L’idiota dello spazio

Il multimiliardario Elon Musk, fondatore di SpaceX, insiste nel ripetere la sua affermazione secondo la quale i viaggi spaziali verso il pianeta marziano apparterrebbero a un futuro imminente. Non solo, ma sarebbero pure alla portata di milioni di persone.
Ora, il fatto che uno sia un nababbo non autorizza a credergli. Costui sta prendendo per i fondelli l’intero pianeta Terra che peraltro ha surrettiziamente ammesso di detestare.
Ci sono almeno un paio di buoni motivi che rendono impossibile la colonizzazione di Marte, allo stato attuale:

  1. Lo spaventoso costo energetico derivante dal portare una singola tonnellata di carico utile in semplice orbita bassa terrestre, figuriamoci su un altro corpo celeste.
  2. L’enorme quantità di materiale della schermatura (= massa) necessaria alle navi spaziali come protezione dai brillamenti solari, oltre al peso del vettovagliamento e rifornimenti per mantenere in vita molte persone per mesi durante il tragitto verso il pianeta e una volta raggiunto.

Inoltre, come ho dimostrato nei miei articoli pubblicati su UFO International Magazine, ci sono molti misteri e incognite ambientali che i nuovi coloni troverebbero sul pianeta “rosso”.
Con tutti i soldi che ha questo signore, appare illogico che non conosca nemmeno le basi dell’astronautica e dei viaggi interplanetari.
A meno che lo scopo delle sue “sparate” sia un altro oppure Musk sia a conoscenza di cose che noi non sappiamo.

Elon Musk SpaceX Marte