Archive for ottobre 20th, 2014

20 ottobre 2014

Giornalista scomoda muore in incidente stradale dopo accusa di spionaggio

Serena Shim giornalista libanese-americana è deceduta ieri in un pauroso incidente stradale tra Siria e Turchia. Lavorava per il canale televisivo iraniano Press TV, e stava rientrando in albergo dopo un reportage presso Suruc, località rurale situata vicino al confine siriano, da cui molti giornalisti seguono l’assedio di Kobane da parte dell’Isis.
L’increscioso sinistro della strada è avvenuto un solo giorno da quando era stata accusata dai servizi segreti turchi di ‘stare spiando’.
Ciò che è probabilmente costato la vita alla donna, madre di due bambini piccoli, è di avere scoperto che militanti Isis venivano trasportati attraverso il confine turco-siriano a bordo di camion con le insegne di organizzazioni non governative e alcuni con scritte World Food Organisation.
Se così è, non mi stupirebbe affatto. Vi ho spiegato diverse volte che Isis è una creazione di ONU, Nato e USA e “organizzazioni non governative” talora sono coperture per operazioni dei servizi segreti e terzisti della CIA. Scopo: unificare il mondo arabo (tipo UE) e annientare i simboli delle religioni. Infatti, Isis distrugge ugualmente chiese e moschee e ogni riferimento religioso, con efferata brutalità, dimostrando che la religione islamica non c’entra niente.
Vi spiegai settimane fa che le decapitazioni dei giornalisti mi sembravano un chiaro segnale ai media occidentali che la verità ufficiale su Isis non  va discussa in alcuna maniera.
Ovviamente, lavorando per un’emittente iraniana, nemica degli USA, la reporter prima è stata avvertita, con l’accusa di ‘spionaggio’, da parte di Ankara (= NATO), avendo capito che non avrebbe desistito dal proseguire le sue indagini sui militanti a volto coperto di Iside (che potrebbero benissimo essere mercenari occidentali di Academi, come si chiama adesso Blackwater), non hanno avuto altro sistema che ammazzarla per proseguire l’atroce sceneggiata.
Sarebbe interessante visionare il materiale filmato e fotografico in possesso alla giornalista ma scommetterei tutto l’oro del mondo che è andato perduto nell’incidente.
Purtroppo non ci possiamo fare niente.

Noi siamo stati fra i primi sul posto – se non i primi – a coprire questa storia. Militanti che attraversano il confine turco. Ho immagini di loro dentro autocarri del World Food Organisation. Apparivano dei militanti dalle loro barbe, dagli indumenti che vestivano e loro stavano entrando a bordo di camion delle ONG. Lo trovo bizzarro. (Serena Shim)

ADDENDUM ‘Ceo di Total Christophe de Margerie morto in incidente aereo’ Sembra proprio un altro caso Mattei, probabilmente ennesimo avvertimento all’euroscetticismo dei francesi ma è presto per una interpretazione autentica.
Serena Shim

20 ottobre 2014

«Tornado del capitano Valentini a quota non prevista»

https://i0.wp.com/www.meteoweb.eu/wp-content/uploads/2014/08/caccia-tornado3.jpg

Novemila piedi (circa 2.700 metri) e non mille (300 metri), quota dello schianto. L’aereo del capitano Mariangela Valentini, pilota di uno dei due Tornado del Sesto stormo di Ghedi coinvolti il 19 agosto scorso nel tragico incidente aereo costato la vita a quattro ufficiali dell’Aeronautica militare, avrebbe dovuto trovarsi ad una altitudine diversa da quella cui effettivamente si trovava. Il programma di volo al momento dell’impatto con l’altro Tornado, quello pilotato dal capitano Alessandro Dotto, prevedeva che volasse molto più in alto. Lo rivela la Procura militare di Verona che dagli accertamenti in corso rileva come «non vi sia corrispondenza con l’altezza pianificata, ma come questo non significhi che si sia in presenza di una colpa».
Enrico Buttitta, capo della Procura militare scaligera, che procede per perdita colposa di aeromobile, tuttavia, induce alla massima prudenza e assicura che il suo ufficio «è ben lungi dall’attribuire allo stato colpe o responsabilità all’uno o all’altro equipaggio: il pilota, infatti – spiegano le fonti della Procura -, può avere mille ragioni di natura tecnica che lo possono indurre a
cambiare l’altezza pianificata. Il pilota al momento del volo deve prendere in considerazione mille cose e può quindi decidere il da farsi». I due velivoli, tra l’altro, avevano missioni ben distinte: i rispettivi obiettivi distavano 29 miglia nautiche l’uno dall’altro, e al momento dell’impatto il Tornado del capitano Mariangela Valentini aveva già ultimato la propria missione, mentre il cacciabombardiere del capitano Alessandro Dotto stava per ingaggiare il proprio obiettivo.
La Procura militare scaligera sottolinea che la magistratura di Ascoli, intestataria dell’inchiesta ordinaria sull’incidente per l’ipotesi di disastro aereo colposo, ha avviato una serie di consulenze tecniche e «solo alla luce di queste si potranno stabilire una dinamica certa ed eventuali responsabilità. Ma ci vorranno mesi».
(Giornale di Brescia)

Mah, a giudicare dalle foto stavano esattamente alla stessa quota per fare cosa? Molti pensano che l’incidente sia dipeso dal fatto che qualcuno ha voluto fare il pirla, ma non lo sapremo mai.
PS ‘Il bonus bebè andrà alle famiglie con Isee da 30mila euro’ Secondo me, Renzi, con quella faccia da schiaffi che si ritrova, sta facendo di tutto per attirarsi qualche bastonata, non metaforica. AHAHAH ‘Aziende cinesi di abbigliamento a Prato: spuntano 80mila false buste paga’ I cinesi falsificano proprio tutto del made in Italy AHAHAHAH

20 ottobre 2014

DMSO e neuropatia periferica

La neuropatia periferica è spesso causa di sintomi diversi in persone diverse. Quando i nervi periferici diventano danneggiati, possono interrompere la trasmissione dei segnali dal corpo al cervello, con conseguente intorpidimento. In alternativa, i nervi danneggiati possono inviare segnali errati al cervello, comprese le sensazioni di dolore, bruciore o formicolio, a volte chiamiamo “formicolio” sensazione.
DMSO non è stato ampiamente studiato negli esseri umani come trattamento per la neuropatia periferica. Un piccolo numero di studi suggeriscono che DMSO può aiutare ad alleviare il dolore e altre sensazioni insolite di neuropatia periferica, riporta un articolo pubblicato nel numero di novembre 1997 della rivista di ricerca medica “Pain”. Tuttavia, questo effetto non è stato completamente confermato da ulteriori studi clinici, e la US Food and Drug Administration non ha al momento di approvare DMSO per il trattamento della neuropatia periferica.
Soluzioni concentrate di DMSO sono stati segnalati per effettivamente causare neuropatia periferica. In uno studio di caso, un uomo di 63 anni che ha iniziato con una soluzione concentrata di 90 per cento DMSO sviluppato i sintomi della neuropatia periferica, come riportato nel novembre 1982 questione degli “Archivi di Medicina Fisica e Riabilitazione.” Questo effetto non è molto diffusa, e neuropatia periferica non è comunemente indicato come un effetto collaterale di DMSO.
A causa del rischio di effetti collaterali e la mancanza di prove a sostegno, DMSO non è raccomandato come trattamento per la neuropatia periferica. Grade DMSO medica è disponibile soltanto con prescrizione medica per il trattamento di una condizione vescica nota come cistite interstiziale. Anche se di grado industriale DMSO può essere acquistato da fornitori di prodotti chimici, questi preparati non dovrebbero mai essere consumati dagli esseri umani, in quanto principale contengono impurità nocive, avverte l’Università del Maryland Medical Center.

Non c’è molto in italiano sulle proprietà antidolorifiche del DMSO (Dimetilsolfossido). Ho trovato questo articoletto mal tradotto e poco altro.
Bill Kaysing fu un grande assertore dell’uso di questo prodotto naturale. Nel mio ultimo libro, LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WEST, un intero capitolo è dedicato a questo prodotto e alle peripezie che Bill e i suoi amici vissero per distribuire tale sostanza taumaturgica ai bisognosi. Riguardo agli effetti collaterali, secondo gli studi, non ne esistono. In bibliografia ho inserito diversi testi consigliati da Bill su questo prodotto miracoloso.
Dimetilsolfossido DMSO