Archive for aprile 12th, 2015

12 aprile 2015

Pennivendoli e meteomentitori

Ormai le scie chimiche le vedo tutti i giorni. Stanno generando un aprile siccitoso e supercaldo sulla pianura padana.

12 aprile 2015

L’avvicinamento Cuba-USA va letto in chiave di tripolarizzazione del globoo

Obama-Castro, storico incontro: “Voltiamo pagina”
Leader Cuba pronti a discutere di tutto. Barack, stop sanzioni.

Mai, in oltre 50 anni, si erano visti un presidente degli Stati Uniti e un presidente cubano seduti uno accanto all’altro per un faccia a faccia. E’accaduto a Panama. Ulteriore e inequivocabile segnale della svolta storica in corso tra i due Paesi, con Barack Obama e Raul Castro impegnati con convinzione a voltare pagina. Con pazienza, ha sottolineato Castro. Con rispetto per le differenze, ha assicurato Obama. Ma entrambi si sono mostrati convinti che il momento sia giunto per cambiare corso. “Siamo pronti a parlare di tutto”, ha detto Raul Castro. “E’ il momento per tentare qualcosa di diverso. Possiamo imboccare una strada che ci conduca al futuro”, ha sottolineato Obama. I due si sono visti in una saletta del centro congressi a margine del vertice delle Americhe a Panama, che passa alla Storia come il luogo in cui si e’ concretizzato quel processo di disgelo annunciato lo scorso dicembre al grido di “todos somos americanos”. Dopo l’incontro a porte chiuse, durato circa un’ora, Obama si e’ detto “ottimista”, convinto che “si continueranno a fare progressi”. Con Raul Castro, ha aggiunto rispondendo a domande dei giornalisti in conferenza stampa, e’ stata una “conversazione schietta e fruttuosa”. Pur sottolineando che tra i due presidenti sussistono “visioni molto diverse su come la società dovrebbe essere organizzata e io sono stato molto chiaro con lui”. Obama ha quindi proseguito sottolineando che gli Stati Uniti continuano a sostenere democrazia e diritti umani. Ma ha licenziato senza mezzi termini eventuali allarmismi: “Cuba non e’ una minaccia per gli Stati Uniti”.
[…] (ANSA)

Non c’è bisogno di essere degli arguti osservatori di politica internazionale per capire che si tratta di un passo verso la tripartizione del mondo. Il mondo latino è stato destinato alla sottomissione agli USA. Cuba era una “mosca bianca”. Da oggi in poi anche a Cuba si parlerà di inglese nelle scuole, Facebook, diritto alla banda larga, adozioni gay e opportunità offerta dall’apertura della Borsa Valori a l’Avana, capitale dello stato caraibico. E non si insegnerà più nelle scuole, come avveniva un tempo, che lo sbarco lunare della NASA è stato una beffa. Fine di un sogno.

Articoli di approfondimento:
Tripolarizzazione geoculturale del mondo dopo la terza guerra mondiale

Raul Castro e Barack Obama

12 aprile 2015

Mistero sugli animali decapitati e mutilati in America

A Sacramento, capitale dello stato della California, da gennaio sta avvenendo un fenomeno inquinante. Finora 13 diversi casi sono stati segnalati di animali ritrovati decapitati e mutilati. In uno di essi, sono stati ritrovati simultaneamente in fila cinque galline e una tartaruga. È la seconda volta che una tartaruga viene ritrovata decapitata. I giornali della zona hanno riportato rinvenimenti di capre, pecore, polli e altri animali orribilmente mutilati.
Nella contea di Yolo, in una sola occasione, gli addetti hanno rimosso 12 carcasse di animali compreso un coniglio, una testuggine e alcuni polli.
Gli episodi sembrano separati gli uni dagli altri. Parrebbe nella zona sia in corso attività ufologica atta a studiare la vita sulla Terra.
Di qualche giorno fa, la notizia che decine di alligatori, tartarughe e serpenti decapitati e straziati sono stati rinvenuti tra i boschi a Toutle nello stato di Washington. Lo sceriffo locale sta indagando. Ma chi potrebbe compiere atti così crudeli nei confronti degli animali?
La ragazza che ha effettuato la macabra scoperta ha notato che i serpenti erano sistematicamente mutilati e avevano un odore tremebondo. Uno di essi era lungo tre metri, poteva essere un Boa constrictor. Lo stato di Washington è freddo è piovoso. Da dove provenivano quei rettili?
C’erano dozzine di serpenti, molte lucertole anche lunghe oltre mezzo metro e grossi coccodrilli con l’intestino all’infuori, la maggioranza senza testa.
Occorrono speciali permessi per tenere animali così grandi e pericolosi. Difficile accettare la pista esoterica, in questo ultimo caso, se non altro per la complessità di procurare, accumulare e sventrare così tanti rettili esotici.
Facile ipotizzare che, come sempre, le indagini delle autorità preposte per tali efferati delitti non giungeranno a nulla.
Tuttavia, queste notizie quantomeno giungono in internet, le mutilazioni umane effettuate dagli alieni nemmeno.

Animali mutilati e decapitati da alieni