I due piccoli vulcani di Fiumicino preoccupano gli esperti

Lo scorso 24 agosto, tra lo stupore e la paura dei residenti, un piccolo vulcano di fango è comparso al centro di una rotatoria vicino all’aeroporto di Fiumicino. Il fenomeno naturale era apparso inizialmente come un potente geyser, che sputava anidride carbonica e metano. Le analisi dell’Istituto Nazionale Nazionale di Geofisica e Vulcanologia dell’Università Roma Tre avevano certificato l’esistenza di sacche sotterranee da cui fuoriusciva un mix di gas e fango. Ma dopo due settimane dall’inizio del fenomeno, ecco una nuova sorpresa: da un tombino a meno di due metri dal vulcano è iniziata a fuoriuscire altro fango e terra. “E’ probabile che il gas abbia scavato e fratturato il terreno sotto il tombino”, spiega la vulcanologa Maria Luisa Carapezza. “Era prevedibile un ampliamento del fenomeno visto che il gas cerca vie di uscita dal sottosuolo. Stiamo effettuando ulteriori esami geolelettrici e insieme al Comune si sta già pensando a come bloccare il vulcano. Il fenomeno è circoscritto ma sarebbe meglio risolvere la situazione in tempi rapidi”. Non si può escludere infatti che nuove bocche emergano nella zona, molto trafficata e non lontana dallo scalo romano. Intanto però l’area del vulcano ha ormai raggiunto gli oltre venti metri quadrati: un vero e proprio lago di fango con continue e potenti eruzioni. “Si tratta con buona probabilità di una derivazione del primo fenomeno, originatosi nella rotonda di via Coccia di Morto, a Fiumicino”, fanno sapere fonti del Comune. “La situazione è costantemente monitorata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, dalla Protezione Civile e dalle forze dell’ordine”. OstiaTV, all’interno di un servizio realizzato sul posto, ha mostrato le immagini del secondo cratere che risulta ancora in pienissima attività. (Radio RMT)

6 commenti to “I due piccoli vulcani di Fiumicino preoccupano gli esperti”

  1. Vulcano Cantalice h 8 dell’ 11 9 2013 Faglia della condanna dei licantropi. Lycos. CSF Rieti

  2. OT

    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-09-12/scuola-carrozza-736mila-alunni-092257.shtml#comments

    Come vi ho spiegato tante volte da anni, gli USA impiegano l’italia come campo di rieducazione per africani addirittura impedendo di bocciare gli alunni stranieri (per questo ci hanno fatto assumeere valaghe di insegnanti nonostante siamo alla bancarotta). Questo comporterà la distruzuione dela scuola pubblica (se non si possono bocciare gli asini stranieri, non si possono bocciare gli asini italiani) come avvenuto in USA e i “bianchi” dovranno andare in costose scuole private per ricevere un’educazione adeguata. Esattamente come in America.

    Anche la Carrozza è un agente degli Stati Uniti e del NWO come Renzi, Grillo, Casaleggio, Letta, Maroni, Monti, Amato, Annunziata, Tremonti, Bonino, Boldrini, Saccomanni ecc. tutta gente che andrebbe fucilata alla schiena senza processo come si fa in tempo di guerra per i traditori. (Mi assumo la respnsabilità di ciò che scrivo).

    FINE OT

    Giuliano Amato giudice della Consulta, opposizione furiosa.

    Ho visto adesso, tutto confermato, stanno piazzando le loro pedine dappertutto per distruggerci.

    • Ilva, Riva Acciaio annuncia 1.400 esuberi e lo stop della produzione. Confindustria: garantire lavoro e attività – Perché si è giunti a questo
      industria
      Ilva, Riva Acciaio annuncia 1.400 esuberi e lo stop della produzione.

      E come viavevo detto prima del governo Monti, ci stanno facendo chiudere tutte le ‘eccellenze’ per impadronirsi delle nostre quote di mercato, si prederanno anche la Nutella e chiuderanno la Fiat. Grazie ai loro pupazzi di cui sopra ci stanno svuotando dallì’interno. Non ci possiamo fare niente.

    • Giuliano Amato è giudice costituzionale

      Nomina di Napolitano. Fa parte delle sue prerogative. M5S: ‘Vergogna’. Lega: ‘Non e’ nostro presidente’. Bianconi (Pdl): ‘La ciliegina di Re Giorgio’

      Notate la pantomima maggiornaza opposizione ma è tutto finto, ci stanno disintegrando, mettendo gli uomini dei banchieri e petrolieri americani ovunque.

  3. OT

    Cinque anni fa il crac di Lehman. Salvare le banche è costato almeno 18mila miliardi di dollari, il crollo del colosso usa.

    Quando le elite dominanti americane si accorsero che le gigantesche banche private stavano fallendo, escogitarono un sistema molto astuto, da lavaggio del cervello di massa, per farsi dare montagne soldi pubblici. Presero un tizio che avevano scovato dentro un bar per afro-americani, e ‘parcheggiato’ come senatore dell’Illinois, e lo candidarono alla Casa Bianca. Per farlo vincere, nel paese più razzista dell’universo, spesero miliardi di dollari per ceare l’Obamamania impiegando fondi neri nascosti dentro una banca che fu l’unica che lasciarono fallire. Le altre le fecero salvare da Obama per mezzo del TARP1 e TARP2 e nessuno potè dire niente altrimenti era ‘xenofobo’ mentre il numero degli homeless in America continuava ad aumentare come i profitti di Exxon, Apple, Facebook, Tweeter ecc.. Adesso gli USA stanno impiegando Obama per bombardare tutto il mondo ma ancora una volta chiunque si opone è ‘nazista’ e ‘razzista’.

    FINE OT

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: