Archive for aprile 7th, 2014

7 aprile 2014

Ucraina, i filorussi a Est chiedono un referendum per l’annessione a Mosca

Sta accadendo quello che molti osservatori temevano: in Ucraina le spinte secessioniste verso la Russia non si fermano alla Crimea che Putin ha annesso con un colpo di penna a un trattato che la comunità internazionale giudica illegittimo, dopo il referendum del 16 marzo scorso. Le stesse spinte si estendono ora alle zone orientali del Paese dove si chiede un analogo referendum che si dovrebbe tenere il prossimo 11 maggio.
Gli attivisti filorussi autori del blitz nel parlamento regionale di Donetsk e della proclamazione della omonima Repubblica hanno lanciato un appello al leader del Cremlino affinché mandi un contingente di peacekeeper nel territorio di Donetsk.
Segna uno scivolone il mercato azionario russo, proprio mentre la regione ucraina di Donetsk proclamava la sua indipendenza, aprendo uno scenario molto simile a quello già visto per la Crimea. Gli analisti di mercato parlano di “pessimismo” e sull’onda di questo l’indice della borsa russa RTS ha perso a metà giornata quasi il 3% in pochi minuti, scendendo al di sotto dei 1.200 punti. L’indice MICEX ha perso il 2,23% ed è arrivato a 1.352,1 punti. Non solo. Il dollaro e l’euro si sono di nuovo rafforzati sul Moscow Stock Exchange dopo le notizie da Donetsk sull’intenzione di indire un referendum. A farne le spese è il rublo. La valuta statunitense è salita a 35,63 rubli, mentre l’euro 48,9 rubli. (Sole 24ore)

Al solito ci ho azzeccato. Dopo l’annessione della Crimea alla Russia, l’Ucraina sta sprofondando nella guerra civile. E le proteste sono sobillate sia dal Cremlino, sia da USA e UE (che sono la stessa cosa).
Il vero obbiettivo, malcelato ormai, è quello di accendere la miccia di un terzo conflitto mondiale allo scopo di azzerare tutti i debiti pubblici. In particolare quello americano nei confronti della Cina.
Anche il debito pubblico italiano sta aumentando continuamente, nonostante gli agenti del NWO stiano impoverendo i cittadini italiani fino alla miseria. Logico che anche l’Italia non sarà mai in grado di ripagare il proprio debito. Una guerra nucleare ci conviene anche a noi, in fondo. L’italiano medio è come quel film con Alberto Sordi in cui lui interpreta il ruolo di commerciante di armi. Alla fine, la famiglia accetta la situazione pur di continuare a vivere agiatamente grazie al papà che gira per il mondo commerciando in armamenti. È triste doverlo ammettere, ma è così.

PS È morta la figlia di Bob Geldof che si chiamava Peaches di lunedì. Nel testo di ‘I don’t like Mondays’ troviamo ‘Sweet 16 ain’t so peachy keen’, Pure morta durante la fioritura del pesco come il suo nome intero. Non è strano? Ascoltare per credere: https://www.youtube.com/watch?v=ATPizoFsctM
Ah, ecco perchè l’hanno ammazzata: https://www.youtube.com/watch?v=dHzBM1foA9E
Legge 40, per Consulta illegittimo divieto di fecondazione eterologa. Vedete che impiegano la consulta infarcita di massoni per cancellare le leggi votate dal parlamento. Vedrete che adesso attaccheranno anche la legge 194 sull’aborto. Faccio notare che esiste una legge dello stato (legge Anselmi) che vieta ai massoni di ricoprire cariche pubbliche(?!?) E cacceranno dalle strutture sanitarie pubbliche i medici che fanno obiezione di coscienza sull’aborto.
Ucraina, i filorussi a Est chiedono un referendum per l'annessione a Mosca