Il discorso tipico dello schiavo

Ottima questa sintesi di Silvano Agosti.
Il segreto è capire che la schiavitù è prettamente psicologica.
A me fanno ridere quelli che parlano sempre contro le banche e hanno magari tre o quattro conti bancari quando gliene basterebe uno. E purtroppo, grazie ai maneggi dei politici, camerieri dei banchieri, ci hanno costretto a tenerne almeno uno.
L’unica salvezza è la scelta di Bill Kaysing, scollocamento da tutto e liberarsi dalla schiavitù del lavoro e dei soldi.
La prima igiene mentale è affrancarsi dai soldi. Dato che la società è stata costruita per obbligare gli invidiai a usare denaro, quindi dovere lavorare sodo per guadagnarlo, l’alternativa è scappare in alta montagna, riattare un rustico e vivere semplicemente nutrendosi dei frutti che la natura offre spontaneamente o che si coltiva gratuitamente. Ma, studiando la legislazione, si può anche costruire una deliziosa casetta in legno a propria misura integrata nell’ambiente naturale.
Mi fanno ridere pure coloro che si lamentano del costo della verdura e poi hanno dietro casa un grande giardino all’inglese, pure oneroso da mantenere. Perchè non ci ricavano una bella ortaglia, invece?
Qua a Brescia muoiono continuamente persone in incidenti stradali mentre stanno correndo al lavoro. Lavorano forsennatamente ancora più di quanto facessero dieci anni fa per pagare le crescenti tasse perchè hanno paura dei carabinieri, di Equitalia, delle multe.
Vita (breve) da schiavi.
Come ha opportunamente osservato Marco Saba, questo è uno schiavismo inconscio persino peggiore di quello antico. In antichità, il proprietario dello schiavo era tenuto a procurare cibo e un giaciglio alla sua proprietà. Oggi il sistema non si cura nemmeno del fatto che i cittadini siano denutriti e senzatetto.
ADDENDUM ‘Ocse, senza lavoro il 42,7% dei giovani’ Stanno terrorizzando i giorani. Dovete trovare un lavoro grazie allo Steve Jobs Act anche 400 € il mese, giovani schiavi lavorate!

Articoli di approfondimento: Scappare dall’Italia rimanendo in Italia? Si può!Homes for the Homeless

Homes-for-the Homeless Bill Kaysing