Archive for gennaio 7th, 2015

7 gennaio 2015

Indigo Skyfold, il nome delle scie chimiche

Faticosamente, e non senza pericoli, emerge qualche dettaglio sul cosiddetto fenomeno delle scie chimiche. E proviene da chi direttamente irrora con tali sostanze ossia i piloti militari.
Qui di seguito riporto una testimonianza non confermata, ma attendibile, di un pilota USAF (United States Air Force) direttamente coinvolto nel progetto.
Si chiama Indigo Skyfold (Indaco Piega del Cielo) l’operazione, segnatevi questa locuzione, ne risentiremo parlare.
Secondo questa testimonianza, ovviamente anonima, è il suo nome in codice almeno nella cerchia dei piloti militari. Si tratta di un’operazione di geo-ingegneria globale. Viene detto loro di percorrere determinate senza fare domande. Il pilota afferma di non sapere cosa stia spruzzando. Compiono decolli e partenze ripetute a turni talvolta di giorno, talvolta di notte ma da basi diverse.
Gli equipaggi e i meccanici addetti ai velivoli, sono spesso riassegnati in posti diversi in modo che non possano troppo famigliarizzare con i residenti locali e farsi amici. Rimangono in una base al massimo per 18 messi e poi assegnati ad altro incarico con la consegna rigorosissima di stare zitti. I superiori dicono trattarsi di materia di sicurezza nazionale, perciò la loro paga è sensibilmente più elevata dei normali aviatori. Irrorano solitamente porzioni di territorio, talvolta oceano di 250 miglia alla volta seguendo rotte prestabilite.
Viene detto loro che le scie sono una componente d’arma essenziale per proteggere gli Stati Uniti e i loro alleati. Il pilota ha dichiarato “Non sono in accordo con la missione che mi è stata assegnata, ma quale soldato lo è mai veramente?
Quasi un terzo dei voli viene effettuato da aeroporti ad hoc ubicati su isole disabitate in mezzo agli oceani. Queste piccole isole sono dotate di antenne HAARP di varia dimensione e forma e serie di antenne si trovano anche affondate nel mare. La Marina americana ha in dotazione droni subacquei addetti alla costruzione di questi apparati di antenne. Ogniqualvolta si annunciano esercitazioni navali in un dato posto, in realtà, le unità navali sono li per dare supporto a queste strutture militari.
In Google Earth tutte queste strutture artificiali, ovviamente, non si vedono poichè Google e tutta la rete Internet è completamente sotto il controllo del governo degli USA. Questa una la parte assolutamente credibile.
Le scie chimiche costituirebbero un’arma atmosferiche di un qualche tipo su cui il pilota non ha potuto o voluto parlare fino in fondo.
Infine, questi velivoli possono essere distrutti in volo in caso di malfunzionamento tramite telecomando satellitare in modo che a terra nessuno possa scovare relitti. Rari casi di aerei delle scie chimiche precipitati sono stati occultati alla stampa vietando ai giornali di parlarne. In tali eventi, i piloti vengono sacrificati per mantenere la riservatezza assoluta.
Indigo Skyfold, finalmente sappiamo il nome delle scie chimiche. Almeno quello.

Una rara immagine dell'interno di un Boeing 777 adattato alla emissione delle scie chimicheOT?
PS ‘Attacco Charlie Hebdo, braccati i fratelli Kouachi.’ Perchè non li hanno ancora presi? Perchè li devono ammazzare. Sono 2 cui hanno fatto il lavaggio del cervello come i ‘terroristi’ 11/9, Madeid e Londra. Non possono tenerli vivi a dire di essere stati incastrati.