Redshift 5

 Ricevo e pubblico da Sotiris Sofias:
Incredibile Diego Cuoghi!! Sostieni che il REDSHIFT5 e’ opera di un grafico di NASA? Che ridi?
Allegata la pagina di REDSHIFT5. Non esiste qualche nome. Tutti sono scienzati RUSSI !!!
Probabilmente dopo la mia lettera ad Oleg Kalitsev, direttore Russo a Mosca, in 2006, NASA ha implicato un metodo per difamare l’ottimo programma planetario del mondo. Ha trovato una vittima di nome David Seals (?), gli ha pagato di dire che lui ha disegnato il REDSHIFT con aerografo!!! Lo ascolto per la prima volta dal agente di NASA Diego Cuoghi.
Segue il carricolo della azienda in Inglese:

Redshift 5Maris Technologies Ltd.

Established in 1992 and employing specialist programmers, creative designers and software engineers, Maris is one of the world’s leading electronic publishing and e-learning development companies.Maris is the developer and publisher of RedShift one of the most successful CD-ROMs ever produced for the consumer market – over 1.000 000 copies have been sold.
As a custom developer Maris has worked with major blue chip clients including:
Apple Computer Inc.
Boeing
Hanno venduto 1.000.000 cd Rom REDSHIFT fino il 2006!!!
Si,  usava REDSHIFT la NASA stessa, e l’Agenzia Spaziale Europea!!!!
E adesso Redshift si considera opera di un grafico. Incredibili complottisti!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Nascondete la verita’ per ancora una volta.
Albino , incredibili per ancora una volta!!!!!
Sono organizzati. Attacano con tutti i mezzi. Non vogliono
la verita’ scoperta. Hanno trovato un incredibile scusa!!!!
Le foto di Redshift 5 sono di aerografo.E le false foto di NASA,  tutte ritoccate, sono vere!!!

152 commenti to “Redshift 5”

  1. Secondo me Diego Cuoghi è un nickname del solito Attivissimo.

  2. Albino, te o non capisci l’italiano o lo fai apposta. Cuoghi (e anche io) ha scritto che le immagini della faccia nascosta della luna che hai pubblicato (e non quelle prese da redshift) sono quadri ad aerografo.

    Secondariamente, sperare che un software come Redshift possa riprodurre le cose COME SONO è come pensare che la Luna è come la vedi in Mass Effect, o che le auto si guidino come in Forza Motorsport.

  3. Sotiris, facciamola semplice.
    Albino ha già dato la disponibilità a partecipare ad un dibattito con Attivissimo.
    Lei è disponibile?
    Uguale tempo a disposizione da una parte e dall’altra, moderatore che vada bene a tutti,
    videocamera e possibilità di pubblicare il tutto su Youtube.
    E’ disponibile?
    Poche chiacchiere.
    E’ disponibile o no?
    Basta una risposta di 2 lettere.

  4. Albino, impara il greco e spiegagli le cose che vengono dette, perché il tuo amico sembra non capire un accidente

  5. “Secondo me Diego Cuoghi è un nickname del solito Attivissimo.”

    Attivissimo non ti sta cagando manco di striscio, ti ha fatto un invito e tornerà ad interessarsi di te solo se accetti quell’invito. Gli altri sono qua solo per divertirsi a leggere le sciocchezze che scrivete tu e il greco

    • A me frega niente di Attivissimo, io scherzo perchè solo degli psicopatici come voi possono credere che con la tecnologia anni 60 gli americani andavano e tornavano dalla Luna come fosse una passeggiata e adesso, nell’era digitale, neanche riescono a mandare un piccolo rover da poche decine di kg con una telecamera alimentatata a energia solare per trasmettere immagini. La Luna è tabù non solo perchè forse ci sono degli alieni ma per il semplice motivo che se inviassero immagini reali, esse apparirebbero diverse da quelle scattate durante gli EVA la gente si chiederebbe il perchè.

  6. Ommioddio. Mi ha scoperto! In realtà IO sono Diego Cuoghi E Paolo Attivissimo E ANCHE Grezzo.

    Albino però vedo che ha il viziaccio di svicolare le domande dirette. Ma io ho dutre tasti. CTRL, C e V, e li so usare.

    Allora!! http://www.uelsmann.net/#a=0&at=0&mi=2&pt=1&pi=10000&s=11&p=0 è photoshoppata si o no?

  7. Sotiris,
    E’ o non è disponibile ad un dibattito dove entrambe le parti abbiano lo stesso tempo a disposizione, con un moderatore imparziale che vada bene ad entrambe le parti, dove tale dibattito sarà videoregistrato e reso pubblico su Youtube?
    Sotiris, è o non è disponibile?

    • Bisogna precisare una cosa: Sotiris non è un esperto di beffa della Luna, quantomeno io lo sono più di lui. Per questo, se Sotiris viene in Italia sarà per la presentazione dei suoi libri, più che altro.

      • Ed anche qua si sbaglia Albino (al di là del fatto che i SUOI LIBRI PARLANO DEL COMPLOTTO LUNARE, non giriamoci intorno e non arrampichiamoci sui vetri).
        Le ricordo cosa aveva scritto Sotiris:
        “Albino anchio voto Ettore . In caso che lui sara’ il moderatore della discuzione, di sicuro partecipero’ nella conferenza”
        Parole che la smentiscono e che non lasciano spazio a dubbi.

        • Ed anche qua si sbaglia Albino (al di là del fatto che i SUOI LIBRI PARLANO DEL COMPLOTTO LUNARE,

          No, i libri di Sofias non parlano di complotti lunari riferiti all’Apollo come missioni in se.
          L’unico libro di Sofias che parla della Luna (Il Mistero della Luna) fa riferimento alla cospirazione attorno all’origine della Luna più che alle missioni Apollo.

      • Albino,
        fatto sta che Sotiris ha detto:
        “Albino anchio voto Ettore . In caso che lui sara’ il moderatore della discuzione, di sicuro partecipero’ nella conferenza”
        Quindi si è reso disponibile se Ettore è il moderatore e quindi le sua parole, Albino, poco contano.

        Ora.. è evidente che Ettore non sarebbe un moderatore né super partes, né imparziale.
        Quindi la domanda, di nuovo, che rivolgo a Sotiris è:
        E’ o non è disponibile ad un dibattito dove entrambe le parti abbiano lo stesso tempo a disposizione, con un moderatore imparziale che vada bene ad entrambe le parti, dove tale dibattito sarà videoregistrato e reso pubblico su Youtube?
        Albino, si eviti la fatica di rispondere lei.
        Grazie

  8. Può darsi che mi sia sbagliato sul nome del disegnatore.
    Ma non sul fatto che quelli pubblicati da Sotiris Sofias, tratti da Redshift5 sono indubbiamente DISEGNI.

    Il disegnatore che ho indicato io è quello che ha realizzato ad esempio questi disegni ad aerografo della superficie lunare:




    Disegni che sono stati utilizzati in un atlante lunare open source, il “Virtual Moon Atlas”, liberamente scaricabile:
    http://www.ap-i.net/avl/it/download4
    http://www.ap-i.net/avl/doc/UK_Doc.html
    Qui la mappa completa disegnata ad aerografo, nella proiezione cilindrica: http://goo.gl/8LCKW

    Queste invece sono le “foto ad alta definizione” e le “anomalie fotografiche”, come le definisce Sotiris Sofias, tratte da Redshift5 e pubblicate in questo blog:


    Queste infine sono alcune pagine tratte dal libro di Sotiris Sofias, che ha affermato “In mio libro esistono 100 foto dal Redshift5.” Ma non sono foto, sono DISEGNI:




    Questo è ciò che ha scritto Sotiris Sofias: “Date un’occhiata al mio articolo MISTERO DELLA LUNA che esiste in qusto blog. Le foto sono meravigliose, ad alta risoluzione e completamente diversi da quelle censurate dalla NASA.Sono sorpreso. Non vedete le differenze? La luna che vi mostrano è falsa. Ma visto ch’ è sostenuto dalla NASA è un assioma!!!
    Almeno 100 strani oggetti esistono in REDSHIF ma sono scomparsi in foto di NASA. Per certo, NASA li ha sbagliati, non l’opposito.”

    C’è poco da fare.
    Io posso ammettere di essermi sbagliato ad indicare il nome del disegnatore, errore comprensibile visto che lo stile è molto simile.
    Sotiris Sofias è disposto ad ammettere che le “meravigliose foto ad alta risoluzione” che contengono secondo lui “anomalie fotografiche”, in realtà sono tutte DISEGNI?

  9. Albino Galuppini ha scritto: “Secondo me Diego Cuoghi è un nickname del solito Attivissimo.”

    Albino mi deludi… non sei neppure capace di cliccare sul mio nome che compare in ogni messaggio?
    Cosa compare cliccando sul mio nome? Prova…
    Un MIO sito web sul “complotto lunare”. Nella colonna a sinistra di quell’articolo trovi molti altri link che rimandano a MIE pagine web contenute nel MIO sito http://www.diegocuoghi.com

    Ci tengo ad essere io, non qualcun altro.

  10. Albino, quello che lei non capisce è il senso di un’azione del genere.
    Che valore scientifico ha un rover che passeggia per la luna?
    Che cosa di nuovo apporta spendere miliardi di dollari per un rover che passeggia per la luna?
    Non è tanto il discorso di riuscire o non riuscire.
    Il discorso è conviene o non conviene.
    E’ quello che lei non capisce.

    Ma sa cosa penso?
    Penso che dalla sua parte Albino ci sia l’ignoranza.
    Nel senso proprio di ignorare certi meccanismi e certi studi scientifici.
    Lei sarebbe disponibile addirittura a mettere la sua faccia in un dibattito (sappia che lo stesso non farà probabilmente Sotiris.. le manca la spalla. Questo non le insinua il dubbio sull’onestà intellettuale di Sotiris?).
    Ma ci sta. per carità. Lei saprà perfettamente cos’è un conto colturale, io conosco alla perfezione la programmazione ad oggetti. Quel che è vero è che io non mi metto a disquisire di conti colturali.

    Quello che non ci sta è l’atteggiamento di Sotiris.
    Sputa sentenze, irride, offende.
    E poi fa il coniglio.
    Questo non ci sta.

    Sotiris, è o non è disponibile per un dibattito?

  11. Albino Galuppini ha scritto: “i libri di Sofias non parlano di complotti lunari riferiti all’Apollo come missioni in se.
    L’unico libro di Sofias che parla della Luna (Il Mistero della Luna) fa riferimento alla cospirazione attorno all’origine della Luna più che alle missioni Apollo.”

    Sembra quasi che tu non lo abbia letto.
    Nel libro “Il mistero della Luna” di Sotiris Sofias si afferma che le missioni lunari Apollo sono dei falsi. Si parte con queste bufale già pagina 35, dove si dice che “Armstrong e Aldrin erano attori”, e si prosegue di baggianata in baggianata più grossa almeno fino a pagina 87, dove si continua a parlare delle “bugie della NASA”. Almeno 50 pagine dedicate a ridicole ipotesi di falso e complotto. Con foto sfocate, spappolate, inguardabili, alcune anche mal ritagliate prese probabilmente da siti di complotto e mistero.
    Sotiris aggiunge perfino (no! non è possibile! ormai non lo dicono più neppure i lunacomplottisti più disperati) il sospetto che le foto lunari siano state realizzate da Stanley Kubrick.

    Come mai conosco il libro di Sotiris Sofias?
    E’ semplice, appena avrò tempo (adesso no, sono molto impegnato col lavoro) voglio dedicare una pagina del mio sito a sbufalare una per una le sue menzogne. E per farlo ho bisogno di citare frase per frase, pagina per pagina, e foto per… OPPS! disegno per disegno.

    Mi divertirò molto. 🙂

  12. @ Albino

    “neanche riescono a mandare un piccolo rover da poche decine di kg con una telecamera alimentatata a energia solare per trasmettere immagini.”

    Tu continui a dire stupidaggini senza senso, Spirit ha funzionato per anni su Marte, e Opportunity continua a funzionare. La tecnologia degli anni 60 è stata la genitrice di quella moderna, senza lo sviluppo dell’era spaziale da parte di USA e URSS probabilmente saremmo ancora indietro tecnologicamente, se anche la tacnologia elettronica odierna è migliorata (Spirit e Opportunity hanno dei processori ridicoli, questo per dirti quanto davvero basta poco in termini di automazione per controllare delle sonde) esistono dei limiti fisici al volo nello spazio, che non saranno superati fino a quando non saranno scoperti nuovi metodi di propulsione. Le missioni Apollo utilizzavano dei razzi giganteschi proprio perché il carico utile era il massimo che si era mai portato fuori dalla Terra, carico enorme perché doveva contenere tutta l’attrezzatura e il supporto vitale per gli astronauti. Ah, no, aspetta, quel riflesso sul casco è strano, quindi sono tutte minchiate.

    Il problema è che sei TU a dire minchiate. Quando fai affermazioni perentorie assicurati di sapere di cosa stai parlando.

  13. E, tornando alla domanda che ti ha fatto Attivissimo alla quale tu hai risposto in maniera ridicola, il V-1 russo che doveva servire a portare i cosmonauti sulla Luna aveva circa le stesse dimensioni del Saturn V statunitense, cambiava solo la dimensione dei motori, anello debole dei russi, mentre gli F1 erano enormi rispetto a quelli sovietici, che ne dovettero impiegare 30. Ma tutte le prove del V-1 fallirono.

    • I vettori sovietici, ora ed allora, erano enormemente più
      potenti di quelli americani, e probabilmente, allora, meno affidabili.
      Adesso il confeonto non esiste più perchè l’America non ha più un programma spaziale.

  14. “Sotiris non è un esperto di beffa della Luna”

    Di questo guarda ce n’eravamo accorti, visto che non è esperto proprio di un bel nulla. Ah, al pari tuo, eh.

  15. “La Luna è tabù non solo perchè forse ci sono degli alieni ”

    Questa proprio è quella che fa più ridere di tutte…….

  16. “sull’Apollo rispondo io.”

    Viste le risposte che dai qua, ci sarà molto da ridere quando ti saranno fatte domande tecniche, perché lo sai vero che non ti saranno fatte esclusivamente domande sulle anomalie fotografiche (e già lì sei in difficoltà visto che di fotografia non capisci nulla)?

    • Si fidi, io sono un osso molto più duro di quello che faccio credere, la avviso.

      • Tu puoi anche avere un temperamento più duro dell’acciaio, ma senza argomenti validi e soprattutto non inventati una qualunque persona dotata di un minimo di bagaglio tecnico la farebbe a pezzi verbalmente in 5 minuti. Il tuo problema in quello che sarà l’incontro e il dibattito è che quello che dici è completamente inventato e campato in aria. Non c’è alcun razionale scientifico che puoi opporre, solo le tue erronee valutazioni su presunte anomalie in alcune foto e la tua personalissima opinione non supportata da dati tecnici che le missioni Apollo non potevano avvenire.

        Forse sei un osso duro, ma quello che dici è debole come un agnellino. Il fatto che tu sia un osso duro significa solo che ripeterai le cose che hai inventato all’infinito senza mai cedere terreno. Ma come disse un uomo di altra caratura mentale, solo lo stolto non cambia mai idea.

        • ‘bagaglio tecnico’
          sarebbe quello di dimostrare che il lem sulla Luna aveva corrente per ben 3 giorni di permanenza e poi per ripartire solo con le vecchie batterie al piombo e ogni volta che gli astronauti uscivano per un EVA decomprimevano l’abitacolo epoi ripristinavano l’atmosfera interna ogni volta per rientrare in uno spazio così angusto che nonavrebbero potuto neanche muoversi con la tuta spaziale indosso.
          Ah certo , un bel bagaglio tecnico…

      • “‘bagaglio tecnico’
        sarebbe quello di dimostrare che il lem sulla Luna aveva corrente per ben 3 giorni di permanenza e poi per ripartire solo con le vecchie batterie al piombo e ogni volta che gli astronauti uscivano per un EVA decomprimevano l’abitacolo epoi ripristinavano l’atmosfera interna ogni volta per rientrare in uno spazio così angusto che nonavrebbero potuto neanche muoversi con la tuta spaziale indosso.
        Ah certo , un bel bagaglio tecnico…

        Questo sei tu a doverlo dimostrare, esistono i manuali tecnici e le specifiche del progetto, sei in grado dimostrandolo con i dati alla mano che queste cose che dici erano davvero impossibili? Vedi, il tuo problema è proprio questo, il tuo bagaglio culturale ti fa solo dire “questo è così”, ma non sei in grado di dimostrarlo. Le tue sono solo parole di chi ha solo una vaghissima idea da livello di terza media di cosa sia la fisica. Non sai nulla di fotografia, non entrare nel campo elettrotecnico, che è ancora peggio. Ti ricordo che su Marte Opportunity funziona ancora dopo anni e anni. Lo stesso è valso per la Mir sovietica, e per la stazione spaziale internazionale. Parla solo di cose che sai, please.

  17. “I vettori sovietici, ora ed allora, erano enormemente più
    potenti di quelli americani, e probabilmente, allora, meno affidabili.
    Adesso il confeonto non esiste più perchè l’America non ha più un programma spaziale.”

    Queste sono le ennesime sciocchezze prive di fondamento, visto che la potenza del Saturn V attualmente non ha eguali, il V-1 doveva essere un suo emulo, ma non riuscì mai a entrare in orbita a causa di problemi strutturali.

    Quanto al fatto che gli USA non hanno più un programma spaziale mi chiedo da dove cavolo le prendi le notizie, visto che è palesemente falso. Il fatto che abbiano dismesso gli shuttle non significa che stiano smantellando la NASA

  18. Ho una domanda per Galuppini e Sotiris.

    Mi sapreste dire se la seguente foto é originale, oppure se é stata ritoccata digitalmente? E, nel secondo caso, mi sapreste dire dove é stata ritoccata?

    Grazie.

  19. Albino, abbi ragione
    Non sono esperto in missioni di Apollo, come tu , Kaysing, Rene & White. Perche’ per me e’ piu’ importante la Luna stessa, dagli sbarchi non realizzati di Apollo. Nel mio libro esistono i riferimenti sulla beffa.
    Si, sono esperto in REDSHIFT , il “disegno” che l’usavano NASA, OXFORD univercity, ESA etc. ma dopo la mia scoperta in 2006, si considera opera di un aerografo!!!
    La luna ,secondo i testi antichi apocrifi, e’ stata la residenza dei dii volanti (o alieni)
    SOLO 2.500.000 siti si riferiscono in beffa della Luna. Tutti sono complottisti!!!! Trane voi. Gli innocenti sostenitori della scienza pura.
    Solo voi vedete le foto, ritoccate da parte di NASA, come reali.
    Le foto del modelo intonaco lunare del 1968 sono reali, ma le foto di REDSHIFT del 2005 disegni!!!!
    Allora buon divertimento Cuochi. Sei molto occupato eh? Vedo che tu hai comprato il mio libro.
    Lo conosci per fillo e per segno. Grazie per il tuo contributo economico, in periodo di crisi. Peccato che ti ho firmato & dedicato.

    La mia bibliografia:
    Don Wilson,the mysteries of the moon
    http://www.aulis.com
    http://www.ufos-aliens.co.uk/cosmicapollo.html
    http://www.psi.edu/projects/moon/moon.htm
    http://www.braeunig.us/space/hoax.htm
    http://www.moonhoax.com/
    http://iangoddard.com/moon01.htm
    http://www.daviddarling.info/encyclopedia/M/MoonHoax.html
    http://www.v-j-enterprises.com/astro2.html
    http://www.ufomind.com/area51/people/lazar/
    http://en.wikipedia.org/wiki/Betty_and_Barney_Hill_abduction
    http://www.bibliotecapleyades.net/luna/esp_luna_4.htm

    • Oh.. chi si rivede: Sotiris.
      Sotiris: è o non è disponibile ad un dibattito dove entrambe le parti abbiano lo stesso tempo a disposizione, con un moderatore imparziale che vada bene ad entrambe le parti, dove tale dibattito sarà videoregistrato e reso pubblico su Youtube?

  20. Immagino che non tutti abbiano la possibilità di vedere cosa visualizza il software Redshift 5, così propongo qui un confronto tra il disegno ad aerografo della Luna in Redshift5 e il disegno ad aerografo della Luna realizzato da David Seal e dal suo gruppo di lavoro del “Jet Propulsion Laboratory” della NASA.

    Qui la pagina in italiano che illustra il software gratuito “Atlante Lunare Virtuale” che contiene quelle mappe lunari realizzate ad aerografo:
    http://www.ap-i.net/avl/doc/IT_Doc.html

    Sì, lo ammetto, mi sono sbagliato a pensare che l’artista fosse proprio lo stesso, ma lo stile è davvero molto, molto simile.
    Comunque, sul fatto che quelle che Sotiris Sofias, nel suo libro e in diverse pagine di questo blog, spaccia per le uniche foto credibili della superficie lunare ad alta definizione, piene di misteriose anomalie, sono in realtà DISEGNI.

    D I S E G N I

    Che credibilità possano avere le ipotesi di complotto, le accuse agli astronauti di essere degli attori, le analisi che vorrebbero dimostrare la falsità delle foto Apollo, lanciate da uno che non sa distinguere un disegno da una foto, lo lascio decidere ai lettori di questo blg.

    Ma mi piacerebbe avere anche una risposta dal titolare del blog, Albino Galuppini, che del libro di Sotiris Sofias ha scritto la prefazione.

  21. A chi piace il coniglio alla cacciatora?
    🙂

  22. Albino. Le batterie al piombo ce le hai in testa 😀

    Mai sentito parlare di “celle a combustibile” (fuel cells)? No. Cheppeccato… Tra l’altro il problema del LEM non era tanto l’energia (in un posto come la Luna puoi usare dei pannelli fotovoltaici, se proprio vuoi) ma la provvista d’aria. Sai, sulla Luna non c’è atmosfera, o almeno così dicono.

    Io voglio proprio vederlo ‘sto dibattito. Mi porto popcorn e bibite.

    Allora!! http://www.uelsmann.net/#a=0&at=0&mi=2&pt=1&pi=10000&s=11&p=0 è photoshoppata si o no?

  23. “La Nasa usò pannelli fotovoliaici dicono per alimentare strumentazione scientifica sulla superficie ma non per alimentare il Lem”

    Ma davvero? Mannaggia, in effetti con le batterie del telecomando della TV era impossibile alimentare il LEM, hai ragione tu!

    Però vedi, erano un pò diverse dalle batterie del telecomando, visto che fornivano ben 2280 Ah, ed erano usa e getta.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Modulo_Lunare_Apollo#L.27energia_elettrica_a_bordo

    Lo sai, le batterie non sono proprio come quelle della tua macchina, eh

  24. Già che ci sei, se vuoi fare bella figura in un dibattito, anziché perdere la vista cercando inutili particolari nelle foto, dovresti come minimo studiare da wikipedia come è fatto il modulo lunare, e mettere in risalto quali caratteristiche non potevano funzionare, e motivando il perché. Altrimenti faresti una mgra figura del “secondo me non funzionava” che anche un bambino delle elementari può dire senza necessità dell’onere della prova.

  25. Albino, la foto è del 1976 Guarda i cretits.

  26. Ma fammi capire, se ha a che fare con quel simbolismo è photoshoppata e se no no?

  27. Un altro mistero di questi complottisti, intendo proprio questi due, Sotiris Sofias e Albino Galuppini che ha scritto la prefazione al suo libro “Il mistero della Luna”…

    Sotiris Sofias in quel libro riesce in una impresa spettacolare che fino ad ora non era riuscita a nessuno al mondo: sostenere contemporaneamente che durante le missioni Apollo che hanno portato gli astronauti sulla Luna sono avvenuti molti “incontri ravvicinati” con gli UFO (che sarebbero stati sia filmati che fotografati) e l’esatto contrario, ovvero che le missioni Apollo sono un falso e le foto sarebbero state realizzate in studio.

    A pag 27 leggo che “Concretamente, il primo giorno di volo verso la Luna gli astronauti incontrarono un UFO al di fuori dell’atmosfera terrestre e scattarono pure una foto di esso” e che “mentre Aldrin e Armstrong stavano facendo la loro camminata sulla luna a una qualche distanza dal LEM” avrebbero visto enormi navi spaziali aliene (pag. 28). Più avanti leggo che durante la missione Apollo 16 vennero scoperte cupole e gallerie (pag. 30), e che gli astronauti le avrebbero chiaramente descritte in dialoghi che ovviamente vennero censurati dalla NASA. Altri avvistamenti di UFO sarebbero stati fatti dagli astronauti di tutte le altre missioni Apollo, ma la NASA aveva predisposto un sistema di comunicazioni in codice per questa eventualità (pag. 33).

    Poi di colpo il libro cambia tono, le missioni Apollo diventano una beffa, un falso, una messa in scena della NASA (pag 51). Scopriamo così che “Armstrong e Aldrin erano attori” (pag 35), che il LEM fotografato sarebbe un modellino (pag.58),
    In una pagina leggo perfino che le stelle nelle foto non compaiono perché le foto sono state fatte in studio e poco dopo che le stelle sono state cancellate! (pag 52).
    Voglio chiedere al titolare di questo blog, Albino Galuppini, cosa ne pensa di queste teorie multiuso, contrapposte e contraddittorie.
    Siamo andati sulla Luna e abbiamo trovato gli alieni (come sostiene Sofias a partire da pag. 26) o non siamo mai stati sulla Luna e tutte le foto Apollo sono falsi realizzati in studio (come sostiene Sofias a partire da pag. 51)?

    Tutto fa brodo?

    Finisco con un’ultima “perla”, davvero madornale, un capolavoro di nonsense:

    “Le stelle del cielo notturno sono assenti da tutte le fotografie. Fotografie a risoluzione incredibile. In teoria le macchine fotografiche della Hasselblad non avevano questa possibilità alla fine degli anni ’60. In studio tuttavia qualunque cosa era possibile.”

    Per favore qualcuno sa decifrare questo delirio? Le foto avrebbero una risoluzione incredibile ma le Hasselblad non avevano questa possibilità in quegli anni? Però in studio sì? Cioè le pellicole 70mm solo se usate in studio potevano avere una “risoluzione incredibile”?

    Sotiris Sofias, ma lei ha mai preso in mano una macchina grande formato, non dico una Mamiya 6×9, ma almeno una Hasselblad 6×6? ha provato mai a scattare foto, svilupparle e stamparle?. Secondo me no.
    Se legge questo messaggio potrebbe per favore aiutarci a decifrare la sua frase e spiegare soprattutto come hanno fatto gli astronauti ad essere contemporaneamente attori che recitavano in studio e testimoni sulla Luna di incontri ravvicinati con gli UFO?? Come hanno fatto a scattare foto agli UFO se le foto erano false?

    Forse… ho capito… ecco la soluzione!
    Gli UFO sono entrati negli studi cinematografici dove i falsi astronauti recitavano e fingevano di essere sulla Luna! 🙂

    • “In teoria le macchine fotografiche della Hasselblad non avevano questa possibilità alla fine degli anni ’60.”

      Sofias NON SA che una volta le macchine fotografiche erano a pellicola e che la pellicola offriva una risoluzione assai maggiore delle prime macchine fotografiche digitali. Insomma, una risoluzione ben migliore delle macchine digitali da 1 o 5 megapixel.

      • Non l’ho scritto ma… Oltretutto usavano pellicole speciali da 80 ISO quindi con una grana molto molto fine. E con una macchina del genere (Ho una Mamiya 6×6 che purtroppo non uso più per i costi delle pellicole e dello sviluppo) altro che 10 megapixel.

      • Anch’io purtroppo, dopo trent’anni di sviluppo e stampa in camera oscura, ho dovuto portare in solaio l’ingranditore Durst (6×6 e 24×36) le vasche, le tank e tutto il resto dell’attrezzatura. Ormai i costi per sviluppare e stampare in casa sono diventati esagerati rispetto alla fotografia digitale.
        Sono riuscito a vendere la Mamiya 6×9 in eBay qualche anno fa, ma a un prezzo piuttosto basso. Ormai sono macchine che non usa più nessuno.

  28. Se fossi uno degli allocchi che ha comprato quel libro delirante chiederei il rimborso

  29. Confesso che ho fatto molta fatica a comprare l’edizione italiana e-book in PDF. Mi ripugnava dare dei soldi a chi racconta balle colossali e offensive come quelle. Ma se volevo documentare con precisione tutte le assurdità era necessario poter leggere parola per parola tutto il libro, non solo una anteprima o una recensione scritta dal traduttore/prefatore.

    • Ma infatti il tuo sacrificio non sarà vano, grazie alla tua pubblicità forse salverai qualche sconsiderato dal comprarlo. Uno non può davvero passare sopra a simili contraddizioni deliranti.

  30. Che ci vuoi fare, caro Sotiris Sofias ?

    Si tratta semplicemente di una delle solite malefatte di Diego Cuoghi !!

  31. Attivissimo non ti sta cagando manco di striscio, ti ha fatto un invito e tornerà ad interessarsi di te solo se accetti quell’invito.

    —————————————————————————————————————————–

    E se venissi anch’io….??

  32. SCUSATEEEEEE………!!!!

    …..Ma non ne avete ancora abbastanza ???

  33. SICURAMENTE non mancherei, caro Albino ! – Ma SONO ASSOLUTAMENTE CONVINTO che se venissi anch’io manco uno di quelli che ancora si sforzano di far credere che dodici astronauti americani sono scesi sulla Luna, più altri sei che ci avrebbero girato attorno, VERREBBE !!

    Per cui….!

    CIAO e…”porta pazienza” !!

  34. Albino, convegno a maggio? Di che anno?

  35. A proposito, complimenti per la risposta sulla foto eh.. Photoshop nel 1976,

  36. Sotiris, lei conferma di essere un vigliacco e di non accettare un dibattito con pari opportunità?

    • Rimane il fatto che la Nasa si attacca a delle immagini ricostruite anzichè mandare una sondina con una telecamera da cellulare ainviare in diretta immagini delle stelle, della Terra, della polvere lunare eccetera.
      i robottini li fanno perchè suMarte funzionano, perchè nessuno sulla Luna?=
      Questo sei tu anon capirlo!

  37. “Si tratta semplicemente di una delle solite malefatte di Diego Cuoghi !!”

    Certo, non si tratta invece dei deliri del greco che dice due cose opposte in contemporanea? A casa mia si chiama idiozia buona per chi non sa leggere, ma forse per qualcuno è un genio incompreso

  38. Ettore,
    hai ragione. Ad un convegno di quel tipo non veniamo di sicuro per mettere zizzania.
    Ma come vedi, chi fugge invece ad un dibattito con pari opportunità, è Sotiris.

  39. Il GSFC Scientific Visualization Studio della NASA ha creato quest’animazione digitale di un intero anno di fasi lunari (il 2012) viste dalla Terra, basandosi sui precisissimi dati altimetrici e fotografici della sonda Lunar Reconnaissance Orbiter, che dal 2009 orbita intorno alla Luna inviando immagini straordinarie. È grafica digitale (un collage d’immagini reali rese tridimensionali applicandole a un modello altimetrico della superficie della Luna), ma rispecchia fedelmente quello che si vedrebbe nella realtà se si osservasse la Luna dalla Terra per un anno intero.

    Che caxxo vuol dire Attivissimo???
    Che la Nasa 40 anni fa aveva delle telecamerine a colori che tramettevano in diretta DALLA SUPERFICIE LUNARE. ADDIRITTURA TELECOMANDATE DA TERRA IN TEMPO REALE (lo si capisce dal fatto che l’inquadratura segue fedelmente i due astronauti al lavoro) Oggi 2012 fanno le ricostruzioni tridimensionali, poveri cocchi!!
    Ma a chi la volgiono dare a bere!!!

  40. Molto bella questa foto cinese !!

    Si nota molto bene l’ enorme quantità di “polvere” che c’è sul nostro satellite ! (…addirittura non si vede neppure lontanamente un massiccio roccioso !! – mah….! )

    P.S.
    Chissà se i cinesi ci faranno vedere le “robe” delle missioni Apollo ? (…non credo proprio !! – EH ! EH ! EH ! )

  41. Albino scrive:
    “Rimane il fatto che la Nasa si attacca a delle immagini ricostruite anzichè mandare una sondina con una telecamera da cellulare ainviare in diretta immagini delle stelle, della Terra, della polvere lunare eccetera.
    i robottini li fanno perchè suMarte funzionano, perchè nessuno sulla Luna?=
    Questo sei tu anon capirlo!”

    Quanta ignoranza!
    Se la Nasa disponesse di 380Kg di terreno marziano, raccolto da umani inviati apposta, non avrebbe bisogno di inviare robottini.

    Inoltre, e questo è importante, sulle sonde spaziali si montano telecamere in BIANCO/NERO.
    I sensori B/N sono sensibili ad un larghissimo spettro di radiazioni luminose, applicando dei filtri si possono fare tante misurazioni scientifiche accurate.

    Le telecamere a colori SONO MOLTO PEGGIO, sono infatti sviluppate per “ingannare” l’occhio umano e dare l’impressione del colore così come lo vede l’uomo, molto incompleto.
    Alle telecamere a colori sono applicati tre filtri fissi, i famosi R, G, e B più il filtro che taglia via l’infrarosso vicino, perché i sensori digitali sono molto sensibili all’infrarosso mentre l’uomo no.

    Quindi una telecamera a colori è uno strumento che butta via molta dell’informazione che riceve dalla luce per pescare solo quella che all’uomo da il senso del colore.

    Per apprezzare scientificamente “immagini delle stelle, della Terra, della polvere lunare eccetera” mandare una telecamera da cellulare, per quanto buona, sarebbe uno spreco incredibile.
    Si manderebbe una telecamera con sensore B/N e filtri intercambiabili per avere molte più informazioni sui soggetti fotografati.

    Il chiedersi perché la Nasa non invii telecamere a colori sulle sonde è una cretinata tipica di tutti i siti spazio-complottisti, anche di questo, quando ci si chiede ad esempio quale sia il vero colore di un panorama marziano.

  42. @ Appunto tutta roba presa dall’orbita, sono capace anche io!!!

    Albino, tu non sai neanche usare una macchina fotografica, quelli che hanno fatto quelle animazioni sono delle persone capaci, avvalendosi del LRO, che di certo non ha costruito gente come te. Tu al massimo puoi far volare un aereo di carta e ti metti a cianciare di cose che non conosci. Prima di sputare sul lavoro altrui fatti un lavaggio di umiltà nel gabinetto.

  43. Albino, ti propongo un paragone…

    Io di calcio non so niente, non ho mai visto una partita in vita mia, non conosco la differenza tra calcio d’angolo e rimessa laterale (parole che a volte ascolto facendo zapping in TV), a malapena so quanti giocatori sono in campo. Se andassi in un qualsiasi “Bar Sport” e mi mettessi a criticare questa o quella squadra, questo o quel giocatore, dicendo che la partita era truccata o che l’arbitro era venduto… cosa succederebbe? prima mi riderebbero in faccia, poi forse inizierebbero a insultarmi. E se pretendessi caparbiamente di insistere, sfoggiando la mia somma ignoranza, dicendo che “per me è così e basta”, probabilmente alla fine verrei buttato fuori a calci. E me li sarei meritati.

    Con le missioni Apollo, e con la scienza in generale (ma anche con l’arte dopo “Il Codice da Vinci”, purtroppo), sembra invece che l’approfondita conoscenza dell’argomento non serva più. Chiunque si sente in diritto di spararle grosse senza conoscere assolutamente niente ci ciò di cui parla a vanvera (tipo “sarei capace anch’io”, come hai fatto tu), ogni ignorante pretende di dire la sua anche se è una bufala colossale raccattata se va bene nel più infimo sito web pubblicato da ragazzini analfabeti, e oltretutto alla fine si offende se viene criticato come merita.

  44. Albino ha scritto:
    “i robottini li fanno perchè su Marte funzionano, perchè nessuno sulla Luna?”

    E perché dovrebbero inviare dei robottini sulla Luna? hanno già inviato in orbita diverse sonde per fotografare la superficie dagli anni ’60 ad oggi (Orbiter, Clementine, e ora la LRO, senza parlare delle sonde russe che sono anche ritornate sulla Terra con un carico di rocce), hanno già fatto “allunare” le sonde Surveyor, sei missioni Apollo hanno toccato il suolo lunare riportando sulla Terra 381.7 kg di pietre lunari, oltre ad aver effettuato tutti gli esperimenti possibili… a cosa dovrebbero servire altri robottini? a compattare la regolite lunare come Wall-E?
    I robottini li mandano su Marte perché là non possono inviare (ancora) equipaggi umani.

    La sonda LRO sta facendo un lavoro straordinario che neppure un esercito di mille robottini riuscirebbe a compiere in un secolo, la mappatura totale di tutta la superficie della Luna ad una definizione di 50cm/pixel.
    Anche il lato “nascosto”, qui tre bellissime immagini, prova a cliccarci sopra molte volte:
    http://wms.lroc.asu.edu/lroc_browse/view/WAC_GL120
    http://wms.lroc.asu.edu/lroc_browse/view/WAC_GL180
    http://wms.lroc.asu.edu/lroc_browse/view/WAC_GL240

    Lo scorso settembre è scesa anche più in basso, circa 25 km dalla superficie, e ha ottenuto immagini come queste:

    http://wms.lroc.asu.edu/lroc_browse/view/M168000580R
    http://www.nasa.gov/mission_pages/LRO/news/apollo-sites.html
    http://www.nasa.gov/mission_pages/apollo/revisited/index.html
    http://svs.gsfc.nasa.gov/vis/a010000/a010800/a010818/

    Ma sono sicuro che non le guarderai, sicuramente preferisci i disegnini pubblicati da Sotiris Sofias, pieni di basi aliene, gallerie, edifici, misteri…

    • Rimane il fatto chenoi non abbiamo immagini della superficie lunare, ripresa dalla superficie stessa, se non ed esclusivamente dalle missioni Apollo. Non è strano?

      • Aridaje! Te l’hanno già spiegato anche altri che PRIMA delle missioni Apollo vennero inviate delle sonde. Lo dice anche il nome: le sonde sondano. Questo hanno fatto cinque sonde americane Surveyor a partire dal 1966. Hanno fatto analisi dell’ambiente lunare, verificato la consistenza del terreno e trasmesso a Terra immagini riprese con una telecamera.

        La sonda Surveyor 1 trasmise dalla superficie lunare 11.150 immagini, l’ultima ne trasmise 21.091
        Ma la prima a prima a compere un atterraggio “soffice” sulla Luna e a trasmettere immagini era stata la sonda russa Luna 9, all’inizio del 1966. Poi ci fu la Luna 13, e così via…

        I russi continuarono a inviare altre sonde, Le Zond avevano a bordo tartarughe, insetti, semi e piante, e che orbitarono attorno alla Luna per poi tornare a Terra con il loro carico. Lo scopo di queste sonde era effettuare esperimenti su raggi cosmici, radiazioni, campi magnetici ecc… in vista delle previste missioni umane progettate dai russi.

        Il passo successivo furono le missioni Apollo.
        Anche in quel caso non arrivarono sulla Luna subito con l’Apollo 11 improvvisando le manovre per la prima volta. Tutte le missioni precedenti servirono a testare i vari componenti del razzo vettore, del Command Module, del Lunar Module… Apollo 8 e Apollo 10 orbitarono con equipaggio umano attorno alla Luna, con l’Apollo 10 venne testato il LEM scendendo fino a 15 km dalla superficie lunare.

        Informati prima di scrivere su cose che NON CONOSCI.

      • Albino ha scritto: “Linkami alcune di quelle immagini DALLA SUPERFICIE.”
        —————————–

        Mosaici di immagini riprese dal Surveyor 1:




        Surveyor 3:

        Surveyor 5:

        Surveyor 6:
        http://apod.nasa.gov/apod/ap051112.html

        Surveyor 7:

        http://nssdc.gsfc.nasa.gov/planetary/lunar/surveyor7_images.html
        http://nssdc.gsfc.nasa.gov/imgcat/html/object_page/su7_68_h_40.html

        Qui un capitolo sulle sonde lunari pre-Apollo con alcuni esempi delle immagini riprese dalle sonde Surveyor
        http://history.nasa.gov/SP-168/section2a.htm
        Una pagina sulle sonde Surveyor con immagini:
        http://nssdc.gsfc.nasa.gov/planetary/lunar/surveyor.html

        Ti consiglio questo libro in PDF che tratta di tutte le missioni spaziali precedenti all’Apollo:
        http://www.mediafire.com/?uagltnigznf

  45. “Quanta ignoranza!
    Se la Nasa disponesse di 380Kg di terreno marziano, raccolto da umani inviati apposta, non avrebbe bisogno di inviare robottini.”

    qualcuno non vuole capire che sono due piani diversi rispetto alle missioni che ci si propone. Della Luna sappiamo moltissimo, non solo, ma dal punto di vista scientifico è molto meno interessante di Marte, che ha un’atmosfera, un clima eccetera eccetera.

  46. COMUNQUE SIA giuro che non vorrei essere nei vostri panni quando vi riceverete una caterva di sputi in faccia dai vostri pargoletti (…se ne avrete, ovviamente !! – Altrimente sarete più fortunati ! EH ! EH ! ) per aver così tanto insistito nel tentativo malvagio di turlupinare i lettori di Internet sulla questione della veridicità delle missioni Apollo !!

    POVERACCI….!!! – Il bello è che non ve ne rendete neppure conto ! (…e vabbè….!!! )

    NOTATE, invece, quanti Tributi e Onori che si è ricevuto (…e che continua a riceversi ininterrottamente !! ) Bill Kaysing per il suo eccellente libro che narra la Verità sulle Missioni Apollo :
    http://billkaysing.com/

    P.S.
    Il suo libro, in versione originale lo potete leggere qua :

    http://books.google.it/books?id=N1Gcfdj81T4C&printsec=frontcover&dq=we+never+went+to+the+moon&source=bl&ots=5J8bOBufH1&sig=UFqru3n4WUa3O5vhWX4dAJnctr4&hl=it&ei=AzJsS9PmJI7-_AaKl4XyAg&sa=X&oi=book_result&ct=result&redir_esc=y#v=onepage&q&f=false

  47. OPPSSS….

    In questo sito Americano, invece, avrete l’occasione (…più unica che rara !! ) di convincervi definitivamente che l’uomo non è ancora andato sulla Luna !

    http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&u=http://theconspiracyzone.podcastpeople.com/posts/28159&sa=X&oi=translate&resnum=1&ct=result&prev=/search%3Fq%3Dhttp://theconspiracyzone.podcastpeople.com/posts/28159%26hl%3Dit%26sa%3DG

    CONTENTI….???

    Ciao a tutti voi da Ettore e buona (…e soprattutto corretta !! ) documentazione !

  48. Ogni tanto qualcuno riesuma Bill Kaysing.
    Bill Kaysing, certo, quello che ha dichiarato di non aver mai voluto vedere i filmati delle missioni Apollo e di aver capito tutto riguardo al complotto lunare della NASA non in base ad studi scientifici ma grazie a “premonizione, intuizione, telepatia inconscia, informazione attraverso qualche misterioso ed oscuro canale di comunicazione. Malgrado fosse tenue ed effimera alla fonte, era forte e vivida nella sua forma. In breve, una vera convinzione.”

    Il testo originale tratto dal suo libro: “Call it a hunch, an intuition: informations from some little understood and mysterious channel of communication… a metaphisical message. While tenuous and ephemeral at its source, it was strong and vivid in its form. In short, a true conviction. I watched none of the moon “landings”, nor did I pay much attention to the print media presentations.” (in “We Never Went to the Moon”, pag. 7 ).

    Telepatia, premonizione, misteri… mi sembra più un discorso da mago Otelma che da scienziato.

    A parte il libro sulla Luna, il suo più grande successo è stata la serie di manuali su come mangiare bene con meno di un dollaro, ristampati moltissime volte tra il 1977 e il 1996. Ma immagino abbiano venduto bene anche i manuali sulla motocicletta, sul fai da te del contadino improvvisato, quello sulla vita hippie ispirato a Robin Hood, quello sulla difesa della privacy e pure le guide turistiche alle sorgenti termali del West. Ma questo potrebbe non avere importanza e Kaysing potrebbe avere avuto un notevole intuito e aver capito meglio di tanti tecnici la verità sulle imprese Apollo.

    Apriamo dunque il libro… Lo avete letto? Avete guardato le pochissime foto che vengono prese ad esempio della “truffa”? Proprio le foto più famose, quelle pubblicate da tutti i giornali dell’epoca e che ancora oggi la NASA diffonde sarebbero la prova della falsificazione. Proprio fessi alla NASA, almeno le avessero scartate, nascoste in qualche X-file…Analizzando quelle poche foto, oltretutto stampate sul suo libro in un modo indegno (si vede l’effetto moirè, quindi non sono tratte da originali ma sono state riprodotte male da altri libri), si sbizzarrisce con considerazioni di ottica, fotografia, ingegneria aeronautica, argomenti dei quali non conosce niente.

    Bill Kaysing infatti si è diplomato nel 1949 in letteratura inglese presso l’università della California del Sud (“Bachelor of Arts in English from the University of Southern California in 1949”). Ha lavorato alla Rocketdyne tra il 1956 e il 1963 come impiegato addetto alle pubbliche relazioni e alla scrittura di cataloghi e manuali. In pratica il lavoro che viene chiamato “copywriter” o più semplicemente “copy”, un lavoro qualificato, adatto ad un laureato in letteratura, ma certamente non un incarico tecnico. E poi vi ha lavorato solo fino al 1963 quando è stato licenziato, quindi ben prima delle missioni Apollo. Questo ovviamente getta una luce diversa sulle sue teorie e sui siti che lo descrivono come “un tecnico che ha lavorato per una ditta che forniva i motori alla NASA”.

    No, non era un tecnico e il suo libro è una massa di ridicolaggini scritta da un incompetente.
    Che è stato creduto da altri incompetenti, che non hanno voglia di informarsi seriamente.
    Troppa fatica vero?

  49. Eco il link di un sito chiamato Soviet Moon Images:

    http://www.mentallandscape.com/C_CatalogMoon.htm

  50. Diego Cuoghi ha scritto :

    Ogni tanto qualcuno riesuma Bill Kaysing.
    Bill Kaysing, certo, quello che ha dichiarato di non aver mai voluto vedere i filmati delle missioni Apollo e di aver capito tutto riguardo al complotto lunare della NASA non in base ad studi scientifici ma grazie a “premonizione, intuizione, telepatia inconscia, informazione attraverso qualche misterioso ed oscuro canale di comunicazione. Malgrado fosse tenue ed effimera alla fonte, era forte e vivida nella sua forma. In breve, una vera convinzione.”

    Il testo originale tratto dal suo libro: “Call it a hunch, an intuition: informations from some little understood and mysterious channel of communication… a metaphisical message. While tenuous and ephemeral at its source, it was strong and vivid in its form. In short, a true conviction. I watched none of the moon “landings”, nor did I pay much attention to the print media presentations.” (in “We Never Went to the Moon”, pag. 7 ).

    Telepatia, premonizione, misteri… mi sembra più un discorso da mago Otelma che da scienziato.

    A parte il libro sulla Luna, il suo più grande successo è stata la serie di manuali su come mangiare bene con meno di un dollaro, ristampati moltissime volte tra il 1977 e il 1996. Ma immagino abbiano venduto bene anche i manuali sulla motocicletta, sul fai da te del contadino improvvisato, quello sulla vita hippie ispirato a Robin Hood, quello sulla difesa della privacy e pure le guide turistiche alle sorgenti termali del West. Ma questo potrebbe non avere importanza e Kaysing potrebbe avere avuto un notevole intuito e aver capito meglio di tanti tecnici la verità sulle imprese Apollo.

    Apriamo dunque il libro… Lo avete letto? Avete guardato le pochissime foto che vengono prese ad esempio della “truffa”? Proprio le foto più famose, quelle pubblicate da tutti i giornali dell’epoca e che ancora oggi la NASA diffonde sarebbero la prova della falsificazione. Proprio fessi alla NASA, almeno le avessero scartate, nascoste in qualche X-file…Analizzando quelle poche foto, oltretutto stampate sul suo libro in un modo indegno (si vede l’effetto moirè, quindi non sono tratte da originali ma sono state riprodotte male da altri libri), si sbizzarrisce con considerazioni di ottica, fotografia, ingegneria aeronautica, argomenti dei quali non conosce niente.

    Bill Kaysing infatti si è diplomato nel 1949 in letteratura inglese presso l’università della California del Sud (“Bachelor of Arts in English from the University of Southern California in 1949″). Ha lavorato alla Rocketdyne tra il 1956 e il 1963 come impiegato addetto alle pubbliche relazioni e alla scrittura di cataloghi e manuali. In pratica il lavoro che viene chiamato “copywriter” o più semplicemente “copy”, un lavoro qualificato, adatto ad un laureato in letteratura, ma certamente non un incarico tecnico. E poi vi ha lavorato solo fino al 1963 quando è stato licenziato, quindi ben prima delle missioni Apollo. Questo ovviamente getta una luce diversa sulle sue teorie e sui siti che lo descrivono come “un tecnico che ha lavorato per una ditta che forniva i motori alla NASA”.

    No, non era un tecnico e il suo libro è una massa di ridicolaggini scritta da un incompetente.
    Che è stato creduto da altri incompetenti, che non hanno voglia di informarsi seriamente.
    Troppa fatica vero?

    Risposta implacabile e veritiera di Ettore :

    VERAMENTE, ad Onor del Vero, Bill Kaysing ha ricevuto (…e continua a ricevere !! ) Onori e Gloria da tutti quelli, e sono tantissimi, che hanno capito che diceva il Vero sulla questione della veridicità delle missioni Apollo !!
    Mentre tu, nel tuo meschino e vano tentativo di far credere che dodici astronauti americani sono stati sulla Luna, stai solo suscitando disgusto e compassione da tutti, (…MA PROPRIO TUTTI !! ) quelli che hanno letto i tuoi scritti in Internet, i quali hanno PERFETTAMENTE COMPRESO che, per oscuri motivi, cerchi solo di turlupinarli !!

    • Ettore, Onore e Gloria per tutti i secoli dei secoli amen. Guarda che se ti sente Albino….
      Ma Ettore, tu che sei depositario del Vero, orsù rendici edotti…. perchè gli americani avrebbero fatto tutto ciò? Quale recondito et misterioso motivo ha portato coloro a mentire?

      Ma soprattutto come mai gente che non sa di cosa sta parlando si atteggia ad esperta (senza magari chiedere a … dio ce ne scampi… un consulente) inventando le cose di sana pianta?

      E già che sai la Verità, mi spieghi perchè nella prima parte del libro di Sotiris (è il nome o il cognome?) si dice che le missioni Apollo sono vere e hanno trovato gli alieni e nella seconda false? Forse anche Sotiris fa parte di chi ha tentato di insabbiare tutto e nascondere la Vera Verità Verissima?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: