Archive for maggio 24th, 2014

24 maggio 2014

Ex primo ministro malese: la CIA sa qualcosa sul volo MH370

Mahathir Mohamad

L’ex primo ministro malese, oggi 88enne Mahathir bin Mohamad, ha formulato l’ipotesi che la CIA stia nascondendo qualcosa sulla scomparsa del volo MH370 di Malaysia Airlines. Infatti, scrive Mohamad nel suo blog che Boeing e l’agenzia spionistica statunitense dovrebbero sapere qualcosa avendo ricevuto informazioni direttamente dall’aeroplano poco prima che svanisse nel nulla.
Egli ha dichiarato: “Chiaro che la Boeing e certe agenzie governative hanno la capacità di tenere traccia ininterrottamente di velivoli commerciali quale era il volo MH370 B777”. Poi ha aggiunto: “Qualcuno sta nascondendo qualcosa. Non è leale che MAS [= Malaysia Airlines] e il governo della Malesia si debbano prendere la colpa”. “È uno spreco di tempo e denaro cercare rottami, chiazze d’olio e ascoltare i ‘ping’ provenienti dalla scatola nera. Non si è probabilmente trattato di uno schianto ordinario dopo che si è esaurito il carburante. L’aereo è da qualche parte, magari senza le insegne MAS”.
In effetti, i ping potrebbero provenire da qualunque aggeggio elettronico, anche “false flag”. Inoltre, gli USA dovrebbero avere i dati GPS che è un sistema che controllano.
L’anziano uomo politico, che fu primo ministro dal ’81 al 2003, ha infine sottolineato: “Boeing dovrebbe fornire spiegazioni sul cosiddetto ‘sistema antiterrorismo di atterraggio automatico’. Non riesco ad immaginare che l’aereo atterri dolcemente in un mare agitato e i piloti si lasciano tranquillamente affondare col loro aeroplano senza reagire”.
Queste affermazioni cadono come un macigno nello stagno delle teorie complottiste riguardo al volo Quala Lampur – Pechino del 8 marzo scorso. Rinforzano la mia teoria secondo la quale l’aeroplano è stato in qualche modo telecomandato.

Articoli di approfondimento: Il Boeing 777 di Malaysia Airlines fu telecomandato: ipotesi non campata per aria