ISON C/2012 S1 vicina a Marte

Oggi, primo ottobre 2013, la cometa ISON C/2012 S1 passa nel punto più vicino al pianeta Marte (10,8 milioni di km) e si trova abbastanza vicino al Sole da potere essere attivata. Significa che il calore solare fa scioglere ed evaporare il ghiaccio superficiale, di cui è composta, il quale viene trascinato via frammisto a minuscoli detriti e polvere dal vento solare formando la “coda”. Questa può estendersi per milioni di km, talmente grande che, illuminata dai raggi solari, diviene visibile ad occhio nudo. Da adesso in poi, si può “accendere” divenendo spettacolare almeno al telescopio. Riguardo alla visibilità a occhio nudo, questa rimane una grossa incognita che si risolverà solo a novembre probabilmente. Dove osservare la cometa ISON C/2012 S1 in Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: