Giulietto Chiesa: “Partita ancora aperta in Grecia”

Cosa dire? Chiesa sfoggia toni vagamente giustificazionisti. Dato che l’Europa e l’euro non sono in discussione, suggerisce lui, meglio stare sulla nave che affonda e noi colare a picco con lei. Prima di tutto, ho i miei dubbi sulla validità delle elezioni greche. Secondo, non è affatto certo che in Grecia la maggioranza sia ancora favorevole all’euro. I sondaggi sono manipolati, la esattamente come in Italia.
Riguardo alla rivoluzione, non sarei così sicuro, speranza in cui ripone lui subdolamente, che non scoppi la sommossa. Leo Longanesi disse che in Italia non può scoppiare una rivoluzione perchè ci conosciamo tutti. Ma quando il governo in carica, da chiunque presieduto, licenzierà in tronco decine di migliaia di dipendenti statali, sulla falsariga greca, e rimanderà tutti a 67 anni per la pensione, senza curarsi dei contributi versati, beh, se io fossi in Giulietto Chiesa sarei più guardingo nel vaticinare. Mi sembra Lev Trotzky disse che il miglior modo di controllare l’opposizione è quello di guidarla. Stavolta però, signori miei, non basteranno grillini, centri sociali, finti comunisti e pretonzoli da strapazzo ad arginare il maremoto.
ADDENDUM ‘Immigrazione, Tusk avverte: “Oltre 12 milioni di profughi pronti ad arrivare in Europa” Vi ricordate nel 2012, quando iniziò il cancan Balotelli-Kyenge, quando scrissi qui che antro il 2020 Renzi e Grillo ne avrebbero fatti entrare milioni? E mi presi degli insulti pure.
https://pianetax.wordpress.com/2012/11/23/