Terremoti 2012: una previsione “bendandiana”

In un precedente post ho trattato della possibilità di terremoti nel 2012 in base al movimento della Luna, in particolari casi in cui il perigeo è particolarmente ravvicinato.
Qui sotto riporto la tabella:

Perigei e apogei del 2012Secondo Raffaele Bendandi, scienziato autodidatta faentino, l’origine dei terremoti è “prettamente cosmica”.
Leggiamo la trascrizione di una sua intervista televisiva:

Raffaele Bendandi: L’origine dei terremoti, secondo le mie teorie, è prettamente cosmica ed il terremoto avviene, secondo i dati da me raccolti e controllati, avviene quando nel giro mensile di una rivoluzione lunare l’azione del nostro satellite va a sommarsi a quella degli altri pianeti.
Giornalista: Quindi sarebbero prevedibili i terremoti?
Raffaele Bendandi: Prevedibili esattamente.

Quindi i fenomeni tellurici andrebbero ricondotti alla flessibilità della crosta terrestre, all’attrazione dei pianeti del sistema solare e la periodicità dei loro allineamenti. Ho provato quindi a vedere quali pianeti si avvicinano alla Terra nell’anno in corso, unitamente ad apogei lunari particolarmente ravvicinati.

Venere passerà vicino alla Terra il 6 giugno 2012 transitando il Sole, cioè, vista dalla Terra passerà davanti al Sole e per la geometria del sistema solare è il momento di massima vicinanza. Il pianeta Venere viene osservato il mattino presto o la sera  dopo il tramonto poiché essendo un pianeta interno si posiziona vicino al sole per un osservatore terrestre. Per questo è chiamata tra l’altro “la prima stella della sera” o “del mattino” e in altri modi poiché essendo molto luminosa, è facilmente visibile. Esso ha dimensioni molto simili alla Terra ed è il pianeta a essa più vicino con distanza di 48 milioni di km in media. Marte, il pianeta rosso, è grande circa un terzo della Terra e dista 99 milioni di km in media.
Combinando i movimenti delle orbite, Venere può avvicinarsi talora a soli 38 milioni di km e Marte a soli 56 milioni.

Bnendandi parlava di “risultante del quadrilatero delle forze”. Ora, ipotizzando che i vertici del quadrilatero siano costituiti da Luna, Terra, Marte e Venere, in quale periodo del 2012 la “risultante” della somma delle loro forze è maggiore? Bisogna rammentare che la legge di gravitazione universale postula che la forza interagente tra due pianeti è la moltiplicazione della loro massa per una costante, diviso per il quadrato della loro distanza.

Legge di gravitazione universaleQuindi la “risultante” bendandiana sulla Terra vale molto per la Luna, che è molto vicina, mentre Venere influisce assai più di Marte perché è un corpo celeste più vicino e grande a noi (valutando l’attrazione solare una costante). Considerando che il denominatore (distanza), essendo un quadrato è il numerino più significativo, in quale periodo del 2012 la “risultante” sarà più grande?

Bisogna rammentare, a questo punto, che i terremoti, nell’ipotesi dell’origine cosmica, non sono causati dalle forze applicate in se, ma dalla loro variazione. Sicché è il cambiamento di una forza applicata che destabilizza le masse rocciose causando i fenomeni tellurici. Quindi occorre tenere in considerazione non solo l’apice della forza ma anche il suo avvicinamento e allontanamento dal massimo.

Prendiamo come raggio di azione prima e dopo 45 giorni per Marte e 30 per Venere (quest’ultimo preso in considerazione solo due mesi perché essendo più veloce si avvicina e allontana più rapidamente di Marte, sebbene la variazione della forza venusiana più intensa).

Distanza minima di Marte nel 2012 (0,67 UA 3 - 13 marzo)

Marte ha il suo periodo di massimo avvicinamento all’inizio-metà marzo, quindi possiamo considerare la sua influenza da febbraio ad aprile, mentre Venere all’inizio di giugno, con influenza massima in maggio-giugno. La Luna ha apogei molto ravvicinati all’inizio di aprile, maggio e giugno.

Schema delle forzePerciò possibile ipotizzare che il periodo tra aprile e giugno 2012 (con particolare attenzione a inizio aprile e inizio giugno) sia quello in cui la risultante del parallelogramma delle forze è maggiore e quindi con più importante influenza sul nostro pianeta e probabilità di forti terremoti (oltre 7.0 di magnitudo) in qualche parte del mondo. Ovviamente, in zone già di forte instabilità della crosta terrestre, per esempio ai margini delle zolle tettoniche con possibilità di eruzioni vulcaniche.
A me  non rimane che aspettare e vedere cosa succede.

Ecco un video tratto dal Convegno internazionale sulla singolarità lunare con la interessante illustrazione delle teorie bendandiane da parte di Paola Lagorio:

279 commenti to “Terremoti 2012: una previsione “bendandiana””

  1. @libby
    ylenia scrive:
    30 maggio 2012 alle 08:27
    ieri dopo la scossa della mattina ho avuto un pianto liberatorio e malessere tutto il giorno…
    questa mattina ho avuto un altro sogno,
    nel mio sogno era quasi mattina e io ero nel letto che dormivo e venivo svegliata da un terremoto con una scossa molto lunga, ed ero bloccata immobile che non riuscivo a reagire e poi un numero, il 4….
    questa volta solo una scossa nel sogno e non 3 come il precedente.
    ma anche questa volta vorrei dire di non prendermi sul serio perchè magari è suggestione e non voglio mettere sicurezza e certezza nei miei sogni.
    ma non devo dimostrare niente a te e a nessuno, è solo informazione
    ciao

  2. Fai bei sogni che non vale la pena neanche a raccontarli.
    Cerchiamo risposte concrete ma la verità è meno brutta delle nostre paure
    Vedrai che risolveremo tutto. Tutto sommato siamo un popolo veramente generoso.
    Auguri a tutti

  3. Ciao a tutti, vivo nelle zone colpite dal recente sisma. Si paventa un nuovo epicentro nel ferrarese intorno alla metà di luglio. Cosa ne pensate? C’è una base di attendibilità? Grazie, ciao

    • Anche io ho letto ma prevedere sismi attorno alla metà di luglio. Giusto quando io organizzo il mio convegno lunare! credo sia poco attendibile perchè aluglio non ci sono influenze cosmiche, che io sappia. Se avvenisse sarebbe da annoverare nei terremoti artificiali, se sono possibili.

  4. forte terremoto in italia il 22 novembre 2012

  5. buonasera secondo la teoria Bendaniana, è possibile prevedere ( e se sì con quali margini) altri movimenti delle faglie attivate in Emilia come quelli che hanno causato il sisma del 20 e del 29 maggio?

  6. buonasera secondo la teoria Bendadiana quindi è possibile prevedere se le faglie attivatesi in Emilia che hanno causato le scosse del 20 29 maggio possono riattivarsi, se sì con quali margini temporali?

  7. mancano notizie riguardo allineamento pianeti sistema solare in data 21-12-2012,(teoria Raffaele Bendandi).Quando ci fate sapere informazioni precise riguardo orario allineamento in data su detta(ora,minuti secondi)?

  8. sensitivo scrive..fortissimo terremoto nel centro italia il 22 novembre 2012 probabilmente le marche ……

Rispondi a Anonimo Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: