Archive for febbraio 21st, 2015

21 febbraio 2015

Perchè odiamo gli zingari

Questo potrebbe essere idealmente la prosecuzione del post Povertà e Miseria.
L’enfasi sui Rom e Sinti è un odio alimentato poichè gli zingari non si piegano al sistema schiavistico di lavoro-tasse-banche. Gli zingari non si adattano a timbrare il cartellino, contrarre il mutuo, guardare Sanremo e non fotte niente loro del PIL. Per questo ce li fanno detestare attraverso i mass media.
Queste popolazioni hanno compreso la colossale truffa del lavoro, delle ferie striminzite, del consumismo compulsivo alimentato dal “credito al consumo”. Prendono direttamente ciò che serve loro senza chiedere il permesso ai legittimi proprietari, nella maggior parte dei casi. I nomadi non si fidano giustamente delle banche, non inoltrano richieste di licenze edilizie. Il vero scopo per cui regalano le case popolari ai Rom è di rieducarli persuadendoli a pagare imposte e bollette.
Non riconoscono la proprietà privata altrui che è una delle fondamenta del sistema socio-economico occidentale, perciò li odiano.
Tuttavia, la verità va detta tutta.
Le istituzioni proteggono e coccolano i nomadi per scopi subdoli. Alcune frange di zingari sono implicate nei furti di bambini. I sequestrati finiscono in giri di pedofilia d’alto “borgo”, delitti rituali a sfondo esoterico e prelievo di organi. Avete mai sentito di un figlio di potente in lista d’attesa per un trapianto d’organo? Ai giornali è stato tassativamente vietato attraverso le “associazioni equo-solidali” di riportare la notizia di rapimenti di minori da parte di famiglie nomadi, su commissione di entità altolocate.
Come vi dissi tempo addietro, i Centri Sociali, Antagonisti sono impiegati per spalleggiare l’attività degli zingari intimidendo chiunque si chieda quale sia il vero motivo per cui queste tribù sono così amate dalle istituzioni antifasciste.
Con ciò, voglio chiare che non affermo che tutte le famiglie Rom sono dedite al furto di bambini nemmeno tutte le scomparse di minori siano attribuibili ai nomadi.
Si stima che, grazie all’operazione Mare Nostrum oggi Triton, siano entrati finora in Italia 20 mila bimbi non accompagnati e clandestini che, di norma, svaniscono nel nulla. La ragione per la quale è stata messa in piedi l’operazione Mare Nostrum la potete ben intuire (oltre che per americanizzarci).
Una drammatici realtà che nemmeno Matteo Salvini vi dirà mai. I politici, infatti, sono manovrati per dividere il popolo in fazioni = partiti, non per dire alcuna verità. Chiedetevi perchè, neanche Tsipras e Grillo parlano mai di 11/9, scie chimiche, sbarco sulla Luna, chi fornisce armamento militare nuovo di zecca a Isis, che fine hanno fatto le 42 tonnellate di oro ucraino…
Andate a verificare chi, negli alti seggi delle Istituzioni (con la I maiuscola, sia mai) si straccia le vesti in favore dei ‘bimbi migranti’ e dei ‘rom’ e troverete anche gli orchi, gli amici degli orchi e pure gli orchi degli amici. Ci inculcano l’odio verso gli zingari al tempo stesso.
Lo so, non è politicamente corretto scriverlo ma qualcuno deve pur farlo.
PS ‘Renzi, ironia su Landini e Fiom’ Ma ovvio, in America a uno come Landini gli avrebbero già fatto fare la fine di Malcom X o M. L. King.

https://i2.wp.com/www.butac.it/wp-content/uploads/2014/09/romgiornale2.jpg

21 febbraio 2015

Orion: prova della bugia

Questo è un breve documentario sul programma Orion della NASA, in via di sviluppo, intitolato Orion: la prova del fuoco.
Interessante rilevare come, imprevedibilmente, il tizio biondo che illustra la missione manifesti una esitazione riferendosi all’attraversamento delle fasce di Van Allen dicendo “Dobbiamo metterlo alla prova prima di mandare della gente attraverso questa regione di spazio“.
James Van Allen in persona aveva palesemente avvertito dell’impossibilità di oltrepassare la banda magnetica ad alta energia, che circonda il pianeta Terra, senza una più che adeguata protezione per uomini e strumentazione.
Questo avveniva sul finire degli anni ’50. Dopodiché ci furono le missioni lunari del programma Apollo i cui equipaggi attraversarono le fasce senza nessuna apparente conseguenza. Ora, l’ente spaziale americano riscopre inopinatamente il problema.
Che cosa significa, secondo voi?

21 febbraio 2015

Povertà e Miseria

Crisi: Confcommercio, prestiti -7,1% dal 2011 al 2014. Segnali positivi sulle ultime erogazioni (ANSA)

Corre una differenza sostanziale fra povertà e miseria. La miseria e quando, ad esempio, uno vive in una baracca e tutto è disordinato e sudicio. Povertà è quando, nella stessa baracca, tutto è ordinato e lindo.
Una delle schiavitù moderne è verso le banche. I mass media, che sono controllati dai poteri forti, inducono subdolamente al consumismo più bieco che incatena uomini e donne all’acquisto compulsivo.
Bill Kaysing esortava a non contrarre mutui per nessun motivo per non soggiacere a tale schiavitù. Meglio vivere dignitosamente in una casupola ben tenuta che rendersi ossessionati dalla rata mensile da versare per decenni a una banca per un bilocale “in centro”. Ma “al centro” di che cosa poi?
Si può uscire di casa con vestiti vecchi e sgualciti ma puliti e ordinati, utilizzando un cellulare datato, purché ancora valido.
Bisogna rifuggire dalla “abitudine a dilapidare”, come la chiamava Bill.
Questa rappresenta la vera libertà, oggi. Non di certo i milioni di siti internet o centinaia di canali TV digitali tra i quali potere scegliere.