Mutilazioni umane, lo strano caso di Londra

Era italiana la donna decapitata a Londra. Fermato un uomo: “Girava col machete” .
LONDRA – È stato fermato un sospetto che sarebbe legato all’omicidio dell’82enne italiana Palmira Silva, brutalmente aggredita e decapitata ieri nella sua casa di Edmontion, nel nord di Londra. Gli agenti hanno arrestato un uomo di 25 anni che è stato visto aggirarsi armato di machete nei giardinetti delle abitazioni in cerca di una vittima.
Alcuni abitanti della zona citati dal ‘Telegraph’ affermano che l’uomo è un residente del quartiere che si sarebbe convertito all’Islam lo scorso anno. Pur avendo escluso la pista del terrorismo gli inquirenti non escludono che l’uomo abbia voluto emulare le decapitazioni degli ostaggi americani propagandate dai video dei terroristi dell’Is. Era originaria di Montefusco, nell’avellinese, ma risiedeva a Londra dagli anni ’50, Palmira Silva di 82 anni trovata morta, decapitata, ieri nel giardino di casa nel quartiere di Edmonton nel nord di Londra, vittima della furia di un 25enne catturato dalla Polizia. Scotland Yard ha escluso la matrice terroristica e l’episodio viene indicato come un caso isolato. A quanto si apprende Palmira Silva era vedova da quattro anni, nonna, ma continuava a lavorare nella caffetteria di famiglia nella zona. Era nota nel quartiere, una donna «dolce», che amava curare il suo giardinetto. Così la descrivono i vicini sconvolti per l’episodio che ha scosso l’intera zona. Anche il sindaco di Londra Boris Johnson ha espresso shock per quanto accaduto. Secondo le testimonianze raccolte, il 25enne era stato notato nel quartiere perchè si aggirava con una lama, c’è chi racconta di aver visto un gatto decapitato nelle vicinanze o chi parla di un attacco contro un’auto. Secondo alcune informazioni di stampa non confermate si sarebbe convertito all’islam qualche mese fa, il Sun scrive inoltre che potrebbe aver avuto problemi con alcol e droga e che potrebbe aver perso di recente il posto di lavoro. Il comandante della Metropolitan Police Simon Letchford ha sottolineato il coraggio degli agenti che hanno catturato l’autore dell’omicidio: hanno dovuto immobilizzarlo utilizzando un Taser e uno degli agenti e rimasto ferito. Anche il 25enne è stato ricoverato in ospedale, dove resta sotto sorveglianza in attesa di essere interrogato. ( http://www.leggo.it )

Un caso che molti rammenteranno. Una anziana donna decapitata brutalmente a Londra senza motivo e, notare l’indizio, un gatto trovato decapitato pure esso nelle vicinanze.
Il ritrovamento di esseri umani e animali mutilati in contiguità è un elemento tipico dell’opera di extraterrestri.
Badate all’assurdità della notizia. Perchè questo 25enne anonimo, subito occultato in un ospedale pure anonimo, avrebbe dovuto decapitare una donna senza apparente motivo? “Recentemente convertitosi all’islam”? Questo sarebbe un movente? Suona molto come quando succede qualcosa in Sicilia di cui irrevocabilmente incolpano la “mafia”.
Se ci pensate bene, una notizia senza senso che con il terrorismo c’entra poco.
Allora, di cosa si tratta?
AGGIORNAMENTOMontefusco. A sette mesi dall’omicidio di Palmira Silva, l’82enne di Montefusco decapitata a Londra, il processo contro il presunto assassino rischia di non celebrarsi. La difesa dell’assassino, Nicolas Salvador, 25 anni, ha chiesto al Tribunale Penale di Londra che gli venga riconosciuta l’incapacità di intendere e di volere e, dunque, la non colpevolezza nel caso di omicidio e aggressione. Salvador è stato accusato di aver decapitato, nonna Palmira, la donna nel nord di Londra ma si è dichiarato non colpevole per infermità mentale. E’ apparso a Londra, Old Court Bailey la scorsa settimana per presentare le sue dichiarazioni, vestito di nero e fiancheggiato da tre guardie di sicurezza.‘ Tutto risolto, il colpevole è ‘Nicolas Salvador’ il quale, ammesso esista veramente, non si farà un giorno di carcere causa infermità mentale.
Palmira Silva