Scontro tra Tornado, si riaccendono focolai di incendi

Ascoli, 26 agosto 2014 – Ancora incendi nella zona di Mozzano, in seguito all’incidente aereo di martedì scorso. Questa mattina due roghi hanno ripreso ad ardere sul versante collinare all’altezza della frazione di Pozze, a meno di un chilometro dal luogo in cui sono stati ritrovati la maggior parte dei resti dei due Tornado.
La situazione – assicurano i Vigili del Fuoco di Ascoli – è sotto controllo ma è stato necessario comunque l’impiego di diverse squadre e di un elicottero, per cercare di arginare il raggio di azione delle fiamme gettando acqua nella zona. Il problema principale è rappresentato dai piccoli focolai che continuano ad ardere soprattutto a causa del vento.
L’area interessata dall’incidente è molto vasta ed impervia, oltre che fortemente boschiva, per cui non è semplice domare del tutto gli incendi, anche se quelli più grandi, divampati subito dopo l’esplosione dei due mezzi, sono stati spenti con grande tempestività in pochi giorni. I pompieri sono tutt’ora nella zona e le operazioni andranno avanti ancora per tutta la serata nella speranza di estinguere le fiamme prima che arrivi il buio.
Intanto si allungano i tempi per avere gli esiti degli esami del Dna sui resti dei corpi dei piloti morti nell’incidente. Gli accertamenti sui corpi carbonizzati dei quattro membri degli equipaggi dei due jet precipitati dopo l’esplosione nella zona tra Venarotta e Tronzano, e condotti dal medico legale Adriano Tagliabracci insieme a tre collaboratori, sono particolarmente difficili a causa delle condizioni dei cadaveri, rinvenuti nella boscaglia investita per due giorni da un rogo di notevoli dimensioni. Per identificare le vittime occorrerà secondo gli esperti almeno una settimana, e solo dopo potranno svolgersi i funerali. (Il Resto del Carlino)

Come è possibile che gli incendi abbiano “ripreso ad ardere”. Come, dopo una settimana? Nel frattempo, forse è piovuto almeno una volta. Incredibile, come per le torri gemelle che dopo tre mesi bruciavano ancora a causa della termite impiegata per segare le colonne affinchè crollassero.
Al solito ci ho azzeccato. Anche questa storia dei Tornado puzza lontano un miglio, non di kerosene ma di complotto strano. O è lo scherzo di un piromane?
Quale componente di un aeroplano può rimanere così rovente da innescare un incendio dopo una settimana??? Bella domanda, no?

PS http://www.beppegrillo.it/2014/08/la_carta_stampata_contro_la_diffusione_della_cultura.html

Grillo sta facendo una battaglia in favore degli e-book ma lui non vuole ‘diffondere la cultura’ bensì costringere la gente ad acquistare l’Ipad! Se leggete il suo post, capite chiaramente che è espressione degli USA, o meglio, delle loro multinazionali.

http://www.ilrestodelcarlino.it/polopoly_fs/1.139410.1408619032!/httpImage/image.jpg_gen/derivatives/wide_680/image.jpg