Non solo fondi pensione: colpite dal ddl Stabilità anche le polizze Vita

Non solo fondi pensione: colpite dal ddl Stabilità anche le polizze Vita

Crolla un altro caposaldo delle polizze Vita. Il governo Renzi dal prossimo 1° gennaio, se le misure annunciate saranno confermate, tasserà al 26% anche le plusvalenze delle polizze Vita incassate dagli eredi dell’assicurato che finora erano esentati. Al contrario di quanto è scritto sui contratti, dunque, i beneficiari pagheranno le tasse sui guadagni maturati dalla sottoscrizione del contratto fino al momento della morte dell’assicurato. È bene precisare, per evitare fraintendimenti, che le polizze resteranno comunque esenti da tasse di successione. […] (Sole 24re)

Io mi sono sempre domandato come la gente possa fidarsi dello stato italiano. È  lapalissiano che a comandare da noi è la gente che non lavora: dai giudici della consulta ai centri sociali passando per i politicanti di ogni risma e le burocrazie statali inadempienti.
Non deve stupire quindi un provvedimento come sopra o la famigerata legge Fornero che ha innalzato l’età pensionabile di diversi anni in un botto.
Mi spiego ancora meno, tuttavia, il motivo per cui la gente affida il proprio futuro a enti di diritto privato come banche e assicurazioni. Metodo meno sicuro, se possibile, che incanalare i propri risparmi verso lo stato attraverso l’INPS.
Bill Kaysing aveva compreso tutte queste cose oltre 50 ani fa ed elaborato un piano previdenziale alternativo che ho particolarmente descritto nel mio nuovo libro: LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WEST

.