto lunare mi rispose che forse era l’assenza delle stelle nelle foto degli astronauti.
    Il mio invito a pubblicare delle sue foto con in bella evidenza le stelle è sempre caduto nel vuoto.
    Io quindi le porsi la domanda: lei crede che sarebbe stato così difficile piazzare delle lampadine nella scenografia del complotto e farle passare per le stelle?
    E questa sarebbe una smoking gun??

    Ed ora, dopo questa breve parentesi, si decida a rispondere alla domanda.

    Grazie

  33. La smetta una buona volta di fare pubblicità al suo materiale.
    Dimostri di avere un minimo di onestà intellettuale e risponda alla domanda.

  34. Rispedisco un post che inviai il 13 novembre 2011 e che rimase senza risposta, relativamente alla visibilità delle stelle nelle foto delle missioni Apollo.

    Foto e spettri di stelle e di altri oggetti celesti furono fatte dagli astronauti dell’Apollo 16, utilizzando una macchina fotografica per raggi UV.

    Ecco il link alla voce inglese di Wikipedia:

    http://en.wikipedia.org/wiki/Examination_of_Apollo_Moon_photographs

    Si tratto’ di foto realizzate con una lunga esposizione e la macchina fotografica era applicata ad un telescopio da 3 pollici.

    A questo link

    http://www.lpi.usra.edu/lunar/missions/apollo/apollo_16/experiments/f_ultra/

    si può vedere una foto dell’apparecchiatura ed una descrizione particolareggiata delle operazioni.

    Quelle furono le prime foto in ultravioletto di corpi celesti, poichè sulla superficie terrestre di raggi UV ne arrivano pochi, in quanto quasi completamente assorbiti dall’atmosfera. Il primo satellite dedicato all’astronomia UV è stato IUE (International Ultraviolet Explorer) lanciato nel 1978. Primo di questo le foto fatte sulla Luna erano (credo, magari ne hanno fatte in orbita terrestre altri astronauti: se qualcuno lo sa mi corregga) le prime foto di stelle in UV e comunque smontano la tesi che non ci sono stelle nel cielo lunare delle missioni Apollo.

  35. Per favore, mi risparmi i suoi sproloqui fantapolitici USA-Giappone: li conosco, li ho gia’ sentiti, e non erano l’oggetto del mio intervento.

    Torniamo in tema: ci deve essere una prova che le farebbe dire che gli americani sono stati sulla Luna.
    Se lei continua a dire il contrario, significa che questo blog non ha ragione di essere: un blog è fatto per confrontarsi, ma un tale atteggiamento assolutistico ucciderebbe il confronto sul nascere.
    Non faccia il bambino e risponda alla domanda, per cortesia.

    • A parte il “se sono stati o no”, del quale non mi interessa. Secondo me è una cosa talmente irrilevante da non generare interesse, la luna non è abitabile, quindi andarci è davvero una cosa tipo “vacanza da vip, tanto per dire che ci siam stati”.

      Però tu Thorthor sei scemo.

      Mi pare che alle tue domande siano state date abbastanza risposte, è il suo punto di vista, e tu gli dici che ci deve essere una prova che gli farebbe dire che gli americani son stati.

      Ma sei fuori? NON capisci la tua lingua? Questo tipo ha scritto un libro documentando probabilmente decine e decine di dettagli che portano alla sua elaborazione finale, e tu gli chiedi A LUI una prova che gli farebbe dire che son stati sulla luna. MA LUI HA DECINE DI PROVE CHE NON CI SONO STATI!

      Ripeto, il merito della disquisizione sono MONUMENTALI SEGHE MENTALI, a mio personalissimo parere. Andare sulla Luna è un esercizio di stile. Vadano su un’ altra galassia a trovare un’ altra terra e mi facciano un sistema di trasporto che mi faccia arrivare li in un paio di minuti, così serviranno a qualcosa di utile.

      Ma le tue domande sono FANTASTICHE, e io mi domando perchè cmq una persona documentata perda pure il tempo di risponderti. Io ti avrei mandato il link su Amazon per acquistare il libro e ti avrei detto che ti avevo risposto li.

      Zeus che gente…

  36. Si tratto’ di foto realizzate con una lunga esposizione e la macchina fotografica era applicata ad un telescopio da 3 pollici.

    A questo link

    http://www.lpi.usra.edu/lunar/missions/apollo/apollo_16/experiments/f_ultra/

    si può vedere una foto dell’apparecchiatura ed una descrizione particolareggiata delle operazioni.

    Quelle furono le prime foto in ultravioletto di corpi celesti, poichè sulla superficie terrestre di raggi UV ne arrivano pochi, in quanto quasi completamente assorbiti dall’atmosfera. Il primo satellite dedicato all’astronomia UV è stato IUE (International Ultraviolet Explorer) lanciato nel 1978. Primo di questo le foto fatte sulla Luna erano (credo, magari ne hanno fatte in orbita terrestre altri astronauti: se qualcuno lo sa mi corregga) le prime foto di stelle in UV e comunque smontano la tesi che non ci sono stelle nel cielo lunare delle missioni Apollo.

    allora
    hanno fatto meravigliose e nitide foto degli astronauti ma non delle stelle magari appostandosi dietro una roccia, in assenza di gravità, 20 anni prima della messa in orbita del telescopio HUBBLE
    Basta questo per dire che lulla luna non ci sono mai andati.

  37. Albino,
    io sono stato gentile a rispondere alle sue domande: può fare altrettanto per cortesia?
    E vorrei una risposta VERA, che non mi faccia pensare che questo blog è solo un mucchio di spazzatura.
    La ringrazio.

    • lei del mio blog può pensare ciò che vuole, sta nella sua libertà.
      Io rispondo alle domande cui ritengo sia lecito rispondere.

    • Ciò che vi riufate di capire è che chi ha a disposizione tutto il denaro del mondo e il controllo totale dei media e del sapere scientifico è in grado di inscenare ogni cosa.
      La comunità scentifica è fatta di ‘ripetitori’ che ribadiscono ciò che a loro volta hanno imparato.
      Esempio: i pochi ricercatori che hanno a disposizione le rocce ‘lunari’ hanno analizzato meteoriti antartici prelevati da una spedizione in cui da turista e curioso si fece dare un passaggio Von Braun, il quale uscì misteriosamente inintaccato dal processo di Norimberga per criminali nazisti, e andò a caccia di meteoriti.
      Nessuno sa come è la Luna e quindi se io ti do da analizzare un pezzo di marciapiede e ti dico che proviene da Nettuno tu ci credi perchè io sono la Nasa.
      Ci sono intere carriere accademiche basate sul nulla o su evidenze che sono poi state smentite, ma le carriere rimangono.
      le prove degli sbarchi sulla Luna provengono TUTTE dalla Nasa o dagli Stati UnNiti. Altri hanno solo riutilizzato e insegnato dati avuti da ricercatori complici nella beffa. Ci vuole tanto a capirlo???

  38. Essere messi davanti alla propria limitatezza intellettuale non fa piacere, questa è l’unica spiegazione al suo rifiuto nel rispondere alla mia semplice domanda.
    E mi dispiace attaccarla personalmente, ma il suo comportamento non mi dà altra scelta.

    Lei non si rende conto di quanto sta ridicolizzando il suo blog con questo tipo di comportamento.
    Ma il blog è suo, contento lei.. e complimenti per la sua totale disonestà!

    Si diverta nel suo piccolo mondo.

    • L’onere della prova spetta al dichiarante (es. siamo andati sulla luna , in base a <>).
      Se non lo si sa, si è ignoranti. Se invece lo si sa e si chiedono prove a chi confuta la dichiarazione , si è disonesti.

      • Le prove ce ne sono, e a TONNELLATE, dipendenti e indipendenti.
        Ad esempio: mi confuti la prova dei rilevamenti altimetrici della sonda Selene, senza tirar fuori la fantapolitica di Galuppini.

  39. non me ne frega niente della luna ma questo blog è tragicomico !! 😄

  40. Il signor Albino Galuppini è un pupazzo: lo conosco.
    Fatevi una bella risata tutti quanti e lasciatelo perdere… quel buffone!

  41. Che tristezza.

  42. prof. Galuppini: “non curarti di lor ma guarda e passa”. Reputo le teorie di Bendandi utilissime e fondate, solo che la materia geoficica è assai complessa. Per esempio io, cpn l’aiuto di Planetari informatizzati, devo dire che non solo la Luna in determinate fasi influisce sui terremoti ma pure i raggruppamenti (congiunzioni) di pianeti uniti alla Luna: Nella notte dell’ultimo terremoto in Emilia c’era uno stellium al meridiano con luna, sole, giove e mercurio in congiunzione planetaria.
    Saluti e “viva la scienza” (quella vera, senza pregiudizi)

  43. Egregio signor Galuppini,

    ammetto che inizialmente leggevo con interesse il tutto, arrivato nella sezione commenti, leggo… leggo… leggo… e salta fuori che se lei dovesse rispondere ai quesiti posti da altri utenti potrebbe avere complicazioni oppure verrebbero contraffatte le prove che lei dice di conoscere che dimostrino il contrario riguardo gli sbarchi lunari americani… Ha inoltre tralasciato domande alle quali sarebbe stato interessante avere una risposta, dando più importanza a provocazioni varie e discorsi fuori tema… mi dispiace di aver perso il mio tempo dal momento che è passato…
    In futuro eviti di abbassarsi al livello di certi interlocutori così da non alterarsi e perdere di credibilità…

    • Caro Casanova, parafrasando le femministe anni 70 ‘il blog è mio e me lo gestisco io’. Lei è libero di frequentare altri blog, se crede, o aprirsene uno tutto suo.
      Le prove dialettiche e visive dei mancati sbarchi sono nel mio libro. Io rispondo a chi mi sento di rispondere. Evidentemente la mia scala dei valori è diversa dalla sua, ma mica siamo stati fatti tutti uguali.

  44. Una montagna di balle. Non siamo andati sulla Luna perche’ “tanto non ci siamo andati”. Galuppini e’ un ciarlatano allo stato puro. Lo smontero’ presto sul mio blog http://www.whataphysicaltheoryisnot.blogspot.it/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: