Nuovo hangar gigante in Area 51: superficie marziana?

Secondo lo scritto americano Bill Kaysing, uno dei luoghi in cui furono ubicati gli studio per inscenare lo sbarco sulla Luna fu Area 51 che si trova in Nevada. Ed in particolare le foto e i filmati furono prodotti in una sua propaggine denominata S4 (Side 4). A suo parere, i paesaggi lunari, impiegati per la beffa, sarebbero ancora al loro posto.
Di recente, la NASA ha annunciato la ferma intenzione di sbarcare su Marte nel giro di pochi anni dopo avere effettuato un approccio esplorativo in orbita come avvenne per la conquista della Luna che fu preceduta da missioni solamente orbitali.
Le ultime immagini satellitari di Area 51 evidenziano un nuovo gigantesco hangar eretto alla estremità di una delle lunghissime piste di atterraggio situate in quella zona, che è ad accesso limitatissimo, di cui fino a pochi anni fa se ne negava recisamente l’esistenza.
Facile sospettare che gli Stati Uniti stiano predisponendo un palcoscenico ove simulare lo sbarco marziano allo stesso identico modo di quello lunare. Uno studio ancora più grande e imponente dove riprodurre anche il vento impetuoso e il suolo rossiccio di Marte. Dalle fotografie postate da Terraserver, la base sembra essere parecchio attiva. Si notano anche 4 Boeing 737 senza insegne che fanno la spola da Area 51 all’aeroporto di Las Vegas onde trasportare i dipendenti dell’installazione.
Notare, infine, che la nuova struttura non è visibile attraverso Google Earth dimostrando, come se ce ne fosse bisogno, che le grandi aziende USA sono totalmente complici nella menzogna portata avanti dalla ultima superpotenza rimasta.

Nuovo hangar Area 51