Archive for luglio 2nd, 2014

2 luglio 2014

Gioia Tauro: trasferite prime armi chimiche. Protesta: ‘Politici dove siete?’

Sono iniziate nel porto di Gioia Tauro le operazioni di trasbordo del carico di armi chimiche siriane dal cargo danese Ark Futura, arrivato all’alba di oggi, alla nave statunitense Cape Ray. Il via alle operazioni è stato dato dopo che il team di ispettori Opac ha controllato tipo, quantità e imballaggi delle armi chimiche.
“Se tutto procede bene” come fino a questo punto, le operazioni di trasbordo delle armi chimiche siriane nel porto di Gioia Tauro “potrebbero concludersi entro 10 ore”.
Al momento sono stati trasferiti 26 container, con un ritmo di 6-7 all’ora. E’ verosimile che l’operazione di trasbordo possa finire in 4-5 ore”. Lo ha detto un responsabile dei Vigili del fuoco in conferenza stampa nella Capitaneria di porto di Gioia Tauro.
Le armi chimiche siriane sono arrivate a Gioia Tauro poco dopo le cinque. La nave danese Ark Futura che le trasporta è entrata in porto scortata da altre unità navali. Un elicottero sorvola la zona.
La Ark Futura trasporta circa 800 tonnellate di agenti chimici, di cui 600 saranno trasferiti sulla nave americana Cape Ray arrivata martedì nel porto calabrese. Si tratta di 78 container: 3 di iprite e 75 di precursori del sarin, che saranno poi neutralizzati a bordo della Cape Ray. Le operazioni cominceranno dopo l’ormeggio in banchina e alcuni incontri tecnici. Il trasbordo avverrà sotto il controllo di un team di ispettori dell’Opac.
Sono più di cento gli inviati e le troupe di testate italiane e internazionali accreditatesi in Prefettura a Reggio Calabria per seguire l’operazione di trasbordo delle armi chimiche che avrà luogo domani nel porto di Gioia Tauro. Da Al Jazira alla televisione tedesca, a quella della Svizzera italiana fino alla Cbs, sono numerose le troupe che seguiranno l’evento trasmesso in streaming nella sala stampa allestita dalla Prefettura in collegamento diretto con il porto di Gioia Tauro.
Galletti, Gioia Tauro scelta giusta – Quella di Gioia Tauro “è stata la scelta giusta, oggi lo ha dimostrato”. Lo ha detto il ministro dell’ambiente, Gianluca Galletti, incontrando i giornalisti dopo il suo sopralluogo nel porto alle operazioni di trasbordo delle armi chimiche, sottolineando “la professionalità e la tecnologia avanzata di cui l’Italia è all’avanguardia”.
Protesta, “politici dove siete?” – “Politici dove siete?”. E’ lo slogan della protesta inscenata dal Comitato quartiere Fiume e dalla Pro Loco di Gioia Tauro “per denunciare – hanno spiegato alcuni dei promotori – lo scempio ambientale che si sta verificando nella Piana da alcuni anni a questa parte”. Sullo striscione, sorretto da alcune donne che indossano delle mascherine, sono affisse le foto dei ministri degli Esteri, Federica Mogherini, e delle Infrastrutture, Maurizio Lupi. (ANSA)

Solito clichè di dare la colpa ai politici. Ma i politici non c’entrano. La sceneggiata delle armi chimiche a Gioia Tauro è stata organizzata dagli USA e dalla Nato come minaccia verso l’Italia ed Europa.
I politici sono marionette addestrate a parlare di crescita, Hitler e mafia.
Come vi avevo sempre detto, nessuno si può avvicinare alle fantomatiche armi chimiche. Si tratta di un’enorme bufala.
Dopo la messa in scena della morte di Osama Bin Laden, simboleggiante che di 11 settembre non si deve più parlare, nessun politico ne parla più. Così come non parlano degli attentati di Madrid del 11-3-2004 e degli attentati del 7-7-05 a Londra.
I politici non sono fessi, mica perdono tempo. Sta divampando la corruzione e la parentopoli negli enti statali. Ovvio che con la crisi tutti i figli dei politici, dei magistrati, del baroni universitari finiscono col culo al caldo dentro un’istituzione pubblica. Altro che concorsi pubblici trasparenti.
Vorrei avere io un milione di euro che, secondo i giornali, Giancarlo Galan prendeva ogni anno come tangente sul Mose.
Allora, 1 milione di euro al cambio attuale sono 1,37 milioni di dollari. Prendo il primo aereo per l’America, contatto un buon realtor (agente immobiliare) e gli do 10mila $. In cambio, mi trova una casa in mezzo al verde in uno stato tranquilli e una decina di appartamenti da acquistare in zone semi-centrali di grandi città per dare in affitto. Dai 10 appartamenti intasco 4000 dollari al mese, in media. Mantenere una casa in qualche contea tranquilla, dato che laggiù le tasse sono basse, costa al massimo 500 dollari il mese incluso internet ed energia elettrica. Così ho a disposizione 3500 dollari a mese puliti senza bisogno di lavorare per il resto della vita. Posso andare al ristorante tutti i giorni o farmi portare la pizza appena sfornata a casa quando voglio.
Forse Galan, che ho citato ad esempio, è un politico corrotto ma gli stupidi siamo noi.

PS ‘Castelli e isole invenduti, delude l’asta del Demanio. Parola di Wsj’ Infatti l’enorme tassazione sugli immobili serve a deprezzare il patrimonio pubblico in modo che i magnati USA e cinesi possano comprare in Italia per un tozzo di pane.
3 – 7 ‘Caso Aldrovandi, sequestrato un quinto dello stipendio agli agenti che lo uccisero di botte’ vedete che stanno punendo selvaggiamente chiunque si opponga alla libertà di droga. Come mai non esiste il test obbligatorio antidroga per i magistrati? Non è una bella domanda? ‘Mollo tutto e mi prendo un gap year? Perché un anno sabbatico può fare bene (anche a università e lavoro)’ Ogni pretesto è buono per imporre termini inglesi. ‘A Genova scuole superiori chiuse il sabato per la crisi’ La crisi non c’ernatra, vogliono distruggere la scuola pubblica in Italia facendola diventare come in USA. Il sabato i ragazzi devono andare a fare shopping all’Apple Store.
https://i0.wp.com/www.ansa.it/webimages/img_457x/2014/7/2/a16f449a810483741c6f9fa01e0d2004.jpg