Archive for luglio 3rd, 2015

3 luglio 2015

Putin contro Obama: “Sulla Luna non ci siete mai stati”

Putin contro Obama: “Sulla Luna non ci siete mai stati”.La “nuova guerra fredda” tra Stati Uniti e Russia sbarca nello spazio. Come scrive il quotidiano “La Stampa”, il portavoce del Comitato Investigativo del governo russo Vladimir Markin ha pubblicato un editoriale sulla “Izvestija (tradotto in inglese sul Moscow Times perchè non passasse inosservato ad alcuno), nel quale annuncia una inchiesta che potrebbe rivelare “nuovi retroscena sugli storici viaggi spaziali” degli americani. Cioè quelli sulla Luna delle missioni Apollo, a cavallo tra la fine degli anni ’60 e i primi anni ’70. Markin sottolinea come i preziosi filmati originali del primo allunaggio di Neil Armstrong e Buzz Aldrin siano andati distrutti. E si chiede che fine abbiano fatto i tanti manufatti, tra cui quintali di pietre lunari, portate sulla terra dopo le missioni e di cui non si hanno più notizie. “Non vogliamo sostenere che gli americani non siano andati sulla Luna e che abbiano semplicemente girato un film sulla missione. Ma tutti questi manufatti scientifici – o forse culturali – fanno parte del patrimonio dell’umanità e la loro scomparsa senza lasciare traccia è una perdita per tutti noi. Un’indagine potrebbe rivelare che cosa è accaduto” scrive Markin. La ragione per la quale i sospetti di Mosca si riaffacciano dopo 46 anni è spiegata dallo stesso Markin alla conclusione del suo intervento, quando afferma che gli Stati Uniti non hanno il diritto di indagare sullo scandalo della Fifa, che sta pesantemente coinvolgendo anche Vladimir Putin e la Russia. Se insistono – è l’implicita minaccia – Mosca potrebbe fare rivelazioni imbarazzanti. FONTE: Libero

(Fonte: http://terrarealtime.blogspot.it/ )

3 luglio 2015

Si sparano in casa: un dramma della disperazione

I soccorritori li hanno trovati che ancora si tenevano mano nella mano, sdraiati a letto uno a fianco dell’altro. Vicino a loro due pistole, due revolver, utilizzate per esplodere due colpi simultaneamente.
Per l’uomo – 51 anni, ex guardia giurata – non c’è stato nulla da fare. La donna – 59 anni – invece è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Civile, in gravissime condizioni. I medici hanno cercato nel corso della notte di strapparla alla morte. Questa mattina le sue condizioni sono stazionarie.
È successo giovedì sera in un appartamento di via Cavour, a Nuvolento, dove i due abitavano. Sul posto il 112 e i Carabinieri di Brescia, cui spetta il compito di cercare di far luce sull’esatta dinamica della tragedia. E sulle sue cause.
Al momento non troverebbe riscontro l’ipotesi che il gesto sia dovuto a motivi di salute. Più credibile invece che il doppio colpo di pistola trovi radice nelle difficoltà legate all’occupazione di lui (l’uomo non lavorava da un paio di anni) e probabilmente all’imminenza di uno sfratto.

3 luglio 2015

Spazio, lancio riuscito: il cargo Progress verso la Iss

Mosca, 3 luglio 2015 – Il lancio del cargo russo Progress, destinato a portare rifornimenti alla Stazione Spaziale internazionale, è stato effettuato con successo dalla base di Baikonur, in Kazakhstan. Il lanciatore Soyuz-U ha portato in orbita il cargo che adesso impiegherà due giorni per raggiungere l’Iss.
Un altro cargo Progress era andato perduto il 28 aprile scorso, in seguito ad un problema tecnico del lanciatore, e il 28 giugno un malfunzionamento del lanciatore Falcon X aveva portato alla perdita della navetta Dragon, entrambi costruiti e gestiti dalla Space X per conto della Nasa. (Fonte: http://www.quotidiano.net/ )

3 luglio 2015

Concorsi P.a., non solo voto laurea, conta ateneo

Così un emendamento, approvato, al ddl P.a.

Nei concorsi pubblici a fare la differenza non sarà più solo il voto di laurea, ma potrà contare anche l’università. Così un emendamento, appena approvato, al ddl P.a, che parla di “superamento del mero voto minimo di laurea quale requisito per l’accesso” e “possibilità di valutarlo in rapporto ai fattori inerenti all’istituzione che lo ha assegnato”.
I dirigenti pubblici potranno essere licenziati se privi di incarico per un certo periodo ma non basta, l’uscita dal ruolo scatta solo se prima c’è stata una sostanziale ‘bocciatura’ da parte dell’amministrazione. Così un emendamento al ddl P.a, approvato, che prevede il collocamento in disponibilità “successivo a valutazione negativa”. (ANSA)

Anni or sono, uscì un articolo con la classifica delle migliori facltà di Economia a Commercio in Italia, mi sembra sul Sole 24ore. Risultò, da quella ricerca, che le facoltà migliori (quantomeno più difficili) erano Verona e poi Brescia. La Bocconi si piazzava al sesto posto e ultima Reggio Calabria. Cito a memoria, ma i dati erano circa questi.
Ora, secondo voi, la Regione Lombardia, o Veneto, potrebbe emanare un concorso pubblico in cui un 110 e lode preso a Brescia o Verona valesse di più di uno incamerato a Reggio Calabria?
Ovviamente no, i meridionali non lo consentirebbero di certo.
In centro Italia ci sono università pubbliche e private che mulinano diplomi di laurea con la stessa velocità quasi con cui li stampano. Non faccio nomi ed esempi per non venire querelato. Però certe lauree in “Socciolloggia” mi sanno tanto di ‘diplomificio’.
Quindi, vi chiederete, dove sta l’inghippo?
Il fatto è che ci sono i soliti filo-americani e cripto-grembiulini (PD, M5S, Radicali ecc.) dietro all’abolizione del valore legale del titolo di studio.
In questo modo, potrebbero essere facilitati nell’ingresso coloro che provengono dagli atenei privati e angloamericani che sono sempre in cima alle statistiche farlocche sulla “buona scuola”.
Tutti sanno che, in media, le migliori università nel globo sono quelle tedesche, nordiche, giapponesi, russe e ultimamente cinesi.
Però, i giornali italioti a larga diffusione pubblicano pedissequamente le classifiche “internazionali”, prodotte dalla CIA, che piazzano ai primi posti gli atenei solo ed esclusivamente angloamericani. Meglio se privati.
Senza dire del “profiling razziale” di cui sono artefici le università a stelle e strisce. Ossia di penalizzare subdolamente gli studenti asiatici, più bravi dei “bianchi”, nei test d’ammissione. Dall’altra parte del punteggio, vengono favoriti i neri, onde evitare l’accusa di discriminazione razziale in caso di forte esclusione di studenti di colore. (°)
State tranquilli comunque che questa storiella finirà dentro la solita bolla di sapone estiva.

(°) Ciò è reso burocraticamente possibile dal fatto che, negli USA, nei questionari di ammissione, si deve specificare la propria razza di appartenenza. Qui il caso di una ragazza, di madre asiatica e padre americano nero, col dilemma se dichiararsi ‘nera’, ed essere favorita, o ‘gialla’, ed essere sfavorita, nella prova d’ingresso.
http://www.nytimes.com/2011/06/14/us/14admissions.html?_r=0

3 luglio 2015

Sconcertanti voragini scoperte in Sardegna

foto web – Great blu hole nei Caraibi
ALGHERO. «A 7 miglia da Capo Marrargiu ci sono due immense voragini di forma squadrata e regolare: larghe 40 metri, sprofondano per altri 160 dritte come giganteschi cilindri nel sottosuolomarino».L’oceanografo Guido Gay, che di recente ha scoperto i relitti del piroscafo Crispi e del sommergibile Saracen dopo aver trovato tre anni fa i resti della corazzata Roma, non riesce a darsi una spiegazione. Parla di «fenomeno inedito e sconcertante» per quel che ha osservato al largo della costa tra Alghero e Bosa. «So solo che non ho mai visto nulla di simile in giro per il mondo, e in mare nei miei 76 anni sono stato ovunque», aggiunge, perplesso per quegli incredibili pozzi che non si aspettava d’incontrare nei suoi percorsi subacquei.
Guido GayTante, comunque, le ipotesi per questo mistero nel mare davanti alla base di Pòglina. Un centro a suo tempo finito su tutti i giornali: proprio lì si addestravano, clandestinamente, gli uomini che avrebbero dovuto opporsi alla temuta invasione armata da parte dell’Urss e di altri Paesi dell’Est ai tempi della guerra fredda.
 Così, in attesa di approfondimenti, gli interrogativi si sprecano. Un processo di erosione inedito ma di origine naturale? O i due giganteschi buchi sono punti d’uscita in mare di fiumi sotterranei d’acqua dolce che arrivavano sin lì in epoca ancestrale? Oppure le voragini sono state create da altri eventi al momento non precisabili.