Ecco cosa è il TTIP

Come scrivevo già dieci anni fa, il vero potere vuole anteporre i diritti e profitti della multinazionali globali ai diritti degli stati nazionali e dei cittadini.
Il super-stato europeo è una creazione americana, dei poteri globalisti per imporre all’Europa il TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership). Per questo hanno fatto eleggere alla Casa Bianca un uomo di colore. Con il meschino trucco psicologico che, essendo nero, nessun babbeo “equo-solidale” del centri sociali, per esempio, si opporrà mai.
A questo servono le riforme come abolizione delle province, del senato, una legge elettorale alla camera senza possibilità di vera scelta. Gli USA vogliono estrarre il gas, il petrolio dalla penisola italiana senza che le comunità locali possano opporsi e chi di oppone dovrà risarcire le megaaziende di Wall Street. Mica si possono infastidire gli “investors”?
Siamo una colonia di straccioni a livello di Haiti che potrà subire terremoti, catastrofi naturali, scie chimiche, tumori a iosa purché non si tocchino i profitti delle megacorporazioni dietro a Monti, Renzi, Casaleggio, Bonino, Boldrini, Grillo e tutti gli altri che vi ho nominato fino alla paranoia.

PS http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/esteri/2014/02/transatlantic-trade-and-investiment-partnership.html Qualcuno sul sito di Grillo aveva già parlato del TTIP. Però notate che viene fatto passare per un evento simmetrico. In realtà ad avvantaggiarsi sono solo le aziende americane. In USA la pressione fiscale è al 25% (grossomodo) in Europa il doppio. Gli USA, complice Draghi, tengono la divisa USA sottovalutata (1,40) in modo da rendere sconveniente investire in Europa, se non da predoni come sono loro. Senza contare il peso della tassazione sulle emissioni gas serra che non esiste per le aziende ubicate in Nordamerica. Il problema dei grillini (non di Beppone e Casaleggio che lo sanno benissimo) è che non capiscono che dietro la UE ci sono gli USA che la usano per i loro interessi. Faccio il solito esempio: imporre la lingua inglese come lingua nazionale anche da noi (programma M5S docet). Questo fornirebbe un grande vantaggio competitivo alle corporazioni americane che producono in Cina a prezzi da sfruttamento ma vogliono guadagnare di più. Non vogliono produrre biscotti, marmellate, omogeneizzati ecc. secondo le leggi alimentari diverse nei singoli stati e con confezioni in diverse lingue. A questo serve la UE cara anche a Napo Orso Capo. OK?
PS Attese le nomine, spazio alle quote rosa Delrio: ‘Puntiamo a parità di genere. Pronti su Eni, Enel e Finmeccanica’. Descalzi in pole per Cane a 6 zampe. Gli USA vogliono gente incompetente a capo delle aziende pubbliche italiane per deprezzarle e acquistarle per 4 soldi.