Archive for febbraio 3rd, 2015

3 febbraio 2015

Una risposta molto terra terra

> Ciao Albino, sono Alessandro, dalla Sicilia, 21 anni
>
> ti volevo chiedere la motivazione per cui tu pensi nell’ultimo tuo post che sia assolutamente necessario possedere un pezzo di terra da coltivare, cosa ti aspetti debba accadere?

Ciao Alessandro, grazie.
In risposta alla tua domanda, io mi limito a rilevare ciò che succede.
E cosa succede?
Succede che i ricconi di tutto il mondo, da Buffet a Bill Gates a Soros ecc. si stanno accaparrando da molti anni solo beni tangibili: terra, miniere, infrastrutture, isole, castelli.
Le discusse privatizzazioni che stanno interessando tutto il mondo stanno trasferendo ricchezza dagli stati (e i loro cittadini) ai riccastri finanzieri.
Ciò avviene banalmente con i normali mutui per le case: le banche emettono denaro dal nulla e lo prestano a chi vuole ottenere un mutuo ‘prima casa’, mettiamo. Se l’interessato non riesce a ripagare il prestito, la banca entra in possesso di una vera casa in cambio di avere erogato denaro creato al computer pigiando due tasti.
Ovvio che, ad esempio, ci possiede un’isola nell’Egeo, in futuro potrà rivenderla, affittarla, costruire bungalow per vacanzieri o semplicemente andarci a vivere con la famiglia togliendosi dalla folla cittadina.
Se tu compri, viceversa, uno Smartphone da 500 euro o un SUV da 40mila euro, tra 5 anni, causa svalutazione e uscita nuovi modelli, non varrà più una cippa.
Volendo leggere la questione da un punto di vista puramente finanziario, il mondo è un immenso schema Ponzi. Il valore del PIl mondiale, per altro in calo, è una frazione minima di tutti i debiti (specie ‘tossici’) in giro. Lapalissiano che, prima o poi, il sistema scoppierà fragorosamente.
Il trucco sta nel mollare il cerino acceso in mano altrui un istante prima! La terza guerra mondiale serve con tutta probabilità ad azzerare il grande ‘risiko’ della finanza globale. Rimarrà solo la proprietà tangibile e difendibile a mani nude (se uno non ha armi proprie).
Tasse sulla proprietà a parte, un pezzo di terreno può essere fatto fruttare coltivando e ricavandoci quantomeno del cibo per se e in parte da rivendere come fecero i vagabondi a bordo dell’Oca Volante di cui parlo nel mio libro.
Forse io sono troppo terra terra, ma se ci fate caso i veri ricchi comprano roba solida non titoli di stato greci, ma nemmeno tedeschi o americani. Mentre i giornali ‘specializzati’, che sono controllati da loro, vi consigliano di investire in Borsa.
Questo è ciò che capisco io.

Alessandro, un saluto alla Sicilia e continua a seguire il mio blog.

Albino

PS 4-2 ‘Deflazione, a gennaio prezzi ancora in calo: -0,4% rispetto a dicembre’ Vedete come ci prendono in giro? Provate a entrare in farmacia o andare al mercato rionale o verificate le tasse, se oggi pagate meno del 2014!
PS 7-2 ‘Meno auto più Iphone, ecco come cambiano gusti italiani’ Vedete che l’ANSA fa pubblicità gratuita alla Apple.

https://i1.wp.com/media.treehugger.com/assets/images/2011/10/warren-buffett-bnsf-rail-map.jpg

Warren Buffet ha acquistato un’enorme rete ferroviaria in America per 44 miliardi di dollari

3 febbraio 2015

IL FRUTTETO DELL’EDEN

Notizia di qualche tempo fa. Sta diminuendo il numero di obesi a causa della crisi in Italia. Siamo giunti al punto che tutti paventavamo: la recessione economica è ormai profonda depressione voluta ostinatamente dai poteri occulti per indurre i popoli europei ad accettare il super-stato autoritario. Questa situazione sta maturando i suoi frutti più nefasti.
Siamo al default sociale più cupo, quando è l’alimentazione a risentirne. Senza mangiare non si vive. In USA andare da McDonald’s è divenuto un lusso, c’è gente che pranza e cena ai distributori automatici di schiacciatine, stuzzichini, brioche e lattine perché non può permettersi neanche un panino seduta al fast-food.
Ho quindi deciso di mettere a disposizione, in perfetto stile alla Bill Kaysing, un libretto che avevo scritto nel 2010, sulla produzione domestica della frutta: IL FRUTTETO DELL’EDEN: guida rapida al frutteto rustico famigliare. Lo invierò in omaggio, come bonus, a chiunque acquisti LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WEST .
Se possedete un fazzoletto di terra, iniziate subito a trasformarlo in un frutteto rustico con pochissimo impiego di tempo.
Viviamo in tempi oscuri, di cambiamenti epocali, in cui le scelte di oggi influenzeranno criticamente la vita futura e quella dei vostri figli. Vietato sbagliare è forse la nemesi perfetta di questo mondo terminale.
Contenuto del volume in sintesi, il formato è PDF:

  • Come tramutare in frutteto biologico il proprio giardino.
  • Dove reperire gratuitamente le piante da mettere a dimora.
  • Dove acquistare a prezzo modico  terreno agricolo
  • Senza necessità di spendere per concimi e pesticidi chimici.
  • Senza bisogno d’irrigazione e con minima manutenzione.
  • Cibo abbondante tutto l’anno, sano e genuino, totalmente gratuito.

Per ulteriori informazioni scrivere all’indirizzo: a.galuppini@gmail.com

Albino Galuppini IL FRUTTETO DELL’EDEN: guida rapida al frutteto rustico famigliare