La sfiga colpisce gli sfigati?

Dopo una notte di interrogativi, ecco quanto segue: la cometa ISON C/2012 S1 è sopravvissuta al perielio ma, come avevo supposto in questo blog, ISON C/2012 S1 la cometa del millennio, a causa delle sue grandi dimensioni si è frantumata in una serie di frammenti allineati come perle in una collana per l’azione delle forze di marea (la gravità solare). Probabilmente questo processo ne ha alterato qualche parametro cinetico.
Ma la notizia interessante è un’altra: il rischio è che, quando la Terra intersecherà la coda di detriti di ISON, vi siano inclusi una certa quantità di “massi” di notevoli proporzioni che potrebbero provocare una fantastica e pericolosa pioggia di stelle sul nostro pianeta.

Articoli di approfondimento: I detriti della coda di ISON C/2012 S1 cadranno sulla Terra

AGGIORNAMENTO Nasa ed Esa insistono nel dire che la cometa è interamente evaporata ancora prima di raggiungere il perielio, mentre divesrsi astronomi dilettanti dicono che è sopravvissuta. Uno scienziato dell’Esa ha detto che era di 2 km, falso chiaramente, quindi la sorte dell’oggetto celeste rimane avvolta nel mistero.