Polizia di Phoenix ritrova corpo decapitato di una donna e due cani mutilati

Mutilazioni umane animali

In un appartamento di Phoenix, in Arizona, agenti di polizia hanno rinvenuto il cadavere decapitato di una donna e di due cani mutilati. Il responsabile sarebbe un uomo, la cui identità non è stata rivelata,  il quale dopo avere commesso tale atrocità, si sarebbe tranciato di netto il braccio sinistro ad altezza del gomito e cavato completamente l’occhio sinistro.
Sembra che un tale, vicino di casa del 43enne, avesse bussato alla porta per sincerarsi delle sue condizioni non avendolo visto per un giorno intero. L’uomo all’interno avrebbe risposto (!). Una volta entrato, il vicino avrebbe constatato che l’uomo si era segato di netto l’avambraccio e sarebbe stato privo di un occhio completamente estratto dall’orbita.
L’ufficiale di polizia che ha effettuato le rilevazioni ha descritto la scena come terrificante. Il nome della donna non è stato reso pubblico e nemmeno quello del vicino. Dicono che l’uomo sia sopravvissuto e portato all’ospedale.
A mio avviso, si tratta di un ennesimo caso di mutilazione aliena mascherato bene o male da altro fatto di sangue. Secondo voi, la ricostruzione dell’articolo è credibile?

http://www.usatoday.com/story/news/nation/2015/07/25/phoenix-police-find-decapitated-body-mutilated-dogs/30683619/

In quest’altro resoconto giornalistico dell’accaduto, cercano di rendere appetibile la polpetta avvelenata servita ai lettori affermando che c’erano già state chiamate al 911 (numero d’emergenza) da quell’indirizzo per violenza domestica e che il sospetto ha un retaggio di malattia mentale alle spalle. Sarà, però come è possibile che un “malato di mente” compia delle mutilazioni del tutto corrispondenti a quelle inferte dagli extraterrestri?

http://www.nydailynews.com/news/national/ariz-man-answers-door-arm-decapitating-woman-article-1.2304339