L’esagono di Saturno

La moderna tecnica della realizzazione di immagini dei pianeti ha rivelato una fattezza sconcertante del pianeta Saturno. Qualcosa di enorme, di strano e mai visto prima nel sistema solare. Nel 1979 la sonda Voyager rivelò l’esistenza di un perfetto esagono geometrico posto esattamente sul polo nord saturniano.

Esagono al polo nord di Saturno (Voyager 1 1980 NASA)

Nell’ottobre 2006 la sonda Cassini ha confermato l’esistenza di qusta straordinaria figura geometrica. Di tale struttura, grande 4 volte la Terra, che si estende sopra i 78 gradi di latitudine Nord, se ne parla poco perché la Nasa e gli altri ritardati che si occupano di astronomia non sanno formulare neanche uno straccio di spiegazione plausibile.

Classico comportamento dello struzzo da parte della scienza canonica: se non si spiega vagamente con la fisica einsteiniana/newtoniana meglio nascondere la testa sotto la sabbia.

Esagono al polo nord di Saturno

57 commenti to “L’esagono di Saturno”

  1. http://www.stukhtra.it/?p=799 non ne azzecchi una? possibile?

    • Verderame, mi hai fregato sul tempo. Disgraziato…
      Avevo trovato anch’io quella spiegazione e percio’ e’ inutile che la aggiunga, sebbene le fonti siano differenti.
      E comunque quello che hai trovato tu e io poteva essere rintracciato da molti altri con facilita’.
      Basta aver la voglia di cercare.

      • Esatto Giuliano, purtroppo però la voglia di cercare e documentarsi sono nemiche del buon senso, per cui…

        Cmq meglio così. mi diverto troppo con gli articoli di questo blog ^_^

    • Ah be’ allora se questa è la spiegazione stiamo tranquilli. Allora molto meglio le speigazioni sugli Ufo!
      E’ chiaro che la spiegazione è una presa in giro per gli idioti, leggetela bene!

  2. “perfetto esagono geometrico”
    L’esagono e’ perfetto ma solo nel disegno che hai messo, non nella foto scattata dalla sonda Cassini.

  3. Volevo proprio leggere la Galuppata di oggi. Non poteva mancare. E comunque l’esagono non è una forma così insolita in natura. A parte gli alveari, che sono perfettamente esagonali, è caratteristica di alcune formazioni cristalline.

    http://www.flickr.com/photos/kliza/2579035430/

    http://blog.travelpod.com/travel-photo/the_tardifs/thelongwayhome/1147743000/03-hexagonal_rocks.jpg/tpod.html

    Ma ovviamente quando uno non si documenta e anche se si documenta resta sempre della sua idea….

  4. cavolo… mi sa che questo argomento è stato sbufalato troppo velocemente…
    Albino portresti scrivere qualche altro argomento sul Blog? è più di un’ora che è fermo a 5 commenti… mi mancano già Grezzo e tutti gli altri amici che come me passano da qua… 🙂

  5. Infatti le immagini pubblicate da Galuppini sono simulazioni grafiche in 3D di Bjorn Jonsson ( http://www.mmedia.is/~bjj/ ), non le vere foto delle sonde Voyager e Cassini:

    E questa è la simulazione delle correnti che formano l’esagono di Saturno, ricreato in laboratorio dai fisici Ana Claudia Barbosa Aguiar e Peter Read dell’Università di Oxford (filmato che non si vedeva nella pagina linkata da Verderame)

  6. E invece secondo me quella e’ una foto vera di un particolare pesce d’aprile: il pesce palla!

  7. Albino Galuppini, che non fa caso alle date ma ha le unghie ormai estirpate dal continuo arrampicarsi sugli specchi, ha scritto:
    Secondo me si tratta di una foto vera spacciata per falsa!

    Questo è il vero vortice di Saturno fotografato dalla sonda Cassini:

    http://photojournal.jpl.nasa.gov/catalog/PIA11682
    http://www.jpl.nasa.gov/news/news.cfm?release=2007-034
    http://www.nasa.gov/mission_pages/cassini/multimedia/pia09188.html
    http://saturn.jpl.nasa.gov/news/newsreleases/newsrelease20091209/
    http://saturn.jpl.nasa.gov/photos/imagedetails/index.cfm?imageId=3385
    http://saturn.jpl.nasa.gov/photos/imagedetails/index.cfm?imageId=2549
    http://saturn.jpl.nasa.gov/photos/imagedetails/index.cfm?imageId=3266

    Qui una animazione composta da diverse fotografie
    http://www.nasa.gov/mission_pages/cassini/multimedia/pia09187.html

    Altre spiegazioni scientifiche di come si possono formare figure geometriche dalla rotazione di fluidi:
    http://arxiv.org/pdf/physics/0511251.pdf
    http://www.dtu.dk/upload/fluid.dtu/fluid/pdf_filer/2011-polygon-jfm.pdf

    Le immagini che hai pubblicato sono invece render 3D, illustrazioni.
    Nella prima immagine c’è la firma dell’artista Bjorn Jonsson.
    La seconda proviene da questo filmato in cui si vede una animazione in computergrafica 3D di Saturno:

    • Tra l’altro si vede anche ad occhio la differenza tra un rendering e una immagine fotografica,almeno in immagini di questo tipo. Nell’architettura è nettamente più difficile ma anche li’ possibile.

  8. Meno male che c’è Albino a spiegare i fenomeni fisici con la sua sapienza, altrimenti come faremmo?

    Quando spedirari la tua sonda, Albino? Visto che sei un grande scienziato non vediamo l’ora. Ah, aspetta un attimo, mi sto confondendo. TU NON HAI MAI FATTO UN CAZZO DI UTILE IN VITA TUA DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO.

    Ma informarti invece di sparare stronzate, ti viene così difficile?

  9. Albino, tu non fai caso alle date PERO’ dici che “sono immagini vere spacciate per false”.

    Ma le leggi le stronzate che scrivi?

  10. “Io non ti capisco”, disse il Tetragono all’Esagono.

    Incomunicabilità tra vertici.

  11. “Foto vere spacciate per false”

    E STICAZZI!

    dopo questa, è chiaro che siamo davanti ad un troll.
    Spara cazzate solo per aumentare i commenti ed il numero di visite del sito…non c’è altra spiegazione.

    Anche perchè, considerando che a parte Ettore e forse un’altro paio di personaggi di passaggio, non c’è nessuno che commenti seriamente (per i suoi canoni) i post e quindi perchè lasciare i commenti attivi ed attirare così solo insulti e figure barbine?

  12. e questa è una di quelle figure di merda di livello epico…si fidi albino lei è veramente un paio di braccia rubate all’agricoltura salvando i contadini che almeno hanno una dignita perchè lavorano con impegno senza fare dire puttanate

  13. credo sia un’omonimia l’autore di questo blog non è in grado di gestire un’azienda agricola al massimo può fare da prestanome.

  14. >Spara cazzate solo per aumentare i commenti ed il numero di visite del sito…non c’è altra spiegazione.

    Tranquillo, spariremo tutti una volta che verrà ridicolizzato nel suo “convegno internazionale”

  15. “Dovrei fare delle precisazioni, domani.”

    Pesce d’Aprile?

    Non rinunciare mai a scrivere un post il 1° Aprile, così, almeno una volta l’anno, puoi giustificarti.

    • Sono un GRAN CAZZARO BUFALARO di quelli che non se ne sono mai visti prima e voglio fare il record mondiale di cazzate per il Guinness.

      • E’ illuminante il fatto che mi rispondi solo a questo tipo di messaggio.

        Quando invece ti indico qualcosa di interessante per le tue “ricerche”, quando ti indico che hai sbagliato una affermazione e quindi dovresti informarti meglio e riformulare, fai lo gnorri.

        Nessuna risposta su “shooting stars” che furono notate e studiate proprio dagli astronauti Apollo per primi?

        Le missioni Apollo 15, 16 e 17 includevano degli esperimenti specifici per analizzare il fenomeno.

        http://lsda.jsc.nasa.gov/books/apollo/s4ch2.htm

  16. Purtroppo per te, carissimo Albino, ci sono IO….!!!!!!!!

    Sei ancora ben lontano dalle mie Profonde Riflessioni, purtroppo….!!!!

    Che vuoi farci, evidentemente sei solo un povero “Solo Umano” !!!!

    AH! AH! AH! AH! AH!

    Ettore

  17. http://fuckyeahspaceexploration.tumblr.com/post/19988218126/the-first-ever-man-made-thing-to-be-sent-to-the

    Giusto per ricordare al Galuppini che “con la tecnologia degli anni 60 non si poteva arrivare sulla Luna”.

  18. Ma sei scemoooooooo…..???????

    Con quell’affare fatto di lamiera e mazze di scopa….??????

    AH! AH! AH! AH! AH!

    Certo che voi astronautici da strapazzo siete unici nel farvi turlupinare !!!!!!

    Andate a nascondervi nei vostri anfratti !!!!!!!! CRETINETTIIIIIIII !!!!!!!

    Ettore

    • Ah ah ah ettore sei un coglione ah ah ah.

      Quel “coso” è arrivato sulla Luna. Tu invece se riesci ad arrivare dal letto al cesso è una conquista dell’evoluzione.

  19. >Con quell’affare fatto di lamiera e mazze di scopa….??????

    Certo Ettore, e tu invece le sonde come le costruisci? Ah, già, anche tu come Galuppini non costruisci proprio un cazzo. Sapete sputare solo sul (duro) lavoro altrui, ma tu e Albino dal punto di vista tecnologico riuscireste al massimo a fare delle pietre di selce scheggiate come un homo abilis, solo che loro avevano una capacità cranica inferiore alla vostra, che ahinoi fate parte di una specie più evoluta.

  20. > ahinoi fate parte di una specie più evoluta.

    Non ne sono più troppo sicuro.

    Comunque, quella sonda è del 1959. dico, più di 50 anni fa… ma secondo Ettore di cosa son fatte le sonde spaziali?

  21. Perchè…????? Non ve ne siete ancora accortiiiii…..??????????

    POVERA GENTEEEEEE…….!!!!!!! – CHE TRISTEZZAAAAAAAAAAA…………….!!!!!!!!!!

    In fondo è solo una questione di buon senso, nevvero ????

    Voi poveri astronautici siete davvero irrecuperabili!!!

    IL BELLO è che non vi rendete neppure conto della….”COLOSSALE FIGURACCIA MINCHIONESCA” che avete fatto sui vostri forum !!

    MAH….!!!

    ….Si vede che per noi LA REALTA’ DEI FATTI ha una certa Importanza !!

    NEVVERO ?

    Ettore

    • Certo, certo, adesso vai all’ufficio di collocamento

    • Non so di che forum si tratti, ma tranquillo che pure mettendoci del loro meglio, credo sarebbe impossibile superare le tue di ”COLOSSALE FIGURACCIA MINCHIONESCA” assieme al Galuppini e alle sue prefazioni incoerenti.

      PS: Sbaglio o Galuppini come Sofias non distingue un render da una foto? che l’allievo emuli il maestro, o semplicemente Sofias da qui non c’è mai passato? mmmmmmmm Galuppini Galuppini…

      • PERCHE’…..?????

        Vorresti dirmi (A me ed anche ai Gentili Lettori, ovviamente !!!) Che non sei un Astronautico…?????

        AH! AH! AH! AH! AH!

        FALSO E BUGIARDO come pochi…..!!!!!!!!

        Ma se siete gli UNICI a propagandare i dogmi astronautici della NASA….!!!!!!

        UH! UH! UH! UH! UH!

        CHE CRETINETTIIIIIIII !!!!!!!!!!!

        Ettore

  22. Plaudo ad Ettore, omo d’ingnegno (IGNEGNO, non è un errore) defecante monti di liquame per salvar popolazioni ed armenti da sicure catastrofi telluriche.
    Ora il mio plauso a Lui, che defecando assai, come sua abitudine, rende qualsiasi luogo frequentato dalle sue flautolenti opinioni e bòttinici pensieri unicamente unico, trasformandolo in Merdajo di fantastiche proporzioni.
    I suoi pensieri fertilizzanti, con ben poca fatica, molto più simile a Merdajo questo bloggo resero.

  23. il sinacco di parelolopi cia raggione perce erote eu cognone e li biaciono ance i vanvini bicoli io viggiuro ce selo trobo pesrada lo sciacio soto la macinaamme no more e noci rombe pui cogioni speramo ce more e lo magiono i bemmi

  24. OPPSSS….!!!

    Ho ritrovato il sito dei MINCHIONIIIII…..!!!!!!

    EH! EH! EH! EH! EH!

    OLTRETUTTO mi risulta che sul vostro forum di Astronautica siete CONVINTISSIMI della….” BONTA’ ” delle missioni Apollo !!!

    http://www.forumastronautico.it/index.php?board=77.0

    COM’ E’….??
    Ragioni al contrario rispetto ai tuoi….”compagni merenderi astronautici” ?

    P.S.
    E adesso ditemi in tutta sincerità, cari lettori ! Ma si può essere più coglioni di così ?

    • Ettore sei atteso per un ‘mortal kombat’ con Cuoghi, non scappare!

      • Già. Il livello del tuo contradditorio è questo: visto che vieni smentito subito e non sai come replicare, se non a pappagallo, butti tutto in caciara. In questo, Ettore è un tuo compagno formidabile. Guarda che il tuo atteggiamento è quello di chi non ha argomenti. Renditene conto.

        • Oggi poriggio risponderò anche alle condizioni ‘politiche’.
          Argomenti quali?
          Il lem non aveva abbastanza energia per rimanere 4 o 5 giorni al sole cocente in continuazione. Se non altro per raffreddare l’abitacolo.

      • > Il lem non aveva abbastanza energia per rimanere 4 o 5 giorni al sole cocente in continuazione. Se non altro per raffreddare l’abitacolo.

        Perchè il LEM era in un parcheggio a Rapallo a luglio? Albino… sulla Luna non c’è atmosfera, quindi l’ambiente non si riscalda. Non c’è bisogno del climatizzatore sul LEM.
        Riprendo da quel link che lei si ostina a non leggere:

        Il sistema di supporto vitale chiamato Environmental Control Subsystem (ECS), ha il compito di fornire condizioni vivibili per i due astronauti quando il LEM è separato dal CSM e permettere la depressurizzazione e la pressurizzazione della cabina, in base alle esigenze della missione. Deve mantenere la cabina entro un range di temperature accettabili e deve fornire l’acqua necessaria agli astronauti e alle varie apparecchiature di bordo, per il sistema antincendio e per il sistema di raffreddamento.
        Lo Heat transport section (HTS); si occupa del controllo termico che è allo stesso tempo attivo e passivo.
        Il controllo termico attivo consiste in un circuito di raffreddamento nel quale circola una miscela di acqua e glicole etilenico e attraversa le attrezzature generatrici di calore, situate all’interno ed all’esterno della cabina pressurizzata, per mantenerne la temperatura in un intervallo che permetta il loro funzionamento. Il calore è disperso in primo luogo grazie a radiatori, quello che rimane è eliminato tramite sublimazione di acqua in gas (si usa la sublimazione perché ci si trova nel vuoto). Un circuito di raffreddamento di emergenza permette di compensare una eventuale avaria al circuito principale.
        Al fine di assicurare un controllo termico passivo, tutto il pavimento è coperto con diversi strati di film riverberante per il calore, che funge anche da scudo contro i micrometeoriti. La protezione primaria consiste di 25 strati di mylar su uno stand di alluminio, di 4 cm di distanza dalla struttura, con piccoli appezzamenti di nylon. Nelle zone esposte al fuoco dei motori viene applicato uno speciale “H-film” formato da materiali con più alta resistenza al calore.

        Ora, detto ciò, se nessun tecnico tecnico aerospaziale ha mai detto “ma guarda che sta roba non funziona!”, io mi fido. Non sono onniscente. Non ho la presunzione di sapere come può funzionare il sistema di raffreddamento di un LEM. Se lei, Albino, mi può dimostrare, dati alla mano con gli scambi di calore e le potenze necessarie, che questo sistema non funziona, lo dimostri e io sarò disponibile a crederle.

        • > Il lem non aveva abbastanza energia per rimanere 4 o 5 giorni al sole cocente in continuazione. Se non altro per raffreddare l’abitacolo.

          Perchè il LEM era in un parcheggio a Rapallo a luglio? Albino… sulla Luna non c’è atmosfera, quindi l’ambiente non si riscalda. Non c’è bisogno del climatizzatore sul LEM.

          Questa sarebbe una risposta?
          Mi riferivo all’ambiente interno esposto continuamente alla luce solare diretta. probabilmente l’esterno del lem doveva raggiungere, se fossero andati, qualche centiaio di gradi di temperatura sul lato esposto al sole. Come diamine riuscivano a raffreddarlo?

      • OH MIO DIO….!!!

        ALLORA, secondo voi ” Astronautici ” (…nome FOLLE per eccellenza !! ) i “piatti” (…piedi ) e le “gambe” del Lem, in metallo suppongo, sarebbero sensibili alle radiazioni del Sole a tal punto DA DOVER ESSERE PROTETTE da un tipo SPECIALISSIMO di carta stagnola rossiccia; mentre la cabina superiore, dimora di due FORTUNATISSIMI astronauti (…ovviamente americani ! ) e gli stessi mentre saltellano gioiosamente sulla Luna con le loro tutine in kevlar,…. NO !!!!

        P.S. TERRIBILE…..!!! – La follia dilaga sempre di più !! – Nevvero cari e TRAUMATIZZATI lettori ??

        AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! – Ogni volta più spassoso questo blog !!!

        TROOOOPPO BELLO…….!!!! – AH ! AH ! AH ! AH !

        Ettore

  25. MA LASCIAMO SOLO PERDERE, DAI….!!!

    Nei suoi panni mi avvierei verso la rupe !!

    Nevvero cari e intelligenti lettori ?

    AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH !

  26. >Questa sarebbe una risposta?
    Mi riferivo all’ambiente interno esposto continuamente alla luce solare diretta. probabilmente l’esterno del lem doveva raggiungere, se fossero andati, qualche centiaio di gradi di temperatura sul lato esposto al sole. Come diamine riuscivano a raffreddarlo?

    Albino, ci vogliono dati tecnici, ti ho già detto che le tue onpinioni campate in aria non servono a nulla, devi prendere i dati tecnici alla mano e dimostrare che le cose che dici sono vere. Le parole da sole non valgono la carta igienica usata

  27. Ma visto che sei terra a terra quanto a nozioni fisiche, ti spiego una cosa molto semplice. Agosto pieno, a mezzogiorno stai un paio d’ore sotto il Sole senza protezioni. Quando ti saranno passate le ustioni ripeti l’esperimento, stando sotto un’ombrellone. Magicamente vedrai che il Sole non ti ha cucinato.

    Il modulo era rivestito anche di superfici riflettenti, ignorante.

  28. Albino: “Questa sarebbe una risposta? Mi riferivo all’ambiente interno esposto continuamente alla luce solare diretta. probabilmente l’esterno del lem doveva raggiungere, se fossero andati, qualche centiaio di gradi di temperatura sul lato esposto al sole. Come diamine riuscivano a raffreddarlo?”

    Fantastico, hai letto solo le prime tre righe. Dài, su, continua a leggere: anche se è faticoso lì c’è scritto “come diamine facevano a raffreddarlo”. Ad un certo punto, sorprendentemente, troverai che “la protezione primaria consiste di 25 strati di mylar su uno stand di alluminio, di 4 cm di distanza dalla struttura, con piccoli appezzamenti di nylon”. Ripeto: 4 cm di distanza dalla struttura. E in quei 4 cm c’è il vuoto, che come spero saprai NON CONDUCE CALORE.
    Ora, se vuoi confutare questi fatti, ti metti lì e senza usare dei “secondo me”, “si fidi”, e dei “così va il mondo” me lo dimostri.

  29. Ettore1 scrive:
    3 aprile 2012 alle 08:28
    OPPSSS….!!!

    Ho ritrovato il sito dei MINCHIONIIIII…..!!!!!!

    EH! EH! EH! EH! EH!

    OLTRETUTTO mi risulta che sul vostro forum di Astronautica siete CONVINTISSIMI della….” BONTA’ ” delle missioni Apollo !!!

    http://www.forumastronautico.it/index.php?board=77.0

    COM’ E’….??
    Ragioni al contrario rispetto ai tuoi….”compagni merenderi astronautici” ?

    P.S.
    E adesso ditemi in tutta sincerità, cari lettori ! Ma si può essere più coglioni di così ?

    —————————————————————————————————————————————–

    BEH….!!! – Ad Onor del Vero l’autore che ha pubblicato questo post sopracitato non sono io !!

    Ettore1 (…il Vero ! )

    P.S.
    Tanto per precisare….!!!

  30. Egregio dottor Galuppini, mi associo alla richiesta postale altrove e le chiedo:
    quanta gente c’era al convegno/presentazione dei libri? Si potrebbe avere per cortesia una foto del pubblico? Si potrebbe avere per cortesia un resoconto del convegno/presentazione dei libri?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: