Archive for marzo 31st, 2015

31 marzo 2015

Gli ultimi secondi prima dello schianto immortalati in un video

La scena è talmente caotica che non si distingue nessuno ma le grida dei passeggeri rivelano che erano coscienti di ciò che stava per succedere.

“Ultimi istanti prima dello schianto”. Il sito del settimanale francese Paris Match racconta gli attimi fatali del volo Barcellona-Dusseldorf di Germanwings, schiantatosi la scorsa settimana sulle Alpi, grazie a un documento esclusivo: un video girato con un telefono cellulare e recuperato tra i detriti dell’aereo da “una fonte vicina all’inchiesta”.

Airbus A320 della Germanwings
Le riprese, che il sito descrive, confermano la ricostruzione proveniente dalle registrazioni della scatola nera: il copilota Lubitz chiuso a chiave nella cabina, e il pilota che bussa disperatamente per tentare di entrare.
“La scena è talmente caotica che non si distingue nessuno ma le grida dei passeggeri rivelano che erano perfettamente coscienti di ciò che stava per succedere”. Il sonoro è ben più eloquente delle immagini. “Si sente gridare “Mio Dio” in diverse lingue. Si sentono anche, per almeno tre volte, dei colpi metallici che lasciano pensare che il pilota stia tentando di aprire la porta del cockpit con un oggetto pesante”. Con molta probabilità, l’ascia di sicurezza sempre presente sugli aerei passeggeri, come già ipotizzato nei giorni scorsi dopo il primo esame dei dati della scatola nera ritrovata. A pochi secondi dalla fine, si vede una forte scossa, e le grida improvvisamente si intensificano. Poi, il video si interrompe bruscamente. ( IlGiornale.it )

Sarà interessante osservare, se il video viene diffuso o è ‘troppo crudo’ come nel caso dell’uccisione di Osama Bin Laden. In quel caso, nessuna immagine o video vennero diffusi, il cadavere del terrorista fu inumato in mare, un paio di ore dopo dalla Marina USA senza autopsia, secondo un ‘rito islamico’ di cui nessuno aveva mai sentito parlare in precedenza. Suona strano che Lubitz, avesse malattie, certificate anche da visite mediche, per le quali uno farebbe fatica a prendere la patente B (forse anche il patentino per ciclomotori) e pilotava tranquillamente aerei di linea.

Annunci