Archive for luglio 10th, 2013

10 luglio 2013

Super terremoto Italia previsione

Protezione Civile allertata dall’America a causa di un previsto mega terremoto che dovrà scaturire a breve nel Bel Paese, nuovi casi di terrore in merito.

terremoto previsione italia

Previsione terremoto Italia

Terremoto previsto da America in Italia
Dopo le bufale riguardanti la fine ipotetica del mondo per la fine del 2012, ecco qualcosa che arriva invece da accertati istituti di controlli a livello mondiale e nazionale che asseriscono che in Italia potrebbe generarsi un terremoto devastante a breve anche se non si sa ancora il periodo esatto. All’inizio della primavera del 2012 l’ingegnere Alessandro Martelli, uno studioso del CNR di Bologna (quindi non un complottaro) ha annunciato pubblicamente che un terremoto di almeno sette gradi della scala Richter si paleserà nel nostro Paese entro un paio di anni, da allora ne è passato quasi uno e nulla di travolgente ma non è ancora detta l’ultima parola…
Martelli ha confermato il suo pronostico durante un colloquio avuto in Parlamento; non molto tempo fa, circa a primavera 2013, il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli che ha coordinato anche in passato i servizi segreti, ha rimarcato la preoccupazione per la possibilità che questo terremoto accennato da Martelli si verifichi realmente. da quanto prevede la ricerca le regioni in pericolo sarebbero Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia.

Oltre la ricerca appena indicata ci sarebbero altre ricerche derivate da varie istituzioni importanti e riconosciute che darebbero per certa la risultante derivata dall’affermazione di Martelli e questo darebbe al fatto una credibilità molto alta, ora non manca altro che vedere il risultato di un tale terremoto. Purtroppo i terremoti che si sono verificati lungo tutto lo stivale italiano negli ultimi 4 anni riportano di botti sospetti sotterranei che non si sanno spiegare, boati paurosi, per di più ci si mette anche lo Stato italiano che ha farloccato la mappa di rischio sismicità del nostro territorio, come accertato da chi è addetto ai lavori. Perché non si dice nulla alla popolazione italiana di questo pericolo sismico in atto? Da quanto continuano ad asserire gli scienziati geologi italiani non è possibile prevedere i terremoti ma se così fosse perché in questo caso la credibilità dovrebbe essere più alta di quanto non si sia dovuto dare ad allarmismi vari dati da chi avrebbe potuto ad esempio salvare qualche vita in Umbria nell’ultimo grosso terremoto che colpì la zona?

Interessante il fatto che dopo il terremoto dell’Aquila, la Nasa abbia affermato di riuscire a prevedere i terremoti che possano sviluppare almeno un quinto grado della scala Richter, studiando le aberrazioni della ionosfera (H.A.A.R.P.) o forse, diremmo noi, provocarle… Sembra che la Protezione Civile abbia in atto un appalto acquisire ben 12.000 soluzioni abitative in emergenza ovvero i classici prefabbricati per sfollati da terremoto, contratto dato in gestione alla Consip, una SpA, costituita nel 1997, che dipende dal Ministero dell’Economia e Finanze, la quale è incaricata del controllo del bilancio statale oltre che della vigilanza informatica della pubblica amministrazione. A quanto sembra lo Stato ha già messo in preventivo un numero che si avvicinerà abbastanza alla realtà riguardo alle vittime che saranno fatte dal terremoto in questione e quindi sta prendendo provvedimenti senza dire nulla. Per ognuna dei tipi abitativi sono state previste tre diverse categorie di dimensione così da aiutare le differenti realtà dei nuclei familiari composti in maniera differente:

“- S.A.E. 40, con Superficie netta pari a 40 mq (tolleranza ammessa ± 3%) destinata ad ospitare nuclei familiari composti da 1 – 2 persone;
– S.A.E. 60, con Superficie netta pari a 60 mq (tolleranza ammessa ± 3%) destinata ad ospitare nuclei familiari composti da 3 – 4 persone;
– S.A.E. 80, con Superficie netta pari a 80 mq (tolleranza ammessa ± 3%) destinata ad ospitare nuclei familiari composti da 5 – 6 persone.”

Tutti sannno bene che il solo sistema per ridurre al minimo vittime e distruzioni derivate dai terremoti è con la prevenzione e la messa in sicurezza degli edifici anche se questo significa spendere molto prima che ciò possa accadere e questo, come dimostra la storia, non è mai piaciuto a chi stava al comando del governo (così come di tutti i governi del mondo) poiché si preferisce rimandare certe spese rischiando, naturalmente sulla pelle dei cittadini, per rimandare la spesa che poi comunque sarà salata a terremoto avvenuto ma tanto sono sempre i soliti che pagano e ai politici non interessa nulla. FONTE terrarealtime.blogspot.it

 Come le altre cose che ci mandano gli americani, sono tutte artefatte. Un terremoto del 7° grado Richter? Perchè non dell’11° o del 29°? Tutto è possibile, ma la mia netta impressione è che questa è una notizia prodotta dalla CIA per destabilizzare l’Italia e ridurci a livello dell’Egitto o Siria. Mi viene in mente il caso della ‘povera’ blogger siriana Amina, lesbica, che si è rivelata un’invenzione degli USA per innescare la guerra in Siria che finora ha provocato decine di migliaia di morti, per non citare la Tunisia, Libia, Algeria, Egitto e quant’altro.
Riguardo alla sismicità, il fatto che ultimamente ci siano così tante scosse di lieve/media magnitudo depone contro la previsione di un terremoto catastrofico, in quanto significa che l’energia cinetica/potenziale, accumulata nella crosta terrestre, si sta liberando gradualmente.