Un caso di mutilazione umana del 1947

https://i0.wp.com/www.franksreelreviews.com/images/stories/blackdahlia/main.jpgNel 1947, nel pressi di Los Angeles, una donna di nome Elizabeth Short fu ritrovata orribilmente mutilata. Era nota col nomignolo di “Dalia nera”. Numerosi individui mentalmente disturbati si accollarono la responsabilità nel corso degli anni ma nessuno fu mai incolpato ufficialmente.
A mio avviso, le immagini truculente scattate dalla polizia quel giorno mostrano una mutilazione aliena. Non soltanto per il tipo di mutilazioni inferte, pure per la totale assenza di sangue che dovrebbe essere cosparso ovunque sul corpo date quelle ferite. Il sangue è oggetto di profondo studio da parte degli alieni e viene sempre sottratto in modo alquanto efficiente senza lasciare quasi sgocciolamenti o ematomi. Per questo motivo il suo cadavere fu scambiato per un manichino fatto a pezzi.
Forse è un caso, ma sembrano più le donne vittima di tali eventi.

AVVERTENZA IMPORTANTE
Cliccando sul link vi assumerete ogni responsabilità. Declino ogni responsabilità da parte mia