Archive for dicembre 22nd, 2014

22 dicembre 2014

Aaa telefonini… Anzi, autentici «pacchi»

Vendeva online cellulari. Ultimo grido. Quasi quello delle vittime delle truffe che in realtà si celavano dietro i prezzi molto più che allettanti quando scoprivano che di autentico in quell’affare c’era solo… il «pacco» rimediato.
E’ però finito nei guai il 30enne mantovano che aveva orchestrato la truffa, smascherata dai poliziotti del Commissariato di Desenzano: gli investigatori, guidati dal vicequestore aggiunto Bruno Pagani, gli contestano il reato di truffa.
Il gioco era semplice: il giovane proponeva online cellulari e smartphone di marche rinomate, a prezzi a dir poco vantaggiosi. Come recapiti per essere contattato forniva un nome ed un’utenza cellulare risultati il primo inesistente e la seconda intestata ad un prestanome.
Gli ignari acquirenti, interessati all’offerta, prendevano contatto con il venditore definendo le modalità di vendita attraverso la consegna tramite posta o corriere. Dopo aver anticipato l’importo – spesso svariate centinaia di euro -, in realtà si vedevano recapitato un plico che non conteneva il cellulare desiderato, ma uno di poco valore non più in produzione. Ma in alcuni casi sfumava direttamente la consegna. Inutile a quel punto tentare di rintracciare lo “pseudo venditore”: non rispondeva né al telefono né via Internet.
La denuncia presentata da una vittima al Commissariato ha dato il via alle indagini. A queste ha dato spunto il fatto che per alcune transazioni il truffatore aveva fatto ricorso ad un corriere proprio di Desenzano. Il giovane è stato così colto in flagranza mentre ritirava, con false generalità, la somma provento di una truffa ai danni di una donna residente in provincia di Piacenza.
(Giornale di Brescia)

Vedete come funziona il sistema. La gente è talmente ingorda da desiderare uno status symbol inutile come il cellulare senza neanche verificare. Inutile perchè a buona parte delle persone oltre chiamare, SMS e orologio il cellulare non serve ad altro. Se in un annuncio c’è il numero telefonico, per qualunque acquisto consistente, si chiama. Se c’è la segreteria per un paio di volte, si invia una email scrivendo “Senti, ti ho chiamato due volte, perchè volevo chiederti una cosa sul prodotto, ma c’era la segreteria. Fammi sapere che ti do il mio numero così mi chiami tu.” Ma la gente, sempre più morta di fame, crede di fiutare l’affare e ci casca infantilmente.
Questo post mi viene spronato dalla conversazione con un amico che lavora in posta e me ne racconta di cotte e di crude su come la gente casca ingenuamente nelle truffe.
Stamani da lui allo sportello si sono presentati un padre e una figlia che desideravano inviare del denaro con MoneyGram o Western Union che, come io vi ho detto anni fa, sono aziende americane che introitano sostanzialmente dissanguando l’Italia inviando all’estero denaro contante degli extracomunitari esentasse, anche e spesso proveniente da traffici illeciti.
A parte tutto, il mio amico è come dovrebbero essere tutti i dipendenti delle Poste. Sta attento a ciò che fa lui ma anche a ciò che fanno i clienti. Viene a sapere che i due hanno venduto un grosso pianoforte a coda di notevole valore all’estero che deve andare in un’isola lontana. Ora, sapendo quanto costa spedire voluminosi colli di pregio su un’isola, chiede perchè debbano essere loro a inviare denaro essendo i venditori. Risparmio i dettagli, ma ad un certo punto la coppia, che forse necessitava urgentemente denaro,  aveva impulsivamente ceduto alle offerte indeclinabili di un qualche truffatore straniero, se ne è uscita dall’ufficio postale a capo chino. Probabilmente quello avrà offerto una cifra spropositata in cambio di un loro obolo di 400 euro, non si capisce bene per cosa. Quattrocento euro in una repubblica delle banane (diversa dall’Italia, intendo dire) sono come 1000 euro da noi. Due o tre beffe così il mese e si sopravvive splendidamente.
Voglio dire, la crisi sta facendo impazzire tutti. Ciò è avvenuto stamane in posta nel Nord Italia.
Vediamo di mantenere la calma.
Ebay, il noto sito di aste online americano, è stato più volte accusato di non verificare con dovizia  i venditori, sovente cinesi, che stanno inondando il mondo di oro falso sotto forma di lingottini e barrette. Una volta chiuso l’account Ebay, ne riaprono un altro a stretto giro di posta creandosi prima un po’ di feedback positivi vendendo poco costosi oggetti di oro vero. Poi iniziano a smerciare lingotti dal valore anche di 15-20 mila euro. Una volta scoperti, svaniscono nel nulla e Ebay non segue più il caso, ne controlla se account simili che vendono oggetti simili non siano per caso frutto della stessa banda di delinquenti. A Ebay importa quasi solamente che le commissioni sue di vendita finiscono sul proprio conto Paypal che, detto per inciso, è una società di Ebay.
Truffe online sui telefonini

22 dicembre 2014

Il volo MH370 fu abbattuto da aerei militari statunitensi secondo una fonte francese

https://i2.wp.com/rt.com/files/news/34/e6/30/00/malasia-plane.si.jpg

Marc Dugain, un ex dirigente di una compagnia aerea, ha dichiarato che gli Stati Uniti avrebbero potuto abbattere il volo MH370 di Malaysia Airlines, poi creando una serie di teorie conflittuali tra loro, una cortina fumogena per nascondere la verità.
In un articolo di sei pagine pubblicato sul prestigioso settimanale parigino Paris Match, Dugain scrive che il Boeing 777 può essere andato in avaria avvicinandosi alla base americana di Diego Garcia e, di conseguenza abbattuto, temendo un attacco stile 11 settembre 2001. Dugain dice inoltre che ci sono testimoni nei pressi delle Maldive, le isole più vicine a Diego Garcia distanti 500 km, i quali affermano di avere visto un grosso aeroplano con la livrea di Malaysia Airlines volare inusualmente basso in direzione della base militare americana situata nel bel mezzo dell’oceano Indiano.
In agosto, il giornale britannico Daily Mirror aveva scritto che il velivolo si dirigeva verso l’atollo ma la sede diplomatica a Kuala Lampur lo aveva smentito.
Un portavoce dell’ambasciata americana in Malesia aveva dichiarato, infatti, al giornale locale Star che “Non ci sono indicazioni che l’aereo abbia volato vicino alle Maldive o Diego Garcia” e “L’MH370 non è atterrato a Diego Garcia“.
Esattamente come vi predissi, Paris Match scrive nell’articolo che l’aeroplano può essere stato telecomandato e pilotato verso la base aerea nell’oceano. Le tecnologie dei droni, che non sono altro che velivoli guidati a distanza, sono affidabili e impiagate dai sistemi militari da almeno 40 anni. Io sostengo che anche gli aerei dell’11 settembre 2001 furono teleguidati da radiofari presenti nelle Torri Gemelle. Diego Garcia appartiene ufficialmente alla Gran Bretagna, quindi difficile che essi siano allo scuro di tutto, osserva Dugain. Personalmente, al parti di altri, ho avanzato dubbi sulla versione di IMMARSAT che è una compagnia di comunicazioni satellitari britannica.
Non solo, fin dal primo momento dell’abbattimento, il 17 luglio volo MH17, dell’identico Boeing 777 di Malaysia Airlines sui cieli dell’Ucraina, io scrissi qui che le due scomparse erano collegate in qualche modo e anche che pure con questa seconda strage non avremmo mai saputo la verità. Cosa che sta avvenendo puntualmente.

22 dicembre 2014

Terremoti in provincia di Firenze: aggiornamento, 21 dicembre ore 20

Continua lo sciame sismico in provincia di Firenze. Dal 18 dicembre sono stati 337 i terremoti localizzati dalla Rete Sismica Nazionale (RSN) dell’INGV, con 16 eventi di magnitudo uguale o superiore a 3.0 e un solo evento che ha raggiunto magnitudo 4.1 il 19 dicembre alle ore 11:36. Analizzando l’andamento giornaliero della sequenza (visualizzato nella mappa sottostante)  si nota che nella giornata odierna il numero di terremoti registrati è diminuito. Rispetto al numero di eventi del 19 dicembre (180) e del 20 dicembre (118), oggi fino alle ore 20:00 sono stati registrati 29 terremoti, il più forte di magnitudo M 3.0 alle 18:02.

Andamento

Andamento giornaliero della sequenza in provincia di Firenze dal 18 al 21 dicembre (aggiornata alle ore 20:00).

La figura sotto riporta l’andamento  delle magnitudo  dei terremoti nel tempo (dal 19 dicembre al 21 dicembre, ore 18:45).

Andamento delle magnitudo dei terremoti a partire dalla mezzanotte del 19 dicembre alla sera del 21. I colori indicano gli intervalli delle magnitudo (minori di 2.0, tra 2.0 e 3.0, tra 3.0 e 4.0, sopra 4.0).

Andamento delle magnitudo dei terremoti a partire dalla mezzanotte del 19 dicembre alla sera del 21 dicembre. I colori indicano gli intervalli delle magnitudo (minori di 2.0, tra 2.0 e 3.0, tra 3.0 e 4.0, sopra 4.0).

Nella figura successiva si vede il numero dei terremoti che si sono verificati ogni ora. Si nota ancora l’andamento molto variabile del numero delle scosse nei giorni tra il 19 e il 21 dicembre, con valori tra 0 e 19 terremoti localizzati ogni ora, una caratteristica tipica di questo tipo di sequenze a sciame. Evidente anche il diradarsi del numero di eventi sismici nella giornata di oggi rispetto ai due giorni precedenti. Presto ancora per dire se questo andamento proseguirà nelle prossime ore.

(fonte: http://ingvterremoti.wordpress.com/ )

Andamento del numero delle scosse per intervalli di 1 ora a partire dalla mezzanotte del 19 e fino alla sera del 21

Andamento del numero delle scosse per intervalli di 1 ora a partire dalla mezzanotte del 19 dicembre fino alla sera del 21 dicembre.