Archive for agosto, 2012

27 agosto 2012

Neil Armstrong sulla Luna per davvero

Ha ragione Barrack Obama, Neil Armstrong è stato un grande eroe americano. Dedito al giuramento sulla sicurezza nazionale, NSA oath, inviolabile per un militare, che per 43 anni, dal’età di 39 fino alla morte, gli ha impedito di rivelare che lo sbarco lunare fu un falso storico atto a vincere la “corsa alla Luna” con i sovietici. L’astronomia tutta è stata completamente piegata all’interesse nazionale di una superpotenza ora l’unica rimasta. La mia opinione è che non ci sarebbe migliore omaggio da parte degli USA di spedire le ceneri di questo grande americano la dove sarebbe dovuto andare e dove ha dovuto fingere per oltre 40 anni di essere andato. Le spoglie di Neil Armstrong vengano sparse sulla Luna. Questo è l’unico modo per rendergli omaggio premiando la fedeltà al suo paese, seppure non alla verità.

Annunci
25 agosto 2012

Trova le differenze!

Foto A

Foto A

Foto B

Scattata sulla Luna nel 1972 Scattata su Marte nel 2012
Colori Bianco e nero
Analogica ad alta risoluzione Digitale a bassa risoluzione
Immagine regolare Immagine deformata
Si vedono le impronte degli astronauti Non si vedono le impronte degli astronauti
Non si vedono le tracce del movimento del rover Si vedono le tracce del movimento di Curiosity
Foto palesemente impossibile ???
Tracce di Curiosity

Foto B

25 agosto 2012

“11 settembre” anche per noi?

7) Difesa: proposta di revisione del codice militare di pace
L’agenda prevede in questo caso il proseguimento delle misssioni militari all’estero, sia da quelle di peacekeeping (dal Libano all’Afghanistan) sia come osservatori (Siria). Il Governo intende presentare in Parlamento una proposta di revisione del codice militare di pace. (Sole 24ore online)

Il governo italiano in carica è espressione diretta di Washington, legato a doppio filo con la Casa Bianca paradossalmente più di quanto lo sia uno stato federato negli USA. Ho già notato nel mio altro blog che gli Stati Uniti considerano l’Italia un protettorato di straccioni e intendono usare l’ex belpaese come la Fiat è stata utilizzata per risanare una loro azienda automobilistica e poi “rottamata”. Infatti Mario Monti sta deliberatamente destrutturando lo stato tricolore vendendo aziende strategiche, togliendo la sanità statale, le amministrazioni locali, i trasporti pubblici, i tribunali, lo stato sociale ma incrementa le spese militari. Difatti, il provvedimento di cui si accenna sopra prevede probabilmente di istituzionalizzare le spese militari bypassando l’articolo 11 della costruzione in modo tale che l’esecutivo possa elargire sempre più soldi per i conflitti globali a scapito dei diritti e delle conquiste maturate in decenni dai cittadini italiani a cominciare dalle pensioni. Ma vi è un’altra possibile atroce interpretazione per la volontà di volere cambiare il codice militare di pace che, dicono le indiscrezioni, attribuirebbe al capo dello stato e al primo ministro poteri straordinari in materia di mobilitazione bellica simili a quelli del presidente USA. Sappiamo, ed è stato dimostrato da diversi economisti, che il collasso economico in corso da un decennio in America è causato dal gigantesco incremento delle operazioni militari sostenute dopo l’11 settembre 2001. Ora, non impossibile ipotizzare che i poteri forti stiano preparando un “11 settembre” italiano a cui l’esecutivo risponderebbe con un decreto d’urgenza che stanzierebbe miliardi di euro per invadere qualche altra repubblica delle banane, però islamica, che i vari Santoro, Grillo, Travaglio, Latella, Annunziata, Saviano, Teodori (i primi che mi vengono in mente) additerebbero immediatamente come responsabili del vile attacco. Questo grazie al cambiamento auspicato da Monti, dato che la carta costituzionale vigente non permette un intervento militare contro  uno stato ostile in mancanza di una dichiarazione di guerra formale (per questo finora le missioni militari sono state effettuate sotto la dicitura “umanitaria”).

"Attenzione all'11 settembre" Fotogramma dal film Terminator 2 (1991)

“Attenzione all’11 settembre” Fotogramma dal film Terminator 2 (1991)

Si potrebbe trattare anche di un “11 settembre “ di un nuovo tipo, infatti, sospetto che la messa in scena della morte di Bin Laden contenga un chiaro simbolismo: chiudere totalmente con questa storia, non parlarne più a livello di media, ne in politica per non cadere in contraddizioni. Solo qualche breve rievocazione settembrina e qualche debunker prezzolato che tenta di smontare i sostenitori del complotto. Queste sono solo ipotesi, ma io direi che nei prossimi sei mesi, prima delle elezioni politiche, potrebbe succedere qualcosa come avvenuto prima delle elezioni spagnole nel 2004. Uomini degli americani (Aspen) stanno muovendosi sottotraccia come il duo Letta-Letta propone la nuova legge elettorale che sarà in sostanza ben peggiore del porcellum poiché, chiaramente, loro non vogliono che la gente si possa davvero esprimere democraticamente in cabina elettorale. Per sicurezza Roberto Maroni altro loro uomo che sta platealmente chiudendo la Lega Nord, non intende neanche presentare il partito alle votazioni.
Sempre se non succeda qualcosa di terribilmente imponderabile che “obblighi” a rinviare le elezioni sine die. Giulio Tremonti, che è un Aspen come Monti, ha lasciato il PDL e presto lo vedremo nell’esecutivo forse di guerra che si formerà dopo l’11 settembre “de noantri”. Così, Emma Bonino come premio per avere lottato per i diritti civili di gay, migranti, rifugiati, aborto al decimo mese, pedofili, eutanasia, droga libera ma soprattutto, per avere appoggiato l’uccisione di donne e bambini inermi solo colpevoli di avere fede musulmana e altri immani spargimenti di sangue sostenuti dai radicali diverrà nel solco del “primo negro”, la prima donna presidente italiana con le congratulazioni di Obama. Fantapolitica? Questo è il finale del film italiano? Manzonianamente, ai posteri l’ardua sentenza.

Passaporto di Neo dal film The Matrix girato nel 1998

Passaporto di Neo dal film The Matrix girato nel 1998

21 agosto 2012

NASA MOONED AMERICA!

Ho notato che il sito Luogo Comune.net dedica spazio alla questione delle fasce di Van Allen e alla loro reale natura e intensità:

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/index.php?storytopic=20

Uno dei maggiori esperti della questione fu lo scrittore americano Ralph Renè nel suo libro Nasa Mooned America! del 1992. Si tratta di un volume di grande fomrato di circa 200 pagine con decine di tabelle e riferimenti a ricerche e citazioni sulle radiazioni nello spazio in cui si dimostra che gli astronauti dell’Apollo non avrebbero mai potuto raggiungere la Luna senza venire seriamente affetti dalle particelle ionizzate ad alta energia. Per chi lo volesse il costo del libro ristampato è di 50€ inclusa la spedizione tracciata. Naturalmente il testo è in lingua  inglese. Lo consiglio a studenti di Astrofisica, Fisica Nucleare e Ingegneria Nucleare. (N.B. Però, non mostratelo ai vostri professori perché gli insegnati in generale sono dei “ripetitori” ossia ripetono ciò che a loro volta è stato insegnato e quindi si infastidiscono facilmente, se messi di fronte a una verità non ortodossa).

18 agosto 2012

Biologia della vegetazione marziana [2]

Su Marte i due elementi costituenti dell’acqua, idrogeno e ossigeno, sono abbondantissimi nelle rocce ossidate, carbonatiche e nell’atmosfera sia come CO2 (anidride carbonica) che CH4 (metano) o altri idrocarburi. Quindi solo dei grezzi osservatori possono dire che è impossibile o difficile trovare acqua sul pianeta rosso.  Le persone a bordo del transatlantico Titanic compresero a loro spese quanta acqua c’è sulla Terra sicché la loro nave affondò a causa della collisione con un iceberg, acqua solida. La superficie terrestre è coperta per il 71% dal liquido acquatico. Che cosa impedisce che ci sia acqua su Marte dove abbondano i suoi costituenti?

Le molecole d’acqua, a causa della sua proprietà igroscopica, tendono a riunirsi in goccioline, poi gocce che per gravità scorrono in avallamenti raccogliendosi in pozzanghere e pozze poi ristagni di sempre maggiori dimensioni.  Molte immagini del pianeta rosso riprese dalla Mars Orbiting Camera (MOC) mostrano raccolte di una sostanza liquida che per esclusione non può che essere acqua. Ciò implica che pressione e temperatura in superficie debbano essere più elevate di quanto dichiarato ufficialmente. Molto strano il caso della supertecnologica sonda Curiosity di cui non sono stati forniti la pressione e la temperatura del luogo in cui il robot è atterrato. Wikipedia dice che Marte ha due grosse calotte glaciali ai poli “composte primariamente di ghiaccio d’acqua”. Possibile che in oltre 900 kg di curiosità non ci sia dentro un termometro e un barometro? Se la gravità marziana è ben il 37% di qui sulla Terra, come può essere la pressione atmosferica meno di un centesimo? Dato che è l’attrazione gravitazionale a trattenere i gas. Chiaro che la pressione deve essere più alta e, grazie al potentissimo effetto serra causato dalla CO2, che compone l’aria per il 95%, anche la temperatura  media deve essere superiore a quella “ufficiale”.

Temperature minime e massime su Marte (Opportunity)Il grafico che pubblico (fonte NASA/JPL) mostra le temperature minime e massime rilevate dal rover Opportunity, notate bene, all’ombra: la temperatura massima sarebbe compresa tra gli 0 e i + 30 gradi centigradi mentre quella minima tra i – 65 ed i – 80 gradi centigradi.  Però si tratta di temperature registrate all’ombra. Pertanto, è possibile immaginare che in località ben soleggiate e adeguatamente esposte le temperature medie incrementino di 10-15 gradi, in particolare di notte quando le rocce rilasciano per irraggiamento il calore accumulato durante le ore diurne il che non può avvenire nelle zone d’ombra. In sostanza, un’escursione termica simile a certi deserti terrestri nei quali la vegetazione esiste, naturalmente a patto che via sia l’acqua. Su Marte non esiste un reticolo idrografico attivo, mancando le precipitazioni liquide, ma delle raccolte d’acqua della cui origine bisognerà approfondire. In questa ipotesi è più che possibile che la vita abbia raggiunto Marte dal vicino pianeta Terra. Non viceversa, sicché l’ecosistema marziano appare alquanto meno evoluto di quello nostrano da cui si desume che deve essere più giovane.

Come sulla Terra nei deserti, la vegetazione si affolla lungo le sponde dei ristagni d’acqua che probabilmente fungono anche da ‘serbatoi’ di calore.

14 agosto 2012

Notiziario UFO di luglio agosto 2012 in edicola!

Arrivata in edicola la rivista ufologica Notiziario UFO nel numero di luglio-agosto 2012. A pagina 12 viene pubblicata una relazione sul Convegno internazionale sulla singolarità lunare del 20 maggio 2012, prima sessione, cui hanno partecipato il sottoscritto assieme al dottor Sotiris Sofias. Buona lettura!

Notiziario UFO luglio agosto 2012

10 agosto 2012

Biologia della vegetazione marziana [1]

Sono sempre di più le evidenze che indicano la presenza di vita vegetale (o vegetaloide) su Marte. Non solamente alberi ad alto fusto simili a Conifere terrestri, ma anche forme che sembrano proliferare sulle creste delle dune di sabbia marziane. Simili a certe alghe (sargassi) con strutture nastriformi che potrebbero servire sia come organi di sostegno che per la fotosintesi clorofilliana (come nei cactus). Certamente questi tegumenti devono essere molto efficienti per consentire lo scambio gassoso ad una pressione atmosferica così bassa e per trattenere il calore diurno dall’estremo freddo notturno,  sempre nell’ipotesi che quelle piante siano di derivazione terrestre, giunte in un modo che non riesco ad immaginare. Se non sono evolute in loco assomigliando a quelle terrestri per convergenza evolutiva, ma tenderei ad escluderlo in quento l’evoluzione locale avrebbe comportato come sulla Terra una estrema varietà e distribuzione delle forme.

01-177-nasa-official-imageVegetazione su Marte

L’acqua nel sottosuolo di Marte certamente esiste per il semplice motivo che i suoi due componenti, idrogeno e ossigeno sono abbondantissimi. Dato che le rocce sono normalmente refrattarie al cambiamento di temperatura (termostatiche) probabilmente, col calore accumulato durante il giorno, l’acqua rimane allo stato liquid nel suolo anche durante le rigidissime notti marziane in cui la temperatura scende anche oltre i 50 gradi sottozero. Sebbene esistono evidenze di pozze e laghi ai acqua liquida sulla superficie, per cui i dati sulla temperatura media del pianeta sono contraddittori. Questo consentirebbe la sopravvivenza di organismi vegetali sul pianeta rosso.

Gruppo di alberi marzianiAlberi o forme vegetaloidi su Marte

In alcune eccezionali immagini (Fonte: NASA/JPL) si distingue anche sorta di radici forse scoperte dal movimento delle dune di sabbia a causa del vento. Certamente sono specie adattate al clima estremo del pianeta rosso (naturalmente dal punto di vista terrestre). Stiamo a vedere se il rover Curiosity nei suoi vagabondaggi incoccerà in qualcuno di questi esseri. Nel frattempo, leggete come i poteri forti vi prendono in giro con la loro sbobba:

http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2012-08-09/aperte-scommesse-vita-extraterrestre-172016.shtml?uuid=AbIBn2LG

8 agosto 2012

Consigli immobiliari aristocratici e antisismici

Palazzo Bolis Gualdo a Milano, Palazzo Diedo che affaccia sul Canal Grande a Venezia, la caserma “S. Mamolo” di Bologna e perfino un castello, quello Orsini di Soriano del Cimino, “costruito da un Papa e in seguito usato come prigione”. Sono solo alcune delle 350 residenze da sogno, valore stimato 1,5 miliardi di euro secondo l’Agenzia del Demanio, che lo Stato italiano mette sul mercato e che conquistano un’intera pagina sul Wall Street Journal.

“Per gli investitori che bramano di possedere un palazzo italiano, un castello o un altro immobile storico, adesso potrebbe essere il momento di colpire”, scrive il quotidiano finanziario, che ricorda come “il piano per l’economia del primo ministro Mario Monti, vicino al passaggio finale, includa la vendita di 350 edifici, insieme ai tagli alla spesa pubblica e altre misure di austerity”.

Le agenzie governative, afferma il Wsj citando un report del capo economista della Cdp, Edoardo Reviglio, hanno un portafoglio di immobili del valore di circa 42 miliardi di euro e “trasformare queste proprietà in contanti sarebbe una strada rapida per far salire le entrate”.

Tuttavia, il quotidiano elenca anche le difficoltà di realizzazione del piano di dismissioni: la crisi dell’euro, che allontana gli investitori istituzionali da Paesi come Italia, Spagna e Grecia, la burocrazia italiana “notoriamente lenta”, le necessarie ristrutturazioni, le difficoltà di trovare inquilini interessati in tempi di recessione. (Fonte: Sole 24ore)

Una ex caserma in vendita a Bologna

Le elite dominanti, come le chiamava Antonio Gramsci, sono più lungimiranti di voi sapendo che il sistema finanziario globale sta per implodere, perciò mettono i loro “sudati risparmi” al sicuro. Già costoro non pagavano l’ICI e i cretini dicevano che era colpa della Chiesa. Oggi la Chiesa paga l’IMU mentre costoro non la pagano perché ancora una volta il parlamento ha esentato le “dimore storiche” dalla supertassa immobiliare. Ora, dal loro governo si fanno svebdere degli immobili di valore storico perché, fidatevi, i veri ricchi, gli aristocratici intendo dire, non gli industrialotti scemi arricchitisi in pochi anni, loro mica abitano le villette a schiera con i muri di pastafrolla nei quali si sente tirare lo sciacquone tre “civici” più in la.

Questo post serve per farvi notare che di edifici antisismici non ne servono di nuovi. Basta impossessarsi di robusti palazzi e casali antichi, non necessariamente costosi  e prestigiosi come quelli che Mario Monti sta cedendo ai suoi burattinai. Sia chiaro, anche vecchi cascinali e rustici di montagna possono benissimo avere resistito, durante la loro esistenza, a terremoti di forte intensità mentre i capannoni degli ebeti neoarricchiti collassano miseramente alla prima scossetta.

Castello Orsini a Soriano nel Cimino (VT)

Castello Orsini a Soriano nel Cimino (VT) uno dei ‘gioielli’ dello stato che finirà a qualche riccone. Finito di costruire nel 1278. Quante scosse telluriche avrà subito nel frattempo?

ADDENDUM
Ristrutturazioni

La detrazione Irpef del 36% sulle ristrutturazioni edilizie, a decorrere dal 1° gennaio 2012, viene aumentata al 50% fino al 30 giugno 2013. Viene anche incrementato l’importo massimo delle spese agevolate, che passa da 48mila euro a 96mila euro. Fonte: Sole 24ore.

Montre il loro governo tartassa i poveracci, per i loro nuovi possedimenti immobiliari si sono fatti abbassare la tassazione sulle ristrutturazioni.

6 agosto 2012

Curiosity di che?

Ok, finora della missione Curiosity abbiano visto solo un gruppo di tecnici alle console in sala controllo Nasa piuttosto effeminati e alquanto eccitabili perchè qualcuno da un’altra stanza ha detto loro che una sonda a 100 milioni di km di distanza è atterrata sul pianeta Marte.

Ora però attendiamo il resto:

  • I dati di volo durante la discesa che devono essere stati incamerati, se non altro per futuri tentativi del genere. Non come per gli aerei dell’11 settembre le cui scatole nere sono illeggibili o scomparse, caso unico nella storia dell’aviazione civile.
  • Immagini in diretta da Marte (anche solo 1 fotogramma al secondo) perché se nel 1970 la Nasa trasmetteva in diretta a colori dalla Luna un segnale analogico, mi rifiuto di credere che non riescano a trasmettere immagini in movimento a colori da Marte con la più sofisticata sonda mai prodotta.
  • A proposito di colori: che trasmettano con colori naturali e non con i soliti falsi colori, a due colori, o in bianco e nero allo scopo di nascondere il fatto che Marte non è affatto “rosso” ma probabilmente il cielo è azzurrogolo e parte del suolo verdastro.
  • Mi aspetto sequenze in cui la posizione del Sole e delle ombre siano congruenti con l’ora e l’orientazione ufficiale del veicolo in un dato momento e non le usuali pasticciate contraddizioni in termini.

Sono curioso di vedere cosa combinano con Curiosity.

1 agosto 2012

Operazione Argus e SAA

La chiamano Anomalia del Sud Atlantico (in inglese SAA) che in sostanza è un gigantesco “buco” nel livello interno delle fasce di Van Allen, che sono le linee di forza del campo magnetico terrestre le quali intrappolano le particelle ad alta energia (ionizzate) dal precipitare sulla Terra col rischio che alterino il DNA e moltissime altre conseguenze nefaste per la biochimica degli esseri viventi.
Anomalia del Sud Atlantico (SAA)
Praticamente l’unico articolo esistente in italiano sulla SAA è compreso nel mio libro: LA LUNA DI CARTA.