Archive for ottobre, 2014

13 ottobre 2014

Misterioso “spazioplano” del Pentagono atterra dopo volo record nello spazio

https://thumbs-prod.si-cdn.com/GVZxDcuj4fmLXNx60sK_LZ_g_Ls=/420x240/https://public-media.si-cdn.com/filer/3c/0e/3c0eaca7-a1b5-4b96-b7a0-c33a7b91aba6/08b_fm2016_2014_674dayssef14-12246-006_live.jpg

Lo “spazioplano” Boeing X-37B atterrerà stasera dopo una permanenza record in orbita bassa terrestre di 670 giorni. Si tratta del terzo lancio dello strano congegno senza equipaggio, che è stato costruito per l’aviazione statunitense, il cui impiego rimane uno dei segreti meglio custoditi al mondo. Probabilmente questo drone spaziale ha scopo di spionaggio militare, parrebbe essere un satellite spia recuperabile.
Fu lanciato l’11 dicembre 2012 da un razzo Atlas V dalla sezione militare della base di Cape Canaveral. Si tratta di un veicolo riutilizzabile che assomiglia a una versione ridimensionata dell’ormai pensionato Space Shuttle il quale poteva portare nello spazio e ritorno fino a nove astronauti. Dovrebbe toccare terra con manovra automatica presso la base USAF di Vandenberg in California.

https://www.spaceflightinsider.com/wp-content/uploads/2017/05/x37b-space-plane-landing-runway-5-oct17-2014.jpg

12 ottobre 2014

Ebola CA2741523A1 il brevetto antiumano

Il 29 aprile 2010 gli Stati Uniti d’America hanno depositato il brevetto per un ceppo del virus Ebola denominato in gergo EboBun. A possedere tale brevetto è CDC (Center for Desease Control) unitamente a NIH (News in Health, National Institutes of Health) e una fondazione facente capo a Bill Gates. Numero di registrazione: CA 2741523 A1 e, nella sezione “summary of invention” del documento di brevetto, si sancisce che il governo degli USA reclama la proprietà di tutti i ceppi di Ebola che siano simili almeno per il 70% a quello brevettato da loro.
Per quale motivo un ente governativo statunitense dovrebbe rivendicare il possesso di un virus africano e di qualsiasi suo impiego? Chi ha forse prodotto la sostanza velenosa, ha brevettato anche l’antidoto ossia il vaccino che venderà a caro prezzo.
Assomiglia paurosamente questa storia a uno dei tanti sistemi congegnati dai poteri occulti per ridurre la popolazione umana a vantaggio dell’ultima superpotenza rimasta.
ADDENDUM Per il resto, è dal 2008 che io sostengo che l’Expo 2015 a Milano non si sarebbe mai svolto. Come non notare l’assonanza tra Ebola ed Enola Gay, il B-29 che sganciò la bomba su Hiroshima. Forse la nuova atomica è un virus, ‘little boy’ si chiamava la bomba. ‘Dopo 115 anni Fiat lascia il posto a Fca: oggi il debutto a Wall Street’ Lo scrissi nel 2009 subito dopo l’accordo che gli USA avrebbero impiegato Fiat per risanare la loro azienda e poi dato un calcio nel kulo al Lingotto.

Brevetto americano di Ebola CA 2741523 A1

12 ottobre 2014

Tripolarizzazione geoculturale del mondo dopo la terza guerra mondiale

La terza guerra mondiale è stata programmata da molto tempo come ulteriore passo, e finale, verso il Nuovo Ordine Mondiale è ormai alle porte.
Ciò che la gente fatica a comprendere è che è già stato tutto preparato per redistribuire le sfere d’influenza economica, culturale e linguistica.
Vediamo di intuire come sarà il mondo fra qualche anno:

  • India, Nord e Sud America ed Europa occidentale saranno sotto l’influenza americana in cui la prima lingua sarà l’inglese. Da noi la riforma della scuola, annunciata dal governo in carica, va in quella direzione come vi ho spiegato svariate volte. Diverrà la UE una società pienamente americanizzata, multirazziale, spersonalizzata dove il cittadino esiste solamente in quanto entità consumatrice. Anche l’Oceania sarà sotto l’influenza americana. Predominanza assoluta di internet come sistema di controllo sociale. Impiego dell’alfabeto latino. Liberismo economico sfrenato con quasi totale assenza della democrazia e prevalenza della finanza sull’economia reale.
  • Vladimir Putin approfitterà del terzo conflitto mondiale per “ricostruire” l’Unione Sovietica inglobando entità territoriali a tradizione russa, o legando alla Russia, stati una volta appartenenti all’URSS e quindi di influenza russa. Queste nazioni rimarranno etnicamente sostanzialmente pure e il russo sarà la lingua franca insegnata nelle scuole al pari della lingua locale. Impiego di caratteri cirillici e uso di internet solo a scopo di diffusione notizie. Economia in mano a oligarchi legati in qualche modo allo stato con prevalenza dell’economia reale.
  • La Cina imporrà il proprio dominio culturale sull’Asia meridionale, in modo molto “soffice”, impiegando lo strumento del denaro a valanga. Zone rimarranno etnicamente quasi “pure”, i Kanji (caratteri cinesi) torneranno in auge nella Corea, riunificata, in Vietnam, Mongolia, Filippine, Thailandia, Malesia e Birmania e in stati di presenza culturale cinese.
    Riguardo alla lingua cinese scritta, verrà introdotta ovunque, per comodità e leggibilità, la grafia semplificata della Cina Popolare mentre il cinese tradizionale, scrittura in uso a Taiwan e altri posti, rimarrà di grande importanza ma a livello letterario-stilistico. A mio avviso, alla fine anche il Giappone finirà per ritornare nella grande famiglia asiatica lasciando l’alleanza con gli USA rielaborando cosa gli USA hanno fatto al Giappone a Hiroshima e Nagasaki. Internet sarà impiegato come mezzo di collegamento e informazione. Adozione dei caratteri cinesi. Economia liberista mediata da uno stato forte con equivalenza tra economia finanziaria ed economia reale.

Dal 2020, dopo la conclusione della terza guerra mondiale, a mio modesto parere, sarà questa la tripartizione del mondo con alcuni stati non allineati a fare da cuscinetto al mondo “tripolare”. Il mondo arabo con la sua lingua e la sua scrittura sarà con tutta probabilità riunito da Isis, entità sicuramente creata appositamente dai globalizzatori, che rimarrà per alcuni decenni ai margini in attesa di una rieducazione in loco al modello occidentale.
http://socioecohistory.files.wordpress.com/2012/09/nuclear_explosion_by_kingsandji.jpg

11 ottobre 2014

Scie chimiche: esperimenti della NASA

TARFOX. L'acronimo vuol dire: Tropospheric Aerosol Radiative Forcing Observational Experiments.

TARFOX. L’acronimo vuol dire: Tropospheric Aerosol Radiative Forcing Observational Experiments.

Di Gianni Lannes

La troposfera è l’area della vita. E’ la fascia sferoidale aeriforme dell’atmosfera che si trova a diretto contatto con la superficie terrestre. In essa è concentrato quasi tutto il vapore acqueo dell’atmosfera. È lo strato dove avvengono la maggior parte dei fenomeni di carattere meteorologico, causati dalla circolazione delle masse d’aria e che danno vita ai venti, alle nuvole e alle precipitazioni atmosferiche. (da Su la testa!)

‘Gabrielli: ‘Sulle previsioni meteo qualcuno ha sbagliato” Be’, se le previsioni del tempo fossero a cura di coloro che stanno dietro alla geo-ingegneria ambientale, saremmo sicuri di previsioni corrette al 100%!

9 ottobre 2014

La superficie lunare è multicolore

Le immagini della Luna che conosciamo, o meglio, che ci vengono fatte conoscere, dipingono un panorama della sua superficie uniformemente grigiastro. Tuttalpiù brunastro o giallastro.
In realtà, le vere immagini del satellite naturale terrestre mostrano ben altro. La Luna è un caleidoscopio di colori cangianti e sorprendenti.
Le superfici pianeggianti dette”mari”, per esempio, sono prevalentemente di colore blu o arancione mentre i crateri tendono al rosa. Ciò riflette la differente composizione mineralogica e l’angolo di incidenza della luce solare.
Se la osservate con un telescopio, potete verificarlo voi stessi di persona. Il Mare della Tranquillità, dove si dice allunò la prima spedizione dell’Apollo è blu.
Libri di approfondimento: LA LUNA DI CARTA.

 La superficie lunare è multicolore - Clicca per ingrandireColori della Luna

7 ottobre 2014

L’invidia di Nvidia

NVIDIA dimostra che lo sbarco lunare era vero
Utilizzando la potenza delle nuove GPU GeForce GTX 970/980, NVIDIA ha simulato lo sbarco sulla Luna del 1969, dimostrando la sua autenticità.

Dopo oltre 40 anni, ancora oggi molti scettici affermano che lo sbarco dell’Apollo 11 sulla Luna sia una bufala, una scena ricreata in uno studio televisivo. NVIDIA ha dimostrato che quella famosa immagine (la discesa di Buzz Aldrin dal modulo lunare Eagle) era reale, utilizzando le nuove GPU basate sull’architettura Maxwell per riprodurre fedelmente le fonti di illuminazione. La demo pubblicata dall’azienda statunitense conferma dunque che la foto scattata da Neil Armstrong è autentica.  […] (webnews.it)

Jarrah White smonta in questo video di risposta la tesi sostenuta dall’azienda statunitense che non ha mirato probabilmente ad altro che pubblicizzare il lancio di un suo nuovo prodotto commerciale.

7 ottobre 2014

Spazio 1999 – Il testamento degli Arcadi

Il testamento degli Arcadi – ultimo episodio della prima serie di Spazio 1999. Film completo in italiano.

5 ottobre 2014

Alfredo Benni: profezie sul futuro e implantologia del microchip

Una conferenza di Alfredo Benni sul Nuovo Ordine Mondiale e sull’implantologia dei microchip. Da un convegno tenuto a Subiaco (RM) il 23 e 24 agosto 2014. Buona visione.

4 ottobre 2014

L’idiota dello spazio

Il multimiliardario Elon Musk, fondatore di SpaceX, insiste nel ripetere la sua affermazione secondo la quale i viaggi spaziali verso il pianeta marziano apparterrebbero a un futuro imminente. Non solo, ma sarebbero pure alla portata di milioni di persone.
Ora, il fatto che uno sia un nababbo non autorizza a credergli. Costui sta prendendo per i fondelli l’intero pianeta Terra che peraltro ha surrettiziamente ammesso di detestare.
Ci sono almeno un paio di buoni motivi che rendono impossibile la colonizzazione di Marte, allo stato attuale:

  1. Lo spaventoso costo energetico derivante dal portare una singola tonnellata di carico utile in semplice orbita bassa terrestre, figuriamoci su un altro corpo celeste.
  2. L’enorme quantità di materiale della schermatura (= massa) necessaria alle navi spaziali come protezione dai brillamenti solari, oltre al peso del vettovagliamento e rifornimenti per mantenere in vita molte persone per mesi durante il tragitto verso il pianeta e una volta raggiunto.

Inoltre, come ho dimostrato nei miei articoli pubblicati su UFO International Magazine, ci sono molti misteri e incognite ambientali che i nuovi coloni troverebbero sul pianeta “rosso”.
Con tutti i soldi che ha questo signore, appare illogico che non conosca nemmeno le basi dell’astronautica e dei viaggi interplanetari.
A meno che lo scopo delle sue “sparate” sia un altro oppure Musk sia a conoscenza di cose che noi non sappiamo.

Elon Musk SpaceX Marte

2 ottobre 2014

Ebola è arrivato in Europa e Nord America?

Continua il mistero sul paziente ricoverato a Dallas, Texas, colpito dal virus Ebola le cui condizioni sarebbero critiche ma stabili.
Veniamo a sapere che l’uomo, di cui non si conosce l’identità ma si tratterebbe di un cittadino liberiano, non ha volato direttamente da Monrovia in Liberia a Dallas. Prima è arrivato in Europa a Bruxelles, “capitale” del super-stato europeo, da li a Washington Dulles, capitale degli USA, e da li infine è volato a Dallas, Fort Worth.
La persona è venuta in contatto con centinaia di passeggeri sui vari velivoli e nei quattro scali aeroportuali dove è transitata.
Quindi il virus di Ebola potrebbe essere stato diffuso in tutto il Vecchio Continente e negli Stati Uniti attraverso gli aeroporti di città cuore nevralgico dei continenti.
Suona tanto come un piano preordinato.

Ebola fra Europa e Stati Uniti (Clicca per ingrandire)

1 ottobre 2014

Paurosa pioggia di meteoriti sul Michigan

Uno strano fenomeno di caduta oggetti infuocati è stata registrata 5 giorni fa a Davison in Michigan, USA. Apparentemente, si tratta di scie chimiche, in realtà sono oggetti che cadono dal cielo lasciando una scia di fuoco.
Probabilmente si tratta di una pioggia di meteore o forse la disintegrazione di un satellite artificiale rientrato nell’atmosfera terrestre. Ipotizzabile anche un qualche fenomeno UFO.
ADDENDUM Pare che in verità siano scie chimiche particolari diffuse da aeroplani che cambiano quota anzichè irrorare a una quota predefinita.
PS ‘Tragedia Lampedusa: il 3 ottobre di un anno fa 368 vittime, il ricordo’ Confermo ciò che scrissi, costoro furono lasciati morire, se non affogati deliberatamente, come penso io, per organizzare mare nostrum. Del piano di esodo dall’Africa di milioni di africani, io parlo da molti anni. Isis è stato creato anche per acuire il fenomeno.

1 ottobre 2014

Ebola, il “miracolo americano”

Circola da mesi in internet la notizia secondo cui gli Stati Uniti d’America avrebbero brevettato il ceppo mortale del virus Ebola, sviluppato in un laboratorio di Atlanta, e diffuso in Africa Occidentale.
Va da se che, al pari di ogni arma chimica e biologica, come nella prima guerra mondiale, bisogna possedere anche l’antidoto. Altrimenti l’arma potrebbe ritorcersi contro chi la impiega.
Notizia di oggi è che un malato di Ebola è stato ufficialmente diagnosticato in USA e messo in isolamento a Dallas in Texas. Costui sarebbe arrivato in America dalla Liberia il 20 settembre senza mostrare apparenti sintomi che sono cominciati ad affiorare il giorno 24. Ora sarebbe “criticamente ammalato”.
Attendendo gli sviluppi dell’oscura vicenda non resta, però, che menzionare che tutti e tre i casi di Ebola curati finora in USA sono guariti. Una percentuale di guarigione del 100% mentre in Africa la mortalità per Ebola raggiunge il 90%.
Infatti, il terzo paziente ricoverato, Rick Sacra medico di Worcester in Massachusetts, è stato dimesso da un ospedale di Omaha in Nebraska completamente guarito.
Può darsi sia un caso di buona sanità o che altro?
ADDENDUM ‘Il caro-ticket allontana dal servizio pubblico E resta il problema delle attese, due anni per un’ernia’ Prima gli USA ci hanno mandato milioni di immigrati da curare gratuitamente, ora Renzi taglia alla sanità pubblica per favorire la sanità privata asserendo falsamente che ‘costa troppo’. (Anche l’abolizione del art. 18 ci è imposta dagli americani per cui il mercato del lavoro deve essere assolutamente precario e fluido, per loro mentalità una cosa come art. 18 è inconcepibile.)
Rick Sacra guarito da Ebola