Archive for novembre 21st, 2013

21 novembre 2013

The killshot – Colpo mortale

Dagli anni 70 la CIA e i militari americani iniziarono il progetto Stargate per cercare di sfruttare una dote in possesso di alcune persone capaci di percezioni extrasensoriali (ESP): la visione di eventi futuri o precognizione o premonizione. Il maggiore dell’esercito degli Stati Uniti Ed Dames, utilizzando ingenti fondi fecerali,  fu incaricato di istituire un protocollo reclutando segretamente persone con tali capacità. A un certo punto questi veggenti previdero un evento catastrofico per l’intero pianeta che chiamarono il colpo mortale (The Killshot). I primi tentativi di capire di cosa si trattasse ipotizzarono una guerra nucleare globale ma successivamente l’evento fu focalizzato come un emorme brillamento solare sfortunatamente orientato verso la Terra che la brucerà quasi integralmente. Il limite del remote viewing è l’inabilità di prevedere la data precisa.
Notizia di questi giorni che la cometa ISON C/2012 S1 è stata colpita da un flare solare vicino all’orbita di Mercurio. Alcuni esperti sostengono che avvicinandosi al Sole, la cometa potrebbe attirare gigantesche scariche di plasma caricate elettricamente provenienti dall’astro, come avviene quando un fulmine si scarica a terra o in un condensatore elettico. Nell’approccio, un’immensa scarica elettrica potrebbe scaturire dal Sole verso la cometa, in tale evenienza ISON potrebbe venire distrutta.
Stando al maggiore Dames, i precognitori, non essendo in grado di indicare la data precisa, hanno elaborato una sequenza di eventi antecedenti il killshot: il terremoto in Giappone del 2011 e l’uso di armi nucleari da parte della Corea del Nord, questo fatto deve ancora avvenire, infatti, si terrà a dicembre 2013. Inoltre l’emisfero australe sarebbe il più colpito, pare di capire, col significato che l’evento avviene nei mesi novembre – febbraio quando l’emisfero sud è maggiormente esposto al sole.

Articoli correlati: Alfredo Benni: correlazioni possibili fra tempeste solari e terremoti