Archive for marzo 19th, 2014

19 marzo 2014

Lo scalo di Freescale

Ero in attesa di una notizia come questa. Mi sembrava troppo strano il caso dell’aereo malese con 239 perone a bordo che ha volato per 6 ore dopo l’interruzione dei contatti. Senza contare che la scatola nera dovrebbe emettere un segnale di localizzazione anche in caso di disastro. Il volo MH370 della Malaysia Airlines era diretto da Kuala Lumpur a Pechino.
A bordo del Boeing 777 vi erano imbarcati 20 ingegneri di altro profilo impiegati nell’apparato militar-industriale. La società americana Freescale Semiconductor, per la quale i tecnici lavoravano, aveva presentato nei giorni precedenti la scomparsa dei suoi ingegneri, 12 malesi e 8 cinesi, un nuovo sistema radar ad uso militare. Esattamente il 3 marzo, cinque giorni prima dell’accaduto.

Tra gli azionisti della Freescale c’è il gruppo Carlyle nel cui consiglio di amministrazione hanno seduto in passato George Bush padre e l’ex primo ministro inglese John Major. E non meno interessante la partecipazione in Carlyle del saudita Binladin Group posseduto dalla famiglia di Osama Bin Laden.
L’inesplicabile scomparsa di tali ingegneri lascia aperto lo spazio alle teorie più strampalate. Incluso un dirottamente con rapimento di massa a scopo di spionaggio industriale per carpire i segreti del  sistema radar appena introdotto. Nel caso, l’aeroplano sarebbe stato fatto atterrare in un qualche sperduto atollo dotato almeno di una sgangherata pista d’atterraggio. Oppure un diversivo targato Al Qaeda in qualche modo riconducibile al progetto di innescare una terza guerra mondiale. A mia memoria, l’ultima volta che un aereo di linea ha volato per ore senza transponder è stato l’11-9-01. Rimanete sintonizzati.

20 ingegneri a bordo del Boeing 777