Pachistan, l’isola misteriosa dopo il sisma

Nel recente tragico terremoto che ha colpito il Pachistan, anche il paesaggio è stato mutato radicalmente tra cui l’emersione di un’isola in una zona dove  il mare è profondo circa 8 metri. La sagoma perfettamente circolare della nuova isola supporta l’ipotesi che essa sia l’epicentro di un’esplosione termonucleare sotterranea, sotto il fondale marino, che è stata causa del tremendo sisma, che ha mietuto centinaia di vittime, secondo la mia teoria: Terremoto artificiale in Giappone. Non può trattarsi di un sommovimento tettonico poichè non avrebbe una così nitida simmetria sferica. E’ certamente frutto di un qualche tipo di deflagrazione. A confermare tale idea, alcune fonti riferiscono che l’isola sarebbe comparsa “istantaneamente”. La nuova isola in Pachistan dopo il terremoto vista dall'alto Osservata di profilo l’isola, che si trova a circa 800 metri dalla costa, ha forma di calotta sferica in completo accordo con l’ipotesi da me formulata. L’onda d’urto ha deformato permanentemente la crosta terrestre innalzandola di 20-30 metri e facendo emergere la calotta. Dalla curvatura del segmento di circonferenza si può desumere che l’ordigno, almeno da 100 megatoni, sia stato piazzato e fatto brillare a 500-600 metri di profondità sotto il fondo tramite una perforazione simulata per cercare gas o petrolio.

https://i2.wp.com/a.abcnews.com/images/International/ht_pakistan_earthquake_new_island_ll_130924_16x9_992.jpgForma di un'esplosione nucleare