Archive for aprile 30th, 2014

30 aprile 2014

Aprile 2014, il mese più inquinato della storia

Superato livello medio CO2 di 400 parti per milione
Il mese di aprile 2014 è quello con più CO2 nella storia umana. Il livello medio di anidride carbonica in atmosfera ha superato “in modo costante” le 400 parti per milione (ppm). Lo riporta ‘Climatecentral.org’, facendo presente che il livello è rimasto per tutto il mese oltre tale soglia. “Ogni giorno nel mese di aprile è stato di oltre 400 ppm”, dichiara Pieter Tans, scienziato del clima alla National oceanic and atmospheric administration (Noaa), una costola del dipartimento del commercio Usa.
Secondo gli esperti le concentrazioni di CO2 dovrebbero quasi sicuramente rimanere al di sopra delle 400 ppm a maggio e forse anche a giugno, per poi tornare a scendere sotto questo livello a luglio. Per Tans il picco dovrebbe arrivare a maggio raggiungendo circa 402,5 ppm, e cominciare così a diminuire. Il rischio potrebbe essere però che dopo anni di accumuli, i livelli potrebbero restare sopra le 400 ppm anche in autunno finendo per rimanere oltre tale limite per tutto l’anno. La prima misurazione oltre le 400 ppm è stata rilevata il 9 maggio del 2013.
Quest’anno però la soglia è stata superata due mesi prima, ed è rimasta oltre questo livello in modo costante dall’inizio di aprile. Il motivo è che ogni anno – viene spiegato – l’atmosfera attraversa un ciclo di livelli di anidride carbonica che si innalzano in base all’influenza delle stagioni: aumentano in primavera e in inverno, raggiungendo il picco a maggio con la fioritura delle piante; di qui in poi, grazie alla fotosintesi, le piante contribuiscono a ‘succhiare’ CO2 e i livelli diminuiscono. La misurazione della CO2 in atmosfera è monitorata da un sito sul vulcano Mauna Loa alle Hawaii.(ANSA)

Notate come i petrolieri americani cercano di fare passare la CO2 (anidride carbonica) come un ‘inquinamento’. Cercano di distogliere l’attenzione dai gas di scarico e dal pulviscolo rilasciato dall’asfalto. Cercano di incriminare l’Europa quando i maggiori produttori mondiali di CO2 sono Cina e USA. Perchè?
Perchè così possono imporre tasse “ecologiche” alle industrie europee che, unite all’euro tenuto artificialmente forte, offrono un formidabile vantaggio competitivo alle industrie ubicate oltreoceano. Il “riscaldamento globale” è un’invenzione degli Stati Uniti per costringere gli altri a pagare per loro.
Vedete come l’agenzia ANSA sia complice della falsificazione al pari delle organizzazioni ambientalistiche.
Su ordine probabilmente di Obama,  la UE sta smantellando gli incentivi per le fonti rinnovabili. Vogliono che gli europei consumino solamente petrolio come gli americani.
Di recente, la regione “equo-solidale” chiamata Emilia-Romagna ha chiuso la ferrovia elettrificata (emissioni zero) Cremona – Piacenza per rimpiazzare il servizio con bus. Gli autobus bruciano petrolio, producono CO2 e consumano i loro giganteschi pneumatici ognuno dei quali prodotto con centinaia di litri di petrolio.
L’anno scorso il presidente del Piemonte Cota aveva chiuso ben 13 linee ferroviarie regionali piemontesi senza che nessuna organizzazione ambientalista battesse ciglio. Anzi, la proposta “equo-solidale” sarebbe quella di trasformare le ferrovia in piste ciclabili naturalmente asfaltate. Di catrame e bitume parla il capitolo 11 della Genesi. Ma sarà un caso.

Articoli di approfondimento: La truffa del “riscaldamento globale”

https://i0.wp.com/www.ansa.it/webimages/foto_large/2014/4/30/188f5f1cd99fe7386bb077ef210cac81.jpg