Archive for aprile 15th, 2015

15 aprile 2015

Lavoro, le cinque competenze che non ha (quasi) nessun candidato

https://i1.wp.com/www.ansa.it/webimages/img_640/2015/4/15/833e3cdaddded252537b4b5cf7dceb98.jpg

Secondo il Sole 24ore ci sarebbero 5 competenze che mancherebbero nei profili dei candidati al posto di lavoro.
In sintesi:

  1. Inglese professionale
  2. Big Data e mondo digital
  3. Intraprendenza esperienza extracurricolari
  4. Apertura alla mobilità e vocazione internazionale
  5. Innovazione e sapere trovare lavoro sul web

Guardacaso, ciò corrisponde esattamente al profilo del cittadino globale senza razza ne religione, unicamente dedito al profitto e al consumismo sfrenato fino alla fossa.
Il Sole 24ore online pubblica questa sbobba immonda imposta, e pure mal tradotta, dalla Casa Bianca.

Fonte: http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2015-04-14/le-cinque-competenze-che-servono-lavoro-inglese-professionale-204413.shtml?uuid=ABzGoXPD&nmll=2707

Sulla falsariga degli insegnamenti di Bill Kaysing, avrei altre 5 “competenze” molto più stimolanti e meno stressanti:

  1. Imparare lingue del futuro come cinese o russo. Quelle popolazioni apprezzano molto gli stranieri che parlano la loro lingua ed aiuta a fare amicizia e affari.
  2. Usare il web per studio e informazione ma dare neanche un centesimo a Ebay, Paypal o qualunque società internet.  Servizi e annunci online gratuiti.
  3. Procurarsi, se non lo si ha già, un pezzo di terra imparando a coltivarlo per autoprodurre il cibo. Oltre al risparmio, si mangerà più genuino.
  4. Essere ben stanziati e integrati nella cultura locale. La disintegrazione culturale è foriera di malattie mentali come depressione, istinti compulsivi oltre ad accentuare le tendenze criminali.
  5. Sfruttare l’obbligo di avere il conto in banca per ottenere guadagni, mai dare soldi ai banchieri accendendo un mutuo.
  6. Il Sole 124ore ci mostra il melting pot per abituarci all’americanizzazione dove la criminalità è 100 volte quella delle società non mutirazziali.

15 aprile 2015

Perchè stanno assolvendo Berlusconi

Berlusconi assolto

Pena espiata. Da oggi Silvio Berlusconi torna a essere un uomo libero a tutti gli effetti, potrà riavere il passaporto, viaggiare quanto gli pare e senza limiti.
Sparisce anche l’interdizione dai pubblici uffici. Solo la legge Severino – la cui applicabilità retroattiva è assai contestata, e non solo dal Cavaliere e dai suoi legali, ed è attualmente al vaglio della Corte europea dei diritti dell’uomo – gli impedisce a questo punto di ricandidarsi alle elezioni.
Questa mattina il tribunale di sorveglianza di Milano ha depositato l’ordinanza che dichiara l’esito positivo dell’affidamento ai servizi sociali concesso a Berlusconi nella primavera dello scorso anno per espiare in questa forma la condanna (quattro anni di carcere, ridotti a uno per via dell’indulto) inflittagli dalla Cassazione nel processo per frode fiscale nel caso dei diritti tv. Il tribunale presieduto da Pasquale Nobile de Santis si era riunito alle 14,30 di giovedì scorso, poco dopo che a Palazzo di giustizia era scoppiato il finimondo per il folle gesto dell’ Claudio Giardiello. Il tribunale era riuscito a esaminare il fascicolo Berlusconi subito dopo che il palazzaccio era tornato alla normalità, dopo l’evacuazione, mentre erano ancora in corso i rilievi della Scientifica e si teneva la conferenza stampa del procuratore Bruti Liberati. Stamane il deposito del provvedimento che prende atto del comportamento seguito da Berlusconi (dopo l’inciampo iniziale, quando era stato redarguito dai giudici per una sua esternazione contro la magistratura) nel corso della espiazione. E’ sostanzialmente la stessa valutazione che portò nel marzo scorso a concedere all’ex presidente del Consiglio lo sconto di pena per buona condotta, che ha ridotto di un’ulteriore mese e mezzo la durata della condanna.
Decisive nella valutazione del percorso del condannato sono state le relazioni che Severina Panarello, capo dell’Ufficio esecuzione penale esterna (la struttura del ministero della Giustizia che si occupa di seguire chi sconta la sua pena fuori dal carcere) ha inviato in questi mesi sulla base dei colloqui periodici con Berlusconi e dell’andamento della sua attività di volontariato presso la Sacra Famiglia di Cesano Boscone.
Insieme alla fine della pena, il tribunale ha dichiarato estinta anche la pena accessoria dell’interdizione dei pubblici uffici per tre anni, che gli era stata inflitta nel medesimo processo. La Procura in passato aveva sostenuto che il buon esito dell’affidamento non comportasse automaticamente anche l’estinzione delle pene accessorie ma il tribunale di sorveglianza, sulla base di orientamenti recenti della Cassazione, ha ritenuto che anche l’interdizione sia ormai conclusa.
Berlusconi resta ineleggibile in base alla legge Severino, il cui esame non è stato ancora fissato dalla Corte di Strasburgo. I tempi di attesa medi si aggirano sui tre anni. (Il Giornale)

Dopo oltre 20 anni e centinaia, letteralmente, di procedimenti, Silvio Berlusconi vine assolto da tutti i reati ascrittigli.
Come mai, qualcuno si potrà chiedere.
La risposta di breve termine è che lui deve dividere il centrodestra in modo che il PD vinca le elezioni regionali di fine maggio. Infatti, non ci devono essere i 5 consigli regionali necessari per richiedere l’indizione del referendum costituzionale sulle riforme di Renzi, se sottoposte a voto popolare, non passerebbero.
La chiave del discorso è che l’ex cavaliere è un massone. Il progetto di super-stato europeo in mano alle banche, multirazziale, americanizzato è un progetto massonico dal quale non può esimersi.
Pur di salvaguardare il governo Renzi, Berlusconi ha ferocemente bacchettato i suoi fedelissimi: (“Fi nel caos, Berlusconi contro Brunetta: “Basta attacchi personali agli avversari politici“). Alfano è evidentemente una quinta colonna del ex cav, altrimenti non si spiegherebbe la ferma volontà di alleanza alle regioali.
Si tratta del gioco delle tre carte. Renzi e Grillo sono agenti degli Stati Uniti, lui è agente di sé stesso, tutti e tre manovrati dalla massoneria. Per “fidelizzarlo” la Casa Bianca gli ha fatto togliere passaporto e immunità parlamentare attraverso il governo ‘Renzillo’ (azione congiunta Renzi e Grillo).
Per questo l’Italia è finita, lo scrivo da 10 anni a questa parte. Il massone Tito fece entrare milioni di albanesi in Kossovo, regione della Iugoslavia confinante con l’Albania, finchè sono diventati la maggioranza. Già nel 2005, scrissi di super-Kossovo riguardo al fatto che la penisola italiana sarebbe stata rimpinzata di clandestini fino a farla scoppiare. Ciò che sta puntualmente avvenendo.
Se volete salvare la pelle (non solo economicamente parlando) e non fare morire di fame la vostra famiglia, sarà meglio che diventiate anti-italiani alla svelta giachè, di voi e di me, a Berlusconi, Renzi e Grillo (Casaleggio) non importa assolutamente nulla.
Personaggi come Landini sono inattendibili in quanto, senza discutere di euro e WTO, la classe operaia non ha alcuna speranza di giustizia sociale. Solo controllori “conto terzi” al pari di Salvini.
Riguardo alla massoneria nazionale, be’ il mio giudizio non può che essere drastico. Si tratta ormai di una istituzione in fase di decadenza. Colerà a picco assieme all’ex belpaese.
ADDENDUM ‘730, ci siamo: da oggi venti milioni di italiani possono scaricarlo online’ ‘Premi a chi sceglie la e-fattura’ Stanno legando ogni adempimento burocratico col web che è totalmente controllato dal governo USA.
‘Immunità per gli 007 Con il decreto si estende la possibilità di rilasciare agli stranieri permessi di soggiorno a fini investigativi.’ Allucinante, col pretesto dell’antiterrorismo stanno preparando il terreno legislativo per attentati organizzati dai servizi incolpando presunti ‘terroristi’.
‘Alluvione di Genova, Paita indagata per mancata allerta’ Renzi ha detto che i magistrati devono pagare e gli è arrivata subito una tegola in testa. È un subnormale, non ha capito che i magistrati sono una casta feroce, peggio dell’Isis.