Archive for giugno 23rd, 2015

23 giugno 2015

Alfano: dall’inizio dell’anno 59.600 nuovi arrivi. Sono 78mila i migranti ospitati in strutture di accoglienza

«Dall’inizio del 2015 sono arrivati in Italia 59.600 immigrati. Gli eventi legati agli sbarchi sono stati 428». Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, nella informativa sulla immigrazione in Commissione Affari Costituzionali al Senato. Tra i nuovi arrivi, il 25% degli immigrati è di nazionalità eritrea, il 10% nigeriana, il 9% somala, il 7% siriana. «Il 92% delle partenze – ha aggiunto Alfano – avviene oggi dalla Libia». Nel 2014, gli arrivi erano stati 59.522 e gli sbarchi registrati 375.
Aumentato il fondo rimpatri.
«Rispondo a chi lo nega: non è stato estinto il fondo per i rimpatri anzi ne è stata aumentata la portata», ha detto il ministro dell’Interno Angelino Alfano. «Dobbiamo pretendere – ha ribadito Alfano – aiuto dai paesi che aiutamo, pereguire visione globale che recuperi quadro dei costruttori dell’Europa Unita a partire da Alcide De Gasperi».
Immigrati, Gentiloni: i più giungono da Paesi dove è impossibile il rimpatrio
In 78mila ospitati in strutture di accoglienza
Sono 78 mila i migranti ospitati in Italia, tra strutture di accoglienza temporanea (48 mila), sistema di accoglienza per richiedenti asilo (20 mila) e centri governativi (diecimila), ha detto il ministro dell’Interno, sottolineando l’impegno «a garantire una più equa ripartizione tra le regioni, per minimizzarne l’impatto e favorire il percorso di integrazione».
Sono 22mila le domande di asilo esaminate, la metà respinte
Dall’inizio dell’anno sono state esaminat 22.266 domande di asilo: il 48 % sono state respinte, segnalano i dati forniti dal ministro dell’Interno, Angelino Alfano, nella informativa sull’immigrazione in Commissione Affari Costituzionale al Senato.
Si tratta – ha sottolineato Alfano – del 49% in più di domande rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Le modifiche al sistema di accoglienza
Il sistema, ha proseguito Alfano, «è in via di rimodulazione, si sta programmando la realizzazione degli ‘hotspots’ in alcuni porti chiave dove concentrare gli arrivi e fare un primo screening sanitario e l’identificazione». Gli attuali Centri per richiedenti asilo (Cara), ha aggiunto, «muteranno funzione in hub regionali per gestire numeri elevati: qui i migranti potranno formalizzare la domanda di protezione, per poi essere inviati verso le strutture di seconda accoglienza». Per il sistema Sprar è stato deciso un aumento della capacità di accoglienza di 1.600 posti. Nei 5 Centri di identificazione ed espulsione (Cie) si sono registrate 2.162 presenze, per 1.121 è stato disposto il rimpatrio. I Cie, ha sottolineato il ministro, “rimangono necessari per gestire gli irregolari, non occorre pensare al loro superamento ma ad una revisione del funzionamento».
«L’Italia è campione del mondo per generosità e solidarietà, non possiamo consentire che diventi terra di conquista per speculatori ed affaristi. Mobiliteremo i prefetti e daremo massima collaborazione all’Autorità anticorruzione sulle proposte di commissariamento», ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano in riferimento alle inchieste che hanno riguardato il Cara di Mineo ed altre strutture di accoglienza.
(Sole 24ore)

Come scrivo da ormai un decennio, ci stanno rimpinzando di immigrati per distruggere l’Europa, la sua cultura e la cristianità. I famosi “tagli alla politica” servono a finanziare questa operazione. All’europarlamento i più attivi in favore dei clandestini, grardacaso, sono i grillini, che stanno conducendo una battaglia puntigliosa per modificare il trattato di Dublino e per il “reddito di cittadinanza” che è destinato principalmente a trattenere queste persone.
Se uno conosce un po’ certa numerologia, sa che i dati nell’articolo sopra sono inventati. Per il 2015 ne sono previsti mezzo milione. Loro li stanno attirando in ogni modo in Italia (anche promettendo denaro). Scrissi l’anno scorso che gli angloamericani non erano soddisfatti del governo Renzi perchè ne faceva entrare troppo pochi…

https://pianetax.wordpress.com/2014/08/02/immigrazione-la-casa-bianca-si-affida-ai-privati/

Sono sempre quelli del Britannia! Infatti, ci sono le navi inglesi direttamente che fanno da traghetto gratuito a tal fine. I paesi di provenienza sono geograficamente molto distanti e forse perfino meno pericolosi della Libia. Quindi ci devono essere delle colonne militari che li scortano direttamente sulle navi di sua maestà britannica. Guardate bene le cartine geografiche.
La Gran Bretagna, grazie a Cameron e Farage (e al loro compare genovese che sapete), uscirà dalla UE tramite un democraticissimo referendum. Così usciranno da Schengen e questi clandestini staranno tutti nell’Europa continentale da unire anche grazie a costoro negli “Stati Uniti d’Europa”.
Con tutta probabilità, l’invasione di clandestini rientra nella strategia americana per la terza guerra mondiale.
Nel frattempo, il papa massone sta facendo passare di tutto, seminando zizzania tra i cristiani, attaccando un luogo santo come Medjugorie. Tra un po’, state tranquilli che CI dirà che anche adorare il diavolo è da cristiani!
Intanto, Isis (Iside dea adorata dai massoni) sta distruggendo ogni traccia biblica e bruciando chiese e moschee. Quindi l’islam non centra niente con costoro.
Riguardo all’Italia, la repubblica bananiera di Pizzaland è finita. State attenti amici, questi sono matti, stanno per buttare giù tutto. Iside e Osiride (pure Renzi oggi al museo egizio) sono tornati e la loro furia distruttrice ha paragoni soltanto all’inferno. Già l’Inferno.
ADDENDUM TRISTE Mamma di due bimbi si impicca in casa. La donna aveva solo 41 anni: è stata ritrovata impiccata dal compagno. Forse i problemi economici che la affliggevano, forse la precaria condizione lavorativa, forse la separazione che rendeva questi ostacoli abnormi. Addirittura a questa famiglia … Per favore, non lasciatevi sorprendere dalla disperazione, è ciò che vogliono!

23 giugno 2015

Charles Bolden, direttore della NASA conferma l’esistenza dell’AREA 51

Charles Bolden, direttore della NASA conferma l’esistenza dell’AREA 51
 
 Charles Bolden , amministratore della NASA , ha dichiarato in un programma televisivo che ” l’Area 51″  e un centro di ricerca dove vengono effettuati progetti di sviluppo su tecnologie di tipo militare e non ospitato all’interno astronavi aliene con il loro equipaggio.

charles-bolden-nasa

Bolden lo ha sottolineato spesso all’interno della trasmissione televisiva “Hotseat”,  in cui diversi bambini lo hanno invitato a rispondere sia sui misteri dell’AREA51, sia sulle preoccupazioni della NASA per quanto riguarda l’esplorazione dello spazio.
“Esiste un sito top secret, chiamato S4, appunto l’AERA 51, ma non è  ciò che molti pensano. Sono andato all’interno di questo sito militare, ma è un posto normale di ricerca e sviluppo. Non ho mai visto alieni o astronavi di altri mondi. Penso che la leggenda è stata generata in questo modo per via della ricerca aeronautica che all’interno ha sviluppato prototipi di aerei sperimentali che somigliano a velivoli alieni, ma nulla di più” Beh Charles Bolden è stato abbastanza reticente a questo proposito.

AREA51-18

Comunque è stato determinato nel dire ciò che doveva dire, forse dettato dalla legge di censura ferrea che viene chiamata negli ambienti militari,  Negazione Plausibile, ovvero negare sempre e comunque.  Anche se la risposta, probabilmente non farà contenti gli amanti della cospirazione,  Bolden ha anche voluto sottolineare che “oggi, tutto ciò che si dice di questo centro di ricerca situato in Nevada, riguardao complotti alieni,  sono assolutamente false.”

area-51

area51ufo3

Tuttavia Bolden, crede nell’esistenza di vita extraterrestre. “Un giorno troveremo altre forme di vita, se non nel nostro sistema solare,  in altri sistemi solari. Di questi ce ne sono a miliardi nell’universo”.  A questo proposito, ha anche indicato che siamo consapevoli dell’esistenza di milioni di pianeti, alcuni dei quali potrebbero essere simili alla Terra, quindi sarebbe strano credere che non ci sia vita oltre alla nostra.
Per svelare i misteri dello spazio, Bolden ha anche detto che la NASA sta lavorando su tutti i tipi di progetti, come un viaggio verso Marte: “L’obiettivo è quello di andare sul pianeta rosso entro i primi mesi del 2030. Non è terra di nessuno, ma dovremo fare probabilmente una missione orbitale prima di approdare su Marte, come abbiamo fatto la prima volta che siamo andati sulla Luna. Dobbiamo prepararci per andare sulla superficie del pianeta in modo che possa essere abitato da esseri umani”.
(Fonte: http://www.segnidalcielo.it/ )

23 giugno 2015

UFO International Magazine – giugno 2015

UFO International Magazine di giugno 2015 è arrivato in edicola. Buona lettura.
UFO International Magazien giugno 2015