Archive for gennaio 22nd, 2014

22 gennaio 2014

Il Coniglio beffardo di Giada

La sonda cinese Chang e 3 ha trasportato il rover Yutu (Coniglio di Giada) allunando il primo dicembre 2013 e di esso si sono perse le tracce. Dopo le spettacolari e, a mio avviso, irrealistiche immagini dell’attivazione del robottino mobile, più nulla. Strano che non ci siano  altre immagini provenienti dal coniglio di giada oltre a quelle dello sbarco. Nessuna agenzia di stampa ha riportato finora di guasti alla strumentazione.
L’impressione che ebbi dall’inizio, confermata dall’assenza di immagini, è che il tutto sia una beffa cinese in risposta alle minacce americane contro la Cina. Un po’ come voler dire: “sappiamo che non ci siete andati, vedete anche noi sappiamo fingere bene, siamo alla vostra altezza”.
Pensate per un momento alla tecnologia attuale dei telefoni cellulari e alla potenza, ormai, delle loro fotocamere e alla connettività. Dunque, questi hanno mandato sulla Luna un rover costato miliardi di euro, dotato di tecnologia avanzatissima, e non sono ancora in grado  di inviare alla base fotografie dei crateri, delle stelle, dei pianeti, della Terra che brilla luminosa nel buio cielo lunare. Non è certo un problema di distanza, visto che la NASA, oltre 40 anni fa, già diceva di trasmettere a colori in diretta tv dalla superficie lunare. In risposta, l’ente spaziale americano, ha prodotto un’immagine del LRO in cui si vedrebbe il rover cinese. Non ci vuole mica tanto a insinuare, come sosteneva Bill Kaysing, che l’esplorazione spaziale è solo un’enorme bolla di sapone.

Articoli di approfondimento: La terza guerra mondialeLRO e missioni Apollo, un vicolo ciecoIl set lunare What happened on the Moon – part 1