Perché sulla Terra l’acqua è così abbondante?

L’attuale teoria che cerca di spiegare la presenza dell’acqua e della vita sulla terra , si basa sull’ipotesi che in un lontano passato , quando ancora non esistevano forme di vita sulla terra , la terra fosse stata bersagliata da una enorme quantità di comete , notoriamente ricche di acqua , e che quindi l’acqua sia giunta qui trasportata dalle comete ; solamente piu tardi , dopo che si formarono gli oceani , si crearono finalmente le condizioni perchè piano piano potesse nascere e si sviluppare la vita a cominciare da forme di vita semplici e via via sempre piu complesse .

Basta però porsi due domande per metterla in crisi :

  1. se l’acqua sulla terra è stata portata dalle comete , qual’è l’origine dell’acqua che si trova nelle comete ?
  2. perchè sulla terra ne è arrivata di piu che sulla luna o su marte ? … non certo per la differente gravità , perchè pare che ce ne sia in grande quantità anche su alcune lune di Giove

Proviamo invece a partire col ragionamento dalla molecola dell’acqua costituita da un atomo di ossigeno e da due atomi di idrogeno e cerchiamo di capire da dove provengano questi elementi : bè l’idrogeno è talmente leggero che non riesce ad essere trattenuto dalla gravità terrestre , quindi sulla terra è quasi assente , ma lo ritroviamo invece nel sole dove è praticamente il solo elemento che costituisce l’enorme massa della nostra stella , mentre per quanto riguarda l’ossigeno gassoso sappiano che ha vita breve , essendo molto reattivo e andando a formare ogni sorta di molecole ossidando , per sua natura , la maggior parte degli altri elementi ; sulla terra è presente nell’atmosfera solamente grazie alla presenza di vita vegetale , che produce continuamente ossigeno per effetto della fotosintesi .

La domanda adesso è la seguente :

ma com’è possibile fare incontrare l’ossigeno con l’idrogeno se sulla terra l’idrogeno gas non c’è ?

ebbene dobbiamo pensare al vento solare , che non è altro che materia proveniente dal sole scagliata nello spazio dall’intensa attività della nostra stella , la prova di questo vento solare è sotto gli occhi di tutti e sono le bellissime aurore boreali , le quali si verificano in prossimità dei poli , in quanto la materia che costituisce il vento solare si trova allo stato di plasma , quindi puo essere catturata dalle linee del nostro campo magnetico e convogliata nei pressi dei poli : perchè è proprio la che le linee del campo magnetico terrestre incontrano la terra .

Ma poi cosa accade ai protoni che costituiscono il vento solare quando incontrano l’atmosfera terrestre ?

dopo essersi resi responsabili delle strabilianti aurore boreali a discapito della loro incredibile energia cinetica penetrando gli strati piu alti dell’atmosfera , e di conseguenza dopo aver perso parte della loro energia , aquisteranno sicuramente un elettrone e torneranno ad essere atomi di idrogeno, a questo punto l‘idrogeno così formato in parte si perderà nuovamente nello spazio , per il fenomeno accennato in precedenza ella relativa scarsa gravità terrestre , ma in parte si andrà a legare con l’ossigeno presente nell’alta atmosfera o meglio ancora con l’ozono dell’ozonosfera ; la nuova molecola di acqua così formata resterà intrappolata dalla gravità terrestre e di li a poco entrerà nel ciclo dell’acqua prendendo parte alle precipitazioni e andando ad incrementare quella che è la quantità totale di acqua presente sulla terra !!!

A questo punto non occorrerebbe piu chiamare in causa il bombardamento cometario per spiegare la presenza degli oceani sulla terra, inoltre nessuno ha mai spiegato chi o che cosa ha fatto nascere l’acqua nelle comete.

Possibile rovesciamento dell’attuale teoria accreditata del “bombardamento cometario” :

Alla presente teoria se accettata potrebbe seguirne come conseguenza un’altra : e cioè, che non sono le comete che hanno portato l’acqua sulla terra, ma al contrario queste ultime sono nate come conseguenze di grandi impatti di asteroidi con la superficie degli oceani terrestri che con la loro immane forza hanno scagliato parte dell’acqua e della crosta terrestre fin oltre il campo gravitazionale terrestre, facedole quindi galleggiare nello spazio liberamente su proprie orbite attorno al sole.

Le comete quindi si potrebbero classificare in due categorie principali : le comete di origine terrestre , nate appunto dai grandi impatti avvenuti qui sulla terra e le comete di origine extraterrestre , magari provenienti dagli oceani ghiacciati delle lune di gioviane .

Conclusioni :

Questa teoria nella sua semplicità, come del resto lo sono tutte le teorie rivoluzionarie, potrebbe spiegare molte cose :

  • la prima : il perché solamente la terra fra i pianeti possiede grandi quantità di acqua, se fossero state le comete a portare l’acqua ce ne sarebbe altrettanta anche sugli altri pianeti ;
  • la seconda : è che la dove c’è l’acqua c’è la vita, ma non soltanto perchè la vita si sviluppa con l’acqua, ma perchè è la vita stessa che genera l’acqua ;
  • la terza : finalmente si saprebbe da dove viene l’acqua che possiedono le comete, dove certamente ci saranno anche i mattoni della vita la dentro, come è gia stato ipotizzato, anzi forse a ben guardare si potrebbero anche trovare resti pesci alghe e crostacei e magari con un po’ di fortuna una balenottera azzurra catturata nella goccia schizzata via da un oceano terrestre a seguito di un grande impatto , o forse vi potremo trovare tracce di forme di vita esotiche provenienti da altri mondi.

Ing. Marco Mancioli 

Che dire? Non fa una grinza il ragionamento. Complimenti.

Waterworld Kevin Kostner