Donna tenta il suicidio nello stesso posto di Giulia

Mosciano, 59enne teramana salvata dagli agenti della polizia autostradale Era salita sulla rete del cavalcavia da cui è precipitata la ragazza di Tortoreto
MOSCIANO. Ha cercato di uccidersi lanciandosi da un cavalcavia lungo l’autostrada A14, lo stesso sotto il quale, lo scorso primo settembre, furono trovati i resti di Giulia Di Sabatino, la ragazza di 19 anni morta dopo essere precipitata. E’ successo ieri pomeriggio tra i caselli di Mosciano e Roseto, nel territorio di Mosciano. La donna, una 59enne di Teramo, è stata salvata dall’intervento di due agenti della polizia autostradale di Pescara nord che l’hanno bloccata evitando che si lanciasse nel vuoto.
L’allarme è scattato intorno alle 15 quando gli agenti, in servizio di pattuglia sul tratto dell’A14, hanno visto la donna che si arrampicava sulla recinzione del cavalcavia. Hanno subito fermato l’automobile e sono intervenuti: un agente ha rallentato il traffico e l’altro, senza esitazione, si è arrampicato sulla scarpata laterale all’autostrada, fino a raggiungere la donna, impedendole di lasciarsi cadere nel vuoto. La donna, infatti, alla vista degli agenti si è arrampicata sulla recinzione e quando i poliziotti sono arrivati era ormai giunta quasi alla sommità. Sul posto è intervenuta anche una pattuglia del distaccamento della polizia stradale di Giulianova e l’ambulanza del 118 che ha trasportato la donna all’ospedale. Da una prima ricostruzione fatta dagli agenti la donna sarebbe arrivata sul posto a bordo della sua macchina che è stata ritrovata a pochi metri di distanza dal cavalcavia.
Sulla morte di Giulia Di Sabatino la procura ha aperto un fascicolo per istigazione al suicidio, fascicolo
contro ignoti. Nel corso delle indagini sono stati ascoltati i familiari della ragazza, acquisiti vari tabulati telefonici e messaggi su WhatsApp. La procura ha lanciato un appello affinchè chi quella notte abbia visto qualcosa si presenti alle forze dell’ordine.
©RIPRODUZIONE RISERVATA ( http://ilcentro.gelocal.it/ )

Stanno suggerendo che Giulia si sia uccisa con questo maldestro depistaggio.
Giulia è rimasta vittima di un delitto a sfondo esoterico oppure è stata addotta dagli extraterrestri per i motivi che vi ho spiegato tante volte qui. Siccome “brancolano nel buio”, come si dice nel gergo della “cronaca nera”, stanno cercando surrettiziamente di avallare l’ipotesi suicidio in modo da rubricare il caso come suicidio, appunto.

FUORI CONTESTO Stamane scie chimiche pazzesche sulla pianura padana.