L’ultimo scettico della scienza

Il 6 agosto il rover Curiosity atterrerà su Marte con una procedura lunga 7 minuti. Si tratta di un’operazione complessa perché la sonda pesa 900 kg rimpinzata com’è di strumenti.
Copio e incollo la sequenza di discesa come riportata dal Sole 24ore (°):

In poche parole, il Rover affronterà la rarefatta atmosfera marziana racchiuso dentro al suo guscio, dove in quattro minuti la velocità passerà da 5,7 a 0,4 chilometri al secondo. A quel punto, potrà entrare in funzione il paracadute, rallentando ancora il proiettile terrestre da 10 chilometri d’altezza fino a 3,7: dopodiché, guscio e paracadute si staccano. L’ultima fase di frenata tocca ai quattro razzi laterali. Fino all’ultimo capolavoro mai tentato prima: il sistema-motore si stacca, lasciando appeso Curiosity a una specie di cordone ombelicale che lo appoggia per terra. Due secondi dopo, il rover conferma l’atterraggio e scoppiano le ultime cariche esplosive per far volare via la struttura superiore e il cordone.
Se le cose andranno veramente così, Curiosity – il cui nome ufficiale è Mars Science Laboratory – raggiungerà Marte in grado di tramettere alla Terra tutto quello che avete sempre voluto sapere sul pianeta rosso. Viceversa, sarà il silenzio assoluto. Quei sette lunghi minuti, prima di ricevere il segnale radio che dice «sono vivo», sono un capolavoro drammaturgico. Hollywood non avrebbe saputo fare di meglio.

Sembra tutto molto bello, non trovate?
Ma c’è un ma grande come una casa, anzi come un pianeta. Che tutto ciò non può avvenire perché l’atmosfera di Marte è troppo rarefatta per rallentare con un paracadute un oggetto di quasi una tonnellata.

Secondo Wikipedia (*) la pressione media marziana sarebbe attorno ai 600 pascal figuriamoci in quota a 10 km di altitudine. Tanto che l’atmosfera di Marte è considerata fisiologicamente un vuoto. Nessun paracadute è in grado di funzionare con quella tenuissima pressione. Inoltre il resto della sequenza di eventi è talmente complesso da apparire inverosimile. Si tratta, con tutta probabilità, di una messa in scena cinematografica e non è un caso che l’articolo faccia continuamente riferimento a Hollywood, notatelo.
Dobbiamo la scoperta del “paracadute impossibile” su Marte a Ralph Rene’ compianto ultimo scettico della scienza autore, oltre di Last Skeptic of Science, di Nasa Mooned America.

Ultima fase disegnata dell'atterraggio di Curiosity(*http://en.wikipedia.org/wiki/Atmosphere_of_Mars
(°) http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2012-07-27/terramarte-minuti-paura-205413.shtml?uuid=AbvkJDFG

Grafico della pressione atmosferica su Marte

Potete osservare che a 10 km di altitudine la pressione atmosferica sul pianeta rosso è circa 2,5 millibar = 250 pascal cioè insufficiente a dispiegare un paracadute di qualunque dimensione.

131 commenti to “L’ultimo scettico della scienza”

  1. Ed ecco il parere dell’uomo che ne sa… è incredibile quanto sei scemo galuppa!!!

  2. Riporto anche qui il riassunto degli ultimi mesi:
    A maggio ha organizzato un convegno al cui hanno partecipato solo lui e sotiris, vile greco che rinnega ciò che scrive nei propri libri che però continua a spacciare. Ovviamente non ci è stato dato nessun dettaglio su questo convegno “importantissimo”. Purtroppo poi ci sono stati i terremoti in Emilia Romagna e il galuppa ha colto la palla al balzo per tentare di deviare l’attenzione dal convegno alla fuffa bendandiana pronosticando terremoti ( profezie MAI azzeccate) al ridosso del passaggio di Venere fra noi e il sole. Successivamente ha organizzato un nuovo convegno bomba ed ha profetizzato un terremoto che avrebbe dovuto esserci fra il 13 e il 16 luglio ( indovinate…). Ora il periodo della previsione è passato, il convegno anche e il galuppa cosa fa? Se ne esce prima con un articolo inutile su una qualche forma di inadeguatezza Nasa e ora con questo articolo inutile che parla di cose di cui ovviamente lui non sa nulla… mmmh… mamma mia che persona rispettabile e seria che è questo albino galuppini…

  3. Su, siamo sinceri…
    Questo blog non ha motivo alcuno di esistere, a parte forse ospitare i buffi interventi di Ettorino.
    Infatti ve lo dico molto chiaramente. Se non ci fosse Ettorino io qui non ci verrei.
    Però, siccome io ho delle mete importanti da raggiungere, e cioè:
    1) Annientare definitivamente il virgulto tomo pinerolense;
    2) fargli entrare in quella zucca dura come il marmo che le missioni Apollo sono vere;
    3) presentarlo a mio padre, che ne ha sentito parlare ma ora è curioso di conoscerlo di persona;
    4) parlarvi di tutte le varie marachelle che ha combinato da 10 anni a questa parte;
    5) fargli da testimone al suo matrimonio con Oronzo Trombone;
    6) studiare il comportamento dei “bemmi” una volta che sarà schiattato;
    7) e in ultimo, accaparrarmi le sue ballerine più lussuriose.
    Eh, vedete quante cose ho da fare?

  4. Rover spediti su Marte dalla NASA: 3, prossimamente arriva il 4°

    Rover spediti su Marte da Albino: 0
    Rover spediti sulla Luna da Albino: 0
    Contributi al programma spaziale di Albino: 0
    Importanza delle opinioni di Albino sulle missioni spaziali: 0
    CUltura di fisica di Albino: 0
    Importanza di questo articolo su internet: -195982658473987982682654654687987298798298654

  5. Ovviamente i dati che riporto si applicano anche a Ralph René, che nonostante tu continui a citarlo come chissà chi non è altro che un coglione che ha la tua stessa cultura in fatto di esplorazione spaziale.

  6. Vediamo la densità media dell’atmosfera, già che la presenza di anidride carbonica, molecola discretamente “pesante” ed abbondante su marte (93,5%) cambia qualcosa…
    Sulla terra: Mean molecular weight: 28.97 g/mole
    Su marte: Mean molecular weight: 43.34 g/mole
    Sarà significativo? Mah…

  7. Mi permetto di far notare che la velocità del paracadutista medio sul pianeta terra è di gran lunga inferiore a quella con cui Curiosity entrerà nell’atmosfera marziana. Se le leggi fisiche non valgono solo in casa mia, questo dovrebbe variare il coefficiente di resistenza imposta dall’aria, anche se più rarefatta. Inoltre il paracadute fornirà una semplice RIDUZIONE della velocità.

    C’è anche da dire che se sappiamo che l’aria è rarefatta lo dobbiamo alla NASA e alle sue ricerche… che sono chiaramente tutte false.

    In ultima analisi, secondo me la NASA ha sempre detto puttanate, e su Marte c’è un’atmosfera così densa da permettere un atterraggio con paracadute persino all’intero Phobos

    • Sbagli, la NASA non sa nulla dell’atmosfera di Marte, visto che non ci è mai arrivata, come non è mai arrivata sulla Luna.
      Questo sbarco avverrà chiaramente su un set cinematografico allestito nel Deserto del Mojave….

      • E poi ovviamente tutti questi discorsi che noi facciamo sono su internet, quindi non è vero niente perchè internet è uno strumento dei poteri forti!

      • Mi hai convinto! E come fonti altamente scientifiche ti posto non solo wikipedia l’infallibile, ma persino il sole 24 ore!!!

    • Secondo me l’atmosfera marziana è densa come il Mc Flurry al pistacchio con gli Smarties.

  8. Vi ricordate di questa frase?

    “Come nei cartoni animati, una palla di nve che rotola a valle può divenire una valanga. Idem il sasso nello stagno può generare onde sempre più grandi.”

    E cosa volete spiegare, seriamente, ad un intelletto superiore di tal specie?

  9. Sempre in attesa che ci sia qualcuno “that will be the first who will like your posts”, chioso:

    “Nessun paracadute è in grado di funzionare con quella tenuissima pressione.”

    Neanche uno molto più grande di quanto servirebbe sulla Terra? Che c’entra poi la pressione al suolo con l’attrito creato da una (seppur) tenue atmosfera? Mai sentito parlare di velocità di un corpo e dell’attrito che esso subisce quando attraversa un fluido gassoso?

    Ma soprattutto, sto ancora qua a parlare al Re degli Ignoranti?

    Galuppini… puppa, va là.

    • Sempre in attesa che ci sia qualcuno “that will be the first who will like your posts”, chioso:

      “Nessun paracadute è in grado di funzionare con quella tenuissima pressione.”

      Neanche uno molto più grande di quanto servirebbe sulla Terra?

      No, la pressione atmosferica su Marte DICONO è meno di 100 volte quella terrestre. Quanto dovrebbe essere grande un paracaduta?

      Che c’entra poi la pressione al suolo con l’attrito creato da una (seppur) tenue atmosfera?

      Considerando che mentre ad eesempio un paracadutista parte con velocità verticale = 0 l’oggetto in questione arriva già con una grandissima velocità. Ammesso che il paracadute si apra non c’è assolutamente abbastanza attrito per rallentare seriamente il ‘proiettile’ come viene opportunamente e non a caso chiamato nell’articolo.

      • Anche la pressione atmosferica terrestre è meno di cento volte la pressione atmosferica terrestre… 😕

        Infatti è uguale ad un centesimo del valore che moltiplichi per cento.

        😆 LOL! 😆

      • Galuppa… torniamo a monte… non sei in grado di spiegare cose semplici, come puoi sperare di capire ciò che fanno gli ingegneri della NASA? Ma non ti rendi conto di quanto sei meschino, ridicolo e penoso?

      • Meggo Tirimbaus scrive:
        30 luglio 2012 alle 13:17

        Anche la pressione atmosferica terrestre è meno di cento volte la pressione atmosferica terrestre… 😕

        Infatti è uguale ad un centesimo del valore che moltiplichi per cento.

        ————————————————————————————————————————

        PROVA INCONFUTABILE che sei veramente stupido !! (…non puoi negarlo !! )

        p.s. E VABBE’…..!!! – Contento tu…!

      • “Considerando che mentre ad eesempio un paracadutista parte con velocità verticale = 0 l’oggetto in questione arriva già con una grandissima velocità. Ammesso che il paracadute si apra non c’è assolutamente abbastanza attrito per rallentare seriamente il ‘proiettile’ come viene opportunamente e non a caso chiamato nell’articolo.”

        Masseiscemo? Ma lo leggi quello che scrivi o le parole ti drenano direttamente dalla ghiaia che hai nel cervello?

        Se c’è un fluido gassoso, benché rarefatto, c’è attrito! La gravità è una costante universale, opportunamente rapportata alla massa! Se sai quant’è la gravità, la velocità di caduta e la densità dell’atmosfera PUOI APRIRCI UN PARACADUTE DELLE DIMENSIONI ADATTE!

        ASINO! NON E’ NEMMENO FISICA DELLE ELEMENTARI! E’ BUON SENSO!!! ASINACCIO D’UN ASINACCIO!!!!

      • Dammi i calcoli matematici di queste tue assunzioni e ti giuro che ti crederò!

    • Allora, caro ettore, se la pressione terrestre è in media di 1014 millibar, cento volte questa pressione è 101,4 bar, di conseguenza la pressione atmosferica di marte è senz’altro inferiore a 100 volte quella terrestre. 🙄
      E forse anche la tua capacità cranica è 100 volte inferiore alla media, anche se forse 😀 contiene TRE GRUMI di roba…

  10. AH…!!! Perché voi non siete coglioni che credete ancora che Ettorino non è andato sulla Luna ?

    Ettore1 @ 04 Jun 2011 – 11:18)
    Citazione (Marvin)
    Ma perchè, invece di offendere gratutitamente chi ti dice dove stai sbagliando, non vai sulla luna per controllare che cosa c’era mai in quel pacchettone chiuso sotto al modulo??
    ———————————————————————————————————-
    E chi ti dice che non ci sono andato….??
    ” Solo Umano ” MINCHIONE che non sei altro !!!
    Ettore

    E questa è una prova assolutamente inconfutabile che anche Ettorino (oltre i 12 astronauti americani + 6 che ci orbitavano intorno) è andato sulla Luna.
    Il perché rimane però un mistero, anche se io ho una teoria…
    Ci sarà forse andato per… recuperare il senno?
    A voi l’ardua sentenza, cari lettori (si fa per dire !)

    AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH !

    • Ma cosa c’entra questo con il tema… ” L’ultimo scettico della scienza ” ???

      Madonna quanto sei stupido….!!!

      p.s. Spero solo che tuo padre, visto che è abbastanza famoso, non venga a sapere che il suo unico figliolo non è per niente migliore dal cosidetto “Trota”, figlio di Umberto bossi !!

      EH ! EH ! EH ! EH ! EH ! EH !

    • accaparrarmi le sue ballerine più lussuriose.

      ————————————————————————————————————————-

      MA FIGURATI SOLO……!!!! – Come ti vedono ti sputano in faccia !!

      IH ! IH ! IH ! IH ! IH ! IH ! IH ! IH ! – ( Mamma mia che ridere….!!! )

      • Perché Ettorì?
        Io sono un bel ragazzo, e soprattutto pieno di soldi grazie ai continui finanziamenti di mio padre!
        Anche se stavo pensando di arruolarmi nei carabinieri. Che ne dici? E’ una buona idea?

  11. Last Skeptic of Science era un libro scritto da Ralph Rene’ che è stato il primo, che io sappia, a notare il paradosso dell’impiego di paracadute su Marte.

    —————————————————————————————————————————-

    CHE FAI ADESSO…..??? – Dai ragione a Galuppini..??

    P.S. ( ovvero ! ) PROVA SERIA che non sei fermo di cervello !! – Nevvero cari e attenti lettori….?

    OH ! OH ! OH ! OH ! OH ! OH !

  12. Ettore sei un imbecille. È inutile che cerchi di rigirare su me le tue peculiarità! Continui a usare locuzioni a casa tipo “prova inconfutabile” o “ad onor del vero” senza sapere cosa vogliano dire… come può essere un ignorante,limitato,caprone come te essere il portatore di una verità così sconvolgente? È questo che non capite voi complottisti: siete ridicoli, incompetenti, incapaci e insultate gli altri quando siete voi (tu,galuppini,sotiris) che non capite o fate finta di non capire, per non rinunciare alla vostra deviata popolarità, ai vostri guadagni illeciti ed al vostro perverso piacere di prendere in giro persone più stupide di voi!

    • E poi raglia, offendendo gli Asini.

    • L’incoerenza, la loro perniciosa incoerenza, unita alla dabbenaggine nel citare qualsiasi teoria e/o dubbio come prova inconfutabile è la loro maledizione.
      Coerenza, precisione e intelligenza, come fa la loro “controparte”, la NASA.
      E con questo vi ho dato un consiglio, cari complottisti.
      “Know your enemy”, si dice, cioè conosci il tuo nemico. Ci sarà pure un buon motivo, per farlo. Solo mi pare difficile che ci arriviate, ci vogliono argomenti solidi, non baggianate, ed oltretutto una condotta del genere scremerebbe notevolmente il numero dei vostri affezionati.
      Quantità o qualità?

  13. Insomma, con mio grande gaudio e tripudio, stiamo annientando ben bene Ettore anche in questo topic. Benissimoooo…!!! La cosa mi fa mooolto piacere, statene pur certi…!!!
    Alle prossimine.!

  14. Galuppini,

    sei un negazionista come lo sono quelli che negano l’esistenza dell’Olocausto.
    Stessa forgia, stesso approccio sbagliato ai fatti, stessa ignoranza.
    Tu odi loro e chi usa il termine “negazionista”, ma non ti accorgi di essere COME loro.

    Negazionista.

  15. @Galuppini
    >> Arrivi tardi perchè ci aveva già provato l’attorucolo di nome Tom Hanks ad accostare le due cose. Sei un ritardato.

    Io non ho associato le due cose, deficiente. Io ho associato il tuo comportamento a quello di chi nega l’Olocausto poiché avete lo stesso approccio: negazione dell’evidenza, travisamento dei fatti, illogicità spinta.

    Tu SEI un negazionista. Oltre che un povero becero troll sottosviluppato, s’intende.

  16. Interessante questo !!

    —————————————————————————————————————————

    Messaggioda mastersgn » 6 settembre 2006, 15:48
    Allora, visto che il caro Ettore non ha voglia di mettere prove quì!!..vene posta alcune (dette da lui ovviamente che ho trovato nei link:

    1): proposito delle foto lunari !!

    Mi spieghi, caro Aldus, come hanno fatto gli astronauti lunari a scattare migliaia e migliaia di foto sulla Luna nel breve tempo che ci sono stati ? – – (…ma non avevano nient’ altro da fare??)

    Ettore

    2)Presso il sito
    http://www.moontruth.com
    c’è un inquietante filmato che rivela dei sorprendenti retroscena riguardanti la celebre ipotesi secondo la quale nessuno è mai andato sulla Luna e i filmati delle missioni Apollo (la cui ultima missione risale quasi esattamente a trent’anni fa) sono stati girati in studio.

    Se vi incuriosisce, andate a vedere il filmato e NON LEGGETE OLTRE. Proseguite la lettura dopo aver visto il filmato. Per certi shock ci vuole la mente sgombra da pregiudizi.

    Ebbene sì, è una burla, e di quelle molto ben fatte. Se leggete attentamente il testo della pagina iniziale, si capisce tra le righe che stanno dicendo che è uno scherzo: “This footage was clearly shot in a studio, and is clearly meant to represent the Apollo 11 moon landing. The attention to detail is staggering. The intention is clearly to fool viewers into believing that it is genuine”, dice la pagina: “Questo filmato è stato chiaramente girato in uno studio ed è evidente che intende rappresentare l’allunaggio dell’Apollo 11. L’attenzione prestata ai dettagli è stupefacente. L’intenzione è chiaramente quella di ingannare gli spettatori e far loro credere che è autentico”. Parole che, se riflettete un attimo, sono perfettamente calzanti nel descrivere l’intenzione della burla: ingannare gli spettatori e far loro credere che è un filmato autentico della NASA.

    La cosa più simpatica e sofisticata è che se cercate nella cache di Google le parole chiave lasciate appositamente dagli autori (“Ikegami Tube Camera”, “Symond Lewis”), scoprite che il sito aveva delle pagine aggiuntive che spiegavano tutti i veri retroscena, e che gli autori le hanno rimosse intenzionalmente, sapendo che sarebbero però rimaste nella cache di Google, a disposizione di chi sa usare bene i motori di ricerca.

    3)Secondo te caro Luca è falso quello che mi ha raccontato il mio amico americano ? – Cioè che tutti gli astronauti che sarebbero stati sulla Luna, o che ci avrebbero girato intorno, (…in totale sarebbero una ventina!) hanno sempre declinato gli inviti a tenere una conferenza nelle sedi degli astrofili americani ?? – E se è così, mi sai spiegare il perchè ?

    4)Dopo lunghe ricerche in Internet e sui trattati scientifici ed astronomici, non sono riuscito a trovare nulla di dettagliato, con date e nomi, sugli esperimenti che verrebbero effettuati pure oggigiorno tramite “cannone laser terrestre” e “retroriflettori lunari”!! (… questi ultimi posizionati sulla luna dagli astronauti dell’ Apollo !)

    MA NON SOLO !!! – Un mio amico astrofilo mi ha pure detto che gli Osservatori Astronomoci che possiedono il “cannone laser” (…in America, uno in Francia, uno in Italia e mi pare pure in Russia!) sui loro siti in Internet NON accennano minimamente a questi “retroriflettori lunari”!!! – Mentre invece descrivono abbastanza dettagliatamente i loro numerosi esperimenti col “cannone laser” !!!

    E’ FALSA, secondo te, questa storia che mi ha raccontato questo mio amico astrofilo !!

    5)Mi sai spiegare perchè la NASA non ha mai citato in tribunale Bill Kaysing per il suo best seller (…è stato venduto in centinaia di migliaia di copie solo negli USA !!) dal titolo “Non siamo mai andati sulla Luna”??

    E, SOPRATTUTTO, perchè non ha querelato per diffamazione la FOZ (…celeberrima e molto accreditata rete televisiva americana!) per il suo documentario trasmesso alle ore 21 (…ora di massima audience!!) del 18-2-2001 in tutti gli USA che spiegava abbastanza dettagliatamente che tutte le missioni degli Apollo sulla Luna non hanno mai mandato alcun astronauta sul nostro Satellite ?? – (…vedi il sito citato precedentemente da Pippo682 della UAI – Unione Astrofili Italiani !) – In effetti la Nasa non ha neppure tentato di controbattere queste affermazioni della FOX !! Si è solo limitata a dire: si lo abbiamo fatto ! – – (…un po’ poco!! Non trovi ??)

    EPPURE SAREBBE STATO SUO DOVERE DENUNCIARE LA FOX !! – PER RISPETTO DI SE STESSA, PER RISPETTO DEI CONTRIBUENTI AMERICANI E SOPRATTUTTO PER RISPETTARE LA MEMORIA DEGLI ASTRONAUTI CHE PER IL LORO NOBILISSIMO SENSO DEL DOVERE CI HANNO RIMESSO LA LORO VITA !!! – – (…e questo non puoi negarlo, ad Onor del Vero !!)

    6)Nel 1962 la tensione fra America e Russia era giunta ai massimi livelli. All’apice della guerra fredda, c’era stata la crisi dei missili di Cuba, che aveva portato Kruschev e Kennedy a giocarsi la partita su un bluff e contro-bluff a livello mondiale, vinto dal secondo a rischio di uno scontro atomico.

    Russia e America, semplicemente, stavano cercando di dividersi il mondo.

    In tutto questo, l’America era partita nettamente in ritardo nella corsa allo spazio, e mentre loro erano appena riusciti a mettere in orbita uno scimpanzè, sulle loro teste passava beffardo il “cosmonauta” Yuri Gagarin, che diventava così il primo essere umano ad essere uscito dall’atmosfera terrestre.

    Qualche mese dopo, Kennedy rilanciava a sorpresa, annunciando che l’America avrebbe “messo un uomo sulla Luna prima della fine del decennio”. Quello che accadde dopo, fra lui e i dirigenti NASA, ha cominciato ad emergere soltanto negli ultimi anni, ma pare che sia stato un vero e proprio putiferio. Sarebbe infatti impossibile, a detta di ogni scienziato che si rispetti, che un qualunque essere vivente attraversi addirittura le Fasce di Van Allen, altrochè arrivare sulla Luna. (Le F. sono una stretta e poderosa cintura di radiazioni, che va da un polo all’altro della Terra, e che a sua volta protegge la Terra dalle radiazioni cosmiche, ma alla quale è impensabile per noi anche solo avvicinarsi. Ci hanno provato, negli ultimi anni, gli astronauti dello Shuttle, con risultati ben poco confortanti).

    Non sappiamo quindi in che momento esatto possa esser nata l’idea di “fingere il tutto”, ma fra quel giorno e il fatidico 1969 – scadenza dell’impegno preso pubblicamente da Kennedy- qualcuno deve di sicuro averci almeno pensato.

    Curiosamente, fu proprio l’assassinio di Kennedy a fare da pietra miliare nella storia della comunicazione, nel senso che molti oggi fanno risalire a quell’evento l’inizio della cosiddetta “era mediatica”, nella quale – come avrebbe poi puntualizzatio Mac Luhan – “il mezzo è il messaggio”. Ovvero, la TV “diventa” la realtà .

    In assenza di piazze, nelle quali convergere nei momenti di crisi, per la prima volta in quel Novembre del ’63 gli americani, schoccati dall’assassinio del presidente, si erano riuniti attorno al “focolare elettronico”, che da quel momento divenne per tutti la nuova “realtà “.

    u così che quando, nel ’69, la TV ci mostrò degli uomini sulla Luna, divenne automaticamente “vero” per tutto il mondo che l’uomo fosse andato sulla Luna. Lo aveva detto la TV.

    7)Prima di tutto, non è affatto vero che sia necessario coinvolgere “migliaia”, o anche solo “centinaia” di persone, nella colossale bugia. Anzi, molti degli addetti ai lavori sarebbero stati proprio le prime vittime di questo mastodontico inganno: a differenza di quello che si crede, le comunicazioni in diretta fra Apollo 11 e “Houston” erano avvenute soltanto per i primi dieci/quindici minuti dopo il lancio del Saturno. Dopodichè, per qualche motivo non chiaro, il ponte radio era stato rilevato da una misteriosa “stazione secondaria”, lontana da Houston, che rimandava a sua volta le comunicazioni alla sala di controllo. Ovvero, le centinaia di persone che abbiamo visto alzarsi e applaudire all’unisono, al “touchdown” lunare di Apollo, in tutta probabilità stavano guardando lo stesso nastro registrato che abbiamo visto tutti noi.

    (L’ipotesi più diffusa è che gli astronauti siano partiti davvero con il Saturno, e abbiano poi passato una settimana in orbita terrestre – mentre noi vedevamo lo spettacolo preregistrato dalla Luna- per poi riprendere la commedia “in diretta”, al momento dell’ammaraggio nel Pacifico. E’ noto al proposito l’episodio di un radioamatore australiano che avrebbe sentito chiaramente delle conversazioni fra astronauti e personale di terra, in un momento in cui la navicella doveva trovarsi addirittura dietro al lato coperto della Luna. L’altra ipotesi è che invece non fossero mai partiti con il Saturno, e che al momento del rientro siano stati trasportati in quota da un C-130, che li avrebbe sganciati sul Pacifico all’interno della loro navicella).

    In ogni caso, diventa più facile spiegare quella strana espressione “agrodolce” che si nota spesso su tutti i “terzetti” di ritorno dalla missioni lunari. Il più delle volte, sembra più che altro che gli sia morto il gatto.

    8)Ma Apollo 1 non si levò mai da terra, poichè i tre morirono carbonizzati in uno stranissimo incidente durante una simulazione, nel quale nessuno dei mille tecnici presenti riuscì ad aprire il portello della capsula, mentre i tre soffocavano tragicamente al suo interno. Le cause effettive dell’incidente non furono mai chiarite.

    Altri astronauti sono morti in circostanze non chiare, e fra questi anche due dei dodici che fecero ritorno dalla Luna. Ma questa non vuole essere un’indagine di carattere criminale, e ci accontentiamo di aver detto che vi sono molti casi sospetti, nell’arco dell’intera storia del progetto Apollo. LA NASA è in realtà un braccio militare “travestito” da civile, e non ci è quindi difficile credere che, di fronte ad interessi di queste dimensioni, non si stia a guardare troppo per il sottile per garantirne la realizzazione.

    Approfittiamo per suggerire un’ulteriore, eventuale “vantaggio” che sarebbe derivato alla NASA dalla finzione dei viaggi lunari. Come già detto, stiamo parlando in realtà del braccio spaziale della difesa americana, ed i miliardi di dollari che il Congresso ha erogato in quel periodo, per andare sulla Luna, furono veri. Se quindi fu necessario spenderne solo una minima parte, per “andare” sulla Luna, qualche altro buon uso, “in nero” oltretutto, per i finanziamenti rimanenti lo avranno certo trovato. Al Pentagono la fantasia non è mai mancata, in quel senso.

    9)Per ignoranza, o per abitudine, noi siamo abituati a considerare lo spazio cosmico come un “vuoto” assoluto. In realtà questo spazio è attraversato costantemente da poderose radiazioni solari, milioni di volte più forti di quelle che noi rivceviamo, filtrate dall’atmosfera, sulla Terra. Basti pensare alla differenza che si registra sulla nostra pelle se passiamo un’ora al sole nel tardo pomeriggio (quando i raggi solari ci arrivano in diagonale, e sono quindi maggiormennte filtrati dall’atmostera), e un’ora passata al sole a mezzogiorno (quando invece i raggi ci colpiscono in perpendicolare, ed attraversano uno strato più sottile di atmosfera).

    Questo signore deve aver protratto un pò troppo a lungo la sua permanenza al sole, in alta montagna. E’ bastato lo scarto di densità atmosferica che c’è con i livello del mare, per ridurlo in quelle condizioni.

    Pensiamo ora di togliere del tutto il filtro atmosferico, e di passare un paio d’ore con il volto esposto ai raggi solari, protetti soltanto dallo schermo del casco. Per quanto filtrante possa essere il suo materiale trasparente, non è certo pensabile di poter passare più di un paio di secondi alla diretta luce del sole, senza friggere come cotechini. Al di là della radiazioni cosmiche, infatti, la superficie lunare raggiunge al sole delle temperature medie fra i cento e i duecento gradi centigradi, mentre all’ombra le temperature si abbattono drasticamente sotto i meno-cento gradi centigradi.

    Come fa quindi questo astronauta a prendersi direttamente in faccia quei poderosi raggi solari, infischiandosene altamente? La NASA ci racconta che all’interno le tute sarebbero “refrigerate”, ma la pelle è la pelle, e i raggi solari li riceve direttamente in faccia. Gli astronauti inoltre passano continuamente dalla luce all’ombra, subendo ogni volta uno scarto di irradiazione termica di quasi duecento gradi. Duecento, non venti. Se le tute fossero davvero “refrigerate”, non appena gli astonauti passano all’ombra dovrebbero congelare come merluzzi del supermercato.

    (Ad oggi inoltre non si conosce nessuna tecnologia in grado di raffreddare l’interno di una tuta, chiusa ermeticamente, senza un qualunque compressore/decompressore che si preoccupi di trasformare e disperdere il calore. Bisognerebbe infine spiegare come sia possiblie disperdere calore direttamente nel vuoto atmosferico.)

    10)Quando le zone il luce sono esposte correttamente, quelle in ombra risultano praticamente nere. Come possiamo vedere quindi, Terra o Luna non fa una gran differenza, anche perchè il sole che ci illumina è lo stesso. (Queste foto in realtà sono state scattate sulla Terra, ma di notte – oppure in studio – e senza l’ausilio di pannelli riflettenti. Risultano quindi “giuste”, ovvero come dovrebbero venire se fossero scattate sulla Luna).

    ————————————————————————————————————————

    Non trovate ?

  17. E adesso chiudo definitivamente !

    CIAO A TUTTI !!

    • Meno male che poi ero io quello ad andare off-topic, vero? E hai anche la faccia tosta di riprendermi! Il bue che dice cornuto all’asino! (anche se, in questo caso, l’asino sei tu)
      E allora anche io adesso ti chiedo: cosa diavolo c’entrano le missioni Apollo con “L’ultimo scettico della scienza”? Ah? Brutta bestia? Cosa c’entrano?
      Ma lo vedi che sei un malato cronico, vai a coricarti! (tanto non ti crede nessuno, perché sei un fallito – annientato)

  18. Ettorì…
    Ti sei di nuovo svispizzato!!!
    E così non va bene.
    Un po’ di rispetto per noi affezionati fan, per favore!
    Cosa pensi, che siamo qui per leggere le cazzate di Galuppini?
    Ti vogliamo VISPO!
    CAPITOOOOOOO……..??????

  19. Ettoooppss HI-HO Perchè fai il Pendracco? Non ti si drifola il pliforo, ovviamente!!!! Ma vuoi per caso gigioneggiare o essere gigioneggiato, assaggiando le mie caramelle “succhia e svieni”? Le faccio arrivare per via-piccione-trasportatore dalla pregiativissima Fabbrica di Willys Swonka, apposizamente!!!! Vieni da me, vieni che ne sarei onorato, vieni che ne sarei riconoscente, vienivieni, vienivieniiiii….!!!!!

    Vieni vini vieni, non ti pentirai, dimenticherai i tuoi guai!
    Vieni vieni in auto o in torpedone, gusterai il caramellone!
    Col trabiccolo o in carrozzella, l’occaxione è molto bella!
    Porta pure la tua padella, succhierai la caramella!
    Se verrai col buon Trombone poi farete conversazione!
    in triciclo o in carrozzella, per gustar la caramella!
    E poi se il pliforo non si indispone…
    Che seratone che passerai!
    Vieni e succhia la caramella!
    Vieni e non ti pentirai,
    La succhierai e ti piacierà!
    La succhierai e ti piacierà!!
    La succhierai e ti piacierà!!!

    Sai, è fatta di speciale impastello caramello massello, le offro spesso ai miei ospiti più interessanti per denudarli agievolmente e d ab-usare del loro corpos in mille manieres fantasisiose…,,,! Ne vuoi una? O due…!!!
    Dai -pensa solo- una volta che avrai dato una bel-bella ciucciata alla caramella e d sarai ben-ben svenuto, allora ti cavalcherò come un asinello (HI-HO!), ma senza sella. Examinando in quella adorabile posizione l’inizio della tua calvizie ne trarrò potentixximi auspici a tua insaputa…. INSAPIENTE…!!!!
    Penza che placò le ire funezte di un pèlide Bonzo Furibonzo… Penza che alla lettura dei prolegomeni di Glubolz si inquietò perchè quella roba metteva in discussione tutta la sua Bonzeria! Penza! Roba da liquame del legume, all’Odor del Vero..!!
    …Ma dopo…!!!! AH…!!!!
    Penza-penza, addiritt. ORA, ma ora-adesso ne sto succhiando agievolmente una e sono SVENUTOOOOOOOOOOO ……… !!!!!!!!!!!! AH ! AH ! AH ! AH ! AH ! AH !
    O-ppure – nervosetttttto, nevvero?? -PENZA SOLO- intanto sbucciati un bel calippo alla camomilla…!!!
    Poi ne parleremo…!!!

    • a a a a a a aa aaa a aaaa a a a a a aaaaa a a a ce dibetente ce paletto mi pa sempe ride meno malece lui ammeno ridamo u po perce etore no pa ridere neace i poli ce e ativaticho e ance u sciposo peropilo celi biacono ivanbimi bicoli speramoce li biene u imparto amenono ci rombe pu i cogioni perce mi pa incasare cuanno scibe tute cuele cassate nolo soboto pu speramoce more suvvitoe lo magiono i bemmi

    • SCUSAAAA…….!!!! – Ma non ti rendi conto che ti stai rendendo ridicolo e stupido agli occhi degli attenti lettori di questo Blog ??

      p.s. Mamma mia quanto sei scemo….!!!

      • Riferito anche a Patello, ovviamente !!

      • Ahahahahahahahahahaha! Detto da te è il colmo!!! Ahahahahahahahahahahahahahaha!!!

      • Così vediamo con questa ultima serie di messaggi come si comporta Ettore. Noterete certamente la serie di risposte ed il modo in cui sono state formulate.
        Il nostro Ettore si abbuffa letteralmente di qualsiasi espressione scritta che lo coinvolga, ne succhia via golosamente gli umori come fosse un vampiro.
        Non gli importa della conseguenza naturale del suo comportamento, cioè nel dimostrarsi un babbeo, per lui è molto più importante questo presenzialismo, questa miserevole elemosina di pietosa attenzione.

        Grazie Ettore, per la tua collaborazione.

      • io no cipallo co i peropili mi pano scipo

      • Infatti, egregio Astolfo, anche io da tempo ho deciso di non rispondere quel personaggio anche quando si firma con altri nomi, cercando di nascondersi dietro dei “Alessio”, “Italo”, Fernando” e via di seguito.
        Purtroppo per lui è riconoscibilissimo anche quando usa questi miseri trucchetti.
        Lo cito indirettamente per informare chi legge le sue fesserie, in modo che sappia subito con che tipo di troll ha a che fare e per non perderci tempo prezioso, da dedicare ad altre attività assai più utili.
        Ho visto che hai capito benissimo che tipo è, trattandolo di conseguenza. Anche se quello che scrivi appare indelicato e a tratti offensivo, quel tipo di troll ci è abituato. Per lui non fa nessuna differenza, anzi trova piacevole che si parli di lui pure in questo modo. Basta che venga nominato e degnato di attenzione.

  20. Tillo Tirimbaus scrive:
    31 luglio 2012 alle 10:25

    AH AH AH AH AH AH !!!!!!!

    Trovato! Ecco perchè non si capisce granchè dall’incollatura fatta malamente!
    Da freeonline Forum, dove Ettore ha fatto scintille con una delle sue più belle figure di melma del 2005-2006-2007!
    Si inizia a vedere come “funziona” ‘sto pirlotto di Ettore a pagina 1, in un suo post provocatorio del 29 dicembre 2005…
    http://forum.freeonline.it/forum/viewtopic.php?f=7&t=1083#p5431
    E poi si continua per 18 altre pagine, dove il nostro buon Ettore manifesta la quintessenza della sua pirlaggine, ma quando era ben più vispo, certamente!
    Il listone che ha presentato qui è solo un riepilogo di alcune delle 107 (ohi ohi che vergognosa panzana!) supposte prove inconfutabili, che avrebbe portato Ettore per perorare la sua indecente “causa”, ma alla fine non sono neanche quelle fantomatiche prove, infatti al post seguente dice:

    “GRAZIE, caro Mastersgn, per aver pubblicato queste PROVE INCONFUTABILI !!! 😀
    PERO’, ad Onor del Vero, NON tutte sono mie !! 😉 – – (….alcune sono dell’intelligente Massimo Mazzucco ! 🙂 ) ”

    E non sono manco 107, come è naturale, PERCHE’ NON ESISTONO!!!!!
    CHE BARBONE! Comunque vale la pena di leggere tutte le 18 pagine! CHE RISATE!!!
    Che figura di melma Ettore, ma non ti vergogni?
    Replica

    Ettore1 scrive:
    31 luglio 2012 alle 20:27

    BEH…..!!! – In questi due link penso che superino le 107 prove !

    http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&u=http://www.aulis.com/stereoparallax.htm&ei=lHyhT749zY_iBL-SheEI&sa=X&oi=translate&ct=result&resnum=1&ved=0CCIQ7gEwAA&prev=/search%3Fq%3DThe%2Bphotographic%2Bvalidation%2Bmethod%2Bpresented%2Bhere%2Bis%2Bbased%2Bon%2Bthe%2Bdetection%2Bof%2Btwo-dimensional%2Bobjects%2Bamong%2Bthree-dimensional%2Bobjects,%2Band%2Bdetermining%2Bthe%2Bmutual%2Barrangement%2Bof%2Bthese%2Bobjects%2Bin%2Bspace%2Band%2Bthe%2Bdistance%2Bto%2Bthem%2Bby%2Bapplying%2Ba%2Btechnique%2Bknown%2Bas%2Bstereoscopic%2Bparallax%2B.%26hl%3Dit%26biw%3D1247%26bih%3D656%26prmd%3Dimvns

    http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&u=http://theconspiracyzone.podcastpeople.com/posts/28159&sa=X&oi=translate&resnum=1&ct=result&prev=/search%3Fq%3Dhttp://theconspiracyzone.podcastpeople.com/posts/28159%26hl%3Dit%26sa%3DG

    p.s. Non le ho mai contate, però !!

  21. Ho trovato in anteprima mondiale il filmato dell’atterraggio di Curiosity autentico al 100%.

    • Un filmato rilasciato dalla NASA? Ma non hai fonti indipendenti affidabili??? Che buffone d’un complottardo…

    • Mamma mia Galuppini, fai veramente pena.
      Ma dedicati allo studio delle farfalle va’! – O sono un complotto anche quelle?
      Che dite, cari lettori? Le farfalle sono veramente atterrate sui fiori o le immagini che vediamo nei documentari sono state realizzate in studio?

      • Solo nei filmati della NASA, certamente! Ma credo che pure in alcuni documenteri della BBC alcuni animali non esistenti in realtà sono stati fatti vedere, per scopi che ignoriamo.
        Sono fatti in una specie di pongo, una sostanza studiata dagli americani della CIA, ed animati con la tecnica di “passo1”

    • Sei un buffone galuppì, vai a scrivere libri per barboni come il tuo idolo

  22. Comunque il più spassoso rimane sempre questo….!

    http://space.crono911.net/forum/viewtopic.php?f=27&t=800&start=0

    p.s. Poveri astronautici…..!! – OH ! OH ! OH ! OH ! OH !

    • E BASTAAA!!!

      Quanto sei noioso!
      Ma parlaci un po’ delle tue ballerine o dei pargoletti, o di qualsiasi altra cosa che non sia uno stupido link! Tanto ti abbiamo annientatoo!!! Lo vuoi capire sì o no?

  23. Avete notato un particolare?
    OGNI qualvolta che Galuppini interviene con una delle sue incredibili panzane, poco dopo Ettore fa il suo ingresso sul blog con una una delle sue, MOOOLTO più stupida di quella di Gauppini.
    Come mai questo fatto? Evidentemente Ettorino non tollera assolutamente che chicchessìa possa scrivere baggianate più grosse delle sue. Sarà l’orgoglio di detenere il record mondiale di cretinerie e figure di palta che lo farà agire così. Che dite?
    Certo che a scrivere stronzate è davvero speciale, nevvero?

    • Ciao,
      dissento :-). Secondo me è solo una questione di statistica… Il buon Ettore ne scrive sempre e continuamente, Galuppini ormai è poco più di un fantasmino che di tanto in tanto interviene…

      Ciao!
      Joe

  24. SCUSATE…..!!! – (…a momenti dimenticavo ! )

    In questo immenso Forum (…il più lungo della Storia !! )

    http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=970&post_id=38226&order=0&viewmode=flat&pid=0&forum=13#forumpost38226

    potrete trovare oltre 200 prove schiaccianti che nessun astronautico è riuscito a confutare !!

  25. a me mida passidio ce etore si massurva senpre coi gionnalini ponnogapici co i vanvini bicoli e uno sciposo peropilo meno maale ce no lo trobo pe srada perce lo sciacio soto lla macina e lo paro i testa co la luppara ce omo di meda speramoce li biene u imparto ammeno more enoci romnbe pu i cogioni emi pa scipo ance oronso trompone ce bole pare lammore co erpote ce sciposo pinoccio speramoce lo quranoco e medicime ammeno noli biace biu erote ma le ragasse perce etpre e becio e rinvavito speramoce moree lo magnono i brrmi

    • Te l’ho detto mille volte….!!! – Piantala li con queste pippe !! (…trovati una donna, piuttosto ! )

      p.s. Vabbè che non sei Pippolo….!!

      • HOPSS…..!!

        PRIMA, però, impara a scrivere correttamente l’Italiano GNURANT…….!!!

        OH ! OH ! OH ! OH ! OH ! OH !

      • Coso ettore, ragliami un pò…. Cosa dovrebbe essere questo “Italiano GNURANT”? Che lingua è? 😆

      • Cosa dovrebbe essere questo “Italiano GNURANT”? Che lingua è?

        ———————————————————————————————————————–

        IGNORANTE in dialetto ! – Capito ?

      • Quindi l’Italiano non lo conosci, ma l’avevamo già capito che non sei una cima…. 🙄
        Poveretto!!!! Come sei concio!!!

  26. Ave! O Fedeli Lettori. Ma ora smettete pure di scodinzolare. SITZ! Sitz und achtung!
    Sapete che succede andando a esaminare le correnti temporali negli universi paralleli? Come ovvio no. Non avete i mezzi e la predisposizione di alcuni dettagli che non sto a spiegarvi.
    Vorrete magari anche sapere il fattore relativo alla compatibilità con il corrente flusso spazio-temporale, quello nel quale state conducendo ora la vostra esistenza, ma definirlo è in verità troppo complesso.
    Trasformerò quindi i dati raccolti in un formato a voi comprensibile, trasponendo le parti salienti sottoforma di dialogo e limitandomi a comunicarvi, come si noterà alla fine dell’insieme dei dati raccolti, che non è troppo lontano. Appunto.

    «Lo sai cosa sono i gluoni, Fletch?»
    «Be’, sì. Sono particelle piccolissime. Come i quark, mi sembra.»
    «I gluoni sono le particelle che tengono insieme i quark. Un protone è fatto di tre quark più un po’ di gluoni che li tengono insieme. I gluoni sono definiti per semplicità con tre colori: rossi, blu e gialli. I più comuni sono quelli rossi.»
    «Va bene. Dunque come dicevamo, i gluoni sotto l’effetto delle microonde producono un fluido superquantico. E poi?»
    «Poi mandiamo i gluoni nella spirale a vortice.»
    «La spirale a vortice! La cosa comincia a farsi interessante!»
    «La spirale a vortice. Immaginati un frullatore, Fletch. Il fluido superquantico entra nella spirale a vortice e frrrrr!»
    «Viene tutto omogeneizzato.»
    «Questo è il succo di Planck, Fletch. Il succo di Planck è un mezzo continuo di forze pre-quark privo di ogni caratteristica distintiva. E non sa quale dovrebbe essere il valore della costante di Planck!»
    «No che non lo sa.»
    «Glielo dirò io. Gli dirò una bugia, per forza. La prima cosa che vedrà, il succo di Planck, sarà un tunnel di guida d’onda lungo un metro! In questo modo crederà che la lunghezza di Planck sia uguale ad un metro e non a 10 elevato a –33 centimetri! È un aumento di cento decilioni di volte, Fletcher!»
    «Harry, ora non capisco un accidenti.»
    «La lunghezza di Planck è il livello dimensionale sotto il quale comincia l’indeterminazione quantica. Per il succo di Planck questo valore sarà uguale a un metro. Io mi farò iniettare il succo. In questo modo il blunzer aumenterà enormemente l’indeterminazione di tutto ciò che mi circonda. E le cose si comporteranno come vorrò io!»
    «Facciamo un passo indietro, Harry. Siamo arrivati al punto in cui il succo di Planck è dentro la guida d’onda. La guida lo porta al tavolo ad ago, il quale lo inietta nel tuo cervello, dopo di che tu… Ti trasformerai in… Ettore-1…..??????????»
    «Ettore-1 con spin decrementato proporzionalmente al flusso del Fliz-Delta, per la precisione. E non è poco.»

  27. BON…!!!

    Dato che in questo blog non c’è più nulla né da leggere né da commentare, e constatato che Ettore è stato DEFINITIVAMENTE ANNIENTATO, posso felicemente ritirarmi dalle mie parti, avendo avuto pieno successo nella mia missione. Grazie a tutti e a risentirciii…

    • Noooo! Non te ne andare!!! È una mossa del galuppa: annoiarci finché dimentichiamo le sue malefatte! Ma noi non dobbiamo mollare!!! Dobbiamo presenziare per ricordare ed eventuali anche se improbabili nuovi lettori che il galuppa è un vigliacco ed un bugiardo e che quindi ciò che dice, dato il suo comportamento reiterato, è solo una menzogna!!!

      • BEH…!!!
        Ettore dopotutto mi è servito, giacché ho avuto il piacere di portare a letto le sue migliori ballerine senza far uso di viagra, di cui le poverette dovevano sempre fare abbondante scorta ogni qualvolta avevano un appuntamento notturno con lui. Eh, sì è ridotto proprio male il nostro Ettore…

    • UH! Ma c’è la luna piena! 😯 Si sarà rintanato nel suo anfratto….. 🙄 :mrgreen:

      • Intendo quel coso ragliante che si fa chiamare ettore, lui aveva problemi con la luna piena, tempo fa… 🙄 Addirittura si assentava dal forum per due o tre giorni… 😆
        Chissà perchè! Lunatico, probabilmente! :mrgreen:

    • e constatato che Ettore è stato DEFINITIVAMENTE ANNIENTATO

      ————————————————————————————————————————-

      SI….!! – Sta minc#ia !!!

      p.s. A quanto pare sei veramente stupido !!

      • posso felicemente ritirarmi dalle mie parti,

        ———————————————————————————————————————–

        Ma vai a nasconderti in qualche anfratto dalle tue parti ! – CRETINO !!!

      • HU HU! HU! HU! HU! HU! HU! HU! HU! 😆 😆 😆

        Tu sì che te ne intendi di anfratti, nevvero ettoragliuccio!!!!!!!! :mrgreen:

        HU HU! HU! HU! HU! HU! HU! HU! HU! 😆 😆 😆

  28. BENE…!! – E adesso posso abbandonarvi nel vostro povero Mondo di cacca dove ci siete immersi fino al collo !! – UH ! UH ! UH ! UH ! UH ! UH !

    BUONANOTTE e stateci comodi !! – EH ! EH ! EH ! EH ! (…risata sadica ma doverosa e giusta ! Nevvero cari e intelligenti lettori ? )

  29. Buongiorno!
    Buongiorno Ettorino! 🙂
    Ci strasferiamo nel nuovo topic, ti aspetto lì.
    Ciao CICCIO!

  30. BON…!!!
    Chiudiamo anche questo topic dopo aver annientato Ettore. Grazie a tutti per la partecipazione e buona serata!

  31. Ettore è annientato, eh, siete tutti testimoni!

  32. Ciao Albino, sono passato solo per dirti PPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!!!!

  33. Eppure… curiosity si è posato sul suolo marziano.

    Come lo spiegherebbe questo?

    (Per la cronaca, esistono prototipi di aeromobili con propulsione chimica ed ali simili ad aliante, concepiti per volare su marte. Se ne possono provare alcuni nel simulatore gratuito X-Plane. Forse l’atmosfera, seppur infima, non è poi così del tutto ininfluente, non trova?)

  34. la nasa sicuramente nasconde qualcosa sulle missioni lunari basti pensare che si sono persi i video originali anche se sono convinto della veridicita’ delle missioni apollo perche’ far fesso il pubblico e’ una cosa ma i sovietici non ci sarebbero mai cascati ,pero ‘ pensare nel 2012 che la sonda curiosity sia un blueff vuol dire essere propio fuori strada cercando del marcio in conquiste scientifiche straordinarie

Rispondi a Il Santo Niente Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: