Archive for aprile, 2014

30 aprile 2014

Aprile 2014, il mese più inquinato della storia

Superato livello medio CO2 di 400 parti per milione
Il mese di aprile 2014 è quello con più CO2 nella storia umana. Il livello medio di anidride carbonica in atmosfera ha superato “in modo costante” le 400 parti per milione (ppm). Lo riporta ‘Climatecentral.org’, facendo presente che il livello è rimasto per tutto il mese oltre tale soglia. “Ogni giorno nel mese di aprile è stato di oltre 400 ppm”, dichiara Pieter Tans, scienziato del clima alla National oceanic and atmospheric administration (Noaa), una costola del dipartimento del commercio Usa.
Secondo gli esperti le concentrazioni di CO2 dovrebbero quasi sicuramente rimanere al di sopra delle 400 ppm a maggio e forse anche a giugno, per poi tornare a scendere sotto questo livello a luglio. Per Tans il picco dovrebbe arrivare a maggio raggiungendo circa 402,5 ppm, e cominciare così a diminuire. Il rischio potrebbe essere però che dopo anni di accumuli, i livelli potrebbero restare sopra le 400 ppm anche in autunno finendo per rimanere oltre tale limite per tutto l’anno. La prima misurazione oltre le 400 ppm è stata rilevata il 9 maggio del 2013.
Quest’anno però la soglia è stata superata due mesi prima, ed è rimasta oltre questo livello in modo costante dall’inizio di aprile. Il motivo è che ogni anno – viene spiegato – l’atmosfera attraversa un ciclo di livelli di anidride carbonica che si innalzano in base all’influenza delle stagioni: aumentano in primavera e in inverno, raggiungendo il picco a maggio con la fioritura delle piante; di qui in poi, grazie alla fotosintesi, le piante contribuiscono a ‘succhiare’ CO2 e i livelli diminuiscono. La misurazione della CO2 in atmosfera è monitorata da un sito sul vulcano Mauna Loa alle Hawaii.(ANSA)

Notate come i petrolieri americani cercano di fare passare la CO2 (anidride carbonica) come un ‘inquinamento’. Cercano di distogliere l’attenzione dai gas di scarico e dal pulviscolo rilasciato dall’asfalto. Cercano di incriminare l’Europa quando i maggiori produttori mondiali di CO2 sono Cina e USA. Perchè?
Perchè così possono imporre tasse “ecologiche” alle industrie europee che, unite all’euro tenuto artificialmente forte, offrono un formidabile vantaggio competitivo alle industrie ubicate oltreoceano. Il “riscaldamento globale” è un’invenzione degli Stati Uniti per costringere gli altri a pagare per loro.
Vedete come l’agenzia ANSA sia complice della falsificazione al pari delle organizzazioni ambientalistiche.
Su ordine probabilmente di Obama,  la UE sta smantellando gli incentivi per le fonti rinnovabili. Vogliono che gli europei consumino solamente petrolio come gli americani.
Di recente, la regione “equo-solidale” chiamata Emilia-Romagna ha chiuso la ferrovia elettrificata (emissioni zero) Cremona – Piacenza per rimpiazzare il servizio con bus. Gli autobus bruciano petrolio, producono CO2 e consumano i loro giganteschi pneumatici ognuno dei quali prodotto con centinaia di litri di petrolio.
L’anno scorso il presidente del Piemonte Cota aveva chiuso ben 13 linee ferroviarie regionali piemontesi senza che nessuna organizzazione ambientalista battesse ciglio. Anzi, la proposta “equo-solidale” sarebbe quella di trasformare le ferrovia in piste ciclabili naturalmente asfaltate. Di catrame e bitume parla il capitolo 11 della Genesi. Ma sarà un caso.

Articoli di approfondimento: La truffa del “riscaldamento globale”

https://i2.wp.com/www.ansa.it/webimages/foto_large/2014/4/30/188f5f1cd99fe7386bb077ef210cac81.jpg

29 aprile 2014

Giulietto Chiesa e la postilla mancante

Questo è un video molto illuminate da parte di Giulietto Chiesa. Invito i visitatori del mio sito a impararselo a memoria.
Tuttavia, bisogna aggiungere una postilla che forse, per pudore, Chiesa omette.
Io vi avevo già detto che gli USA stanno lasciando fare alla Russia in modo da destabilizzare l’Europa orientale e incrementarne il legame con la NATO per timore dell’”orso” russo brutto e cattivo.
Ma c’è un motivo ancora più recondito e angosciante per cui gli americani lasciano mano libera a Vladimir Putin. Il motivo è quello di fare scatenare una terza guerra mondiale nucleare che fornisca il pretesto di non pagare il loro immane debito con l’estero, in particolare con la Cina.
Gli USA hanno un disperato bisogno di ridisegnare il panorama economico-finanziario globale in modo da mondarsi del loro astronomico debito pubblico.
Devono fare, in grande, ciò che hanno fatto con la Lehman Brothers, banca che lasciarono fallire. E la fecero fallire per due motivi: in primo luogo per nascondere il “black budget” (fondi neri) allocati nella banca, con cui i poteri occulti crearono l’Obamamania onde insediare Obama alla Casa Bianca.
Il secondo motivo per cui lasciarono collassare quella banca, e non altri istituti di credito, fu perchè essa era particolarmente esposta con l’estero cioè a sobbarcarsi le conseguenze furono maggiormente gli stranieri.
Quale motivazione migliore esiste di una guerra atomica per non onorare i propri debiti?
Per questo l’America ha convenienza a innescare un confluito mondiale per rinsaldare la propria egemonia. Che poi questo scaturisca da Siria, Iran, Corea o Ucraina ha poca importanza.

PS Grillo annuncia: ”Referendum contro euro’. Ovvio che finge, dopo le elezioni terrà un referendum online e i giornali titoleranno ‘Sorpresa, i grillini favorevoli all’euro’. ‘Un pin a ogni cittadino, mai più code’ Vedete che la ‘grande riforma’ della PA si conclude con l’obbligo per tutti di avere internet, sistema controllato dal governo USA.


28 aprile 2014

Scie chimiche e trasporto aereo: convivenza e connivenza

A proposito delle responsabilità delle case costruttrici di aeroplani, ci si dovrebbe domandare chi modifica gli aerei che spargono le cosiddette scie chimiche. Quali sono le complicità delle autorità aeroportuali in merito?
Cosa sanno i radaristi che non vogliono o non possono dire?
Inoltre, questi aerei sono telecomandati come i droni militari?
Il filmato seguente è eloquente:

28 aprile 2014

MH370: gli aerei di linea si possono teleguidare

Emerge un fatto indicibile che fino ad oggi era impensabile. Sembra dimostrato che l’inversione a U effettuata dal Boein 777, dopo il distacco del transpoder, sia stata effettuata dal computer.
Importante osservare come l’esperto del video affermi che la mossa possa essere stata programmata prima del decollo. Dimostrazione inequivocabile che gli aeroplani di linea possono essere telecomandati direttamente o programmando il computer di bordo anzitempo.
Questo sfata definitivamente la diceria secondo la quale gli aeroplani sono sicuri poiché i piloti perirebbero essi stessi in caso di una condotta imprudente.
Gli aerei possono essere teleguidati tramite un controllo remoto o programmando il computer di bordo all’insaputa dei piloti. Costoro sono come i guidatori dei bus cittadini. Salgono sul bus e conoscono il percorso ma nulla sanno del particolare mezzo che stanno conducendo. Probabilmente è ciò che è successo con l’aeroplano di Malaysi Airlines.
Bisognerà verificare le responsabilità delle ditte costruttrici degli aeromobili nel consentire che i loro velivoli possano venire telecomandati. Credo, infatti, sia difficile teleguidare un aeroplano in diretta o con programma computerizzato senza una predisposizione di fabbrica.
Questo è il quadro illuminante che emerge dal sempre più misterioso caso del volo MH370.

27 aprile 2014

Cantalice: situazione da sequestri di persona

Sempre più ingarbugliata la situazione a Cantalice e Poggio Bustone (Rieti). Oltre ai misteriosi fenomeni ufologici e vulcanologici, un nuovo inquartante fenomeno sussiste: possibili sequestri di persona. Sembra che nella zona si aggirino degli appartenenti a un non meglio identificato corpo di polizia. Che cosa sta accadendo?
Può farsi si tratti di adduzioni da parte di razze aliene o cos’altro?



26 aprile 2014

UFO International Magazine – aprile 2014

Giunto in edicola il numero di aprile 2014 della prestigiosa rivista ufologica Ufo International Magazine diretta da Roberto Pinotti. (100 pagin, numero da collezione) Buona lettura.

UFO International Magazine – aprile 2014

24 aprile 2014

Sotto Cantalice qualcosa si muove

Non mi dilungherò nel descrivere i misteriosi eventi che da mesi interessano Cantalice (Rieti) e il suo vulcanismo. Rimane il fatto che inspiegabili fumate e terremoti si rincorrono in una sequela inquietante. Tra questi avvenimenti vi sono avvistamenti UFO, manifestazioni incendiarie di fuochi che nessuno ha appiccato nonché luci misteriose. Forse gli abitanti della zona stanno allegramente seduti sopra un vulcano in via di eruzione?
Ecco alcuni filmati:




23 aprile 2014

Mosca pronta a rispondere come in Georgia

Lavrov accusa gli Usa di “condurre lo spettacolo”, guidando la politica di Kiev

La Russia è pronta a rispondere alla crisi ucraina come ha già fatto in Georgia nel 2008 se i suoi interessi saranno attaccati. Lo ha affermato il ministro degli Esteri di Mosca, Serghiei Lavrov. Nell’estate del 2008 si svolse una guerra di pochi giorni tra Russia e Georgia. Lavrov accusa gli Usa di “condurre lo spettacolo”, guidando la politica di Kiev.
Intanto, il segretario di Stato americano John Kerry ha parlato col ministro degli esteri russo Sergei Lavrov, esprimendo preoccupazione per la mancanza di passi concreti da parte di Mosca per allentare le tensioni in Ucraina.
E il Pentagono ha annunciato l’invio di 600 soldati in Polonia e Paesi baltici sullo sfondo della crisi ucraina. Una compagnia dell’esercito, di circa 150 soldati della 173/ma brigata aviotrasportata di base a Vicenza inizierà esercitazioni mercoledì in Polonia, e analoghe manovre, che dureranno circa un mese, si svolgeranno poi anche in Lituania, Estonia e Lettonia, dove i militari Usa dovrebbero cominciare ad arrivare da lunedi, ha reso noto l’ammiraglio John Kirby, portavoce del Pentagono. (ANSA)

Ciò che dice il ministro russo  Lavrov, io lo dicevo anni fa. Ci sono gli USA dietro le “rivoluzioni colorate” in giro per il mondo. Da noi avevano creato il “popolo viola”. Operazione assorbita poi dal progetto M5S creato da Gianroberto Casaleggio con Enrico Sassoon, JP Morgan e altri. Dall’altro, hanno creato il fenomeno Renzi per insediarlo al vertice del PD e poi a palazzo Chigi senza elezioni. Come vi ho sempre detto.
Grillo parla sempre di Renzi e questi parla sempre di Grillo. È un gioco di squadra. Le “riforme” servono ad eliminare la scelta ai cittadini di votare per un qualunque altro partito.
Anche le “primavere arabe” (con centinaia di migliaia di morti) sono state innescate dagli americani per inondare l’Europa di profughi dal rieducare al modello consumista-secolarizzato americano, naturalmente a spese del welfare europeo (vedi legge Fornero). Nuovi clienti per McDonald’s, Apple Store, Facebook, Paypal e i money trasfer completamente esentasse come Western Union e Moneygram. Il (steve) jobs act urge per adeguare le normative italiane in materia di lavoro alle esigenze delle corporazioni globali.
Non solo, gli Stati Uniti mantengono un euro forte in modo che alle industrie europee convenga produrre in America esportando in Europa. Ci hanno imposto l’apertura totale delle frontiere ai prodotti cinesi che vengono in buona parte prodotti da jont-venture sino-americane.
E, come in America hanno avuto sentore che in Italia venisse messo in discussione l’acquisto degli F-35, subito hanno inviato Obama a dare una tiratina d’orecchi ai politici italiani. Ed essendo uomo di colore, se qualcuno mette in discussione i suoi “consigli per gli acquisti”,  si sente automaticamente razzista  e xenofobo (lavaggio del cervello = controllo mentale = operazione Monarch = MK Ultra).
Come emerso nel caso di Angela Merkel, i governanti europei sono costantemente intercettatati, controllati e manipolati dalla NSA.
Gli F-35 (che ci costano cento volte i soldi risparmiati riformando le pensioni) saranno impiagati nella terza guerra mondiale contro Russia e Cina.
La verità è che il secondo conflitto mondiale non è finito. Stiamo ancora scontando Ialta. Siccome gli americani ci hanno “liberato” dal nazifascismo e risollevato con il piano Marshall, ora ci impiegano da schiavi per i loro scopi di supremazia planetaria.

PS ‘Obama a Tokyo: con voi su isole contese’. Vedete che gli americani stanno aizzando i loro alleati (schiavi) contreo Cina e Russia. Devono asolutamente scatenare una guerra globale per non pagare i loro debiti.

Guerra in Ucraina
21 aprile 2014

Stampanti 3D e Spazio 1999

Guai a chiamarla “stampa 3D”. Per i puristi, si definisce “prototipazione rapida” (“rapid prototyping”). In ogni caso, per il settore dei giocattoli e del modellismo, con il 3D printing, è in corso una rivoluzione che non si capisce ancora bene come andrà a finire.
Riguardo a Spazio 1999, gli spazi sono davvero infiniti. Ormai le stampanti 3D possono costruire a colori in svariati materiali, in scala desiderata a un a risoluzione ormai indistinguibile da una pressofusione.
Certo, se qualcuno riuscisse a scandire in 3D i pezzi di un aquila, esempio del video sotto, si aprirebbero possibilità molto interessanti. Per dimensioni, colori e dettagli. Le decalcomanie si potrebbero direttamente integrare in fase di produzione e non appiccicare con incerti risultati alla fine del montaggio. Si trovano in rete file 3D che permettono di costruire  un’intera aquila. Naturalmente tutto dipende dalla qualità del dettaglio nel file e dalla qualità della stampante 3D.
Può esistere un problema di copyright degli oggetti originali. Comunque anche per la modellistica di Spazio 1999 si apre una nuova era. Per ora, qualcuno ha prodotto in 3D l’arma laser in dotazione alla base lunare Alfa.


19 aprile 2014

Che fine ha fatto il Coniglio di Giada?

La Cina non poteva fare a meno di partecipare alla corsa alla Luna, o meglio la farsesca corsa alla Luna. Il fantomatico Coniglio di Giada arrivato sulla Luna il 14 dicembre 2013 ha fatto perdere le sue tracce.
Ho sospettato fin da subito che si sia trattato di una beffa, forse tesa ad avvertire la Casa Bianca: se ci rompete le palle, esce fuori che sulla Luna non ci siete mai andati.
Per capire che le immagini della sonda cinese sono una bufala, basta osservare le ombre. In una settimana, dallo scatto della prima foto all’ultima (video), l’ombra non si è mossa di un millimetro.
In realtà, se fosse veritiero lo sbarco, questa avrebbe dovuto spostarsi di quasi 180° (angolo piatto). Infatti il giorno lunare (rotazione intorno al proprio asse) dura 28,5 giorni terrestri, quindi, in una settimana l’ombra avrebbe dovuto cambiare drasticamente direzione. Verificate pure, impiegando un software astronomico.
Ma probabilmente questi errori sono introdotti ad arte per segnalare che si tratta di una beffa, perché lo scopo è un altro.
Aspettiamo con ansia le farneticanti spiegazioni al fenomeno da parte di Paolo Attivissimo, CICAP e compagnia canta. Riporranno il coniglio dentro il cilindro di quest’altro inganno globale?

PS Buona Pasqua, finchè si può!

18 aprile 2014

Il volo dell’Aquila

In attesa che venga immessa sul mercato la serie di Spazio 1999 in italiano, doppiaggio originale, in blu-ray, spunta qualcosa di nuovo. Qualcuno ha prospettato una interpretazione futuristica di Spazio 1999. Il video sotto mostra un apprezzabile tentativo di ”futurizzazione” dell’atmosfera scenica. Interessante il contrasto bianco-nero aderente al rigore della prima serie a sua volta ispirata a 2001 Odissea nello spazio di Stanley Kubrick. Rassicurante il fatto che il quarantennale aspetto delle aquila, disegnate da Brian Johnson, faccia ancora la sua magnifica figura. Il 1999 e anche il 2001 sono trascorsi da un pezzo e questa attualizzazione potrebbe spronare la realizzazione la produzione di una nuovissima serie del telefilm.

PS Predicatore Papa:’Vero nemico di Dio non è Satana ma denaro’. Certo che il NWO sta cercando di ‘sdoganare’ chiunque, ma proprio CHIUNQUE.

17 aprile 2014

Il cugino della Terra

E’ roccioso e potrebbe scorrervi acqua liquida, condizione fondamentale per poter ospitare forme di vita
Scoperto il primo pianeta roccioso di dimensioni del tutto simili a quelle della Terra sul quale potrebbe scorrere acqua allo stato liquido: una condizione fondamentale, questa, per poter ospitare forme di vita.
Si trova nel nostro stesso ‘angolo’ della Via Lattea ed è stato identificato dall’occhio del telescopio spaziale della Nasa Kepler. Le sue caratteristiche sono riassunte in una dettagliata ‘carta d’identità’ pubblicata sulla rivista Science
Chiamato Kepler-186f, il nuovo pianeta è più grande del 10% rispetto alla Terra ed è il più esterno di cinque pianeti che ruotano intorno ad una nana rossa (una stella più piccola e fredda del nostro Sole) distante 500 anni luce. Secondo i calcoli della Nasa, Kepler-186f completa la sua orbita in 130 giorni, e la distanza che lo separa dalla sua stella è pari a quella che c’è tra il Sole e Mercurio: si trova dunque nella cosiddetta ‘zona abitabile’, ossia nella regione in cui riceve luce e calore tali da poter mantenere acqua liquida sulla sua superficie. (ANSA)

https://i2.wp.com/www.ansa.it/webimages/foto_large/2014/4/17/e70f2a87e52e6d8e80812b24d9d9f076.jpg

16 aprile 2014

Il copilota del volo MH370 tentò di chiamare col cellulare

Tra i mille misteri che accompagnano la scomparsa del volo MH370 di Malaysia Airlines, emerge l’ennesima strana storia.
Secondo i tabulati delle chiamate dai cellulari, il copilota del volo, Fariq Abdul Hamid, accese il suo cellulare cercando di effettuare una chiamata  mezz’ora dopo l’interruzione dei contatti con la torre di controllo.
Dal punto di vista tecnico, la cosa potrebbe essere stata possibile, dato che il velivolo a quel punto si era abbassato sotto i 3000 metri di quota. Abbastanza basso perchè un cellulare agganciasse un’antenna della rete. Sappiamo, dagli eventi dell’11-9, che i cellulari (specie nel 2001 in USA) non erano assolutamente in grado di funzionare da un aeroplano. Non è tuttora facile capire come furono effettuate quelle chiamate.
Chi voleva contattare il copilota tramite cellulare? E per dire cosa?
Se i cellulari a bordo “prendevano”, come mai nessun altro passeggero tentò di effettuare telefonate? Domande che non troveranno facile risposta.
Un’altra bizzarria che fa riflettere riguarda le ultime parole pronunciate dalla cabina di pilotaggio prima dell’inspiegabile interruzione delle comunicazioni.
Non si riesce più a rintracciare la registrazione audio, che pure fu diffusa in internet verso la metà di marzo, in cui il co-pilota diceva All right, good night alle 1:07. O me la sono sognata io?
Da qualche giorno a questa parte, i media globali ci fanno sapere invece che l’ultima frase pronunciata, ma senza farcela ascoltare, sarebbe stata Good night Malaysian 370. Questa comunicazione sarebbe avvenuta alle ore 1:19. Hanno impiegato più di un mese per scovare le ultime cruciali parole prima della scomparsa?
Il mistero s’infittisce.

15 aprile 2014

Scivoliamo verso l’Abisso

Blitz di Kiev nell’est: almeno 4 morti Mosca, ‘siamo profondamente preoccupati’

https://i1.wp.com/www.ansa.it/webimages/img_700/2014/4/15/6e9340d172d27d8e85c4d1e41cc823a9.jpg

I manifestanti filo-russi che “non deporranno le armi saranno liquidati”. E’ la truculenta minaccia del generale Vladimir Krutov, nuovo numero due dei servizi segreti di Kiev (Sbu) e comandante dell’operazione militare scatenata nell’est russofono dell’Ucraina. “E’ bene avvertirli – ha detto Krutov all’Afp – che se non deporranno le armi saranno liquidati”.
Il generale ha poi rinnovato l’accusa all’intelligence militare russa (Gru) di coordinare le proteste nell’Ucraina orientale: accusa che Mosca respinge. Il presidente russo Vladimir Putin ha poi chiesto al segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon una chiara condanna delle azioni di Kiev.
Poco prima era intervenuta la Casa Bianca. ”C’è una crisi in Ucraina, che è precipitata con i separatisti pro-Russia. E’ una situazione pericolosa”, ha affermato il portavoce Jay Carney sottolineando che non c’è una soluzione militare a questa crisi. “L’uso della forza non è l’opzione preferibile ma il governo di Kiev doveva rispondere”, ha proseguito Carney commentando l’operazione lanciata dalle forze ucraine nelle con morti e feriti in particolare a Kramatosk.
La situazione in Ucraina si fa dunque sempre più rarefatta e rischia di precipitare da un momento all’altro. Il ministero della difesa ucraino ha confermato un’operazione speciale a Kramatorsk, nella regione orientale di Donetsk, dove secondo media russi e ucraini sarebbero avvenuti scontri ad un posto di blocco dei filorussi, con feriti. In particolare sarebbe avvenuto un attacco aereo da parte delle forze ucraine sull’aeroporto militare di Kramatorsk, preso l’altro ieri dai filorussi.
Quattro filorussi sono morti ed altri due sono rimasti feriti nel blitz. Lo riferisce l’agenzia statale Ria Novosti citando un rappresentante delle forze filorusse. Mosca si è detta “profondamente preoccupata” dalle notizie sulle vittime. Truppe ucraine sarebbero poi entrate a est di Sloviansk.
In tutto questo il governo ucraino è sotto pressione. Centinaia di persone hanno infatti manifestato a Kiev davanti al Parlamento chiedendo le dimissioni del presidente ucraino Oleksandr Turcinov e del ministro dell’ Interno Arsen Avakov, che – a loro avviso – non starebbero adottando misure adeguate nei confronti dei separatisti filorussi nelle regioni orientali del Paese.
Non è dunque un caso che in mattinata un primo battaglione della Guardia nazionale ucraina – formata per lo più da volontari dei gruppi di ‘Autodifesa’ di Maidan – sia stato inviato nell’est del Paese, dove gli insorti filorussi occupano edifici pubblici in una decina di città.
La diplomazia al lavoro

Nuove sanzioni della Ue contro Mosca legate alla crisi ucraina saranno “immotivate e controproducenti”: lo sostiene il ministero degli esteri russo in una nota.
“Invece di spaventarci con una ennesima lista di sanzioni, la Ue dovrebbe concentrarsi sulla ricerca comune di una soluzione della crisi ucraina”, ammonisce Mosca, che definisce “assolutamente inaccettabili le allusioni ad un certo coinvolgimento della Russia nel conflitto armato nell’est dell’Ucraina”.
”Su richiesta di Mosca”, il presidente americano Barack Obama ha intanto parlato con il presidente russo Vladimir Putin. Lo afferma la Casa Bianca, sottolineando che Obama nel corso del colloquio ha ribadito l”’importanza” del ritiro da parte della Russia delle truppe ai confini con l’Ucraina per calmare le tensioni.
Mosca dal canto suo avverte che l’uso della forza nel sud-est ucraino “annullerà l’occasione offerta dalla riunione quadripartita a Ginevra” prevista dopodomani tra Usa, Russia, Ucraina e Ue. Il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov dalla Cina avverte: “Non si possono inviare i carri armati e nello stesso tempo tenere un dialogo”.
E il presidente russo Vladimir Putin ha detto al presidente americano Barack Obama in una telefonata nella serata di ieri che le accuse di ingerenza di Mosca nell’est dell’Ucraina sono ”speculazioni basate su informazioni infondate”. Lo ha reso noto il Cremlino, aggiungendo: ”Putin ha chiesto ad Obama di fare tutto il possibile per non autorizzare l’uso della forza e provocare un bagno di sangue”. Secondo Mosca i due leader sono d’accordo sulla necessità di “proseguire gli sforzi” per trovare una soluzione diplomatica alla crisi. Putin ha ancora una volta chiesto l’avvio di negoziati con “tutte le principali forze politiche e le regioni” per costruire una struttura federale per l’Ucraina. (ANSA)

13 aprile 2014

Ecco cosa è il TTIP

Come scrivevo già dieci anni fa, il vero potere vuole anteporre i diritti e profitti della multinazionali globali ai diritti degli stati nazionali e dei cittadini.
Il super-stato europeo è una creazione americana, dei poteri globalisti per imporre all’Europa il TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership). Per questo hanno fatto eleggere alla Casa Bianca un uomo di colore. Con il meschino trucco psicologico che, essendo nero, nessun babbeo “equo-solidale” del centri sociali, per esempio, si opporrà mai.
A questo servono le riforme come abolizione delle province, del senato, una legge elettorale alla camera senza possibilità di vera scelta. Gli USA vogliono estrarre il gas, il petrolio dalla penisola italiana senza che le comunità locali possano opporsi e chi di oppone dovrà risarcire le megaaziende di Wall Street. Mica si possono infastidire gli “investors”?
Siamo una colonia di straccioni a livello di Haiti che potrà subire terremoti, catastrofi naturali, scie chimiche, tumori a iosa purché non si tocchino i profitti delle megacorporazioni dietro a Monti, Renzi, Casaleggio, Bonino, Boldrini, Grillo e tutti gli altri che vi ho nominato fino alla paranoia.

PS http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/esteri/2014/02/transatlantic-trade-and-investiment-partnership.html Qualcuno sul sito di Grillo aveva già parlato del TTIP. Però notate che viene fatto passare per un evento simmetrico. In realtà ad avvantaggiarsi sono solo le aziende americane. In USA la pressione fiscale è al 25% (grossomodo) in Europa il doppio. Gli USA, complice Draghi, tengono la divisa USA sottovalutata (1,40) in modo da rendere sconveniente investire in Europa, se non da predoni come sono loro. Senza contare il peso della tassazione sulle emissioni gas serra che non esiste per le aziende ubicate in Nordamerica. Il problema dei grillini (non di Beppone e Casaleggio che lo sanno benissimo) è che non capiscono che dietro la UE ci sono gli USA che la usano per i loro interessi. Faccio il solito esempio: imporre la lingua inglese come lingua nazionale anche da noi (programma M5S docet). Questo fornirebbe un grande vantaggio competitivo alle corporazioni americane che producono in Cina a prezzi da sfruttamento ma vogliono guadagnare di più. Non vogliono produrre biscotti, marmellate, omogeneizzati ecc. secondo le leggi alimentari diverse nei singoli stati e con confezioni in diverse lingue. A questo serve la UE cara anche a Napo Orso Capo. OK?
PS Attese le nomine, spazio alle quote rosa Delrio: ‘Puntiamo a parità di genere. Pronti su Eni, Enel e Finmeccanica’. Descalzi in pole per Cane a 6 zampe. Gli USA vogliono gente incompetente a capo delle aziende pubbliche italiane per deprezzarle e acquistarle per 4 soldi.


13 aprile 2014

Kiev in azione contro filo-russi, morti e feriti nell’est Ucraina

 “L’operazione anti-terrorismo” lanciata dalle forze di governo pro-europee ucraine contro gli insorti armati filo-russi nell’est del paese ha provocato “morti e feriti da entrambe le parti”. Lo ha annunciato il ministro degli interni ucraino sulla sua pagina Facebook.  l’operazione antiterrorismo è iniziata a Sloviansk” città dell’est dell’Ucraina, dove ieri uomini armati filo-russi hanno preso edifici dei servizi di polizia e di sicurezza. Lo ha annunciato annunciato il ministro degli Interni ucraino Arsen Avakov sulla sua pagina Facebook sottolineando “che Dio sia con noi”. Avakov non ha fornito ulteriori dettagli mentre messaggi sui vari social network riferiscono di sparatorie nella città, ma senza trovare al momento conferme. Ieri sera il ministro aveva denunciato una “aggressione” russa, dopo la serie di attacchi ad edifici delle forze di sicurezza nella città russofona dell’Ucraina orientale, al confine con la Russia. Ieri sera il Consiglio di Sicurezza ucraino si è riunito per più di tre ore, in seguito agli attacchi nell’est, ma nessuna decisione è stata ufficialmente annunciata al termine dell’incontro.
Il segretario di Stato Usa John Kerry ha parlato al telefono con il ministro degli esteri russo Serghiei Lavrov e lo ha avvertito che se la Russia non prenderà “misure per ridurre la tensione nell’Ucraina orientale e non ritirerà le sue truppe dal confine” dovrà affrontare “ulteriori conseguenze”. Nel corso del colloquio telefonico, Kerry ha espresso “profonda preoccupazione” che gli attacchi delle ultime ore delle milizie nell’Ucraina dell’Est siano stati “orchestrati”, riferisce ancora il Dipartimento di Stato, aggiungendo che militanti nell’Ucraina orientale “erano equipaggiati con armi russe e con le stesse uniformi indossate dalle forze russe che hanno invaso la Crimea”.
Il segretario generale dell’Onu, Ban Ki Moon ha lanciato un appello a tutti i protagonisti della crisi ucraina a “usare la massima moderazione” e a dialogare per abbassare la tensione. Dicendosi “molto preoccupato” di fronte ai “rischi crescenti di scontri violenti”, Ban Ki Moon “invita tutte le parti coinvolte ad adoperarsi per abbassare la tensione e rispettare la legge”, come si legge in una nota delle Nazioni Unite. Ban ribadisce la “richiesta di intraprendere un dialogo costruttivo per abbassare la tensione e ridurre le divergenze”. “Le Nazioni unite – conclude la nota – sono pronte a sostenere una soluzione pacifica della crisi attuale in Ucraina”. (Sole 24ore)

Probabilmente, si stanno mettendo d’accordo per scatenare una terza guerra mondiale prendendo due piccioni con una fava: da un lato svuotare gli arsenali nucleari senza la noia di doverli smantellare, dall’altro, azzerare tutti i debiti pubblici che non sono, oggettivamente, più riparabili.
Kerry è un adepto della chiesa di satana di Anton Levy, autore della bibbia satanica in quattro volumi. Quindi sappiamo di che pasta è fatto. Alla Russia forse un conflitto mondiale conviene per riprendersi dei territori che essa sente essere russi. È una vecchia storia, risalente agli zar, quella di volere riunire tutte le lande appartenenti alla Santa Madre Russia.
Intanto in Siria non si capisce bene chi stia usando le armi chimiche tra ribelli e Assad. Se il dubbio è arrivato alla stampa, significa che sono i ribelli foraggiati dalla CIA. Come fu nel caso di Milosevic, Saddam, Gheddafi e altri, le “armi chimiche” sono una invenzione di USA_NATO_ONU_UE per avere la giustificazione di andare ad ammazzare centinaia di migliaia di donne e bambini inermi. Provocando, nel contempo, esodi biblici di profughi, tanto cari a Renzi, Boldrini, Bonino e Grillo, da rieducare in Europa al modello consumistico nordamericano.
Le armi chimiche di Assad non esistono, sono solo un pretesto totalmente creato ad arte per uccidere sadicamente milioni di persone. E arma di pressione contro i paesi non abbastanza allineati come l’Italia in cui temono che PD (di Renzi) e M5S perdano voti alle elezioni europee. È il NWO, non è una bellezza ragazzi?

PS Nuovo record del debito, oltre 2.100 miliardi. Vedete che anche all’Italia terminale conviene una bella guerra nucleare per togliere di mezzo il debito pubblico. Io mi sto già attrezzando.
https://i0.wp.com/www.ansa.it/webimages/img_457x/2014/4/13/0b4aae567f6b3c2254b4a9ac207a46bb.jpg

11 aprile 2014

Il Boeing 777 di Malaysia Airlines fu telecomandato: ipotesi non campata per aria

Emergono le prove ipotetiche che il volo MH370 di Malaysia Arlines sarebbe stato dirottato elettronicamente attraverso un cellulare o una chiavetta USB.
Vediamo di capire. Già l’amministrazione Bush aveva prospettato la possibilità di rendere gli aviogetti telecomandabili in funzione antiterroristica.
Ora, l’esperta britannica antiterrorismo Sally Leivesley afferma che, mediante una serie di codici inviati attraverso impulsi radio, qualcuno avrebbe potuto intromettersi nei computer del Boeing 777 allo scopo di prenderne il controllo. Del resto, sembra certo che alcune versioni del modello 777 siano predisposte per l’installazione di un controllo remoto in modo da potere essere teleguidato. Ovviamente il motivo è sempre il “terrorismo”.
Il comportamento del velivolo dopo avere spento ogni sistema di trasmissione, depone a favore di un controllo a distanza. L’aereo si è abbassato repentinamente, per sfuggire ai radar ha anche circumnavigato la penisola indonesiana inabissandosi in un punto profondissimo dell’oceano indiano. Se mai sarà individuato, sarà recuperato tra anni.
Il motivo del nascondersi risiede nel fatto che, se qualche aereo militare o civile lo avesse raggiunto in tempo, forse si sarebbe accorto che era eterodiretto.
Invece vedrete che addosseranno la colpa ai piloti o a qualche organizzazione terroristica.
Probabilmente hanno testato un nuovo sistema di pilotaggio a distanza, nel contempo facendo sparire personaggi scomodi o roba simile.
Ma stiamo tranquilli che i “terroristi” non c’entrano.

Boeing 777 MH370 telecomandato

10 aprile 2014

Nostri avi vivevano su Marte? Inquietante congettura di uno studioso americano

I nostri avi vivevano su Marte? Una domanda che fa sorridere e sembra assurda. In realtà per Steven Benner, scienziato americano, non c’è molto da ridere perché, secondo lui, la vita terrestre deriverebbe proprio dal Pianeta Rosso. Dello studio condotto da Benner e colleghi si è parlato anche a Firenze, durante l’annuale conferenza ‘Goldschmidt’ di geochimica.
“Sembrano crescere le prove che la vita sia cominciata su Marte e sia arrivata sulla Terra a bordo di un sasso. È comunque una fortuna che siamo finiti qui, perché sicuramente tra i due pianeti la Terra è stata la migliore per sostentare la vita. Se i nostri ipotetici antenati marziani fossero rimasti lì, probabilmente non ci sarebbe alcuna storia da raccontare” ha asserito Benner. ( http://www.altopascio.info/ )

PS in questo momento 9:45 potenti scie chimiche su bassa bresciana, alto mantovano e est cremonese, guardare il cielo per credere. Stanotte  ore 24 – 2 ho sentito un gran viavai di aerei a reazione. Nel pomeriggio ancora potenti scie chimiche. 11 – 4 Le previsioni davano pioggia oggi sulla pianura padana, invece cielo tersissimo…
Matrimonio gay, tribunale Grosseto ordina trascrizione nello stato civile. Vedete che usano i tribunali per imporre i dettami del NWO come un tribunale ordinò di rimuovere i crocefissi dalle scuole ecc.

7 aprile 2014

Ucraina, i filorussi a Est chiedono un referendum per l’annessione a Mosca

Sta accadendo quello che molti osservatori temevano: in Ucraina le spinte secessioniste verso la Russia non si fermano alla Crimea che Putin ha annesso con un colpo di penna a un trattato che la comunità internazionale giudica illegittimo, dopo il referendum del 16 marzo scorso. Le stesse spinte si estendono ora alle zone orientali del Paese dove si chiede un analogo referendum che si dovrebbe tenere il prossimo 11 maggio.
Gli attivisti filorussi autori del blitz nel parlamento regionale di Donetsk e della proclamazione della omonima Repubblica hanno lanciato un appello al leader del Cremlino affinché mandi un contingente di peacekeeper nel territorio di Donetsk.
Segna uno scivolone il mercato azionario russo, proprio mentre la regione ucraina di Donetsk proclamava la sua indipendenza, aprendo uno scenario molto simile a quello già visto per la Crimea. Gli analisti di mercato parlano di “pessimismo” e sull’onda di questo l’indice della borsa russa RTS ha perso a metà giornata quasi il 3% in pochi minuti, scendendo al di sotto dei 1.200 punti. L’indice MICEX ha perso il 2,23% ed è arrivato a 1.352,1 punti. Non solo. Il dollaro e l’euro si sono di nuovo rafforzati sul Moscow Stock Exchange dopo le notizie da Donetsk sull’intenzione di indire un referendum. A farne le spese è il rublo. La valuta statunitense è salita a 35,63 rubli, mentre l’euro 48,9 rubli. (Sole 24ore)

Al solito ci ho azzeccato. Dopo l’annessione della Crimea alla Russia, l’Ucraina sta sprofondando nella guerra civile. E le proteste sono sobillate sia dal Cremlino, sia da USA e UE (che sono la stessa cosa).
Il vero obbiettivo, malcelato ormai, è quello di accendere la miccia di un terzo conflitto mondiale allo scopo di azzerare tutti i debiti pubblici. In particolare quello americano nei confronti della Cina.
Anche il debito pubblico italiano sta aumentando continuamente, nonostante gli agenti del NWO stiano impoverendo i cittadini italiani fino alla miseria. Logico che anche l’Italia non sarà mai in grado di ripagare il proprio debito. Una guerra nucleare ci conviene anche a noi, in fondo. L’italiano medio è come quel film con Alberto Sordi in cui lui interpreta il ruolo di commerciante di armi. Alla fine, la famiglia accetta la situazione pur di continuare a vivere agiatamente grazie al papà che gira per il mondo commerciando in armamenti. È triste doverlo ammettere, ma è così.

PS È morta la figlia di Bob Geldof che si chiamava Peaches di lunedì. Nel testo di ‘I don’t like Mondays’ troviamo ‘Sweet 16 ain’t so peachy keen’, Pure morta durante la fioritura del pesco come il suo nome intero. Non è strano? Ascoltare per credere: https://www.youtube.com/watch?v=ATPizoFsctM
Ah, ecco perchè l’hanno ammazzata: https://www.youtube.com/watch?v=dHzBM1foA9E
Legge 40, per Consulta illegittimo divieto di fecondazione eterologa. Vedete che impiegano la consulta infarcita di massoni per cancellare le leggi votate dal parlamento. Vedrete che adesso attaccheranno anche la legge 194 sull’aborto. Faccio notare che esiste una legge dello stato (legge Anselmi) che vieta ai massoni di ricoprire cariche pubbliche(?!?) E cacceranno dalle strutture sanitarie pubbliche i medici che fanno obiezione di coscienza sull’aborto.
Ucraina, i filorussi a Est chiedono un referendum per l'annessione a Mosca

 

6 aprile 2014

Un aereo tallonava il Boeing di Malaysia Airlines

Viene passato sotto silenzio un fatto parecchio inquietante che si evidenzia dall’analisi dei tracciati radar. Un velivolo sconosciuto tallonava in coda il volo MH370 poco prima che sparisse dai radar. E subito dopo, anche il misterioso aereo si volatilizza, è il caso di dirlo.
La CNN riferisce che, dopo avere staccato il transponder, il grosso jet di Malaysia Arlines avrebbe accuratamente evitato i radar aggirando l’Indonesia, facendo rotta verso il nulla dell’oceano indiano meridionale.
Tutto questo avvalora l’ipotesi che, a un certo punto, qualcuno abbia preso il controllo del velivolo per farlo inabissare in una zona dove sarebbe stato difficilmente recuperabile. Può darsi che a telecomandare a distanza sia stato un ente desideroso di un atto dimostrativo, oppure un avvertimento verso uno stato. Oppure ancora, un sistema per eliminare qualche personaggio scomodo sacrificandone centinaia di altri in modo da non fare palesare il piano.
Il filmato sottostante mostra inequivocabilmente il velivolo misterioso. La mia ipotesi è che un aereo non identificato si sia avvicinato per emettere il segnale di commutazione da pilotaggio manuale a pilotaggio a distanza.

6 aprile 2014

Mars One è un’altra bufala?

Interessante osservare come sempre più persone stiano intuendo che il progetto di viaggio di sola andata verso Marte sia una beffa. Non è casuale l’accostamento col film Capricorn One, del 1978, in cui si descrive un viaggio su Marte simulato.
Il programma Mars One prevederebbe la spedizione senza ritorno di quattro astronauti su Marte per dare origine a una colonia umana. Ogni operazione di preparazione, viaggio e permanenza sul pianeta rosso dovrebbe essere trasmessa in diretta TV come un “reality”.
Però, con la tecnologia odierna, le agenzie spaziali di tutto il mondo non riescono a inviare esseri umani oltre le fasce di Van Allen, verso la Luna. Figuriamoci verso il pianeta rosso.
Comunque, il film del regista Peter Hyams fu tratto dal libro di Bill Kaysing sulla falsificazione delle missioni Apollo. Solo che, per non versare i diritti d’autore, i produttori scrissero una sceneggiatura in cui la simulazione dello sbarco avviene su Marte.
Scommetto che il progetto Mars One è il remake di Capricorn One.

Articoli di approfondimento: Capricorn One

5 aprile 2014

Volo MH370 a una svolta?

Sembra che una nave cinese, la Haixun 01, abbia captato segnali proveniente dalla scatola nera de Boeing 777 di Malaysia Airlines scomparso l’8 marzo scorso. La posizione è 25 gradi sud e 101 gradi est. Sulla frequenza di trasmissione di 37,5 kHz che è la medesima impiegata dalle scatole nere degli aeroplani. Non è ancora chiaro, tuttavia, quale possa essere la fonte esatta del segnale.

 La nave Haixun 01

3 aprile 2014

Un brevetto misterioso dietro la scomparsa del volo MH370

Finchè non sarà ritrovato il Boeing 777 della Malaysia Arlines, se mai sarà ritrovato, affioreranno le ipotesi più svariate riguardo al suo destino.
Come ho già scritto, tra i passeggeri a bordo vi erano 20 dipendenti, in massima parte cinesi, della società americana Freescale Semiconductors, basata a Austin, Texas, e specializzata in semiconduttori e nano tecnologie di punta.
Ora,  tra questi vi sono 4 ingegneri cinesi che possedevano un brevetto in comune con una quinta persona, divenuto adesso unico detentore. Sarà una bizzarra coincidenza, oppure no, ma il quinto proprietario di questo brevetto è il miliardario Jacob Rothschild che ora rimarrà il solo beneficiario in quanto proprietario di Freescale. Accusare gente di questa risma di fare sparire aerei, non è il caso. Comunque la cosa è inquietante.
Non è chiaro a cosa si riferisca il brevetto ne è a cosa stesse veramente lavorando Freescale Semiconductors. Nei giorni precedenti la scomparsa dell’aereo, l’azienda statunitense aveva lanciato un nuovo micro-controller, denominato KL-03, destinato ai settore dei radar militari.
Quattro giorni prima del volo, l’ufficio brevetti americano aveva suggellato la pratica con 5 detentori del brevetto. Uno appartenente a Freescale e gli altri quattro, tutti cinesi, erano al bordo del Boeing svanito. I loro nomi sono: Peidong Wang, Zhijun Chen, Cheng Lu e  Ying Zhijong.
L’enigma s’ingrossa sempre più, riguardo al volo MH370. Da più parti si da adito al sospetto, per la verità logico, che la storiella del “corridoio sud”, le foto dei satelliti, sia stata tutto una false flag per depistare i media globali.

Articoli di approfondimento: Lo scalo di Freescale

PS Istruzione, dopo la malattia il bambino torna a scuola senza certificato medico Dopo l’abolizione dei 2 mesi massimo di assenza altrimenti bocciatura, un altro regalo agli stranieri da rieducare. Il vero obbiettivo è la distruzione della scuola pubblica in Italia aprendo la strada agli istituti etnici e privati (“perchè il pubblico non funzione”). 10 anni fa scrivevo di Kossovo. Ammetto di essere terrorizzato ogni volta che Renzi parla di squola. Bce Studia acquisto bond per mille miliardi Notare che le banche creano, acquistano, vendono denaro semplicemente ‘parlando’. Noi se andiamo in macelleria a comprare un etto di mortadella non possiamo pagare ‘parlando’.

3 aprile 2014

Cile, nuova forte scossa magnitudo 7.6

(ANSA) Una nuova violenta scossa di terremoto di magnitudo 7.6 ha colpito nella notte la costa nord del Cile. Allarme tsunami moderato anche per il Perù, poi rientrato.  Oggi è attesa la visita della presidente Bachelet nelle zone colpite dalle scosse, la più forte delle quali due sere fa con magnitudo 8.2. Sei le vittime finora.
Le autorità del Cile hanno cancellato a livello nazionale l’allerta tsunami lanciato dopo il terremoto di magnitudo 7,6 che ieri sera ha scosso il nord del Paese dopo il sisma di 8,2 di ieri. “I servizi idrografici e oceanografici della Marina hanno cancellato l’allerta tsunami per l’intero territorio nazionale”, ha detto il ministro dell’Interno Rodrigo Peñailillo durante una conferenza stampa.  

La profondità è stata fissata (?) in 20 km di profondità cui ne è seguita un altra di magnitudo 6.2 con profondità fissata a circa 25 km. La somiglianza della magnitudo, in questo caso, doperebbe a favore di un terremoto naturale. Infatti, il segno distintivo dei terremoti artificiali è differente. I forti terremoti innescati artificialmente sono in genere provocati tramite esplosioni termonucleari. A conseguenza di ciò, le susseguenti scosse di assestamento sono di grandezza molto minore rispetto alla scossa iniziale generata dalla detonazione dell’ordigno atomico.

Articoli di approfondimento: Terremoto artificiale in Giappone: emerge un quadro

PS Immigrazione: Alfano, 300-600 mila pronti a traversate. Quando un anno fa scrissi che, forse anche grazie al M5S, avrebbero abolito il reato di clandestinità, ci sarebbe stata un’ondata migratoria senza precedenti verso l’Europa di africani da rieducare al modello consumista americano, qualcuno venne sul mio blog a darmi del “razzista”. Vedete che ho azzeccato tutto, a voi invece vi fanno il lavaggio del cervello. Intanto a BS si continua a morire sul lavoro, la crisi non esiste: http://www.bresciaoggi.it/stories/dalla_home/692955_visano_e_calvisano_due_morti_sul_lavoro/

Terremoto in Cile